Pubblicità

mercoledì 5 gennaio 2011

Capodanno a Firenze: il racconto di due veronesi

Pubblico il post che mi ha inviato Danilo, un collega seo:

Quest'anno a differenza di quelli passati, trascorsi insieme ad amici, io e la mia ragazza abbiamo deciso di optare per un Capodanno più romantico: una visita turistica nella città di Firenze.
Proprio per questo oggi mi ritrovo a scrivere sul blog “Io Amo Firenze” su invito dell'autrice Elena Farinelli (Nelly). Ma il fatto che sia qui a scrivere su un blog dedicato proprio alla città fiorentina è dovuto anche ad un altro motivo: se infatti io e la mia ragazza possiamo dire di aver trascorso 3 splendidi giorni, lo dobbiamo anche agli ottimi consigli e suggerimenti offertici da Nelly per il nostro soggiorno.

Il giorno 30 Dicembre siamo partiti alla volta di Firenze. Cercherò di essere breve nel raccontarti le cose principali che abbiamo avuto modo di visitare. Prima di tutto parto dalla struttura alberghiera in cui abbiamo soggiornato. Per la precisione un piccolo ma famigliare bed and breakfast: La Residenza Johanna II ubicata in via delle Cinque Giornate. Una struttura ricettiva che consiglio a tutti per quattro semplici motivi: ambiente intimo e famigliare, posizione abbastanza comoda per arrivare in centro (preferibilmente con mezzi di trasporto), parcheggio interno per l'auto, disponibilità dello staff. Non appena arrivati in mattinata inoltrata, la signora che ci ha accolti ci ha fatto subito un grandissimo piacere: prenotazione del biglietto d'ingresso agli Uffizi. Noi da Verona non eravamo riusciti a fare la prenotazione, e invece grazie alla disponibilità dello staff del B&B, nel giro di mezzoretta avevamo l'ingresso assicurato.

In quel primo giorno, mentre aspettavamo le ore pomeridiane in cui andare agli Uffizi, abbiamo subito fatto visita al Duomo di Firenze. Che dire: spettacolare. Di un'imponenza che a parole è difficile spiegare. Siamo anche entrati logicamente. L'unica cosa che non siamo riusciti a fare? Salire sulla cupola! La coda chilometrica ci ha fatto desistere. Avevamo il proposito di visitarla nei giorni a seguire ma tra una cosa e l'altra non ce l'abbiamo fatta :(

Giunta ora di pranzo, seguendo gli ottimi consigli della "Nelly Guide" siamo andati alla ricerca del famoso panino al Lampredotto. E che cos' è il Lampredotto? Sicuro di volerlo sapere? Ok...sostanzialmente trattasi dello stomaco del bovino. Fatto sta che il panino era buonissimo. Un pranzo rapido e gustoso. Di panini tipici come questi, da mangiare per strada, se ne trovano diversi. Ci siamo infilati in una traversa di Via Calzaiuoli e non appena abbiamo letto "lampredotto" ci siamo fiondati ad ordinarlo. La folla era davvero tanta.

Immancabile naturalmente il passaggio dalla grandissima e bella Piazza della Signoria per poi raggiungere l'ingresso degli Uffizi. Diciamo subito una cosa: a meno che tu non sia un amante ed esperto della pittura, devi assolutamente procurarti una guida che ti spieghi che cosa stai guardando. Innumerovoli i quadri, tutti o quasi bellissimi, però dopo le prime venti Pale d'Altare e Madonna con Bambino, cominciava a venirmi un senso di forte ascetismo. Scherzi a parte: se non c'è qualcuno che ti spiega le differenze, caratteristiche e peculiarità di ciascuna opera, difficilmente riuscirai a non stancarti. Al massimo puoi fare come noi: origliare dalle guide altrui è sempre ottima cosa :D

Passiamo al secondo giorno il 31 Dicembre 2010. Siamo partiti con un giro di bancarelle. Dove? In Piazza del Mercato Centrale dove ci si perde tra i profumi dei mille oggetti di pelletteria che vengono venduti. Addentrandoci tra una bancarella e l'altra siamo arrivati alla Basilica di San Lorenzo e al vicinissimo Palazzo Medici Riccardi. Entrambi molto belli. Abbiamo evitato la visita nella Basilica perchè per principio siamo contro il pagamento di un biglietto per entrare in una Chiesa (per chi fosse interessato costa 3,50€). Nel frattempo dovevamo cercare un posto in cui andare a mangiare alla sera per il Veglione di Capodanno e volevamo un locale tipico fiorentino. La mitica "Nelly Guide" ci consigliava tantissime fantastiche osterie che abbiamo passato in rassegna tutte ma con esito negativo. Tutto prenotato!!! :( 
Alla fine però gira che rigira abbiamo trovato un ristorante che si chiama Terra Terra in Via delle Oche 21, che prepara piatti tipici fiorentini ma anche sardi. Si trova in un vicolo molto stretto vicino al Duomo. Davvero un posto carino e romantico e prezzi abbastanza economici. Prima di giungere alla nostra serata abbiamo fatto una visita al fantastico Ponte Vecchio e abbiamo pranzato su consiglio della Nelly Guide alla Trattoria Alfredo dietro Palazzo Vecchio e agli Uffizi. Si mangia benissimo e i prezzi sono onesti.

La sera di Capodanno penso sia stata la macchia dei 3 giorni. Ci siamo infilati nei festeggiamenti in Piazza della Stazione dove c'era il concerto di Elio (e le Storie Tese). La situazione era indescrivibilmente vicino al degenero più totale. Gente ubriaca, persone che lanciavano di tutto dalle finestre, anche petardi, una calca di persone che metteva a rischio tutti, ma la cosa peggiore è stata l'improvvisa comparsa di un pazzo al volante che a tutta velocità con la sua macchina quasi falciava le persone sulla strada. Insomma il passaggio al nuovo anno è stato sicuramente indimenticabile ma non di certo come ce lo aspettavamo. :-)

Il primo giorno dell'anno sotto un tiepido sole siamo passati da Via Tornabuoni, la via più costosa che abbia mai visto (nemmeno Via Mazzini a Verona raggiunge quei livelli), abbiamo attraversato Ponte Santa Trinità per poi fare diverse interessanti tappe: Palazzo Pitti, Chiesa di Santo Spirito, Chiesa di Santa Maria del Carmine e Chiesa di S.Frediano in Cestello. Poi abbiamo ripercorso tutto il Lungarno per andare a visitare la fantastica e maestosa Basilica di Santa Croce. Davvero incantevole. Sono sicuro che se andrai a visitare anche tu questa Basilica passerai i primi 5 minuti a bocca aperta e altri 30 minuti a scattare foto di ogni minimo particolare :)

L'ultimo giorno avevamo solo poco tempo prima di metterci in viaggio per il rientro. Ma un'ultima importante tappa era doverosa: Piazzale Michelangelo. Vedere Firenze dall'alto è uno spettacolo di cui non si può non godere. Ripercorrere in un solo istante tutte le cose che avevamo visitato nei 3 giorni precedenti è una visione che non ci si può perdere. Per noi è stata l'occasione giusta per dare il nostro saluto a Firenze. Diciamo un arrivederci...

Sono comunque state tantissime le cose che abbiamo visto, le strade che abbiamo camminato e che ho evitato di riportare per non appesantire ulteriormente la lettura di questo post. Ci tenevo solo a fare il mio ringraziamento, anche a nome della mia ragazza, all'amica Nelly. Senza di lei e senza tutte le sue dritte la visita in questa splendida città non sarebbe certamente stata facile come effettivamente è stata. Tutti i suggerimenti sulle cose da visitare, i locali dove mangiare, bere, rilassarsi etc. li abbiamo apprezzati tutti e salvo alcuni imprevisti abbiamo seguito alla lettera ogni consiglio.

Grazie Nelly e Grazie Firenze per questo Capodanno indimenticabile! :)

10 commenti:

  1. grazie a te danilo per la tua splendida recensione...
    sei pure riuscito a scoprire un ristorante che non conosco!!!

    RispondiElimina
  2. E vu potevate prendere la mitica Elaiza Guida per il tour agli Uffizi ;)
    ricordatelo, per un prossimo viaggetto a Firenze, auguroni di Buon Anno!

    RispondiElimina
  3. Nelli... auguri per domani ! :D

    RispondiElimina
  4. ma grazie aledaprato... ah ah ah mi stavo giusto domandando se qualcuno me li avrebbe fatti gli auguri!!!

    un saluto anche a elaiza baciii

    RispondiElimina
  5. @Elisa: la prossima volta sarò ancora più organizzato, promesso! ;)

    RispondiElimina
  6. Ho trovato per puro caso questo blog e devo dire che mi piace sempre di più! Spero di poter fare anche io una recensione dopo stasera, circa un ristorante che non sto a svelarvi ;) vedremo e comunque complimenti Nelli!!

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. BEH E CHE SI ASPETTAVANO...Bello il commento dei 2 veronesi, ma chi fa un Capodanno di piazza un po' queste cose se le deve aspettare...pensi che la gente dalle finestre per il 31 tiri coriandoli e stelle filanti.
    E grazie a Dio a Firenze non si vede volare lavatrici o gente che spara con la pistola per aria (per ora!)...
    Ma che si aspettavano che in piazza ci fossero the Door Selector a fare selezione...sinceramente non so se è stata una buona opera del servizio delle pulizie, ma che quel poco che sono stato in giro ho visto tante meno bottiglie rotte in terra...

    RispondiElimina
  9. Ciao GIORGIOW,
    dato che sono l'autore dell'articolo ci tengo a dirti una cosa. Il caos nelle 4 piazze principali era assolutamente prevedibile, ci mancherebbe. Infatti non mi lamento minimamente di questo.

    Mi lamento dell'inciviltà nei comportamenti delle persone (non tutti fiorentini, sia chiaro. C'erano anche molti turisti da fuori). Ora dimmi tu se tu trovi normali questi tipi di comportamenti:

    1- Lancio dalle finestre di petardi nel mezzo della folla. Trovi normale il prendere la mira e lanciare petardi addosso alle persone? Ho assistito alla scena di una ragazza in lacrime che urlava contro la polizia per intervenire verso un gruppo di ragazzi che dal loro balcone si divertivano nel mettere a rischio le persone. Per petardi non intendo miniciccioli.

    2- Trovi normale che una macchina, a tutta velocità, vada a falciare la folla riunita ai bordi della piazza solo perchè doveva scappare da un gruppo di ragazzi ubriachi che volevano picchiarlo?

    3- Trovi normale che venga lanciata una bomba carta sulla fiancata laterale del Duomo quando ci sono nei dintorni famiglie con bambini?

    Ora se per te questo è tutto normale, ti inviterò al prossimo Capodanno che si terrà a Verona. Magari sarò ad attenderti sul balcone di casa mia per augurarti allo stesso modo un nuovo anno ;)

    Scherzi a parte: ci sono modi e modi per divertirsi, e di sicuro mettere in pericolo l'incolumità delle persone non è sicuramente una cosa da persone intelligenti.

    Ciao

    RispondiElimina
  10. caro Danilo,
    io non mi sono sentito chiamato in causa (visto che specifici non tutti erano fiorentini) per quello che ti è successo, e non vorrei che tu la prendessi sul piano personale, invitandomi a Verona e augurandomi di trascorrere un Capodanno con i petardi addosso, ma tenevo solamente precisarti che se sei disposto a trascorrere un fine anno in piazza, e soprattutto, se non vai a sentire un concerto di musica classica, devi essere pronto ad accettare qualche imbecille che non si comporta educatamente.
    In un Stato dove si tira i motorini dalla curve dello Stadio, dove si tira i sassi dai cavalcavia, e le bombe carta nei vari derby, te ti stupisci se per l'ultimo dell'anno ti tirano un petardo addosso...

    La cosa che mi stupisce è solo questo...non giustifico il gesto lo condanno, ma mi sembra incredibile che uno che sceglie di passare un Capodanno in piazza non sia preparato a queste cose.
    E' come andare allo stadio e scandalizzarsi per le parolacce...la stessa cosa.

    La prossima volta se no sei pronto per una cosa del genere, io ti consiglierei un capodanno in un posto con meno rischi .

    Saluta Verona.

    RispondiElimina

Qualsiasi commento è benvenuto :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...