Pubblicità

martedì 15 gennaio 2008

Firenze a letto!

Non bastava la ztl notturna da mezzanotte alle 4 nel weekend (inutile visto che la gente parcheggia comunque in piazza ghiberti, arriva a piedi in via de' Benci e si staziona fuori dai locali col bicchiere in mano per la felicità dei residenti. Tra l'altro vorrei far notare ai gestori del Mojo che non ha senso sparare musica a palla con tanto di dj in un locale dove non si balla, e che questo implica il fatto che poi le persone stanno tutte fuori e nessuno dentro!)

Non bastava il divieto di vendere alcolici dopo le 2 di notte nei locali di Firenze (cosa inutile visto che le persone si comprano bottiglie di vodka o birre negli "alimentari" aperti fino a tardi)

Non bastavano le multe "punitive" (il venerdì sera non si puo' più parcheggiare dentro le mura di San Niccolò perchè i vigili fanno la multa anche ai motorini! dicendo che è zona pedonale. Cavoli almeno il weekend un po' di tolleranza..)

Ora leggo che persino la pasticceria di Piazza Giorgini deve chiudere alle 23 perchè i residenti si sono lamentati. Sparisce così anche uno dei pochi forni aperti fino a tardi, dove poter andare a mangiare una pasta di notte. Vorrei vedere mai che razza di caos potrà fare un forno!!!

Certo che ce la stanno mettendo tutta per allontanare la vita notturna da Firenze.
Quando il centro di Firenze sarà tutto vuoto e completamente in mano a spaccio e minicriminalità voglio vedere come vivranno i residenti. Mi è bastato il racconto di un'amica che abitava in piazza Duomo, che era terrorrizzata a uscire di casa anche dopo le 7 di sera!

Io ho sottocasa la Flog e il weekend c'è ovviamente un po' di casino. Ma sinceramente preferisco un po' di gente che va e viene, rispetto alle notti deserte e buie che coprono certi vandalismi (come questo e questo). Certo se ci fosse casino anche durante la settimana mi lamenterei di più, ma se si tratta del venerdì o sabato, pazienza!

comunque sta diventando veramente impossibile anche solo muoversi la sera. Venerdì scorso dopo la blogcena volevamo andare al Dolcevita in piazza del Carmine, ma c'era la ZTL notturna e farmi una scarpinata con la pioggia e i tacchi proprio non mi andava. Morale: abbiamo optato per il Mojo, che sinceramente anche se strapieno di gente (per paradosso ora che le macchine non ci sono, le persone stanno molto più volentieri in mezzo di strada!) non mi ha fatto impazzire.

Mi è giunta voce di un nuovo locale: il Glamour, un discopub dietro via de' Neri. Da provare..

47 commenti:

  1. Così imparano a mettere poca crema nei cornetti, tiè tiè! :D

    Tanto io vado in via Campo d'Arrigo :P

    RispondiElimina
  2. anche io vado in via campo d'arrigo ma prima era un affare ora costa più che in pasticceria!

    RispondiElimina
  3. e poi in campo d'arrigo la macchina la devi lasciare sempre male. mentre in piazza giorgino un angoletto lo trovavi.
    senza contare che per me è più vicino casa.

    RispondiElimina
  4. No......se non sbaglio si chiama "Il Re della Foresta" (o perlomeno prima si chiamava così)...ci sono andata diverse volte e le paste le fanno veramente buone. Ma erano già diversi anni che la gente si lamentava...

    RispondiElimina
  5. Secondo me c'è davvero poca crema... dovrebbero chiamarli "cornetti all'idea di crema"... comunque dispiace per l'idea di una città morta di notte, sono d'accordo!

    Nelli, dobbiamo convincere quello che fa i cornetti in via Mercati a mollarci abusivamente un paio di paste a sera :P

    RispondiElimina
  6. il Re della Foresta! ecco come si chiama la pasticceria in piazza giorgini. grande miky!

    Martin: hai ragione! la sera o la notte quando ci passo vicino sento sempre il profumo di paste fresche, ma non le vende. sarei tentata di corromperli! il profumo di crema è da svenimento. ma tu come fai a saperlo? abiti in zona?

    RispondiElimina
  7. Io abito a due passi da Piazza Giorgini e finalmente prendo atto che le lamentale degli abitanti sono riuscite in qualche modo a "sfondare". Voi non avete idea di che cosa è diventata Piazza Giorgini nel corso degli anni, da quando sono aumentati progressivamente i locali "mangerecci". Attualmente se ne contano sette in una piazza che non è Piazza del Duomo e che ha già i suoi bei problemi di parcheggio: i Briganti, Joe di Maggio, lo Strizzi, il bar Consigli (che per fortuna chiude alle 20), la yoghurteria, il re della foresta (brioche notturne), la farmacia dei sani (ultimo arrivato e se ne sentiva proprio la mancanza). E' vero, la sera in quella zona adesso si può passeggiare tranquillamente fino alle 4 del mattino senza problemi, ma se dovete passare con la macchina per qualche motivo vi conviene fare il giro lungo da Piazza Leopoldo, impiegate un terzo del tempo e non litigate con nessuno. La mattima poi, soprattutto a partire dalla primavera, se passate dalla piazza (cosa che io faccio tutte le mattine per accompagnare mio figlio a scuola) direi che le condizioni della Piazza sono peggio di quelle di Napoli in questi giorni. Per non parlare del rumore: tanta gente ha venduto casa perché non ce la faceva più. La proprietaria del Re della Foresta è una persona simpaticissima, che conosco da tanti anni, e che ha fatto quello che ha potuto per impedire sporcizia e urli notturni (cartelli, inviti più o meno gentili ai clienti, appelli su giornalini rionali, ecc.) ma, vi assicuro, soprattutto in certe sere, è un caos che io non trovo nè rassicurante nè divertente. Mi dispiace se a essere penalizzato sarà il Re della Foresta, ma qualcosa va fatto per rendere la situazione più vivibile per gli abitanti. Vi sembrano ragionevoli sette locali in una piazza di piccole dimensioni? ma non esiste una sorta di piano regolatore? Scusate lo sfogo, ho 50 anni e comincio a invecchiare (male, evidentemente) ma vivo in questo rione da quando ne ho 10 e ci sono particolarmente attaccata!
    Grazie
    Silvia

    RispondiElimina
  8. Abito dalle parti di via Santo Stefano in Pane... e quando torno a casa dalla Flog a piedi, di notte, sento un profumino... mmmmhhh!

    Ce n'era uno in via Dino del Garbo, per un po' ha riaperto, ma mi sa che è di nuovo chiuso... uff!

    RispondiElimina
  9. hai ragione Silvia, un po' di regolamentazioni andrebbero fatte.
    ma punire un forno è un peccato.

    vedo più casinisti locali come lo Strizzi che attirano fiumane di ragazzini..

    è vero la vivibilità della piazza è andata peggiorando, ma le forze dell'ordine dovrebbero curarsi anche del silenzio e fare multe a chi fa schiamazzi e non soltanto a chi parcheggia nella ZCS senza tagliando o con biglietto scaduto.
    il paradosso è questo: c'è più interesse a multare chi parcheggia male (anche senza ingombrare la strada) che chi è molesto.

    per il fatto dei locali: è la conseguenza della politica comunale. svuotare il centro storico (lo sai che in piazza duomo non ci sono locali notturni?) e spostare il divertimento notturno fuori dal centro.

    sinceramente non so che soluzione trovare. vedrei un po' più di severità in settimana quando la gente lavora e magari un po' di tolleranza il weekend.

    dovrebbero preoccuparsi di multare chi fa casino e non solo chi passa le telecamere nelle corsie preferenziali.

    e si dovrebbero trovare spazi per questi ragazzi. in centro no, in periferia no.. da qualche parte dovranno pur stare.
    questo ovviamente non vuol dire via libera al casino.
    fai rumore? e io ti multo!
    ma non il locale, bensì chi lo fa.
    e invece le multe sono per chi va a prendere gli amici alla stazione o chi mette la macchina in posti dove non danno noia a nessuno).
    ricordiamoci di tutto questo quando andremo a votare..

    RispondiElimina
  10. Il problema non è il numero di locali e la chiusura di uno di questi. Secondo sto ragionamento, visto che a Napoli c'è immondizia chiudiamo le edicole che vendono i giornali, i supermercarti che vendono cose che poi si buttano.

    Basterebbe che i vigili invece di rompere i co****i e multare poveri cristi passassero e facessero multe a chi fa casino, a chi butta qualunque cosa per strada a mò di cassonetto a chi parcheggia a membro di segugio.

    Ripetutamente in modo che chi si comporta da selvaggio sappia che il rischio di beccarsi una multa esista.

    Chiudere un locale significa che quella gente si sposta da un'altra parte a far casini. O magari pensano che dato che è chiuso la gente va a dormire alle 10 di sera?

    RispondiElimina
  11. giusto! quoto l'anonimo!

    hanno chiuso via de benci al traffico per evitare casino. risultato? ora che non ci sono le macchine i ragazzi stanno ancora più in mezzo di strada a fare casino..

    RispondiElimina
  12. il problema secondo me è che di conseguenza i ragazzi si sposteranno in altre pasticerie notturne dove a loro volta i vicini si lamenteranno per l'eccessivo "nuovo" rumore!!
    Nelly il tuo sito è favoloso, ormai è diventato il mio punto di riferimento su Firenze!!continua così...
    Marty

    RispondiElimina
  13. Come dice giustamente Nelly il problema non è il Re della Foresta e dispiace proprio che siano loro a rimetterci. Il problema è avere 7 locali tutti insieme nel raggio di poche decine di metri. Tutti i bei discorsi di vigili che dovrebbero regolamentare il traffico e il parcheggio sono, appunto, bei discorsi: non lo fanno alle 5 del pomeriggio, figurarsi alle 2 di notte! Ma lo sapete che l'autobus notturno che passa da Piazza Strozzi, tutte le notti, sta fermo anche ore perché le auto sono parcheggiate "a maiale" e il carro attrezzi non interviene perché esiste un "accordo fra gentiluomini" con i locali della zona? Non mi parlate di vigili, categoria inutile per non dire dannosa! La soluzione, ovviamente, non è chiudere i locali, ma stare attenti a dove si aprono si e soprattutto è questione di educazione e di questa in giro ce n'è proprio poca. E' un tipico discorso da cinquantenne incarognita, ma permettetemelo, alla fine di questa giornata veramente uggiosa.
    Silvia

    RispondiElimina
  14. certo che se di sabato e/o di domenica c'avessi sotto casa il disco pub che martella i timpani aperto fino alle 2 di notte, frankly speaking, mi girerebbero leggermente ....

    RispondiElimina
  15. Io vivo "in the middle of nowhere", in campagna, ma siamo diverse case, una accanto all'altra.

    Non ho locali notturni, né bar nelle vicinanze (già dato quando abitavo a Fi); il massimo che puoi sentire sono i cani che abbaiano e significa che hanno fiutato qualcosa, il rumore del treno, se dormi pesantemente non ti accorgi manco di quello, MA, c'é un MA, che il rumore e alcuni notti insonni lo provocano i vicini con le loro feste che iniziano a mezzanotte, gli amici che arrivano per un caffé alle undici di sera, l'aspirapolvere data alle dieci e mezzo (sempre di sera, of course).

    Per chiamarsi urlano come se il marito abitasse nell'ala ovest e la moglie nella est enon in un appartamento di cinquanta metri quadrati...

    Insomma schiamazzi notturni in centro, schiamazzi notturni in zone periferiche, problemi di vicinato: tutto si potrebbe riassumere in un unica parola che mi sa che di questi tempi si sia dimenticata, rispetto... per tutti.

    RispondiElimina
  16. SOno d'accordo con Silvia ed anche con Nelli. Poco tempo fa sono stato in Piazza Giorgini alle 2 di notte e mi sono meravigliato del casino che c'era. Ero sicuro che qualcosa avrebbero fatto, non poteva durare. Il problema è che si passa dal poter fare tutto perchè nessuno controlla al vietare tutto. E' giusto quello che dite: va multato quello che schiamazza (e ce n'erano tanti), le macchine piantate in mezzo alla strada, la maleducazione e la mancanza di rispetto. La pasticcera (non la crema ma la gestrice) ha redarguito dei ragazzi che berciavano ma loro se ne sono infischiati. Sono più ganzi! E così ci si va di mezzo tutti............

    RispondiElimina
  17. Mi sbaglio o le pizzette le facevano più buone qualche anno fa?

    Problema spinoso quello di locali, ZTL, parcheggi e ordine notturno.
    Un problema dai connotati "Mors tua vita mea" perchè non esiste un piano urbanistico adeguato nè gli interessi (a tasso fisso o variabile) per risolverli

    RispondiElimina
  18. Noooo Il re della Foresta noooo, adesso non so più dove trovare le paste la notte... secondo me erano buone le paste e quelle ripiene di marmellata anche troppo ripiene.
    Se chiude alle 23 non venderà più niente...

    Ma nesuno conosceva/si ricorda di un posto chiamato "Diamante" che vendeva le paste di notte in via pone di mezzo? anche quello ha chiuso per gli schiamazzi?

    il problema non sono i locali, beh diciamo non sempre che è meglio, ma sono le persone. Se i ragazzini avessero un pò più di rispetto per il prossimo queste cose non succederebbero. Che bisogno c'è di urlare ad uno che ti sta ad un metro di distanza? (sarà che è tipico dei Fiorentini?)



    Ps. E' il mio primo post anche se seguo da un pò quindi saluto tutti. Ottimo blog, se solo lo avessi trovato prima...

    RispondiElimina
  19. "La libertà significa responsabilità: ecco perché molti la temono." George Bernard Shaw

    RispondiElimina
  20. @martin
    l'importante è che dopo non passi a far casino nel viale dei mille ...

    RispondiElimina
  21. @sabino: certo, poi urlo "viva le paste!" per tutto il viale dei mille!

    Comnuqe ho abitato per anni sopra il Rex, e vi assicuro che gli ammerigani ubriachi tutte le notti alle tre sono una bella rottura di palle!!!

    RispondiElimina
  22. ... ma, insomma, è meglio il deserto e la morte civile o il caos assoluto? Ieri sera a cena i miei, coalizzati, sostenevano che è meglio "la vita" anche se con un po' di confusione, le città imbalsamate fanno uggia! Probabilmente è vero ma, ripeto, un po' di educazione non guasta mai.
    Scusate, approfitto per sapere se qualcuno conosce il Ristorante La Focaccia (zona Viale Corsica). E' vicino a casa mia ma non l'ho mai sentito e dovrei portarci "gente di Careggi". Sapete nulla?
    Grazie
    Silvia

    RispondiElimina
  23. innazitutto benvenuto ASLAN (perchè dici peccato averlo scoperto solo ora? non è mai tardi!)

    poi a SIMONA volevo dire: io spesso vengo svegliata dalla famiglia maleducata che ho sopra di me. Mamma giovane con 2 bambini piccoli che li fa scorrazzare con tricicli e bici anche alle 1 di notte (ma non dovrebbero dormire a quell'ora i bambini?) che cammina con i tacchi, che passa l'aspirapolvere e in generale fa molto casino tutto il giorno.
    Passi quando lo fa alle 17 o alle 20, ma alle 24 non ha il diritto di fare tutto quel casino. eppure quando ho provato a dirle gentilmente mezza parola mi si è rigirata contro "capirai quando avrai dei figli!"
    personalmente avrei da ridire anche quando la domenica mattina alle 7 fa giocare il ragazzino alla playstation con l'effetto home theater!!!

    non sono mai stata svegliata dai ragazzi che escono la sera dalla flog, ma dai cafoni del piano di sopra diverse volte.

    proposta? abolire i bambini?
    no, semplicemente quello che ha detto più di qualcuno: RISPETTO.

    RispondiElimina
  24. Ma davvero a Firenze la gente va solo in piazza Giorgini o in via Campo D'Arrigo a prendere le paste? A Prato esistono almeno 4 posti in cui si mangiano le paste di notte.

    RispondiElimina
  25. Ma anche abolire i bambini non sarebbe male, però :D

    RispondiElimina
  26. io abitavo zona Piazza PierVettori, dove c'è, anzi c'era, il triangolo delle bermuda "Mama-Fuor d'Acqua-Via Vai- Sabatino-Vico del Carmine-ma sopratutto UNIVERSALE".... un macello... sopratutto per parcheggiare.. c'era un vecchino che abitava sopra l'universale che penso abbia dato di matto più volte.. un si può così, 500 locali in due strade, e in altre tipo alcune zone di Novoli o Isolotto il niente in assoluto. Logico che anche a parlare sottovoce in 500 persone e si fa casino.
    Chiusa questa parentesi però, il centro disertificato fa effetto... che tristezza! si diventa come quel mortume di Venezia, una città-museo dove non abita nessuno!

    RispondiElimina
  27. Nelli....tra qualche giorno manda una stampa di questo post con i suoi commenti a quell'imbe...lle di Cioni!!! A volte gli si rigirasse 'iccervello!!!!

    RispondiElimina
  28. ma riuscite a rendervi conto che i fiorentini sono vittime di se stessi???!!!
    vi lamentate sempre e siete i primi a recare intralcio e fastidio...
    un po' + di tolleranza e senso civico non guasterebbe in questa città...
    vi assicuro che gli "stranieri" di tolleranza ne hanno pure troppa...

    RispondiElimina
  29. Abolire i bambini? No via! Quelli degli amici ci illuminano la vita! Io abolirei i vicini. TUTTI, senza distinzione. Anzi, approfitto di questo magnifico blog per lanciare la mia campagna elettorale: UN VILLINO (a due piani) per tutti.

    I tacchi, in effetti, rompono le scatole. E se lo dice ANCHE la regina del tacco (deduzione da quello che scrivi) dev'esser vero. VIVA LE PANTOFOLE (anche se le donne coi tacchi son così belle...). URGE SOLUZIONE.

    RispondiElimina
  30. grazie grand marnier
    in realtà non sono così tacco dipendente ;-)
    di sicuro appena entro in casa ho l'abitudine giapponese di togliermi le scarpe. (anche perchè dormo in una specie di futon)

    fosse per me in casa girerei scalza!

    RispondiElimina
  31. Che il centro si stia desirtificando è un dato di fatto, ma ho notato che la legge non è uguale per tutti...mi riferisco a vari locali tipo Colle Bereto, tanto per citarne uno, che evidentemente deve avere dei santi in paradiso o...magari dei santi in Palazzo Vecchio visto che la musica e la bevute terminano ben oltre le 2....se invece ti provi ad andare diladdarno...vigili d'ovunque...a quando l'esercito?

    RispondiElimina
  32. ciao nelli e complimenti per il blog che seguo da tanto anche se questo è il mio primo post.
    secondo uno dei problemi è che i fiorentini non muovono un passo senza la macchina sotto il cxxx ed è impossibile parcheggiarle tutte!! se esistessero dei bus notturni - come in tante città europee dove la macchina è solo un intralcio - secondo voi la gente li prenderebbe? o continuerebbero con il parcheggio selvaggio? io direi ai nostri assessori che sarebbe il caso di fare un esperimento...voi che dite? a volte ti passa veramente la voglia di uscire la sera per l'incubo del parcheggio ed è veramente un peccato. D'altre parte se esci in bus sei uno sfigato e dopo le 22 non torni a casa e devi farti spennare dal tassista di turno. Io ho vissuto da studentessa all'estero senza macchina e uscivo tutte le sere tornando a casa a tutte le ore con i mezzi in perfetta sicurezza... ma da noi queste cose non sono possibili??????

    RispondiElimina
  33. ciao ele (mi sembra di scrivere a me!)
    hai perfettamente ragione.
    io all'estero mi muovo sempre con i mezzi pubblici. ma a Firenze ho paura a salire su un autobus da sola la notte.

    dovrebbero lavorare su questo e non limitarsi a punire. dovrebbero migliorare le corse notturne (almeno che so fino alle 2) soprattutto nel weekend, e fare campagna informative ad hoc.
    ma anche più banalmente: vuoi fare la ztl notturna estiva? ben venga, ma fammi una navetta che va da piazza ferrucci a san niccolò, tutta la sera.
    io figurati se non sono contenta di evitarmi lo stress da parcheggio!

    RispondiElimina
  34. Non capisco perchè si pensi che il fine settimana debba autorizzare deroghe alle regole poste nell'interesse comune.
    Perchè i motorini dovrebbero poter parcheggiare in zona pedonale il fine settimana? perchè nessuno se la sente di parcheggiare dove può anche se si tratta poi di fare qualche metro a piedi per raggiungere il locale prescelto?

    RispondiElimina
  35. gab mi sa che hai letto male.

    le regole messe "per il bene comune" (in realtà solo per una parte dei residenti, non tutti la pensano cosi) sono state messe esclusivamente il weekend, quando è notorio escono più persone. e quindi è più facile che tante persone non trovando parcheggio, possano infrangere le regole.

    io trovo più sensato essere più severi e "mandare tutti a letto" a mezzanotte, durante la settimana, E' utopia aspettarsi che la gente non esca il sabato sera e rincasi prima dell'una. visto che il giorno dopo non si lavora..un minimo di tolleranza mi sembrerebbe scontata.

    MA NON ho mai detto che si debba abolire le isole pedonali il weekend. o cambiare le regole.

    se ti riferisci alla zona di san niccolo:
    mi domando come mai durante la settimana io potrei teoricamente strombazzare e sfrecciare sotto casa di chiunque alle 3 di notte (non esiste la ztl notturna e non ti fanno la multa se parcheggi li), mentre se parcheggio il sabato sera, allora è multa sicura.

    è vero: nel mondo ideale non si dovrebbe parcheggiare davanti alla chiesa di san niccolo (che noia mai dara'! non sto parlando di doppia fila o ingorgo del traffico), ma nel mondo ideale ci sarebbero bus navette che mi portano li o parcheggi non lontani.
    il paradosso sai qual'è? che se parcheggi nelle strisce blu allora è ok, ma se la parcheggi fuori è multa. (perchè è zona pedonale).
    allora.. dovresti multare anche quelle nelle strisce blu.. no?
    quindi: quelle nelle strisce blu possono sgommare e strombazzare svegliando tutti, visto che pagano.
    e gli altri che di giorno e le notti delle altre sere possono sostare, quella notte li: multa.

    mi sembra un po' assurdo.
    allora rendiamola pedonale per tutti. RESIDENTI COMPRESI.

    ti assicuro inoltre che andare dal rifrullo al dolcevita a piedi non vuol dire fare qualche metro.

    e poi ribadisco per l'ennesima volta: il casino e il rumore di alcuni posti (tipo via de benci) non è dato dal rumore del motore (quanti sono quelli che aprono il gas a manetta???) ma dalla gente che puo' fa schiamazzi.

    gli stranieri che manco ci pensano ad andare a letto a mezzanotte, e che si muovono a piedi, sono fra i principali responsabili del casino in centro, visto che tanto loro la mattina dopo dormono.. possono ubriacarsi senza problemi (non devono nemmeno guidare!).

    infine ultima domanda: perchè non multare ed essere severi con chi fa casino?

    RispondiElimina
  36. ecco cosa propone Roma:

    A Roma cambia il modo di spostarsi di notte e la rete del trasporto pubblico si trasforma per venire incontro a chi si sposta – tra la mezzanotte e le 5.30 del mattino – per lavoro o divertimento. 5 nuove linee di bus esordiranno la notte. Nel fine settimana, il trasporto notturno sarà più intenso. Più corse tra la mezzanotte e le tre e nei fine settimana fra la mezzanotte e le 5.30.

    Il 14 gennaio parte la nuova rete di bus e dal 18 gennaio gli orari più lunghi per il metrò
    nei fine settimana.

    A Roma, nei fine settimana la metropolitana correrà sino all’1.30 e ci saranno più linee e più corse, concentrate nelle ore più frequentate; al venerdì e al sabato e nelle Zone a traffico limitato.

    Venerdì 18 gennaio la metropolitana inizierà a fare gli straordinari nel fine settimana. Tutti i venerdì sera e i sabato sera, la linea B effettuerà le ultime corse dai capolinea all’1.30.

    I criteri di progettazione della nuova rete di trasporto notturna di superficie prevedono un intensificarsi di bus notturni, in dettaglio:

    Orari modulati in base alle esigenze: durante la settimana i bus notturni saranno più frequenti tra mezzanotte e le 3 del mattino mentre nelle notti tra il venerdì e il sabato e tra il sabato e la domenica la gran parte della rete notturna sarà potenziata tra la mezzanotte e l’alba raggiungendo frequenze anche di 10/15 minuti sulle direttrici principali. L’aumento del servizio sarà del 50 per cento rispetto all’attuale, sia in termini di chilometri percorsi che di corse effettuate.

    RispondiElimina
  37. Florence = Borence

    RispondiElimina
  38. che dire Nelli io sono anni che dico e ridico la stessa cosa. Firenze la vogliono far diventare una città muaseo a cielo aperto. I giovani vengono sempre più penalizzati , così come le attività del resto.Quando ero pischella io mi ricordo che già c'era poco la sera ma un pò da fare c'era . la gente si lamenta sempre o per un motivo o per un'altro.chi vive in centro lo vorrebbe tutto suo
    ( visto che, come dicono: pago un bel pò di soldi per starci) chi non ci vive lo vorrebbe vivere e non glielo permettono. Un gran casino te lo dico io. Il comune dà una botta di qua e una di là ma alla fine è solo un gran buglione che non rende soddisfatto nessuno.I locali degni di questo nome sono sempre meno. mah!!!!!!!!! ciao ciao

    RispondiElimina
  39. cara camy
    quanto concordo con te...
    sob. povero centro...

    RispondiElimina
  40. Ciao a tutti, io ho appena comprato casa nei nuovi palazzi alla stazione Leopolda, e non vi rendete conto del rumore che arriva dal central park. Con l'apertura della pista all'aperto non si chiude occhio dal martedi al sabato notte. Non vi parlo solo dei bassi, ma addirittura delle urla del dj, a finestre chiuse, dalle 24 alle 4 del mattino, solo la domenica notte e il lunedi riesco a chiudere occhio. Non è possibile che una discoteca all'aperto spari musica a tutto volume in una zona che ormai è diventata residenziale.

    RispondiElimina
  41. Anche io abito lì vicino ma non a tal punto da avere fastidi. La Giovanna ovvero la padrona del re della foresta fa delle pasta buonissime!!
    e le pizzette?? le avete provate? mmm buone! peccato chiuda presto ma non voglio giudicare perchè magari i residenti di piazza giorgini non riescono a dormire però che peccato quelle paste di notte erano una gioia :-)

    RispondiElimina
  42. provate una sera ad andare al pantheon lounge bar in via della fornace 24 r firenze. a me e' piaciuto tantissimo!!! by by

    RispondiElimina
  43. provate una sera ad andare al pantheon lounge bar in via della fornace 24 r firenze. a me e' piaciuto tantissimo!!! by by

    RispondiElimina
  44. beh, allora i fiorentini dove devono andare?? vogliamo relegare tutti i locali, anche i più innocui, nelle zone industriali???

    RispondiElimina
  45. beh, allora i fiorentini dove devono andare?? vogliamo relegare tutti i locali, anche i più innocui, nelle zone industriali???

    RispondiElimina
  46. Ciao, penso che la gente abbia diritto sia a divertirsi che a riposarsi. Questo anche perchè, chi un giorno ama far tardi, può sempre aver bisogno di riposarsi qualche volta, ad esempio potrebbe prendersi un'influenza. Questo implica l'obbligo morale in tutti di divertirsi senza disturbare gli altri durante la notte. Per quanto riguarda i locali, i gestori più onesti e capaci, adottano tutte le misure e gli accorgimenti necessari ad insonorizzare i locali, sostenendo anche spese non indifferenti, e quindi sono indirettamente danneggiati da quei gestori che invece, confidando nella lentezza dei controlli dell'arpat (che comunque arrivano prima o poi) fanno in un certo senso concorrenza sleale a chi spende per insonorizzare il locale. Inoltre ovviamente danneggiano gravemente chi ha la sfortuna di vivere accanto a loro. Io auspico controlli e leggi puiù severe per tutelare il riposo e la salute di tutti. Ciao.

    RispondiElimina
  47. ragazzi riporto un po' in auge questo argomento...
    vorrei organizzare una serata di festeggiamenti per una cara amica...31 anni...che c'è di bello da fare il venerdi sera a FI? niente "figliolaio" per intenderci ;)

    RispondiElimina

Qualsiasi commento è benvenuto :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...