Pubblicità

mercoledì 5 novembre 2008

Biennale enogastronomica fiorentina

Ho intravisto da qualche parte la pubblicità di un evento gastronomico che mi ha incuriosito: biennale enogastronomica fiorentina. Certo, come sempre, mi domando se non si poteva migliorare la comunicazione agendo con un po' di anticipo anzichè ridursi sempre all'ultimo. Ma del resto, siamo a Firenze..
Il direttore artistico è nientemeno che il caro Leonardo Romanelli!
Dal 10 al 24 novembre, a Firenze, 2 settimane completamente dedicate alle eccellenze enogastronomiche della città, per un viaggio alla riscoperta delle tipicità locali. La prima edizione della biennale enogastronomica fiorentina: degustazioni, cene, convegni, corsi e festival. In dettaglio di cosa si tratta?
Si comincia lunedì 10 novembre con l'evento inaugurale dedicato ad un simbolo gastronomico e sportivo, la “fiorentina”.
Martedì 11 novembre la biennale si rivolgerà ai poveri ed ai bisognosi, con un evento dallo sfondo sociale in collaborazione con la Caritas di Firenze: un pranzo speciale con il prezioso aiuto del ristorante “Il santo bevitore” e con il vino di Gli Agricoltori del Chianti Geografico.
Dal 13 al 16 novembre in Largo Annigoni (quella sopra il parcheggio di Piazza Ghiberti?) le prelibatezze tipiche fiorentine, come la trippa ed il lampredotto, e i prodotti caratteristici di altre regioni, come la piadina e gli arancini, oppure cibi etnici come il kebab.
E poi ancora grandi vini con l'Anteprima del Chianti Rufina, sabato 15 novembre nella sede di villa Poggio Reale, aperta al pubblico dalle 15.00 alle 19.00 per far conoscere l'annata 2007 e la Riserva 2006 Chianti Rufina.
Sabato 22 novembre a Villa Malenchini, dimora medicea, assaggi di oli toscani, lezioni, degustazioni guidate e dimostrazioni di grandi chef alle prese con extravergini di qualità.
Domenica 23 novembre una degustazione selezionata del vino di qualità: ad un pubblico di 80 persone sarà offerta una selezione delle migliori riserve del Chianti Rufina, introdotte dai produttori stessi ed alla presenza del giornalista Leonardo Romanelli.
Gran finale lunedì 24 novembre con il talk-show “Firenze a tavola ieri e oggi”, vivace dibattito sul tema dell'evoluzione della cultura gastronomica con personaggi di spicco della ristorazione locale e importanti firme dell'enogastronomia nazionale.
Infine durante le 2 settimane della Biennale enogastronomica fiorentina 80 ristoratori di Firenze con l'iniziativa “Un piatto tipico al ristorante”, proporranno nei loro menù gli antichi sapori e le preparazioni tradizionali che hanno reso famosa nel mondo la cultura culinaria fiorentina.

22 commenti:

  1. confermo che largo annigoni è lo spiazzo sopra il parcheggio ghiberti.
    il festival del cibo da strada non me lo perdo di certo! c'è anche una gara di dolci e avevo pensato di partecipare ma poi m'ha preso la pigrizia... :-(
    topo

    RispondiElimina
  2. sbaglio o te la tiri un po' nelli?

    RispondiElimina
  3. anche io come topo volevo partecipare alla gara di torte..però è programmato per un venerdì pomeriggio..decisamente difficile poter essere liberi!

    RispondiElimina
  4. negli anni scorsi di questi tempi c'era una manifestazione in cui alcuni ristoratori fiorentini offrivano menù fisso a prezzi calmierati, mi sa che la biennale ha preso spunto da questa iniziativa o sbaglio ?

    RispondiElimina
  5. sono stata a cesena allo street food festival organizzato da slow food, troppo carino..speriamo sia qualcosa di simile!
    chia

    RispondiElimina
  6. Ci saremo anche noi della Pinta Medicea con una selezione di birre artigianali toscane alla spina.

    RispondiElimina
  7. scusate qualcuno sa cosa c'è a Fortezza??
    c'è un Buddha gigante che mi guarda ogni volta che passo sul sottopasso!!!!

    RispondiElimina
  8. lo volevo chiedere anch'io!
    topo

    RispondiElimina
  9. Scusatemi, volevo solo dire (per i pochi a cui la cosa interesserà....) che l'orario di apertura al pubblico della degustazione di Chianti Rufina a Villa Poggioreale in Rufina è alle 16:00 e non alle 15:00.
    Grazie per l'attenzione.
    Aleandro

    RispondiElimina
  10. Vedo che molti usano questo blog per farsi un po' di pubblicità "a babbo morto"...

    Comunque, interessantissima iniziativa curata dal mitico Romanelli, non può che essere un successo. :)

    RispondiElimina
  11. eh si
    l'ho visto ieri (il mega-budda) ma non ho trovato tracce in giro sul web
    illuminaci o Nelli

    RispondiElimina
  12. Ciao Mirko,
    se per te è pubblicità a "babbo Morto" il correggere una segnalazione inesatta e evitare a un paio di persone di sbagliare orario.........scusami sinceramente.
    Il blog deve volare alto, mi rendo conto.
    Avviso ai naviganti: Fate conto che non abbia detto niente!!Non precipitatevi a comprare "quel" vino,eh!!!!
    Salutoni.
    Aleandro

    RispondiElimina
  13. ho scoperto che il buddha è una "pubblicità" (a babbo morto? chissà... Aleandro non te la prendere...) di una mostra che rimarrà tutto il mese al Museo Alinari

    http://www.alinari.it/it/news.asp?parid=344

    evidenzio che in occasione della mostra l'ingresso al museo sarà gratuito e non ci saranno giorni di chiusura...
    topo

    RispondiElimina
  14. Grazie topo!
    Anch'io avevo cercato informazioni ma non ero riuscita a trovare niente :-)

    RispondiElimina
  15. arrivo tardi perchè ieri ero a Milano per lavoro allo IAB (Internet advertising Bureau).
    il Buddah l'ho visto anche io e avevo letto che era qualcosa relativo a una mostra italiana. Meno male che c'è topo, agente segreto in incognito (grazie per la ricognizione al mercatino vintage) che ci ha dato maggiori info.

    per la pubblicità a babbo morto, tranquillo aleandro la tua non la considero assolutamente tale.
    ce ne sono ben altre di persone che fanno vero e proprio spam!

    RispondiElimina
  16. @ Aleandro:
    A dire il vero la mia esternazione non era riferita a te, mi spiace che tu abbia frainteso...

    Comunque chiedo scusa se qualcuno si fosse sentito offeso.

    RispondiElimina
  17. @ Mirko.
    Allora scusami tu.Può succedere di fraintendere o essere fraintesi.
    Salutoni
    Aleandro

    RispondiElimina
  18. bellini
    ora avete fatto pace :)

    bravi!!!

    RispondiElimina
  19. Mai voluto fare la guerra. ;)

    RispondiElimina
  20. a questo punto, per chiudere la cosa con un brindisi, dovrebbe venire a "quella cosa" a bere!!(questa si che era occulta....)
    Saluti a tutti :-)

    RispondiElimina
  21. Mi dispiace, ma da oggi sono a Milano per lavoro, quindi non so quanto tempo avrò per partecipare a questa bella manifestazione. :(

    Fai una cosa, bevine uno anche per me. ;)

    RispondiElimina
  22. Io mi sono iscritta al concorso "il dolce della merenda"!Ma...non so se sarò all'altezza!!!Ah ah!Spero di non fare proprio brutta figura!!Ciao!

    RispondiElimina

Qualsiasi commento è benvenuto :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...