Pubblicità

martedì 23 dicembre 2008

Firenze: capodanno in piazza

Ho ricevuto questo comunicato dal Comune. Al di là di chi lo firma, trovo interessante alcune delle osservazioni che fa e confermo che gli ultimi capodanni per le strade di Firenze fossero esattamente così: una passeggiata fra bottiglie rotte e gente ubriaca molto molesta.

Il 31 sera chi a Firenze festeggerà in piazza troverà soltanto squallore, disorganizzazione e degrado. Chi amministra una città come Firenze non può invitare i cittadini a scendere in strada per festeggiare il nuovo anno, salvo poi stanziare per l'evento soltanto 19.000 euro e non prevedere servizi di trasporto pubblico aggiuntivi. Non è una questione di sobrietà, ma di consapevolezza della classe dirigente del ruolo che ricopre. Ancora più triste se consideriamo che le uniche sponsorizzazioni arriveranno da Intesa San Paolo e Banca CR Firenze per un totale di 25.000 euro tutte spese per far suonare l'orchestra del maestro Lanzetta in piazza della Signoria, evento centrale del capodanno. Solo due spazi di musica per i giovani in Sant'Ambrogio suoneranno gli Skiantos, gruppo che ha iniziato a suonare nel 1975 e che si è sciolto la prima volta nel 1980 quando la maggior parte dei giovani a cui ci si vorrebbe rivolgere ancora non era nemmeno nata. In piazza Santo Spirito è prevista l'esibizione di un gruppo musicale così noto e importante che nessuno degli organizzatori si è ricordato oggi il nome durante la conferenza stampa.
Senza nessun risultato, quindi il timido tentativo dell'assessore Giani di alzare il livello degli eventi chiedendo alla giunta maggiori stanziamenti. Ai giovani che vorranno festeggiare in piazza a Firenze l'arrivo del nuovo anno non rimarrà che scegliere tra il consueto concerto del maestro Lanzetta che dal 1998 gratuitamente dirige il concerto di musica classica tra cori da stadio e bottiglie rotte, il gruppo di musica demenziale dei quasi sessantenni Skiantos e il degenero di piazza Santo Spirito accompagnato musicalmente da un gruppetto non pervenuto. Ovviamente vietati i petardi, non resterà ai giovani, che cammineranno su tappeti di cocci di bottiglia, la possibilità di darsi all'alcool per passare il tempo, con gravi rischi per l'incolumità propria e altrui visto che non è previsto nessun incremento dei mezzi pubblici e dovranno tutti tornare a casa guidando i propri mezzi, nonostante il tasso alcolico nel sangue. L'amministrazione era davanti ad un bivio: accontentare i cittadini del centro che chiedono legge e ordine o i giovani che chiedono divertimento. Non era facile, ma sono riusciti a scontentare tutti: a capodanno ci sarà il degrado senza il divertimento.

44 commenti:

  1. Concordo su tutto.

    RispondiElimina
  2. Davvero ti è arrivato quel comunicato da un ufficio del comune?

    RispondiElimina
  3. allora: non so se è un comunicato ufficiale del Comune, ma mi è arrivato dal servizio di news del Comune.

    RispondiElimina
  4. Concordo su tutto!
    Oggi sono venuti i miei parenti da Milano, la prima cosa che mi hanno detto è stata "certo che si vede che si sta a male a Firenze..." "Perchè??" "Non si vede niente di natalizio, decorazioni, luci..."

    Per non parlare del capodanno!! E meno male ci sono l'elezioni.... Vergogna!!

    RispondiElimina
  5. OHH FINALMENTE C'E' UNA PERSONA
    (BRAVA NELLY) CHE S'E' ACCORTA DI COME QUESTA CITTA' E' MORTA SOCIALMENTE E CULTURALMENTE ! E NON SI DICA CHE IL MOTIVO E' LA CRISI PERCHE' IN ALTRE CITTA' PER QUELLO CHE E'POSSIBILE, SI CERCA DI OFFRIRE AL CITTADINO (DI TUTTE LE ETA') QUALCHE ORA DI SVAGO CON CONCERTI, ECC ECC. QUESTA SITUAZIONE PERDURA ORMAI DA ALCUNI ANNI E LA COSA PREOCCUPANTE E' CHE PER LA QUASI TOTALITA' DELLE PERSONE E' NORMALE QUESTA SITUAZIONE. QUANDO IN UNA CITTA' COME FIRENZE (CONOSCIUTA IN TUTTO IL MONDO) SI ARRIVA A TAGLIARE PURE I COSTI SUGLI ADDOBBI - LUCI -FESTEGGIAMENTI FINEANNO ALLORA SIGNIFICA CHE SIAMO ALLA FRUTTA. NON SOLO, LA MIA SENSAZIONE E' CHE QUESTA CITTA' NON ABBIA NEANCHE PIU'LA VOGLIA DI DIVERTIRSI, ABBIA PERSO IL GUSTO DI FARLO. A CHI MI DICE CHE IN TEMPO DI CRISI E' GIUSTO TAGLIARE QUESTE SPESE PERCHE' SUPERFLUE RISPETTO A CERTI BISOGNI PRIMARI .... IO RISPONDO NO ! TRA I BISOGNI PRIMARI DI UNA PERSONA A MIO AVVISO NON CI SONO SOLTANTO IL LAVORO E LA SALUTE SE PUR FONDAMENTALI. NON E' CON IL TAGLIO DI QUESTE SPESE (NON SONO SPESE MA INVESTIMENTI)CHE SI RISOLVONO I PROBLEMI DELLE PERSONE, SONO BEN ALTRE LE SPESE CHE ANDREBBERO RIVISTE !!!.
    CHI VI PARLA E' UN GIOVANE CHE DAL NATALE 2008 AVRA' COME REGALO, IL MANCATO RINNOVO DEL CONTRATTO DI LAVORO !

    QUESTA NON E' PIU' LA MIA CITTA' VERGOGNA !

    PREGO INVIARE QUESTO MESSAGGIO AL COMUNE AGLI IMPRENDITORI ALLE BANCHE .... A CHI POTREBBE FARE MA NON COMBINA NIENTE SE NON .... !

    GRAZIE

    MISTER

    RispondiElimina
  6. capodanno in centro è da spararsi per lo squallore, l'ho fatto 2 anni fa (oltre che nel 2000) e mi sono ripromessa che piuttosto me ne sto a casa.

    RispondiElimina
  7. che tristezza...
    nelli io evado da firenze, vorrei passare il capodanno in piazza, hai consigli?
    ...anche se il blog è dedicato a firenze...
    ciao!
    auguri a tutti!

    Cate79

    RispondiElimina
  8. questo passaggio del comunicato è roba da guinness dei primati per la stupidità del concetto espresso e per la forma assolutamente grezza ed ottusa che hanno utilizzato per esprimere questo pensiero degno di un CRETINO: Ovviamente vietati i petardi, non resterà ai giovani, che cammineranno su tappeti di cocci di bottiglia, la possibilità di darsi all'alcool per passare il tempo, con gravi rischi per l'incolumità propria e altrui visto che non è previsto nessun incremento dei mezzi pubblici e dovranno tutti tornare a casa guidando i propri mezzi, nonostante il tasso alcolico nel sangue

    Chi ha redatto il testo del comunicato afferma che i giovani hanno due possibilità di divertimento: perdere un arto, un occhio o semplicemente bruciarsi con i petardi oppure ammazzarsi al volante ubriachi !!! e chi ce li ha messi i cocci di bottiglia, il comune stesso? è colpa del comune se i deficienti bevono dalla bottiglia e la gettano per terra? mi sembra di ricordare anche delibere in tal senso per vietare l'uso del vetro, divieto totalmente ignorato il più delle volte.

    Un comunicato delirante nella forma ed insulso nei contenuti, perché è giusto che a Firenze non sia organizzato NULLA.

    Quando sono stati spesi soldi pubblici per organizzare un bel capodanno ricco di eventi i fiorentini hanno risposto con la maleducazione, lo squallore, le bottiglie buttate per terra, risse tra ubriachi, petardi buttati addosso ai passanti, urina sui muri in mezzo alla strada...

    Insomma hanno dimostrato che non meritano niente, ed io sono contento che da allora non siano stati più stanziati soldi anche miei per far divertire dei CRETINI, IGNORANTI e BUZZURRI.

    L'opportunità l'abbiamo avuta ma l'abbiamo anche sprecata, è giusto e sacrosanto che il comune non sprechi soldi per far divertire qualche cretino.

    P.S.
    Solo adesso andando nel sito del comune ho letto da chi è firmato questo comunicato ALLUCINANTE ed ho capito tutto.

    Per correttezza e chiarezza dovresti dirlo che non è assolutamente un comunicato del comune ma il delirio di un esponente di AN-PDL

    Tra qualche mese ci sono le elezioni e tutto è buono per buttarla in caciara.

    RispondiElimina
  9. Scusa ancora ma mi sono scordato di dire che il comunicato da te pubblicato è di Donzelli del PDL

    per la precisione dell'informazione.

    RispondiElimina
  10. Ah! Ora si spiega tutto...
    E' un comunicato dell'opposizione!!
    Per come si leggeva sembrava si volesse sostenere che fosse stato scritto dal sindaco (vedo che pure regolo aveva capito così)

    O forse, nel dire "ufficio del comune" si può intendere anche l'usciere???

    ;-)

    Graziano.

    RispondiElimina
  11. DONZELLI !!!! E' un bel soggetto. A fine novembre si è distinto per questa stupefacente interrogazione.
    VISTO che in piazza bambini e bambine di Beslan, esattamente sopra il sottopassaggio della fortezza, è stata collocata un enorme statua raffigurante un buddha dorato; CONSIDERATO che siamo entrati nel periodo dell'avvento, carico di
    significato, per la religione cristiano cattolica interroga il Sindaco per sapere i motivi per i quali è stata collocata la statua del Buddha alla fortezza; come mai il Comune ha concesso l'autorizzazione ad esporre un'immagine religiosa;
    se l'amministrazione non ha pensato che, questo, potrebbe offendere le altre confessioni e culture religiose presenti nel territorio fiorentino;
    se l'amministrazione avrebbe dato lo stesso parere favorevole ad esporre un immenso crocifisso.
    f.to Giovanni Donzelli
    POVERINO NON AVEVA CAPITO CHE ERA UN OMAGGIO ARTISTICO ALLA MOSTRA DI SHINJO ITO

    RispondiElimina
  12. Detto di Donzelli vorrei dire anche che mi dispiace dei toni usati nei confronti degli artisti che si esibiranno in piazza santo spirito, tra cui mia moglie. Sono tutti seri professionisti che non meritano di essere derisi così. La crisi colpisce tutti non solo i metalmeccanici. I soldi per gli eventi culturali sono scomparsi, i budget e gli ingaggi dimezzati.. insomma non ci sono soldi. La crisi colpisce anche queste cose. Mi sembra ovvio e giusto che sia così. Suonare e cantare 4/5 ore in piazza la notte dell'ultimo dell'anno ed essere anche presi per il c...... non è carino! I soldi non girano, i locali che fanno musica agonizzano e fanno fatica ogni anno che passa a fare pari. Dov'è finito il pubblico? Quello che una volta faceva la fila al Pinocchio, o al jazz club? Tutti bravi a s-parlare. Ma le bottiglie per terra chi le butta?

    RispondiElimina
  13. Per correttezza nei confronti dei tuoi lettori avresti dovuto dire che il comunicato è di Donzelli del Polpolo della libertà e non del Comune di Firenze. Mi sa che è già partita la campagna elettorale!

    RispondiElimina
  14. Lo squallore del capodanno fiorentino in piazza è perfettamente coerente allo squallore culturale e sociale della città.
    L'anno scorso ho voluto dare fiducia alla mia città e sono scesa "in piazza" con alcuni amici per festeggiare il capodanno...è stato veramente triste passeggiare tra bottiglie rotte e un misero banco del pesce in Piazza Ghiberti.
    Gli amministratori fiorentini hanno deciso di non investire più niente in occasioni di ritrovo e socialità che tanto farebbero alla ripresa della città, anche dal punto di vista economico.
    Non è così ovunque: a Genova ci sarà il concerto di Jovanotti; a Siena ci sarà Venditti; ad Alghero, Irene Grandi; a Roma, beh...il Capodanno romano.
    Io "odio Firenze" e faccio di tutto per starci il meno possibile, in attesa di tornarci solo da turista!!!

    Auguri a tutti

    RispondiElimina
  15. Io lavoro, come buona parte di questa città che però in molti casi si vergogna ad ammetterlo. coi turisti. La mancanza di una vera programmazione del Capodanno è un grave danno sia all'immagine della città, sia al lavoroo di migliaia di persone che lavorano nelle strutture ricettive, nei locali ecc. Organizzare eventi per i giovani o i grandi concerti trasmette l'immagine di una città viva e non di un mausoleo.
    Questo non solo mette di malanimo chi vive a Firenze, ma allontana sempre di più il turismo giovanile, visto come scomodo e difficile a favore degli americani ovversize e dei russi con le ninfette.
    Il Capodanno in piazza è inoltre una forma di divertimento democratico che si può permettere chiunque. Al contrario di cene o feste. o locali. Si condanna chi non ha mezzi o stare a casa propria o davvero allo squallore.

    RispondiElimina
  16. Non stracciatevi le vesti cospargendovi il capo di cenere, come al solito. Non guardate la provienenza politica di Donzelli (che poi dall'altro versante, visti gli ultimi eventi c'è da diventare rossi di vergogna) ma quello che dice, che non è poi così distante dalla realtà che percepiscono tanti fiorentini.
    MAKNO

    RispondiElimina
  17. Ringrazio MAKNO per aver colto il punto.

    ho volutamente tolto il nome della persona.

    perchè, che sia un idiota o una persona intelligente, quello che è scritto in questo testo è interessante e ci deve far riflettere.

    e non volevo che qualcuno leggendo il nome, fosse prevenuto sul contenuto del testo.

    vi invito a non fare l'errore di fermarvi al nome, per non parlare di un problema esistente.

    sarebbe sciocco dire "ok l'ha detto tizio, io non mi ci riconosco, allora per partito preso, non leggo queste parole".

    per me potrebbe averle scritte chiunque queste parole, il dramma è che è una situazione reale e che crea danni alla città. anche senza parlare della mancata attrattiva turistica in un periodo che dovrebbe essere sfruttato per portare soldi alla città, la cosa peggiore è lo stato di degrado e abbandono al quale è lasciato in quella sera la città.

    il famoso pezzo contestato, quello sui cocci rotti e bottiglie: purtroppo ho potuto constatare pure io cosa succede la notte di capodanno a Firenze. e pure io come Priti ho deciso che non tornero' più nelle piazze a festeggiare il capodanno, l'ultima volta ho rischiato la vita, con alcuni ubriachi molesti che mi minacciavano con i vetri rotti. e non c'era praticamente neppure 1 poliziotto.

    il fatto che molti giovani "annoiati" si riversino sul bere (anche se ci tengo a ribadire che non sono tutti cosi), non è assolutamente giustificabile, ma saremmo sciocchi a chiuderci gli occhi e non vedere il problema.
    cominciamo a dargli qualcosa da fare: un concerto da ascoltare, della musica per ballare, degli stand culturali o qualsiasi altra cosa. e magari qualcuno eviterà di attaccarsi alla bottiglia (e poi romperla).

    per il divieto di vendere bottiglie di vetro, la cosa è ahimè ignorata dalla massa di abusivi che vende tranquillamente bottiglie per la strada. basterebbe evitare questo..

    infine basta con discorsi del tipo "offendiamo la gente, che tanto non si merita niente". in tante altre città al mondo si festeggia il capodanno per strada e la cosa funziona nonostante i giovani abbiano gli stessi "problemi" ed esigenze nostre.
    senza andare a vienna, parigi, londra...
    guardate Siena. Sono anni che c'è un grande concerto gratuito in piazza del Campo.

    VI RICORDO che questa non vuole essere una discussione politica (sul mio blog non si parla di politica) ma "CIVILE" nel senso di discussione su temi che possiamo ritenere utili alla città.

    ce la facciamo per una volta a non partire con gli schieramenti e a parlare solo dei temi?

    RispondiElimina
  18. Confrontarsi è giusto e utile, ma partire da presupposti di appartenenza politica credo sia molto limitante. Nelli ha fatto bene a postare il comunicato di Donzelli il quale non ha offeso nessuno dicendo che ai più risulava sconosciuto il nome del gruppo che si esibirà in s. spirito.è semplicemente la verità. Per non dire di tutto il resto. Il proposito di un blog come questo, credo sia quello di mettere in comunicazione più persone che con le loro molteplici personalità e idee sviluppino proposte interessanti e non critiche inutili a tutti.
    Buon Anno
    MAKNO

    RispondiElimina
  19. Donzelli esprime dei valori che non condivido, li esprime in maniere violenta e gratuita, basta "parlare male" di qualsiasi cosa.
    Priti... fose sono i fiorentini squallidi! Una comunità è fatta da chi la popola. Noi siamo parte di questa comunità. Firenze è sporca perchè "noi" la sporchiamo. Possibile che è sempre colpa di "altri" non meglio definiti? E' colpa del sindaco, dei bottegai, dei punk a bestia, del turismo mordi e fuggi, del passato, delle corsie preferenziali, di' cioni, dei vigili urbani...... beh, firenze è piena di difetti ma IO AMO FIRENZE. Buon Natale a tutti.

    RispondiElimina
  20. Vivo felicemente a Trieste da 2 anni e noto con enorme dispiacere che la Firenze che ho lasciato è sempre la stessa, divisa tra guelfi e ghibellini, tra chi critica senza proporre e senza una protesta pro-attiva e costruttiva e chi critica i criticoni, sostenendo che Firenze è la città + bella del mondo.
    Firenze è l'agglomerato architettonico + bello del mondo, ma come città fa pena. Il traffico è semplicemente ingestito, stessa cosa per i parcheggi, i mezzi pubblici e le attività culturali. Se chi si lamenta non si mette in moto cercando soluzioni da mettere in pratica e chi continua a idolatrare la città non si toglie il prosciutto dagli occhi, Firenze è destinata a diventare un triste museo a cielo aperto in cui vendere gadget per turisti americani e russi e chiunque altro riuscirà ad arricchirsi quanto basta da potersi permettere di passare qualche giorno a Firenze, nonostante i prezzi.
    Per quello che mi riguarda io me ne resto a Trieste, che è davvero la città + bella del mondo, non solo per la sua arte antica.

    Patrizio

    RispondiElimina
  21. La politica non c'entra niente. Il problema, come sempre, sono le persone. Cara Nelli, è vero che a Siena, come dici te, ogni anno organizzano un grande concerto... ma i problemi sono gli stessi di Firenze: due anni fa sono andato al concerto della Pausini e c'era un mare di gente allegra e soddisfatta. Tutto questo fino alla mezzanotte quando è finito. Dopo è cominciato il solito film già visto: gente ubriaca, bottiglie rotte per terra, sporcizia e devastazione (non scherzo). Se le città sono ridotte in questo modo la colpa è SOLO e SEMPRE della maleducazione delle gente. A Firenze come a Siena e come a Trieste. Che, per inciso, è una bellissima città ma paragonarla a Firenze è come paragonare la Mazzamauro con la Bellucci. E ve lo dice uno che non è fiorentino. Non scherziamo...

    Sauro

    RispondiElimina
  22. Bona merde! io vo in Polonia a far capodanno.....e sappiate una cosa.....la sono molto più civili che qui.....avremmo solo da imparare da loro.....molto

    RispondiElimina
  23. @Nelli:

    Io il nome di chi ha scritto il pezzo l'ho scoperto DOPO averlo letto e commentato.

    E' un pezzo vuoto, perché non propone nulla e spara ovvietà in taluni punti e ridicolaggini in altri.

    Non è costruttivo, non è scritto bene e non esprime alcunché, veramente non capisco cosa abbia di illuminante o interessante questo pezzo, mah.


    la cosa peggiore è lo stato di degrado e abbandono al quale è lasciato in quella sera la città.

    I netturbini passano immediatamente dopo la mezzanotte a pulire. Il degrado causato dagli incivili non è certo imputabile al "Comune" che non ha poteri sulla questura, e comunque l'unica soluzione per ovviare al comportamento degli incivili sarebbe quello di impegnare delle unità di celere come fanno ad esempio Barcellona, decisione che d'altro canto può prendere solo il questore.

    il famoso pezzo contestato, quello sui cocci rotti e bottiglie: purtroppo ho potuto constatare pure io cosa succede la notte di capodanno a Firenze. e pure io come Priti ho deciso che non tornero' più nelle piazze a festeggiare il capodanno, l'ultima volta ho rischiato la vita, con alcuni ubriachi molesti che mi minacciavano con i vetri rotti. e non c'era praticamente neppure 1 poliziotto.

    e quindi che c'entra la giunta comunale con la presenza di poliziotti, o vogliamo presidiare tutta la notte tutta la città con i soli vigili?

    il fatto che molti giovani "annoiati" si riversino sul bere (anche se ci tengo a ribadire che non sono tutti cosi), non è assolutamente giustificabile, ma saremmo sciocchi a chiuderci gli occhi e non vedere il problema.
    cominciamo a dargli qualcosa da fare: un concerto da ascoltare, della musica per ballare, degli stand culturali o qualsiasi altra cosa. e magari qualcuno eviterà di attaccarsi alla bottiglia (e poi romperla).


    a parte il fatto che il comunicato di donzelli su questo argomento è quanto meno rozzo ed inefficace e soprattutto tendeva a tutt'altre considerazioni ma il discorso social-culturale sul consumo di alcool è molto banalizzato, e comunque ci sono i fatti a screditare questa tesi. Gli eventi organizzati dal comune (che poi non si capisce perché debba pensarci per forza SOLO il comune) non hanno fermato i buzzurri in passato perché dovrebbero farlo adesso?

    per il divieto di vendere bottiglie di vetro, la cosa è ahimè ignorata dalla massa di abusivi che vende tranquillamente bottiglie per la strada. basterebbe evitare questo..

    APRITI cielo se i vigili fanno le multe, poi qui sul blog( e nei bar e per tutta la città) vedresti centinaia di commenti contro i vigili perché fanno il loro dovere!
    APRITI cielo quando hanno fatto un'ordinanza contro la vendita del vetro la sera per la strada!
    L'importante è dire sempre che il Comune non fa bene senza proporre alcunché (mi riferisco al comunicato di donzelli, non a te).


    infine basta con discorsi del tipo "offendiamo la gente, che tanto non si merita niente".
    I buzzurri che degradano la MIA città meriterebbero parole assai più offensive!


    in tante altre città al mondo si festeggia il capodanno per strada e la cosa funziona nonostante i giovani abbiano gli stessi "problemi" ed esigenze nostre.
    senza andare a vienna, parigi, londra...


    Sono stato in altre città europee a passare il capodanno e non mi sono trovato di fronte a particolari eventi organizzati dal "comune", anzi! Ci sono tanti privati che organizzano, tutt'al più col patrocinio del comune, ma di eventi DIRETTAMENTE organizzati dalle amministrazioni locali non ne ricordo affatto (a parte i fuochi d'artificio di Nizza, molto scadenti e quelli assai belli di Parigi, dove però pensavano di festeggiare l'assegnazione delle Olimpiadi del 2012).


    guardate Siena. Sono anni che c'è un grande concerto gratuito in piazza del Campo.

    Anche in P.za della Signoria a Firenze...


    VI RICORDO che questa non vuole essere una discussione politica (sul mio blog non si parla di politica) ma "CIVILE" nel senso di discussione su temi che possiamo ritenere utili alla città.

    ce la facciamo per una volta a non partire con gli schieramenti e a parlare solo dei temi?


    Io non l'ho fatto, ti dovevo correggere quando hai affermato che il comunicato veniva dal Comune, ma per il resto ritengo ancora che quello da te riportato sia un comunicato VUOTO che non offre spunti né soluzioni anzi in taluni punti spara concetti del tutto confusi.

    proviamo a rispondere a queste altre domande:

    Perché i privati non si organizzano come è stato per la notte bianca in oltrarno (figata pazzesca) per esempio? Chiedendo magari il patrocinio del comune?

    Perché deve essere il comune direttamente ad organizzare dopo la batosta che ha preso in passato?

    Perché non si propone mai NULLA ma si critica e ci si indigna qualsiasi cosa venga fatta senza domandarci di chi sia la reale responsabilità di certe situazioni?

    iniziamo a ragionare tra di noi ESCLUDENDO completamente la politica (quindi anche tutti i comunicati da loro prodotti di qualunque schieramento), allora potremmo elaborare dei pensieri apolitici nel senso lontani dalle minestrine rancide che ci offrono a destra e a manca, perché poi parlare di come migliorare la nostra città è l'azione politica più efficace che possiamo intraprendere come semplici cittadini dopo il voto.

    RispondiElimina
  24. Gabbry ha ragione: non si può far pattugliare tutta Firenze ai vigili.

    Infatti, se muoviamo dalla puerile e scolastica considerazione del numero e dell'importanza delle opere d'arte della nostra città, molte delle quali sono capolavori assoluti dell'arte e dell'architettura, ci rendiamo conto che Firenze dovrebbe essere presidiata notte e giorno dall'Esercito.

    Un nutrito numero di militari con serie regole d'ingaggio (non la solita buffonata all'italiana) dovrebbe presidiare strade, piazze e monumenti.

    Non messi lì a fare le belle statuine ma addestrati ed attrezzati con manganelli, pistole e fucili con colpo in canna, nonchè lautamente ricompensati per impiombare le terga bianche o nere, locali o forestiere, del primo animale che piscia sulle nostre chiese o spacca i nostri monumenti.

    Ecco di cosa avrebbe bisogno Firenze per recuperare un minimo di civiltà.

    RispondiElimina
  25. @anonimo

    hai completamente travisato il mio pensiero, forse perché mi sono espresso male.

    Io non voglio nessun esercito, ma se uno vuol tenere a freno delle orde di ubriachi che lanciano bottiglie per terra non può affidarsi ai vigili.

    A Barcellona, ci sono stato capodanno 2008, c'è un milione di persone per strada, non ci sono eventi, ma tutti sono a giro per locali e a mezzanotte brindano per la strada.

    C'é il divieto di portare in strada qualsiasi cosa di vetro ma molti imbecilli andavano a giro con bottiglie di spumante. questi imbecilli poi hanno iniziato a fare un gioco assai stupido, il lancio della bottiglia in mezzo alla rambla.

    dopo 2 minuti sono intervenuti con cariche dei celerini che hanno disperso i cretini di cui sopra, i soli vigili non avrebbero potuto nulla contro cento persone.

    Quando si prevede una manifestazione pubblica con tanta partecipazione bisogna pensare obbligatoriamente anche ad un servizio d'ordine adeguato, questo per il bene di tutti quei cittadini che non sono in strada per fare i coglioni ma per festeggiare.

    Probabilmente l'errore in passato commesso dal comune è stato quello di non aver collaborato con la questura per l'organizzazione di questo servizio d'ordine oppure la questura non aveva i mezzi per garantirlo perché si sa che in Italia solo il Calcio riesce ad avere a disposizione tutte le risorse che vuole.

    RispondiElimina
  26. Ma visto che il comunicato era politico (sia scritto, firmato, che anche nella formulazione) non era forse il caso scrivere qualcosa di personale, piuttosto che pubblicare qualcosa di, magari giusto nell'idea di fondo, ma clamorosamente fazioso???

    RispondiElimina
  27. la discussione si anima, bene bene.

    allora un paio di cose. per il presidio della città non pensavo (soltanto) ai vigili ma a poliziotti e quant'altro:
    avere qualcuno di "ufficiale", in divisa, che gira per le strade rassicura la gente. anche se non mi aspetto che un vigile mi salvi da uno scippo, solo vedere qualcuno in divisa che gira in città mi comunica un messaggio rassicurante, di sicurezza.
    non penso certo agli schieramenti armati citati dall'anonimo, ma penso che lasciare completamente sguarnita la città non sia bello. ne tantomeno vedere ponte vecchio e via calzaiuoli (le 2 vie più centrali di Firenze) con abusivi che mercanteggiano.

    se un ristorante mette delle luci di natale fuori norma viene subito multato. perchè allora non si ha la stessa prontezza nell'evitare le scene assurde che ci sono in via calzaiuoli con le corse degli abusivi ecc?

    per la seconda questione:
    Perché i privati non si organizzano come è stato per la notte bianca in oltrarno (figata pazzesca) per esempio? Chiedendo magari il patrocinio del comune?
    la risposta è semplice: non danno i permessi.
    ho amici che ci hanno provato e sono andati nei giusti uffici a proporre idee, iniziative culturali, ecc.
    e le cose venivano bocciate o rese impossibili dietro infinite burocrazie.
    lo sai che a un amico che voleva organizzare dei concerti in piazza in estate (roba culturale, non spaccatimpani) gli è stato risposto: ok ma la musica deve terminare alle 9.30, altrimenti i residenti si lamentano?
    maddai...

    per il concerto di piazza signoria rispetto a piazza del campo, a parte il fatto che con tutto il rispetto del (bravo) direttore Lanzetta, forse a qualcuno, non dico a me che io adoro la musica classica, piacerebbe un'alternativa al solito concerto di classica...
    (a siena ogni anno c'è una proposta diversa)
    ma..
    ci sei mai stato?
    io quando ci sono stata, ho sentito più volte il direttore interrompere il concerto per il troppo caos del pubblico che fregandosene della musica lanciava botti e bottiglie. e chieder loro di poter continuare a suonare.

    la musica non si sentiva!

    sicuramente è colpa della gente becera come dici tu. ma anche del fatto che non ci fosse nessuno a impedire il caos. e poi anche forse.. del fatto che mancasse un impianto stereo decente per 1 concerto. ma si sa, quando si fa troppo rumore con la musica, poi i residenti si arrabbiano :)

    i problemi sono tanti, mi rendo conto. ma quello che noto, e qui la politica non c'entra nulla, contano le persone, è una scarsa volontà di promuovere la vivibilità della città e la sua fruzione. il mancato sostegno, incoraggiamento.
    chi ha idee (e ne conosco di persone che lavorano nella realizzazione di eventi) si trova ingabbiato fra divieti e richieste esose che rendono il ritorno economico un miraggio.

    il messaggio che dà Firenze sembra proprio l'opposto: statevene a casa. turisti e fiorentini!

    anche questa cosa che l'ataf termina le corse sia il giorno di natale che il 31 dicembre all'ora di pranzo... ma come, non volevamo disincentivare l'uso dei mezzi privati?

    buon anno a tutti, che il 2009 sia migliore :)

    RispondiElimina
  28. Patrizio.....ora, io sono mezza Triestina e Trieste mi piace tantissimo...e ci si vive benissimo...ma non me la paragonare a Firenze per favore!
    A parte le dimesioni notevolmente ridotte, ma non mi pare che si abbondi di "notevoli quantita'" riguardo a concerto o eventi giovanili in quel di Trieste, e' proprio vero che ognuno ha il suo punto di vista!
    E poi....se si parla di capodanni nelle piazze Italiane, dopo mezza notte la situazione riguardo a bottiglie e pattume e' analoga ovunque.

    RispondiElimina
  29. Mi aspettavo che il paragone Trieste/Firenze facesse risentire qualcuno, ma se volete davvero esprimere un'opinione sui fatti provate a vivere entrambe le città, non come turisti, ma come abitanti. Si continua a dire che la politica non c'entra nulla, ma la realtà è che, per quanto riguarda Firenze, la politica c'entra eccome... sono decenni che al potere c'è sempre il centrosinistra, nonostante decenni di mal governo. Trieste non sarà artisticamente bella come Firenze, ma vuoi mettere la vivibilità? Questo, forse, perchè a Trieste non ci si vergogna di votare un partito che non corrisponde alle proprie ideoogie politiche, laddove il proprio partito ha fallito... E ve lo dice uno che ha sempre votato a sinistra... Firenze ha tutti i problemi delle grandi città - pur essendo un paesone di 500mila persone - e non ha nessuno dei vantaggi delle grandi città - proprio perchè stiamo parlando di un paesone e non di una città - Ha ragione chi da' la colpa alla gente becera, ma bisognerebbe puntare il dito non contro la minoranza di persone che rendono il centro di Firenze una monnezza, ma contro la maggioranza che alle urne da' la propria preferenza a quei politici che critica continuamente. La politica i fiorentini invece di farla nelle urne la fanno nei bar e il risultato è questa firenze qui...

    RispondiElimina
  30. Mah..sarò controcorrente, ma io il capodanno in piazza (non la mezzanotte, ma dalle 1 alle 5) a firenze l'ho passato giusto l'anno scorso e mi ci sono pure divertita parecchio!! più di qualche anno nei cenoni in case coloniche.
    solo che ho notato due situzioni ben diverse.
    1)arrivo in piazza santa croce e prende malissimo: niente. solo ragazzini ubriachi che lanciano pericolosamente bottiglie in mezzo alla folla e 4/5 polizziotti all'angolo della piazza che vedono tutto ma non si muovono! ma dico io!!! non ti dico di arrestarli, ma cavolo vai lì nel mezzo e prendigli le bottiglie, cacchio!! già che sei a lavorare x il 31 notte almeno renditi utile!
    2)piazza del mercato in sant'ambrogio: ganzissima!! musica divertente dagli anno '60 ai 2000, bar che vendevano da bere in bicchieri di plastica, immagini proiettate sui muri. ovviamente qualche ubriaco molesto, ovviamente alcuni vetri x terra (una minima parte rispetto a asanta croce, anche xchè insant'ambrogio c'erano i CASSONETTI x buttarle! semplice no?), ma situazione piacevole e sicura.
    le conclusioni che ho tratto??? che non è la polizia o il NIENTE a fermare il degrado, ma è il QUALCOSA, la socialità, l'alternativa alla noia
    e l'affolamento con qualcosa in comune da fare (ballare x esempio).
    forse quest'anno enterò il bis...speriamo!

    BUON ANNO A TUTTI!!!

    RispondiElimina
  31. Qualcuno può suggerirmi un'evento a cui partecipare la notte del 31/12/08? Preferibilmente qualcosa di economico e non discoteche o feste in piazza! Abbiamo già prenotato il ristorante per la cena, ora manca il dopocena!
    Grazie in anticipo a chi risponderà!

    RispondiElimina
  32. Guarda anonimo, il paragone Trieste/Firenze non e' che mi ha fatto risentire, ripeto Trieste ce l'ho nel cuore, mia mamma e' cresciuta li e guai a chi gliela tocca (anzi, stamane quando le ho raccontato di cosa ho scritto manca poco non mi tira du zuppe!!), quello che volevo dire e' che Trieste e' una citta' da tutte le altre citta', non ha paragoni con nessuna da quanto e' avanti, il mio era un discorso solo "commerciale", nel senso che Firenze essendo una citta' densamente popolata e turistica offre di piu' da un punto di vista di locali negozi e quant'altro, Poi lo so benissimo anch'io Trieste e' una citta' d'èlite, middle europea e quindi poco borghese a differenza di Milano e Firenze e la qualita' di vita e' moolto diversa.
    Concordo con te sul fatto della politica, noi toscani si vota per tradizione e questo e' una cosa pessima, ma se ci pensi bene, questo avviene nelle citta' "borghesi" e qui comprendo anche Milano. Non dubito assolutamente che tu ti trovi benissimo, mia mamma pianterebbe tutti pur di tornare a Trieste!
    Non concordo su una cosa: prima di tutto se parliamo di Firenze a livello di comune e' vero che sono 500.000 abitanti...ma attenzione a livello di provincia sono non 500.000, ma circa un milione di abitanti. Quindi non parlerei di "paesone" bensi' di citta'. Amministrare una provincia di 1.000.000 di abitanti non e' per niente facile e io credo che la sinistra con numeri cosi' elevati non funzioni piu'. La sinistra puo' funzionare in piccoli contesti (insomma...dubito anche di questo visto che abito a Prato), ma in situazioni allargate non la vedo funzionante per niente...ripeto, non voglio fare una questione politica, ma quando le cose nn funzionano bisogna avere il coraggio di cambiare, basta con l'ideologie!
    Per quanto riguarda i capodanni in piazza, la situazione e' analoga in tutte le citta', a Milano sembra la seconda guerra mondiale, se riesci a schivare bottiglie e petardi e' un miracolo, fra l'altro sconsoglio vivamente le notti bianche a Milano perche' li c'e' da aver paura davvero. Quindi concordo con LU la ragazza sopra di me, dipende molto dalle persone e purtroppo piu' le dimensioni sono si allargano e piu' tipologie di persone si differenziano e aggiungo spesso in peggio!
    Un saluto a tutti....io saro' in piazza con amici di Milano..ci provo!

    RispondiElimina
  33. Mi trovo spesso d'accordo con quanto espresso da Gabbry. In effetti il comunicato mi è subito sembrato molto polemico e poco costruttivo. Ammetto poi che scoprire la fonte non ha fatto altro che peggiorare la mia opinione.
    Un ringraziamento a Nelli che ha aperto questa discussione, in ogni caso molto interessante. Al di là delle posizioni ideologiche è vero che il Comune potrebbe fare qualcosa di più. Ma è vero anche che parte della spinta dovrebbe partire dai cittadini.
    Un esempio postivo è quello di alcuni ragazzi che conosco che hanno deciso di auto-organizzarsi. Andranno a giro con un camioncino dj-set che arriverà in Sant'Ambrogio a mettere musica. Come dire: se quello che vorresti non c'è, crealo tu stesso. (poi è ovvio che non sia tutto così facile)

    RispondiElimina
  34. Sono di Milano,un paio di volte al mese vengo a Firenze.Non mi sembra che sia cosi smorta e non Natalizia.Anzi..a Milano quest anno c è davvero poco,anche l albero in Duomo è spennacchiato.Per quanto riguarda le feste in piazza è cosi un pò in tutta Italia,tra bottiglie botti e ubriachi c è da guardarsi ovunque.Anche nei locali ci sono ubriachi..quindi sta a buon senso delle persone.

    RispondiElimina
  35. bene bene, intanto, grazie a LaLau, abbiamo già avuto una testimonianza che suffraga ciò che sostengo 1-0 per me! :-P

    Per quel che riguarda l'infinita burocrazia che ferma l'iniziativa del singolo poi non credo che nessuno possa pensare che una qualsiasi amministrazione locale di qualsiasi posto ostacoli volontariamente qualcuno che si offre "gratuitamente" (cioé senza chiedere finanziamenti all'amministrazione stessa) di organizzare un qualche evento.

    Da cinque anni ormai, mi trovo tutti gli anni a collaborare col Q2, tramite l'associazione che presiedo ed insieme ad altre associazioni e davvero sono rimasto sbalordito, essendo partito prevenuto, della disponibilità che c'é da parte dei politici quando ti offri di organizzare una qualsiasi cosa che possa "arricchire" il programma culturale/sociale del territorio. Quindi posso dire, non per sentito dire ma per presa visione in prima persona, che se un'iniziativa viene bocciata oppure non riceve l'avallo da parte dell'amministrazione locale (può essere il Comune oppure il Consiglio di Quartiere oppure la provincia, e sono organi differenti non "assimilabili" tra loro a livello dirigenziale e decisionale) esiste quasi sicuramente un motivo oggettivo (che può essere anche l'incazzatura di un comitato di cittadini) che costringe il dirigente di turno a non supportare tale iniziativa.
    Quando sento qualcuno raccontarmi che è stato fermato dalla "burocrazia" io non ci credo più, sicuramente c'è da affrontarla ed è una rottura ma non può essere cancellata per volere divino, quindi se si intende proporre qualche iniziativa bisogna metterla in conto.


    P.S.
    i poliziotti non rispondo al sindaco ma al questore, i carabinieri invece rispondono al telefono, al citofono e quando li chiami per strada! :-))

    RispondiElimina
  36. @nelli:
    se un ristorante mette delle luci di natale fuori norma viene subito multato. perchè allora non si ha la stessa prontezza nell'evitare le scene assurde che ci sono in via calzaiuoli con le corse degli abusivi ecc?

    non commettere l'errore di Donzelli, questo non c'entra nulla con la discussione perché si parlava di organizzare il capodanno e di presidiare la città con le forze dell'ordine che come tutti sanno non "prendono ordini" dal comune.

    Tornando a quello che possono fare i vigili, se un commerciante infrange una legge è giusto che paghi la multa come è giusto perseguire la malavita e il racket dei falsi che sta dietro agli schiavi chiamati abusivi (penso ti riferisca ai vu'cumprà).
    Le multe ai compratori, quindi, le trovo giustissime e Firenze è piena di messaggi in otto lingue che avertono i turisti ed i fiorentini: basterebbe non comprare la merce per risolvere il "problema del mercanteggiare" degli abusivi, che per un caso della vita sono tutti amici miei, oh mi salutano tutti come se mi conoscessero da una vita :-) e spesso mi conoscono davvero perché magari gli ho pagato la colazione o un panino (esclusivamente panini al tonno e maionese, mai prosciutto mi raccomando) invece di comprargli la paccottiglia che offrono ;-)

    RispondiElimina
  37. @ gabbry

    ...(esclusivamente panini al tonno e maionese, mai prosciutto mi raccomando)...
    Speri nel botulino? :-))

    RispondiElimina
  38. @stk

    i musulmani, come gli ebrei, non possono mangiare carne di maiale ;-)

    quindi quando incontrate un vu' cumprà simpatico non dategli soldi e non comprategli nulla ma offritegli un panino al tonno ed una spuma bionda :-)

    RispondiElimina
  39. @ gabbry

    Avevo inteso, ;) grande gabbry

    RispondiElimina
  40. sebbene su alcune cose io mi trovi in disaccordo con Gabbry o altri lettori, sono cmq contenta per sta evolvendo la discussione: noto interventi pacati, seri e motivati.
    non le solite offese a questo o a quell'altro. ma considerazioni da parte di coloro che vivono la città e la vorrebbero al meglio.

    vi ringrazio per aver compreso lo spirito del mio post.

    sulla fonte: spesso le fonti non sono le migliori, ma a volte certi linguaggi sono adatti perchè provocano reazioni. anche se quello scritto in questo comunicato può essere contestato, ho il sospetto che siano in tanti a pensare queste cose. e cio' mi suggerisce che ci siano sufficienti motivazioni per parlarne. anche per smontare certe affermazioni, perchè no?

    sono contenta di leggere del capodanno in sant'ambrogio. ignoravo che fosse cosi valido.
    grazie anche del paragone con trieste, che è al 6 posto nazionale della classifica del sole 24 ore per la vivibilità. avete letto la classifica del sole24 ore? Firenze è scesa di 1 punto ma rimane la città ideale dove tutti vorrebbero vivere! che bel paradosso..

    RispondiElimina
  41. E' vero che a volte ci facciamo condizionare dalle "firme" e non ci soffermiamo abbastanza sui contenuti. D'altronde è anche vero che alcuni politici criticano per partito preso (e questa, a volte, rischia di essere una caratteristica comune a molti fiorentini).
    Beh, già il fatto di poterne parlare in modo costruttivo e aerto a tutti mi sembra un'ottima cosa.
    Il capodanno in S.Ambrogio mi sembra una delle cose più interessanti (fatta eccezione delle feste private). Io però sono ben contento di passare il capodanno in montagna.
    Un saluto e buon anno a tutti (in particolare a Nelli!)

    RispondiElimina
  42. Ciao Nelli volevo aggiungere alcune cose a questa discussione.

    1) l'anno scorso ero a New York e per l'ultimo dell'anno non c'era assolutamente nulla. Soltanto 1 milione di persone a Tines Square con la voglia di festeggiare insieme. C'era anche nell'ordine: un freddo bestiale / tantissima polizia sorridente ed affabile (giuro!!) / nemmeno una bottiglia di vetro.

    2) Ma siamo sicuri che un concerto di Masini o la Pausini in piazza possa elevare l'offerta "culturale" di Firenze per l'ultimo dell'anno? Ci strappiamo i capelli?

    3) non è una nostra tradizione festeggiare in piazza; a Firenze non è mai successo niente, a parte 3/4 anni fa. Personalmente non l'ho mai festeggiato in piazza.

    4) Donzelli. Se la statua di un Buddha è un simbolo religioso che infastidisce i cattolici allora anche il Cristo di Cimabue è soltanto un simbolo religioso? E le Madonne di Raffaello e Michelangelo? Io non condivido questa visione della vita e del mondo; non è una questione politica ma culturale!

    Ti auguro un sereno anno nuovo e magari cambia il nome del blog, non più io amo Firenze ma io odio Firenze... :-)

    RispondiElimina
  43. Oh ragazzi....però non mi paragonate Firenze a Siena, vero????

    Il centro di Siena chiude i battenti alle 20.00, coi negozi... nessun locale, nessuna disco/americanbar/loungebar/cazzi vari....niente

    E' la morte!!!!

    Sti poeri studenti universitari che vengano da tutte le parti d'Italia si ritrovano un Ateneo coi debiti, e una città fatta a misura d'uomo...sì....d'uomo sulla cinquantina!!!

    RispondiElimina
  44. Capodanno a Firenze 2010 cosa fare? presto sul blog ioamofirenze tutte le feste e i cenoni di san Silvestro.

    vedi anche l'ultimo dell'anno a Firenze a Palazzo Gaddi

    RispondiElimina

Qualsiasi commento è benvenuto :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...