Pubblicità

sabato 6 marzo 2010

Taste e fuoriditaste 2010

Golosi di tutta Firenze (e non solo) segnatevi le date in agenda: la prossima settimana, esattamente dal 13 al 15 marzo 2010 si terrà a Firenze la quinta edizione di Taste, salone del Gusto presso la Stazione Leopolda. La fiera dedicata alle eccellenze del cibo italiano (circa 200 aziende specializzate e di nicchia) e alle biodiversità della tavola nell'era globale.
Ecco le aree di Taste:

Taste Tour: il percorso di degustazione dei prodotti proposti dalle aziende, per conoscere eapprofondire le ricchezze gastronomiche del nostro paese: dalla vellutata al tartufo nero ai cioccolatini al Parmigiano, dalla passata di pomodorini Prunilli al miele d'erba medica, dalla pasta secca all'uovo lavorata a mano su trafile di bronzo al prosciutto al forno medievale, fino al formaggio stagionato di latte di bufala, la confettura all'aceto balsamico e la marmellata di olive taggiasche…
Taste Tools: sono gli oggetti di food & kitchen design, i capi di abbigliamento, le attrezzaturetecniche e professionali per la tavola e la cucina;
Taste Shop: è il negozio dove acquistare i prodotti esposti e degustati, una sorta di department store dei cibi esclusivi;
Taste Ring: una serie di talk show e di incontri con i protagonisti della cultura della tavola, dedicati ai temi più curiosi e caldi del lifestyle legato al gusto, agli abbinamenti imprevedibili tra il cibo e i più disparati aspetti della vita sociale, economica e culturale;

Taste Press: l'area dove viene presentata una selezione di riviste e di progetti editoriali dedicati all'eno-gastronomia.
Fuori dalla Stazione Leopolda, tanti eventi in città per l'iniziativa FUORIDITASTE>>

TASTE. IN VIAGGIO CON LE DIVERSITÀ DEL GUSTO
13-15 marzo 2010
Stazione Leopolda - V.le Fratelli Rosselli, 5 - Firenze
orario: 10.30-20.30 (lunedì 9.30-16.30)
Ingresso: € 10 per il pubblico - € 5 per operatori del settore

16 commenti:

  1. non vedo l'ora di andarci...Nelly mi consigli il sabato o la domenica? Per Raggiungere la Stazione Leopolda dal centro qualcuno mi sa consigliare che linee di auobus devo prendere? Grazieeeeee

    RispondiElimina
  2. linee 1B,1A, la tramvia...o altrimenti a piedi...non è distante..praticamente fai via della scala e ci sei...

    Fra

    RispondiElimina
  3. Ciao, io vado lunedi, veniamo con il treno: è lontano dalla stazione?

    RispondiElimina
  4. ma si beve pure?

    RispondiElimina
  5. qualkuno di voi mi saprebbe dire come eventualmete ottenere riduzioni? grazie.
    Michela

    RispondiElimina
  6. Io stavolta passo: mi sono stufato di questa ignobile moda di far pagare un biglietto di ingresso per entrare in un posto dove si va a fare shopping (e certo non è un prezzo simbolico)... è così per il mercatino di Natale, per la fiera del vintage e anche per il Taste. Oltretutto il "supermarket" dentro al Taste non è che faccia prezzi scontati per i visitatori o prezzi "speciale fiera", anzi.
    E siccome sarebbe anche l'ora di finirla di farsi prendere per le mele, io scelgo di andare altrove (magari al mare).

    RispondiElimina
  7. Fabien vengo anch'io, dove andiamo?

    RispondiElimina
  8. in effetti 10 euro non sono poche..io ricordo di esserci andata qualche anno fa e di esserne uscita ubriaca...certo non t devi vergognare di fermarti a ogni stand e fare la finta intenditrice di vini e scroccare l'assaggino di turno...però in effetti se ci fossero delle riduzioni...concordo con fabien..come per la fiera del vintage: quest'anno scandalosa! prezzi da boutique d'alta moda...

    RispondiElimina
  9. per sibilla: prendi la tramvia davanti alla stazione e in 1 fermata ci sei.

    per il biglietto in effetti potrebbero ben fare delle riduzioni (come accade per selezione vintage). so che l'intento di questi eventi è in qualche modo selezionare gli ingressi per evitare che migliaia di persone si riversino a chiedere assaggini di questo o quello, tipo cavallette, pero' è anche vero che come dice Fabien se devi pagare prezzo pieno all'ingresso, al negozio ecc. allora la convenienza non c'è più...
    credo che anche i produttori siano vessati economicamente (immagino lontanamente quanto possa costare uno stand!)
    a questo punto meglio sarebbe fare l'evento solo per gli addetti al settore..
    oppure fare orari promozionali (la sera per esempio).

    RispondiElimina
  10. @stk... dove vuoi, basta che cucini tu :-p

    c'era un tempo, quando ero giovine, in cui si andava ad ubriacarsi alla festa della birra a Villa Montalvo perché alla fiera costava meno... poi un anno è successo (e guarda caso dopo hanno smesso di fare la fiera) che la birra costasse quanto e forse più che al pub... da allora (evidentemente s'è sparsa la voce) a questi eventi fieristici di promozione di un prodotto succede che il prodotto costi di più, e non di meno, rispetto a quanto lo pagheresti solitamente (e già questo è un assurdo). Negli ultimi anni poi, non contenti, hanno anche aggiunto il biglietto di ingresso, prima simbolico (come quando si pagavano 1 o 2 euro alle feste medievali di paese) e poi sempre più alto fino agli attuali 10, 12 e anche 15 euro. E non è che certi prezzi siano giustificati da un improbabile rimborso all'italiana delle aziende partecipanti perché anche queste devono sborsare fior di quattrini per occupare uno spazio di un metro quadro per presentare i propri prodotti a quell'1% di persone davvero interessate ma anche a quel 99% di scrocconi.
    A malincuore, perché comunque certe manifestazioni mi piacciono, scelgo di non sottostare a queste condizioni e impiego meglio i miei soldi ma è evidente che hanno ragione "loro" visto che comunque c'è sempre il pienone. Alla faccia della crisi eh.
    Ma del resto, se nessuno batte ciglio quando si tratta di pagare 15 euro (ovvero in 10 anni si è passati da 7.000 a 30.000 lire) un posto scomodo, sudicio, caotico e puzzolente in un cinema all'estrema periferia della città passando mezz'ora a guardare spot pubblicitari...

    RispondiElimina
  11. Certo Nelli, l'intento è evitare l'effetto cavallette ma potrebbero far pagare un biglietto per chi vuol degustare e lasciare gratuito l'ingresso a chi è interessato solo allo shop e ai talk-show. Anch'io come Fabien boicotto queste fiere a pagamento:-)

    RispondiElimina
  12. ciao Nelly, bellissima fiera, organizzata benissimo, ne sono uscita veramente entusiasta e con un gran borsone di cosebuone da mangiare (che chiaramente prima avevo degustato) Ottima anche l'idea del bicchiere per le degustazioni con cauzione di 5 euro, ...degustare nella plastica infatti non è mai il massimo. In Svizzera fiere del genere non sono mai organizzate con questo zelo! Ci sei stata? Cosa ne pensi? Per me....Bravi!!!

    RispondiElimina
  13. ciao sibilla ci sono stata
    entro stasera faro' il post...

    ciao :-)

    RispondiElimina
  14. Grazie Nelly, questo we ho tra l'altro assaporato diversi ristoranti...di cui uno ottimo, verrei fare delle recensioni, ma dove le posto???? ciaooooo

    RispondiElimina
  15. ciao sibilla prova a mandarmele via mail e vediamo :)
    scrivi a ioamofirenze chiocciola gmail

    RispondiElimina

Qualsiasi commento è benvenuto :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...