Pubblicità

giovedì 27 novembre 2008

Inaugurazione negozio H&M a Firenze

Venerdì 28 novembre a Firenze c'è un'inaugurazione attesa da tempo dagli shopping addicted: l'apertura del primo negozio di H&M a Firenze.
Il mega store su 4 piani di H&M (che per chi non lo sapesse è un brand di origine svedese e sta per Hennes & Mauritz) è in pieno centro, accanto alla Loggia del Porcellino e Ponte Vecchio. Nello specifico: il Palazzo della Borsa Merci (dove prima c'era PromoFirenze), in via Por Santa Maria, di fronte alla Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio.
Come riportato dai vari giornali la gara pubblica per l'assegnazione in locazione del palazzo prevede un canone annuo di 2.400.001,70 €.

Immagino già le folle di donne che lo prenderanno d'assalto...

47 commenti:

  1. per esempio se non ti vuoi svenare e vestire cool i figlioli non ci sono alternative valide, solo HM fa le magliette del Ramones taglia bimbo!

    RispondiElimina
  2. Confermo, io ho visto anche le maxi maglie con Iggy Pop... Fantastico!

    RispondiElimina
  3. ehehehe è da un po' che lo punto...dal mio studio a H&M ci saranno 50 metri in linea d'aria...
    farò sfoltire la calca e poi mi lancerò alla scoperta del negozio fiorentino!!!
    topo

    RispondiElimina
  4. A dir la verita' l'inagurazione sta avvenendo proprio in queste ore dalle ore 19.00 alle 22.00 !

    RispondiElimina
  5. Cara Nelly come fai a sapere l'importo dell'affitto che dovrà versare quest nuova marca ?

    RispondiElimina
  6. anonimo esattore27 novembre 2008 19:29

    mi raccomando l'1,70 euro !!!

    RispondiElimina
  7. anonimo sospettoso27 novembre 2008 19:30

    nellY sarai mica la proprietaria del palazzo ?

    RispondiElimina
  8. A Tokyo l'hanno aperto un paio di mesi fa il primo negozio a Ginza. Il primo giorno ci sono stati piu' di 5000 persone in fila all'apertura e continuava questa fila diverse settimane!!! Ora l'hanno aperto una settimana fa il secondo negozio ad Harajuku. Naturalmente a Tokyo ci sono anche la Zara, vicinissimo a Ginza ed anche a Harajuku, mi pare. Questi periodi di crisi ci voleva proprio uno come H&M. Quando ancora non c'era il negozio di Zara in Italia, a Parigi andavo ogni volta capitava e facevo un sacco di acquisti. Ma anche l'UNIQLO giapponese vuole espandere anche all'estero, questo e' un'altro tipo di moda.

    RispondiElimina
  9. Ma che bella notizia! Quando vado a Milano e' la mia tappa fissa! Grazie Nelli, sempre belle notizie sul tuo blog! Un bacione, ilaria Prato

    RispondiElimina
  10. per anonimo: è un comunicato ufficiale del comune (quello sull'importo).

    si ho sentito anche io che l'inaugurazione riservata per la stampa (con tanto di sconto) era giovedi sera. ma quella "ufficiale" è oggi.

    anch'io quando vado all'estero o a Milano, Bologna e soprattutto a Roma Est svaligio H&M. Hanno cose carine davvero economiche.

    Una volta era cosi anche Zara, ma ho la sensazione che adattino i negozi a seconda dei luoghi. Boh..

    RispondiElimina
  11. Allora dovrebbero migliorare la qualità.
    Hanno tanto basic carino, ma pezzi belli pochi...
    Diciamo livello Bologna, ma non Milano

    RispondiElimina
  12. Ore 11.00 calca davanti all'apertura di H&M; arriva un pensionato che sbalordito dalla folla e dagli schiamazzi intona: "guarda là Terzo Mondo .... poeri italia" !

    RispondiElimina
  13. C'è nessuno che c'è già stato oggi?fateci sapere casomai ci fosse qualche offerta inperdibile?!?
    che voi sappiate i negozi TOP SHOP di londra sono una catena o cosa?

    RispondiElimina
  14. Anche io aspetterà la prossima settimana per andare a visitare l'atesissimo store.. non vedo l'ora
    ^_^

    RispondiElimina
  15. Topshop è una sublime catena di negozi che ha il suo store a Londra..in Italia ancora non è arrivata ma il negozio che ho visto a Madrid faceva pena a confronto con quello britannico...
    stamani son stata da H&M e son rimasta un pò delusa, manca il reparto intimo donna e tutto il reparto basico..per altre cose però è una valida alternativa rispetto ad un Zara che a Firenze ha raddoppiato i costi rispetto a quando ha aperto qualche anno fa...

    RispondiElimina
  16. Topshop è il paradiso in terra (insieme a primark che almeno ha prezzi VERAMENTE accessibili) H&M è un valido sostituto nell'attesa

    RispondiElimina
  17. Che tristezza leggere commenti di persone che incensano l'apertura di un negozio ! Non avete proprio di meglio da fare ? Siete gente vuota,non avete niente in corpo !

    Aveva ragione quel pensionato che soffermandosi vicino al negozio ha scandito la seguente frase :guarda là Terzo Mondo .... poeri Italia !

    RispondiElimina
  18. ma stai zitto sfigato! a ciascuno il suo!

    RispondiElimina
  19. SFIGATA E' LA GENTE COME TE E MOLTI ALTRI CHE GODONO PER L'APERTURA DI M&H ... ! ORA MI SPIEGO PERCHE' QUESTA CITTA' E' MORTA .... E' RIPIEGATA SU GENTE COME TE CHE NON TROVA DI MEGLIO NEL TEMPO LIBERO CHE ANDARE A COMPRARE ... ! IO SARO' PURE SFIGATO MA HO GIRATO TUTTO IL MONDO A DIFFERENZA TUA .... MA NON PER HOTEL A 4 STELLE MA CON ZAINO SACCO A PELO !

    RispondiElimina
  20. caro Liebez capisco che l'apertura di un negozio possa essere un occasione in piu' per questa città, ma forse in ciò che dice l'anonimo c è molto di vero ! Ovviamente ognuno si diverte come vuole !

    ciao Cappe !

    RispondiElimina
  21. calma ragazzi calma
    per inciso uno puo' comprare vestiti da H&M ed essere amante dei viaggi on the road, sfondarsi di libri seri (e non i best sellers in offerta da esselunga), amare la cultura e l'arte e avere spessore.

    il mondo non si divide in sfigati versus ganzi nè tantomeno in superficiali versus persone con profondità.

    spesso molti di noi hanno più sfaccettature.

    io gioisco se apre una nuova libreria, un cinema, un teatro, ecc.
    ma gioisco anche se apre un negozio che mi offre (almeno all'estero e a roma) vestiti carini a prezzi bassi.

    mi è giunta voce che questo H&M non sia ai livelli di quello di roma o milano, e che questo dipenda da un diverso fornitore..
    peccato!

    RispondiElimina
  22. Concordo con Nelli, sfigato secondo me è chi, in una città come Firenze, che a parer mio offre tanto rispettoa tanti altri posti (come quello in cui sono nata io), ha una mente chiusa e ottusa ed esclude certe cose e certe esperienze a priori... La vita non è solo bianca o solo nera, è fatta di persone diverse e con gusti diversi, per cui non vedo cosa ci sia di strano se uno gira il mondo e allo stesso tempo cura il proprio aspetto e ci tiene al proprio look e va a comprare da H&M dove si trovano capi originali a buon prezzo! E poi la personaltà si esprime in tanti modi, e se vogliamo anche viaggiare non è l'unico di questi modi!

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. Magari ho sbagliato a definire sfigato l'anonimo ma misembra altrettanto ingiusto definire "gente vuota" chi apprezza fare shopping. Come ho già detto "a ciascuno il suo", c'è a chi piace vantarsi di "GIRATO TUTTO IL MONDO A DIFFERENZA TUA .... MA NON PER HOTEL A 4 STELLE MA CON ZAINO SACCO A PELO ", dando per scontato che chi apprezzi fare shopping sia "vuoto" e senza altri interessi. Si tratta di un atteggiamento presuntuoso e semplicistico, nonchè offensivo.

    Non iniziamo a parlare di viaggi zaino in spalla perchè si scade nel patetico. Vogliamo veramente quantificare la nostra "pienezza" sulla base del numero di viaggi zaino in spalla che abbiamo fatto in vita nostra?? Ma per favore!

    RispondiElimina
  26. Cari Cibernauti, sto seguendo la vostra discussione in merito all'apertura di H&M. Ebbene questo meraviglioso strumento (Blog) meriterebbe miglior utilizzo ! Sinceramente senza voler prendere le difese di nessuno vi chiedo di utilizzare questa opportunità in maniera più intelligente. Cio' non vuol dire necessariamente considerazioni profonde, riflessioni mistiche su cio' che è buono e ciò che è male ma neanche attacchi personalied offensivi .
    Cara Nelly quando vedi che il condividere uno spazio è il pretesto per offendere o attaccare gente che non si conosce .... ANNULLA LA DISCUSSIONE ... e non prendere le difese di nessuno facendo la Filippica!

    UN NEO-ESTIMATORE .... CHE VUOL CONTINUARE A VISITARE IL BLOG !

    CIAO CAPPE !

    RispondiElimina
  27. smettela di comprare e consumare !!!

    RispondiElimina
  28. oggi sono stata da h&m...delusione...sono uscita a mani vuote!

    RispondiElimina
  29. Piuttosto chiedetevi come mai H&M apre a Firenze solo DOPO aver inaugurato negozi in lungo e in largo in tutti i paesi d'Europa e in città ben più piccole.
    Questa città è sempre più marginale, ed è anche scoraggiante che con tutta la tradizione artigianale e industriale dell'abbigliamento della Toscana non ci sia una sola marca del luogo che abbia avuto l'idea di lanciare vestiti low-cost, e che si debba aspettare che ce li vengano a vendere gli svedesi (con tutto il rispetto).

    RispondiElimina
  30. Tradizione artigianale e vestiti low-cost sono due definizioni che, per forza di cose, non possono andare a braccetto.
    Trovo non ci sia niente di male ad essere soddisfatti dell'apertura di un nuovo negozio in città, considerato soprattutto che quanti vi facevano già acquisti erano "costretti" a farlo in trasferta. Se poi critichiamo la qualità o lo stile dei prodotti che vende è un altro discorso, strettamente personale e soggettivo.

    Diciamoci un'altra cosa, a noi fiorentini 'un ci va mai bene nulla, ovvia!

    Barba.

    RispondiElimina
  31. Ciao a tutti! Sono "passata" da H&M venerdì verso le 14, visto che mi torvavo già in centro per lavoro. Nonostante la pioggia infernale, lo store era stracolmo di gente, assolutamente posseduta, se mi passate il termine. Anche io, quando sono all'estero, non mi faccio mai mancare un maxi shopping da H&M ma quello che ho visto venerdì mi è sembrato davvero eccessivo.
    Spero comunque che mantengano gli standard esteri, sia in fatto di qualità dell'abbigliamento sia, soprattutto, come prezzi, anche se l'esempio di Zara mi fa presagire brutti risvolti... Magari sarà per gli affitti assurdi che devono pagare nel centro di Firenze!
    Saluti, LaCri

    RispondiElimina
  32. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  33. Salve a tutti, sabato sono stata da H&M, c'erano tantissime persone e' il negozio e' veramente bello, gli indumenti sono identici a quelli dei negozi di Milano, non ho visto se c'e' l'intimo leggo da un utente che non c'e', mi sembra mal di poco! Io sono molto felice che a Firenze vengano aperte catene di questo tipo, anche perche' caro anonimo che ti piaccia o no, lo "shopping" fa parte del turismo, non mi dilungo oltre. Comunque, Firenze e' sempre piu' alla pari di grandi citta' come Milano e questo e' molto ma molto soddisfacente. Per quanto riguarda l'affitto, anch'io ho letto l'importo in un comunicato su web del mese di maggio:)

    RispondiElimina
  34. BISCIA: non ho letto gli altri commenti, quindi non so se ti hanno già risposto... comunque TOP SHOP è una catena, ma per ora credo sia solo su suolo inglese... Comunque grandi negozi davvero! Mi piacciono un sacco, speriamo aprano anche qui da noi....

    RispondiElimina
  35. Arrrgghhh!!! non nominate il "nove" (con la enne minuscola e possibilmente scolorita)

    RispondiElimina
  36. Preciso che mi riferisco al locale e non al sito.

    RispondiElimina
  37. @stk
    attento che partono subito le querele
    :-)

    RispondiElimina
  38. Ieri sera, mentre aspettavo di fare l'ora dell'aperitivo ed incontrare un'amica, mi son fatta un giro in centro complice anche la voglia di comprarmi un giubbotto. Dopo aver girovagato per un’ora e mezza alla ricerca del giubbotto e non avendolo trovato come lo volevo io, ho alzato gli occhi, sconsolata del mancato shopping, ed é apparsa la scritta in rosso H&M.

    H&M il colosso svedese dell'abbigliamento dove anche star del calibro di Madonna hanno "disegnato", (le virgolette sono un obbligo) alcuni capi per pochi euro. Siccome avevo un disperato bisogno di comprarmi anche un altro paio di guanti che disintegro con le unghie ed un altro cappello, questa volta di lana e bello largo, mi son detta entriamo a vedere. L’ultima volta é stato a Londra un bel pò di anni fa.
    Son sicura che le famose piaghe d'Egitto e sopratutto una, l'invasione delle cavallette, fosse stata meno devastante del passaggio di centinaia di ragazzette con amiche/madri/cugine/fidanzati al seguito, che avevano completamente raso al suolo gli scaffali di tale negozio.

    Non c'era più niente. Gli scaffali erano vuoti e se c'era qualcosa era tutta roba dai colori improbabili che solo agli stranieri possono piacere: arancione e verdino acqua marina. Ragazzette urlanti che scorrazzavano tra gli stretti e labirintici passaggi del primo piano, del sottosuolo e del piano terreno con le braccia piene di vestitini. Ho arraffato anche io un paio di guanti che poi ho scoperto essere quattro (meglio!), un cappello nero di lana (carino) e due mollettine con strass per cercare di arginare i miei capelli ribelli.
    Con queste cosette in mano e con la voglia pazzesca di uscire da quell'inferno ho cominciato a cercare una via di fuga per la cassa, pagare e fuggire, ma, ma... l'uscita non c'era, le casse non c'erano. Mi sentivo in trappola. Il caldo, la calca, mi son detta:"ecco ora arriva l'attacco di ansia, ti metterai ad urlare, tutti che ti guardano e nessuno che ti aiuta". Guardavo i volti degli altri clienti e non vedevo in loro la stessa disperazione. Allora mentalmente, come mi ha sempre insegnato il mio paparino, ho rifatto a ritroso con la memoria tutta la strada che avevo fatto per arrivare fino a quel punto. Dopo svariati corridoi, vedo una porta. Le scale, sì son scesa giù, quindi adesso devo risalire. Ho riconosciuto un angolo del negozio, ecco la cassa e la porta per l'uscita, Dio grazie, adesso posso stare tranquilla. Son salva. Pago anche abbastanza in fretta vista la coda, esco e ricomincio a respirare. H&M la paragono a Zara. Grande arraffìo (per chi non é di Firenze, roba buttata alla rinfusa, non ordinata bene, tipo mercato, insomma), caldo torrido, troppa gente, impossibile comprare. Le mie conclusioni sono più o meno quelle che, alcune volte, abbiamo anche in questa sede sui vari ristoranti o locali che nascono come funghi ma che non apportano niente di nuovo alla città e penso sempre a chi vorrebbe a Firenze Starbucks o Gap...

    RispondiElimina
  39. straniero che compra capi colorati4 dicembre 2008 13:15

    cos'è questo razzismo contro noi poveri stranieri che compriamo capi dai colori sgargianti ?

    RispondiElimina
  40. per chi ama questo stile low cost e lo shopping online, su TOPSHOP.COM si trovano molte cose tipo H&M.

    Il prezzo é un po' più alto di H&M (il sito é inglese e si paga in sterline, 5£ sono di spedizione), ma le cose sono molto più belle.

    Invece di comprare molti abiti mediocri (leggo dai vostri commenti che i vestiti, almeno alla prima mandata, sono così così; io devo ancora passare, lo farò presto), prendendone uno bello alla fine si spende la stessa cifra.

    Comuqnue lunga vita ad H&M! Io ci compro sempre quando lo trovo all'estero.
    Purtroppo per le mie tasche, mi posso permettere quello e poco più.

    Spero sempre che i prezzi bassi non significhino condizioni di lavoro pessime per gli operai.

    RispondiElimina
  41. L'apertura del punto vendita di una multinazionale dell'abbigliamento a Firenze non può essere trascurata da un blog che si occupa della città.
    Trovo superficiali e malriusciti i tentativi di categorizzazione o etichettatura (ganzi, sfigati) in base all'argomento di un semplice post. L'apertura mentale non si vede dal numero dei viaggi, ma dalla capacità di interloquire a più livelli, anche decontestualizzando gli argomenti, e non "snobbando" tutto ciò di cui non si possa far sfoggio. Quest'ultimo atteggiamento denota semplicemente insicurezza.

    Con riferimento ad altri commenti, che trovo interessanti, credo che Firenze, capitale mondiale del cuoio e della pelletteria e centro motore delle vendite nazionali ed estere dell'artigianato toscano si metterebbe seriamente ai margini se decidesse di competere su produzioni in grandi serie di qualità medio bassa e realizzate (diciamocelo) non si sa bene con quali regole (le etichette "parlano"). La Toscana non può e non deve competere sui prezzi, e le regole della competizione mondiale per questo hanno purtroppo reso questo genere di produzioni convenienti solo se spostate altrove.
    L'apertura piuttosto di una filiale commerciale di una multinazionale deve far riflettere (come ha fatto riflettere Nelli) su problemi e opportunità per il commercio del territorio e sull'immagine della città: come mai H&M apre a Firenze così tardi? Come maiuna catena per cui ha disegnato persino Karl Lagerfeld a FIrenze, per un "accordo di fornitura", non mostra le collezioni migliori?
    Un saluto Nelli e a tutti.

    RispondiElimina
  42. per la wedding planner:cos'hai da snobbare il mercato?le cose non tutti glia mbulanti le buttano alla rinfusa e se guardi bene tante cose sul mercato spesso sono meglio di tante marche conosciute!e comunque H&M è veramente bello come negozio io ho comprato una borsa che fa figura e l'ho pagata pochissimo...BASTA SAPER CERCARE E NON SNOBBARE NIENTE!

    RispondiElimina
  43. volevo sapere se il negozio domenica 10 maggio 2009
    è aperto??? grazie

    RispondiElimina
  44. Scusate, dov'è di preciso il negozio H&M? Io non sono di Firenze e la scorsa settimana ho fatto un giretto in centro, ma nessuno ha saputo indicarmi dov'è!
    grazie!
    Anna

    RispondiElimina
  45. per anna
    il negozio è sulla strada che da piazza repubblica va a ponte vecchio, subito dopo la loggia del porcellino.
    quando arrivi all'altezza di palazzo vecchio è esattamente di fronte.
    4 piani :)

    RispondiElimina

Qualsiasi commento è benvenuto :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...