Pubblicità

mercoledì 5 novembre 2008

Oibò: che bel locale

aperitivo in centro a FirenzeIeri sera mi sono trovata in Piazza Santa Croce per alcune cose che dovevo fare in centro e fra un turista e l'altro sono passata davanti all'Oibo' il nuovo locale all'angolo con via de' Benci. Uno dei pochi locali nel centro di Firenze capaci di attirare anche i fiorentini (in effetti diversi venerdì sera, passando davanti, ci ho visto mezza Firenze).
Non mi ero mai accorta del buffet dell'aperitivo che sembra piuttosto invitante (io ero di fretta e non l'ho potuto assaggiare) ma ho preso nota: lo fanno dalle 18.30 alle 21.30 tutti i giorni. Da provare. Anche magari una sera prima di andare a teatro al Verdi visto che è lì dietro!
Pero' ho fatto un paio di foto. Tartine, cous cous, carne, focacce, e altre cosine niente male.
E ho fatto una foto anche alla bibita alla frutta analcolica che hanno in esclusiva in questo locale: FI.GA. Non è una battuta, ma un evidente gioco di parole allusivo, per una bibita a base di fiori di guaranà. L'ho assaggiato e devo ammettere che è pure buona! Mi hanno detto che viene usata anche per fare cocktail.
Oltre all'aperitivo fanno anche il pranzo. Gli auguro di diventare un punto di riferimento anche per chi abita Firenze e magari lavora in centro e non soltanto per i turisti. Comunque l'arredamento è bello, molto curato. I cocktail non ho avuto modo di assaggiarli, ma conto di tornarci.

Oibo'
via de Benci 53r
tel. 055 2638611
www.oibo.net
Il sito è troppo in flash ma almeno è completo, esaustivo, con belle foto. Ah, ovviamente non è stato ottimizzato per Google...

28 commenti:

  1. Quando i miei gruppi hanno tempo libero per il pranzo io mi fermo a mangiare sempre lì. Personale cortese, attento e anche il cibo é ottimo. bella la location molto moderna, essenziale ma incastonata in un palazzo antico.
    Da provare davvero per l'aperitivo...

    RispondiElimina
  2. Il Fi.Ga ce l'hanno anche al pub in piazza a Fiesole

    RispondiElimina
  3. Il Fi.Ga veramente io l'ho trovata anche in altri locali, pure all'old stove e in un altro pub (di cui mi sfugge il nome)
    L'Oibò ci sono stato una sera mesi fa, ma devo dire che non mi colpì favorevolmente, la cameriera era un po' troppo acida (ma ci può stare una serata no) e la muscia era talmente alta che non riuscivamo a parlarci.
    Cmq mi sa che ci tornerò, giusto per vedere se era la serata sbagliata

    RispondiElimina
  4. L'Oibò è già uno dei miei punti di riferimento...infatti ci vado spesso e volentieri!
    Come locale è veramente cool, l'aperitivo è ottimo e ben curato, i camerieri troooooppo carini ; ))
    Per questo Sabato avevo addirittura in mente di prenotare qualche tavolo per un ritrovo tra ex compagne di liceo...ma mi hanno detto che è già tutto pienoooo..
    Sigh Sigh

    Un Saluto a tutti e un Bacio grande a Nelli che è tantissimo che non la vedo/sento

    RispondiElimina
  5. Si infatti concordo con anonimo e con orpheo, il fi.ga io l'ho bevuto quest'estate al Priscilla a Torre del Lago (e fra l'altro 5 euro mal spesi a mio avviso)

    RispondiElimina
  6. ma che hanno in mente i "creativi" quando scelgono il nome di 'ste bevande??? qualche anno fa assaggiai (alla presentazione) il "69", sorta di red bull. mi parve che puntassero tutto sul nome (era pessima, come secondo me anche il toro rosso) ed infatti non l'ho più sentita nominare...
    ma mettetegli un nome normale!
    topo

    RispondiElimina
  7. Il posto è molto carino e l'aperitivo diverso e stuzzicante..
    D'estate era impensabile andare ai tavoli al piano di sopra per il troppo caldo ma adesso con l'inverno...
    Concordo con Orpheo che la musica è troppo alta ma comunque un posto diverso e valido dove aperitivare.

    Lily

    RispondiElimina
  8. Il locale effettivamente è piacevole, io ho preso qua un aperitivo quest'estate, 12 eurini, veramene troppi! il buffet non è questa gran cosa se ci fate caso per bene, e parimenti non lo trovo così esclusivo da giustificare un tale prezzo.(meglio il porfirio no?)
    Forse adesso hanno abassato i prezi...
    A pranzo non ho avuto modo di andarci.

    RispondiElimina
  9. Potremmo produrre il To.Pa., Torrone al Papavero, o la G.Noc.Ca., Gelatina alle Noci e Cacao, come la vedete? :-P

    RispondiElimina
  10. grazie Martin per avermi regalato una sana risata.
    la Gnocca mi piace come idea!

    come costo ho chiesto: in piedi l'aperitivo costa 7 euro, al tavolo 8.

    davvero ti hanno chiesto 12 euro??

    un grosso saluto a BB che non vedo/sento da taaanto tempo!

    RispondiElimina
  11. @Martin: i tuoi nomi sono strepitosi!!!! :-)
    topo

    RispondiElimina
  12. Grazie, troppo buoni! :D

    Ne avevo altri, ma si diventava troppo volgari, ahahah!

    RispondiElimina
  13. ma stiamo veramente discutendo del fatto che un buffet per l'aperitivo può esser buono ?
    con quel che fanno pagare ?
    quando invito gente chez moi e organizzo il buffet non ci sto mica dentro con 5/7 euri a cranio, se voglio offrir roba buona . . . .7e io non c'ho i camerieri da pagare
    :-)

    RispondiElimina
  14. grande martin
    per me un carico di gnocca
    :-)

    RispondiElimina
  15. Il Fi.ga in realtà è Fi.gà (c'è un baffo rosa sopra la a che funge da accento) ed è la contrazione delle parole fiori di Guaranà. Non l'ho assaggiato ma ho l'visto spesso in giro.

    RispondiElimina
  16. @ Sabino

    No, non stavo discutendo se un buffet può essere buono, ma piuttosto sulla correttezza del prezzo, 12 euro sono tanti, a prescindere.
    Io, ad esempio, co il mio aperitivo di bondiana memoria, mangio giusto due olive, poi(evidenzio) vado a cena.
    Mi fermo qua, non volevo aprire una polemica sul servizio dato per l'aperitivo in genere a firenze.
    (se poi Nelli...)
    Anche io quando invito a casa ho un badget più alto, ma nella ristorazione funziona in modo un po' diverso, un buffet da aperitvo per 100 persone massimo ne può costare 30 di euros.

    RispondiElimina
  17. Basta con questi locali di Firenze tutti uguali identici l'uno all'altro, vi prego, basta. E con prezzi ridicoli dovuti a "aperitivi" che non sono tali: l'aperitivo è un bicchiere di vino o un cocktail accompagnato da qualche stuzzichino a prezzi ridotti. Basta, niente di più. 12 euro? 8 euro? Ma stiamo scherzando? E cosa c'entrano le vassoiate di primi e secondi fino alle 21:30? Io l'aperitivo lo faccio in una mezzoretta, massimo un'ora, poi vado a cena. Quindi non posso e non voglio spendere nè 8 nè tantomeno 12 euro per un bicchiere di vino o per un mojito. Il problema qual è? Che a Firenze non c'è praticamente scelta. Chi vuole fare come me è costretto ad andare sempre nei soliti due o tre posti che non si sono uniformati a tutti gli altri. L'Oibò, che in ordine di tempo credo che sia l'ultimo locale ad aver aperto in zona S.Croce, non è stato in grado di offrire nienete di nuovo: è la fotocopia del Moyo, che è la fotocopia del Negroni, che è la fotocopia dello Zoe.... e così via. L'ennesimo inutile locale di una lista di luoghi identici l'uno all'altro. Questa, purtroppo, è Firenze. Scusate questo personalissimo sfogo ma sentivo il bisogno di esprimere la mia opinione in un blog interessante come questo.

    RispondiElimina
  18. Anonimo curioso6 novembre 2008 12:11

    @ anonimo che si sfoga:
    scusa e quali sono i 2 locali in cui vai che non si sono uniformati???

    RispondiElimina
  19. Veramente il fi.Ga lo vendono anche al Fullup e in altri locali... e l'Oibò ha aperto da un annetto... comunque vabbè..........................

    RispondiElimina
  20. Beh, in effetti non sembra proprio che questo Oibò abbia portato una ventata di novità ed entusiasmo a Firenze...

    Sul fatto poi che a Firenze i locali sono tutti uguali, non ci piove: stesso cliché, stessa scenografia, stessa colonna sonora, insomma, che due palle.

    Domani parto per Milano e ci lavorerò/vivrò per 5-6 mesi, poi vi faccio sapere...

    RispondiElimina
  21. anonimo che si è sfogato7 novembre 2008 09:13

    @ anonimo curioso:
    Per esempio nei due locali di piazza giorgini (il vecchio Strizzi e il relativamente nuovo Farmacia dei Sani) si riesce a fare un aperitivo senza spendere troppo, senza troppa calca, senza musica troppo alta, bevendo piuttosto bene dato che i baristi sono molto bravi (in particolare i due ragazzi dello Strizzi sono professionisti di vecchia data). Faccio un altro paio di nomi, senza dilungarmi oltre: Antico caffè del Moro (o Cafè des Artistes) in via del moro, Caffè degli Artigiani in piazza della passera. Un saluto

    RispondiElimina
  22. Quoto Anonimo che si è sfogato ;-)

    RispondiElimina
  23. ehhh qui tira aria di discussione :)

    allora in generale:
    che piaccia o no, che faccia male o no, sono molte le persone che fanno l'aperitivo al posto della cena.
    quindi non le 2 noccioline e via dopo si va a cena, ma proprio il sostituto della cena.

    io non devo dar giudizi in senso medico (c'è già sabino per questo) ma se devo partire con una campagna salutista comincio a rompere le palle ai fumatori no? o ad altre categorie.

    quindi tornando a una cosa che è oggettiva, lasciando da parte i motivi (economici, sociali, psicologici) che spingono tante persone a cenare con un cocktail e questi surrogati della cena (e io per prima ammetto di farlo più volte, ma ripeto i motivi possono essere banalmente pratici o sociali), veniamo alla questione prezzo, locale, qualità.

    i coctkail del caffè degli artisti in via del moro sono i migliori di Firenze ma non mi risulta si possa mangiare qualcosa come aperitivo.

    la farmacia dei sani è carino, costa poco ma la qualità del cibo è decisamente bassa.

    lo strizzi costa poco e ha cocktail buoni (ottimi barman) ma l'età media dei clienti è sui 20 anni. e il genere è un po' alternativo. se hai 35 anni e vesti vagamente elegante ti senti fuori luogo.

    l'oibo' sarà uguale a negroni e zoe ma proprio per questo ben venga un (nuovo) locale a Firenze. Altrimenti andiamo sempre nei soliti 2. che a me non piacciono neppure tanto. Inoltre aggiungi che sei di fronte a santa croce che è una delle piazze piu belle al mondo.. bah forse per noi è scontato ma per chi si fa 10.000 km per arrivarci..
    inoltre aprire locali cosi in centro, frequentati dai fiorentini, permette di tenere vivo il centro e non lasciarlo morire. Prima dell'apertura del Kome l'arco Peruzzi era un pisciatoio a cielo aperto. ora è un posto dove puoi passare senza problemi.
    certo ci vuole regolamenti per rumore, casino, traffico ma non è questa la discussione (se la cercate c'è sul blog).

    per il cibo e i cocktail dell'Oibo' non posso esprimermi perchè non ho avuto modo di assaggiare. se ci andro' ve lo faro' sapere.
    ah visto che ci siamo, in zona ha aperto pure il Lochness (o meglio ha cambiato look e gestione).
    si sta delineando una strada della nightlife fiorentina?

    RispondiElimina
  24. anonimo che si è sfogato7 novembre 2008 15:01

    Nelli, abbi pazienza ma mi pare proprio che tu abbia frainteso il mio commento.

    Io ho solo espresso una personalissima opinione sul "modello di aperitivo" che prevale nettamente a Firenze, concetto che a me non piace. Ovvio che è soltanto il mio parere, dunque condivisibile oppure no, ma siamo qui per questo no? Il senso del blog non è il confronto e scambio tra idee di persone diverse?

    Dopodiché, ciò che ho aggiunto non era una critica allo stile di vita dei fiorentini, né alle loro (nostre) abitudini alimentari, né alla loro dieta, eccetera. Giudizi in senso medico? Ci mancherebbe. Campagna salutista? Non fa per me, se alle persone va di fumare che fumino liberamente; e poi io per primo ho uno stile di vita poco salutare, tantomeno salutista.
    Io ho semplicemente detto che a Firenze il problema è rappresentato dalla scarsa possibilità di scelta. Niente altro. Se poi la gente vuole cenare con un aperitivo non mi riguarda, non mi fa male e non mi interessa, ognuno per fortuna fa ciò che vuole.

    Rileggendomi, forse posso riconoscere di aver usato un tono leggermente aggressivo, se ha dato noia a qualcuno chiedo scusa (anche se avevo già fatto le mie scuse alla fine del commento stesso). Ma di critiche socio-psico-economiche non ne vedo nemmeno l’ombra.

    Tornando ai locali segnalati:

    Caffè degli Artisti: sono offerte solo patatine, noccioline e simili.

    Farmacia dei Sani: premesso che mi sono limitato ad assaggiare solo qualche crostino, non sono d'accordo sulla qualità del cibo, mi sembravano niente male.

    Strizzi: concordo sul genere "alternativo", ma io (che non mi sento né "alternativo" né "super fashion" e ho 29 anni) me ne frego alla grande e se mi va ci vado in camicia, senza sentirmi strano o diverso e senza essere guardato male. E come me fanno tante altre persone. Età media: direi sui 25.

    Oibò: è chiaro che chi fa 10.000 km per venire qui e si ritrova a bere una birra di fronte a S. Croce si commuove (almeno spero….), quindi ben vengano Oibò = Negroni = Zoe = Moyo = Capocaccia/Noir = Porfirio = Lochness Nuova Versione (incredibile, uguale agli altri anche quello) = ..........

    Bisognerebbe però che ne venissero anche altri, di altri tipi. Tutto qui.

    Ciao.

    RispondiElimina
  25. per anonimo che si è sfogato: scusami tu, forse sono stata io un po' aggressiva e non lo meritavi!

    su una cosa concordo pero' con te: la varietà è un segno di qualità. ben vengano alternative valide.
    locali diversi, con proposte anche originali.
    ricordo la libreria cima che ti permetteva di bere un bicchiere di vino mentre sfogliavi un libro.
    oppure vorrei posti "alla starbucks" ovvero senza quei troiai di beveroni (che pero' io amo) ma che ti permettono di rilassarti su un divano per ore e fare 2 chiacchere con gli amici rilassandoti senza lo stess della consumazione.
    e tante altre..

    grazie per aver riscritto!
    ma vuoi restare anonimo o mi dai un nick?

    RispondiElimina
  26. Per Nelli:
    Oddio che ricordi, la libreria Cima!! Quanto ci sono stato male quando è scomparsa (e pure quando è scomparsa la Marzocco, ma quella è un'altra storia)

    RispondiElimina
  27. Ciao, io ho provato il buffet dell'aperitivo e l'ho trovato di bassa qualità.Ci tenvo a precisare che la bibita fi.GA non è in esclisiva solo in questo locale ma anche alla discoteca Full Up.

    RispondiElimina
  28. grazie del commento.
    il buffet non l'ho provato :(

    RispondiElimina

Qualsiasi commento è benvenuto :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...