Pubblicità

martedì 1 aprile 2008

Fuga da Firenze

Leggo su Il Firenze di oggi un interessante articolo di Emanuele Baldi. Riporto alcuni dati:
Dal 1966 Firenze ha perso 88mila abitanti. Scandicci ne ha guadagnati 14mila, Campi 18mila.
Anche Sesto Fiorentino e Signa sono cresciuti. Persino Greve in Chianti!
Firenze aveva 454.408 residenti nel 1966. Oggi ne ha 363.966.
La fuga da Firenze è iniziata negli anni'80 (nel 1976 erano cresciuti) e non si è mai arrestata. La fuga dei fiorentini ha coinciso con l'arrivo dei cittadini stranieri.

Come mai i fiorentini fuggono da Firenze?
Case troppo care?
Impossibilità di trovare supermercati e negozi a prezzi accessibili?
Impossibilità di parcheggiare?
Aumento della microcriminalità e del degrado?
Poco verde?

Una volta avevo amiche che vivevano in centro, so che alcuni miei lettori ci vivono.
Io ho sempre sognato di vivere (almeno per un po') in un appartamentino in San Frediano.
Ma l'idea che non puoi far arrivare amici a casa tua, che per comprare qualcosa devi prendere la macchina e andare all'Esselunga sui Viali, che esci di casa e non ci sono spazi verdi per i bambini, per portare a spasso un cane o per leggersi un libro su una panchina. Insomma è scomodo.
Il problema della fuga dai centri storici credo riguardi tutte le città italiane.
C'è da dire che vivere a Firenze è un po' più dura che in altre città.
sempre nello stesso numero de Il Firenze di oggi, c'è un articolo che paragona affitti e prezzi delle case (pag.27).
Secondo lo studio Uil una famiglia fiorentina con un reddito lordo pari a 36.000 euro, composta da 2 dipendenti + 2 figli paga un affitto mensile medio di 1162 euro. Per una casa di circa 70 metri quadri. Incidenza sul reddito = 44,9% Più cara c'è solo Roma.

Per quanto riguarda i costi delle case, se il costo medio di 1 appartamento in zona semicentrale in Italia è di 2230 euro al metro quadro, a Firenze il prezzo medio per comprare casa è intorno ai 4350 euro al metro quadro.

Per quanto riguarda l'Ici i fiorentini nel 2007 hanno pagato in media 393 euro, contro la media nazionale di 136 euro. Più care solo: Milano, Roma e Bologna.

Ricordo quando ho provato a cercare casa: per un bilocale in zona non centrale, che a stento raggiunge i 40 metri quadri, senza parcheggio o garage, il prezzo era di 220mila euro.
Però che paradosso, da tutto il mondo ci invidiano il fatto di vivere a Firenze e poi noi abbiamo difficoltà a viverci.

39 commenti:

  1. firenze è bella ma io non ci vivrei mai...meglio la periferia(sto a sesto fno) c'è il verde, tranquillità, posto per la macchina, poco traffico (anche se sta aumentando). Le case costano tanto lo stesso ma ci sono più vantaggi...
    milly

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, che ironia, tutti ci invidiano ed invece...... Comunque la fuga dalle città è una cosa comune in tutto il mondo ed in particolare in Italia. Penso che sia più accentuato da noi per la mancanza di servizi ed infrastrutture. Per esempio, dovrebbero essere costruiti parcheggi in centro per i residenti: attualmente una famiglia che vive in centro ha diritto ad un solo permesso. Dovrebbe essere possibile ristrutturare le case e renderle più confortevoli e moderne limitandosi alla tutela delle facciate (mi riferisco alle case popolari di San Frediano e Santa Croce). E' possibile farsi 3 piani a piedi con la spesa, un bambino, una gamba ingessata? Una città, per essere vivibile, deve stare al passo dei tempi. Firenze rischia di diventare un museo dove la Soprintendeza hapiù potere del Comune (vedi l'estate fiorentina, i pannelli solari sui tetti ecc.). Il Louvre è bellissimo ma chi vorrebbe viverci dentro?

    RispondiElimina
  3. @Milly
    se lavori in centro non c'è modo di evitare il traffico e il problema parcheggio. Alla fine ti conviene abitare in centro e spostarti in bicicletta.
    Io la macchina la uso soltanto nel weekend e qualche volta la sera se esco fuori città.

    RispondiElimina
  4. I costi delle case sono proibitivi ma sono destinati a calare. A breve saranno in molti a venire strozzati dai finanziamenti richiesti e le banche rimetteranno in vendita un bel pò di abitazioni. E' triste e forse cinico ma è inevitabile. Riguardo la fuga dai centri storici è indicativo che i centri commerciali abbiano deciso di investire a Campi Bisenzio e a Sesto Fiorentino, che le multisale siano quasi a Prato e praticamente a Scandicci. Firenze è una città gestita dagli interessi di pochi a discapito dei tanti che vi vivono, che da buoni italiani piegano la schiena e rimangono in silenzio.

    RispondiElimina
  5. Il discorso è sempre il solito...firenze è bella a volte lascia senza fiato.
    Ma è caotica e sopratutto mal gestita...purtroppo lo sappiamo ci sono assessori che sono sulla poltrona da più di vent'anni (e questo può andare anche bene...se uno è capace) ma che alla fine non sono riusciti a combinare niente!
    I prezzi delle case (ne discutevamo sabato a cena) sono incredibili...ma piano piano calano. Il problema è che si paga il panorama e non i servizi!
    Concordo con flanz sul fatto che firenze sia gestita da pochi.
    VEngo ieri da una riunione sulla tramvia ....da mettersi le mani nei capelli. Ma ce la faremo a far migliorare la città...questa è una delle ragioni per cui ho deciso di restare qui!

    RispondiElimina
  6. Secondo me quest'articolo scopre l'acqua calda: succede da vent'anni!
    Le cause? Mi sa che n.1 è gli affitti! Provate a fare un confronto con la provincia...
    Penso che per una giovane coppia che voglia fare un figlio sia ideale andare fuori città: le strade non sono ridotte a garage, c'è il verde pubblico (che abbonda anche in città, ma è privato), c'è meno inquinamento e meno traffico.
    Poi a Firenze mancano le strade commerciali che sono in ogni altra città (se non vogliamo includere via Gioberti, con un marciapiede di 20 centimetri), e il centro commerciale più vicino praticamente è a Prato.

    Certo Firenze è bellissima, ma secondo me è la città ideale per un sessantenne benestante: può affrontare i prezzi alti degli affitti e dei negozi, ha i divertimenti che vuole tipo mostre d'arte, antiquariato e musica classica (anche a capodanno mi sembra che l'unica cosa che si faccia sia musica classica, al contrario di Siena), i ristoranti e i bar chiudono all'ora in cui lui torna a casa, che il centro sia curato male non gli interessa tanto rimane a vivere in collina, è contento quando il comune proibisce qualsiasi attività dopo le 23 così dorme tranquillo, è contrario a un trasporto pubblico decente perchè tanto non ha problemi a pagarsi la benzina e magari ha anche il posto macchina, e non lo disturba affatto che per costruire una linea di tram si perdano 15 anni in chiacchiere.
    Pensateci! Come mai tanti vecchi in giro per Firenze? E' normale, la città ormai è a misura loro! Sono i giovani ad essersene andati.

    Saluti a tutti. Riccardo

    RispondiElimina
  7. la penso come te lorenzo, anche io ho deciso di "lottare" per la città
    per questo ogni giorno racconto anche cosa c'è di bello a Firenze, non solo per i turisti, ma anche per chi la vive ogni giorno.

    RispondiElimina
  8. Parlo per esperienza personale: ho comprato casa a Montelupo quattro anni fa. Posto bellissimo, in campagna, verde intorno, tranquillità ( a parte i vicini, ma questa é un'altra storia), posto macchina , nessuna preoccupazione per il lavaggio strade etc etc. Ho scelto quella zona perché all'epoca non aveva prezzi esorbitanti come Fi, adesso anche lì si son adeguati e quindi mi son detta perché no?
    Non fraintendentemi mi piace da morire la mia casa perché é come l'ho sempre sognata, ma ho già deciso che fra tre e o quattro anni io torno a Fi. Mi manca Fi e sopratutto il luogo dove son cresciuta e dove abitano sempre i miei, zona Soffiano-Monticelli. Casino, casino nero, smog, posti auto zero, ma é la mia zona.
    Aggiungo solo una cosa poi smetto, per uno che é sempre nato, vissuto a Firenze é difficile staccarsene. Lo vedo con mio fratello che abita a sesto, il marito di mia cugina Fiorentino doc che dall'età di diciasette anni é stato trapiantato a Prato. Lo vedo nei loro occhi quando tornano a Fi, le cose che ricordano, i luoghi. hanno una luce diversa, gli occhi brillano.

    RispondiElimina
  9. Io vivo in centro da sempre..sono nata e cresciuta qui e non mi è mai mancato nulla..
    Quando ero piccola andavo alle cascine a giocare.Da più grande facevo i miei girettini in centro il sabato pomeriggio..si stava bene..
    Ora invece ho la sensazione,o meglio la certezza che vogliano buttare fuori noi fiorentini..Il centro non è più adatto alle famiglie ma solo ai turisti: non ci sono servizi(la coop più vicina a me è in P.za Leopoldo,quindi macchina..),non ci sono giardini pubblici (le cascine sono vicine ma fanno da sfondo a degrado e spazzatura),la ztl mi esclude dal mondo (nessuno che voglia venire a prendermi..hanno il mio appoggio),il parcheggio è un miraggio (torni la sera,magari dopo un'uscita con le amiche,si fa un pò tardi a chiaccherare,spesso di venerdì,sei stanca, hai voglia di andare a letto e..devi cercare parcheggio!! Spesso purtroppo preferisco restare in casa il w-end evitando l'oretta di macchina per cercare posto!),etc...
    Insomma appena potrò permettermi una casina tutta mia andrò via dal "mio" centro per cercare posti più vivibili e sereni...con rammarico ma con tanti problemi in meno..

    RispondiElimina
  10. Lorenzo e Nelli vi invidio un bel pò per l'ottimismo e l'entusiasmo. Non so davvero a cosa attaccarmi per dare un'altra chanche ai fiorentini e a chi li governa. Mi verrebbe di allargare il discorso agli italiani, ma lasciamo perdere. Io non credo più nelle persone.

    RispondiElimina
  11. Carissima,
    il discorso sarebbe lunghissimo e le responsabilità (sociali e politiche) tremende. Se gli amministratori fossero un po' più colti (e anche più intelligenti), e se le persone si sforzassero di non utilizzare i supermercati e altri imbarbarimenti, ammassamenti e globalizzamenti, il centro sarebbe esperienza meravigliosa. Occorrerebbe ragionare in termini di psicogeografie, forse salveremmo in questo modo le identità del centro e delle periferie.
    Un caro saluto e complimenti per l'entusiasmo che metti nel parlare di firenze.

    RispondiElimina
  12. semplicemente perchè la gente si è finalmente accorta che Firenze è una città nel 2008 INVIVIBILE!!!
    (il louvre è sicuramente + "aggiornato" di Firenze) la soluzione è chiudere il centro al traffico automobilistico!!!

    RispondiElimina
  13. Abito praticamente nella stesa zona di Simona, a quanto pare.
    Fino a pochi anni fa avrei preferito andarmene, ma adesso ho rivalutato la zona, nonostante tutti i suoi difetti.

    Ho tutto vicino, in centro se non ho particolarmente fretta ci vado sempre a piedi, e in un quarto d'ora ci sono, e nel frattempo ho camminato in zone bellissime.

    Se devo andare in periferia prendo la macchina e ho a poche centinaia di metri il viadotto dell'Indiano, la superstrada, ecc.

    A due passi ho il parco di Villa Strozzi, un po' più lontanoe ma sempre raggiungibili a piedi le Cascine, con l'auto arrivo in due minuti a Villa Vogel.

    Abito in una casa vecchia, ma alcuni anni fa è stata completamente ristutturata, e a parte la forma non proprio razionale ho tutti i confort, compresi dei soffitti interamente in legno con travi.

    Sinceramente, a questo punto non desidero più muovermi!
    Non andrei mai a vivere in un posto dove per tornare in centro a Firenze mi devo fare mezz'ora di auto, trovare un posto per lasciarla, oppure venire in treno come fanno alcuni miei colleghi di Sesto e Calenzano.

    Come difetti, a parte i posti auto (anche se io sono una delle poche fortunate della zona ad avere un garage...) e il traffico a tutte le ore, ci metto il fatto che molti negozietti hanno chiuso, vicino casa ho comunque sempre un forno, un ortolano e un negozio di alimentari.


    Lucy

    RispondiElimina
  14. Volevo dire che abito nella zona in cui ABITAVA Simona.


    Lucy

    RispondiElimina
  15. Ah, e poi volevo dire che conosco diverse persone che da zone periferiche o addirittura fuori Firenze hanno SCELTO di vivere in centro-centro.

    Forse io non avrei il coraggio di una scelta così, anche se l'idea mi piacerebbe moltissimo e a volte mentre cammino per le strade del centro osservo le case e cerco la mia "casa ideale".


    Lucy

    RispondiElimina
  16. Sì anche io Lucy vado al lavoro a piedi in centro (quando sto dai miei) ed é bellissimo. Camminare per San Frediano, passeggiare alle otto del mattino sui lungarni...

    RispondiElimina
  17. Non posso che unirmi al coro di quelli che da Firenze non se ne andrebbero mai..anzi..io da Prato sono scappata a Firenze ormai da 2 anni e vivo qui da sola!
    X me è la mia città..io quando sono qui mi sento a casa, certo forse non abitando in pieno centro risento meno del traffico e tant'altro ma Firenze è sempre Firenze...lavoro a Prato e tutte le mattine e tutte le sere mi faccio i mie 20 km x andare e tornare..ma vuoi mettere tornare a casa la sera!!
    Beh..io non la cambierei con altre città!

    RispondiElimina
  18. quoto riccardo.
    io e supersimo lo diciamo sempre. Firenze è un Paese per Vecchi (per citare i Cohen). Oppure per turisti ricchi.
    E' perfetta!

    scherzi a parte - per rispondere a Komu - non credo che chiudere alle auto risolverebbe tutto, se la cosa non fosse accompagnata da altre iniziative. anzi...
    o meglio puoi chiudere il Duomo e piazza repubblica, ma devi creare un sistema di smistamento che permetta di spostarsi da sud a nord e da est a ovest senza doversi fare tutte le volte 1 ora di traffico.
    e devi lasciarmi transitare in san frediano o san niccolò! ok patrimonio dell'umanità ma certe zone non sono certo solo storiche.

    vuoi puntare sul trasporto pubblico? fallo! migliora il servizio ATAF (lo so, ora hanno a cui pensare).
    vuoi limitare il caos notturno?
    fai autobussini per la notte che siano silenziosi ed ecologici. Non un trenino stile disneyland (simpatico si, ma 60 posti per una città di 300.000 abitanti mi fa un po' sorridere). e magari falli gratis! o comunque con tariffe agevolate con il parcheggio. (non parliamo di questo argomento che Firenze ha parcheggi che costano come un mutuo).

    riguardo ai supermercati, in tanti lo eviterebbero, ma se gli unici alimentari rimasti aperti in centro sono cari assatanati, è necessario uscire dal centro e andare sui viali o peggio, ai Gigli.

    e se la domenica questi negozi sono chiusi io per comprare il pane devo andare alla Coop di Ponte a Greve..

    senza considerare che fare la spesa "pesante", d'inverno e con la pioggia, in bici la vedo dura!

    insomma i discorsi sono tanti, ma è vero, io rimango OTTIMISTA. Lotto con le unghie e con i denti.
    parlando bene di chi va controcorrente e ci prova!

    grazie a simona, lucy, francesca per le loro esperienze e racconti.
    anche io sogno una casa in centro o subito fuori e di spostarmi a piedi, o in bici. e adoro passeggiare per certi quartieri.
    ma la notte non mi sento tranquilla.

    sogno una città che incentivi le bici con corsie decenti, protette, senza buche o auto parcheggiate sopra; con sistemi che impediscano a chiunque di rubarmela e una maggior sicurezza per girare la notte.

    RispondiElimina
  19. @ lily
    ti vengo a prendere io (con lo skuterrrr)

    RispondiElimina
  20. @ tutti
    casa mia sarebbe all'incirca (stando all'agente immobiliare che gestisce un appartamento speculare al mio) raddoppiata di prezzo in 4 anni 4 ....
    cose che (forse) capitano solo a Firenze ...

    RispondiElimina
  21. e comunque, partendo da esperienze di città ben più disastrate a me pare che a Firenze tanto tanto male non si stia
    conosco città ben più piccole e molto più caotiche e inquinate (a naso, chè le rilevazioni ambientali mica le fanno) ....

    RispondiElimina
  22. @nelli
    il sabato sera tu imposti il timer della macchina del pane e la domenica mattina ti svegli con l'aroma fragrante del pane caldo appena pronto evitando di avvelenarti la domenica ai GIGLI
    :-P

    RispondiElimina
  23. eh eh
    in realtà ho trovato un altro rimedio: congelo il pane e il giorno dopo lo metto nel forno.

    cmq so che in zona santo spirito c'è un forno aperto tutte le domeniche..

    RispondiElimina
  24. Purtroppo le amministrazioni che si sono succedute hanno portato a questo disastro: il centro è diventato una chimera ed una casa nel posto peggiore e più sudicio di Firenze costa quanto una villa a Montecarlo.

    Anche per questo ho preferito "emigrare" 15 Km fuori città, nelle verdi campagne del Mugello, dove l'aria è pura, non ci si stressa a parcheggiare ed il costo degli immobili è, seppur caro, quantomeno accessibile.

    Ciao!

    RispondiElimina
  25. Vissuto 30 anni a Firenze. Scappato in Chianti da ormai 12, col cav..o che torno indietro. Per me, i turisti possono anche affogarci con la prossima alluvione.

    RispondiElimina
  26. A proposito di chi parla di città più piccole e ugualmente invivibili, confermo in pieno la situazione parlandovi Siena, dove per di studio e lavoro ho vissuto e frequentato a lungo. Credo che l'assassinio dei centri storici sia comune a certe amministrazioni, che stanno disincentivando (se non addirittura volutamente facendo scappare a gambe levate) i cittadini dai centri. Siena è una vera e propria città museo, dove di giorno incontri il manicomio tra gite, gruppi di giapponesi accatastati, turisti bivaccanti in piazza del campo ma poi...poi più nulla, la gente sta ritirandosi nelle perfiferie che stanno sorgendo anche in una cittadina, perché di questo si tratta, di poco più di 50.000 abitanti. I prezzi ICI in centro sono esorbitanti, non ci sono locali se non qualche bar o pub, i parcheggi impossibili, il permesso per poter entrare come residente è un lusso e lasciare la macchina nei parcheggi ha fatto guadagnare alla società gestrice il nome di Siena Ladreggi, tanto per esser chiari. Io a Madrid ho vissuto in zona Puerta del Sol, pieno centro, un grnade supermercato da una parte, uno sotterraneo dall'altra, trasporti pubblici eccellenti, nessuna difficoltà per girare in macchina o a piedi. E sono 3 milioni di abitanti. Non è una questione di numeri, è una questione di cervello dei politici e amministratori locali, e forse dovremmo iniziare un po' a punirli seriamente, con l'unico strumento che ci rimane che è il voto. Se un amministratore sta al governo della città per vent'anni, diventa autoreferenziale, è come camminare vicino a una discarica di cui alla fine non si sente più l'odore.

    RispondiElimina
  27. UHHHH......questo argomento mi tocca e MOLTO!!!Partendo dal pressupposto che adoro Firenze da morire......mi rendo conto che è diventata una città invibile e la soglia di intolleranza da parte dei fiorentini molto alta! Los isà, è retorico dirlo, ma sicuramente la tramvia, al di là della sua utilità o non, ha messo letteralmente in ginocchio una città, con cantieri iterminabili (ma gli operai a lavoro li avete mai visti??, innumerevoli cambi di viabilità, code assurde e fiorentini sull'orlo di una crisi di nervi, strade chiuse (Ponticino ferovia Piazza Puccini da oltre un mese con riversamente del traffico su Ponte alle Mosse (sotto casa mia) e Porta al Prarto, ovviamnete!!!!
    Mezzi pubblici praticamnete inesistenti o quantomeno pochi, con orari di pick up che sfiorano l'ora di ditanza l'uno dall'altro arrivando alle fermate stracarichi come un carrobestiame, buche....ne vogliamo parlare?....non avete idea delle cause ancora in essere contro il comune di Firenze da parte dei fiorentini......incidenti stradali e danni alla colonna vertebrale!!!!! E' un pò come la soria degli incroci pericolosi, finche non c scappa il morto non metteranno mai un semaforo o rallenatore!!!beh...la lista sarebbe lunghissima, ma le soluzioni non arrivano......anzi latitano e soldi delle nostre tasse sui rifiuti, multe (selvagge),Ici( siamo tra i Comuni più cari d'Italia), Firenze parcheggi, vengono utilizzati per....... "ristrutturare" l'ex zoo nell'area pedonale del Viale dell'Aeronautica che sarebbe dovuto tornare a nuovo zoo e giardinetto.....attulamente inutilizzato e di una trisitezza immensa!!!!!!!
    Comunque.......nonostante tutto, l'amore per questa città mi fà riflettere e guardare avanti con grinta e voglia di fare non solo a parole!!!!!!! L'arte, la cultura, storia, la tradizione,la moda, il cibo, la vita notturna, la vivibilità, Firenze nel mondo, tutte cose ben decantate dal nostro Sindaco e dai i nostri Assessori, beh....mi fanno abbastanza inorridire.......ci stanno portanto via tutto.....fiere (moda e Turismo congressuale),locali....

    Mucci

    RispondiElimina
  28. Per il discorso del pane fresco la domenica: PANE & CIOCCOLATA in piazza Batoni è aperto anche il mercoledì pomeriggio e la domenica tutto il giorno.
    Ha assortimento di tanti tipi di pane e dolci.

    Non so se tutti i negozi di questa catena facciano lo stesso orario, credo di sì.


    E comunque il pane scongelato nel microonde non è male!


    Lucy
    Se interessa informatevi, ho visto he di Pane & cioccolata ormai ce ne sono parecchi, piccoli o grandi.

    RispondiElimina
  29. C'è un forno aperto la domenica mattina in via Reginaldo Giuliani all'altezza della stazione di Rifredi, se è un censimento :-D

    RispondiElimina
  30. grazie a elisa e mucci per i loro commenti molto sentiti (che in gran parte condivido).

    grazie anche a lucy e martin per aver segnalato due forni aperti la domenica (dovrei farci 1 post).

    sono temi caldi questi eh..

    RispondiElimina
  31. il centro città si sta svuotando non solo per i prezzi delle case troppo alti, traffico, smog ecc..la verità è che la società italiana è cambiata, oggi tutti compreso i giovani vogliono vivere in quartieri tranquilli fuori città con garage sottocasa e magari un po di verde intorno Nessuno a parte gente facoltosa figli di papà che possono permettersi attico o intero palazzo desidera vivere in centro, questo non solo a firenze in tutte le città italiane; anche la qualità delle nuove abitazioni è decisamente migliorata vengono costruite belle case rifinite bene
    Quindi non definirei fuga da firenze ma solo voglia di nuovo di moderno sano
    Gigio

    RispondiElimina
  32. il centro città si sta svuotando non solo per i prezzi delle case troppo alti, traffico, smog ecc..la verità è che la società italiana è cambiata, oggi tutti compreso i giovani vogliono vivere in quartieri tranquilli fuori città con garage sottocasa e magari un po di verde intorno Nessuno a parte gente facoltosa figli di papà che possono permettersi attico o intero palazzo desidera vivere in centro, questo non solo a firenze in tutte le città italiane; anche la qualità delle nuove abitazioni è decisamente migliorata vengono costruite belle case rifinite bene
    Quindi non definirei fuga da firenze ma solo voglia di nuovo di moderno sano
    Gigio

    RispondiElimina
  33. A Firenze inflazione mensile in aumento a marzo: crescono i prodotti alimentari, i prodotti energetici e i servizi ricettivi e di ristorazione. Sono questi i dati emersi dall'anticipazione dei risultati del calcolo dell'inflazione a Firenze per il mese di marzo (che dovranno essere poi confermati dall'Istat) secondo gli indici per l'intera collettività nazionale, presentati dall'assessore alla statistica e dall'ufficio comunale di statistica.

    RispondiElimina
  34. io l'ho scritto diverse volte e oggi Repubblica lo scrive in prima pagina.

    L'Italia è un paese per vecchi

    e Firenze in questo, ne è la capitale!

    RispondiElimina
  35. salve ogni tanto vengo a leggere questo bel blog, io sono nato e cresciuto in San Frediano, da famiglia sanfredianina e penso che sia una delle zone più belle e caratteristiche di Firenze anche se negli ultimi 10 anni è peggiorata molto, non si respira più lo spirito di quartiere, non ci sono più ne i negozi ne la gente di San Frediano, da un paio di anni ho cambiato casa , fuori firenze e si sta molto meglio, anche se ogni volta che capito li mi viene un po di magone.
    da un mese mi sono trasferito ad arezzo ,e tanto per fare un paragone dei prezzi vivo in un trilocale con garage a 200metri dal centro e pago 500€,fate voi!!

    RispondiElimina
  36. eh, exsanfredianino che vive ad arezzo (grazie per il tuo commento!): questo è il problema.
    se vai in altre città puoi comprare un bilocale con garage e giardino a 150.000/180.000 euro. in zone buone.
    qui da noi spendi almento 230.000 euro.
    e l'affitto idem: tu paghi un appartamento completo 500 euro. qui da noi una stanza la pago 400 euro.

    pero' il mio stipendio è uguale al tuo.
    alla fine io faccio molta più fatica ad arrivare a fine mese.

    capisco che tanti poi se ne vadano.

    RispondiElimina
  37. scusate non vorrei sembrar volgare ma........... se la popolazione invecchia è perchè non si fanno figli, cioè in altri termini, non si tr........ a dovere!!! o no?

    RispondiElimina
  38. roberto da castelfiorentino8 gennaio 2009 23:18

    a proposito di fuga da Firenze,io sonostato costretto 1978,a la sciare la mia adorata città a causa dell'equo canone.Infatti quella legge che doveva tutelare gli inquilini,causo la scomparsa sul mercato degli affitti in quel periodo di ben 15000 appartamenti, obbligando il comune a creare alloggi nelle pensioni e alberghi convenzionati.A quell'epoca avevo 28 anni e una bambina in arrivo e non riuscivo a trovare niente a meno di non ricorrere alle occupazioni,allora molto in voga.Optai per la fuga in provincia a Castelfiorentino.Ho una grande nostalgia di Firenze anche se sto a meno di un'ora di auto,mi sembra di essere a 1000 km di distanza. e pensare che i miei nonni nacquero in piazza del Duomo.Ciao a tutti i fiorentini Roberto 50. p.s. tra le tante qua ho potuto comprare la casa essendo i prezzi + umani.

    RispondiElimina
  39. ciao roberto
    Firenze è un po' così: la si odia quando ci si vive, e la si rimpiange quando si va via. Mi sembra che anche la Fallani lo dicesse..

    che dirti, penso ci siano fasi della vita in cui acquistano importanza altre cose: la famiglia, una vita tranquilla, una casa accogliente. piuttosto che vivere in una città vetrina ma al momento (e purtroppo anche in passato) poco accessibile.

    non avere rimpianti, pensa a tutto quello che hai e se proprio ti manca Firenze fatti un giro in macchina sui viali, ti verrà improvvisamente un impulso a scappare via! :-)

    un abbraccio
    nelli

    RispondiElimina

Qualsiasi commento è benvenuto :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...