Pubblicità

giovedì 12 gennaio 2012

La festa di Pitti Japan Fashion Week in Italy a Palazzo Capponi

Raffreddata, intabarrata, vestita come se andassi in Siberia, (mentre la media a giro per Firenze, nonostante i 2 gradi, era: giacca leggera per lui e cappottino con scarpa aperta senza calza per lei), ho finalmente fatto un salto veloce a una festa di Pitti Uomo: quella organizzata dalla Japan Fashion Week in Italy a Palazzo Capponi all'Annunziata.
La location, come sempre in questi casi, bellissima: un antico palazzo in via Capponi, che si affaccia sul Giardino della Gherardesca, tutto affreschi e sontuosità. Già dallo scalone monumentale che vedete in foto, si ha un'idea del tipo di edificio, che fra l'altro non avevo mai visitato prima (ma il resto dell'anno è chiuso?). 
A un banco c'era uno chef famoso che preparava ramen. I suoi ristoranti sono citati dalla Guida Michelin e la coda per accappararsi una ciotolina fumante era davvero lunga. 
Quando è arrivato il mio turno... purtroppo il Ramen era finito! A seguire hanno lasciato sul tavolo alcuni stuzzichini sempre giapponesi il cui gusto è difficile da spiegare.
La vera attrazione della serata era la colorata, luccicante, multi-etnica, un po' snob, molto young, folla che riempiva la sala, trasformata per l'occasione in una mega-discoteca. 
Su una parete erano proiettati video di sfilate e servizi fotografici, ma credo che fosse più interessante guardare la gente intorno che non i modelli che sfilavano in boxer scozzesi in passerella.
I più estrosi giocavano in casa: i giapponesi sono stravaganti nel vestire anche se non lavorano nella moda, figurarsi in queste occasioni. Ma anche qualche fanciulla occidentale si è fatta notare...
A guardare gli affreschi e le statue pensavo al contrasto fra gli inquilini di un tempo e i personaggi bizzarri che lo popolano oggi... chissà cosa avrebbe pensato chi ha costruito questo antico palazzo. A un certo punto mi sono imbattuta in questo busto, che forse era una risposta alla mia domanda!

4 commenti:

  1. Nelli, e ti pareva che non fossi finita ad una festa giapponese!!
    Comunque se ti ricapita una festa con signorine come quella della foto, non dimenticare di farci un fischio anche a noi...:D :D

    RispondiElimina
  2. Sicuramente un abbigliamento poco adatto alla location ma di sicuro effetto!!!

    RispondiElimina
  3. Il palazzo di Gino Capponi oggi è di proprietà condominiale (eccetto, ovviamente, il salone che viene affitato), ed è caratterizzato da affreschi, trompe l'oeil e stucchi in quasi ogni suo locale. Il giardino non è quello della Gherardesca con cui confina, ma è quello privato del palazzo e i due parchi erano anticamente collegabili come dimostra l'enorme cancello posto al confine dei giardini stessi e ormai chiuso da più di un secolo. Per darti qualche informazione in più sulla location :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! molto gradite :-) anche se sei anonimo :-(

      Elimina

Qualsiasi commento è benvenuto :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...