Pubblicità

venerdì 28 novembre 2008

Une passante in concerto all'OIO

Questa sera se ve la sentite di sfidare il freddo, presso O!O restaurant-bar, in Piazza Piattellina vicino piazza del Carmine, di fronte all'Hemingway, alle ore 22, con ingresso libero: Une Passante presenterà il suo EP Enjoy The Road. Un disco che descrive un vero e proprio "emotional cowntdown" in cui la poesia si fa musica concentrandosi in atmosfere sognanti, ironiche a tratti malinconiche.
Non la conosco, se volete farvi un'idea di che musica sia, ecco il suo Myspace. Mi incuriosiva, magari se qualcuno di voi ci va mi dica com'è. Carino che facciano questa presentazione in un ristorante.

Quando il Giappone incontra la Toscana: sushi e trippa

Mentre la discussione sull'apertura di H&M prosegue, ecco un'altra recensione dal recensore non anonimo, Sabino on the move. Interessante esperimento culinario che unisce la cucina giapponese (sushi) e quella fiorentina (trippa)...
Ieri sera sono stato a cena, per una 'one night' molto particolare, presso L’Osteria Il Magazzino. Con la supervisione dello Chéf Luca Cai due cuochi giapponesi, Aki da Kyoto e Surimu da Tokyo, hanno mescolato forme sushi con gusti molto locali: un esperimento che ritengo ben riuscito. Abbiamo iniziato la serata con una saporita, al tempo stesso delicata, zuppa di miso, cavolo nero e cento pelli. A seguire un pittoresco cono di alghe con riso e trippa e carote in tempura: una rivisitazione del cartoccio di frittura secondo la tecnica orientale: è piaciuto molto a tutti i presenti! A seguire una rivisitazione del classico (molto amato soprattutto dai non puristi del sushi) California Roll: un rotolino di riso con trippa, avocado e fiori di papavero; Norimaki: Rotolino di lingua e salsa Pearà (mi spiegavano che si tratta di una salsa ottenuta dal midollo) con semi di sesamo; Rotolino di lampredotto fritto in tempura e semi di sesamo. Grande successo, i commensali hanno apprezzato molto, io mi son divertito, ho trovato piacevole la commistione di giapponese e toscano; di sicuro i puristi storceranno il naso ma i sapori erano giusti ed a me è piaciuto. Per concludere un'abbondante e saporita dose di Tempura di verdura, trippa e gamberi - di cui non è avanzato nulla. Panna cotta al thè verde Giapponese “Matcha” per terminare la degustazione 'fusion': un dolce appropriato per terminare in bellezza una serata divertente e con un azzeccato rapporto qualità/prezzo (inclusa la ricca selezione di vini - 4 bianchi e tre rossi, tra cui spiccava un'ottima riserva di Nobile di Montepulciano - proposta dalla simpatica Claudia: 25 euro a persona). OSTERIA IL MAGAZZINO piazza della passera 2/3 Firenze tel. 055215969

Grazie Sabino, molto apprezzata! ma la rifaranno? o è solo per una notte?
Se sei interessato ai ristoranti giapponesi leggi anche
la recensione del nuovo ristorante jap e thai Niwa
la discussione sui migliori ristoranti giapponesi a Firenze

Lo spettacolo dei Monty e il Social pub

Ieri sera sono andata a vedere lo spettacolo dei Monty Python. Devo fare i complimenti ai ragazzi che hanno saputo riportare in scena alcuni sketch che per natura non si prestano molto..
Mi è molto piaciuto "colloquio di lavoro" con una Caterina psicotica e uno Stefano quasi fantozziano (bravissimi tutti e due) e mi sono sbellicata dalle risate quando Alessio (Pollastri) è sceso dalla scala con il boa di struzzo cantando Mana' Mana' con 2 deliziose ballerine (grandi Serena e Claudia). Dopo lo spettacolino (e un aperitivo casalingo semplice ma gustoso a base di schiacciata con la mortadella, pizza, pasta) la proiezione del film Brian di Nazareth. Lo ricordavo poco, mi è piaciuto, ma concordo con chi dice che la traduzione italiana lo abbia penalizzato.

Invece voglio parlare del posto, che non conoscevo. Il social pub "La via di Mezzo" (un omaggio a Terzani) è in realtà uno spazio a disposizione di tutti, uno spazio per organizzare feste, incontri culturali. Nella prima parte il bar, i tavoli e lo spazio per lo spettacolo, poi un corridoio porta al salottino che vedete nelle foto. Mi ricordava un po' il Tangram. E' "autogestito" da alcuni ragazzi che volontariamente fanno la spesa e aiutano a gestirlo. Credo che l'origine sia religiosa, tipo oratorio (anche se non sono sicura) ma non ce n'è traccia. Il pub è arredato invece in modo molto carino: con divani, libri, giochi in scatola, calcino, freccette, connessione wi-fi. Età media: sui 20 anni.
Orari (chiuso il mercoledì)
pomeriggio: lun-ven 15.30 - 19.30
sera: gio-dom 21.00 - 2.00
info@laviadimezzo.it
www.laviadimezzo.it

giovedì 27 novembre 2008

Domenica ecologica a Firenze

Domenica 30 novembre in concomitanza della Maratona (25esima edizione di Florence Marathon) che ha fatto registrare il numero record di 9000 iscritti da tutto il mondo, ci sarà anche la domenica ecologica. Dalla mattina fino alle 18 non si potrà nè entrare nè uscire dalla città. Ho sentito che in piazza Ghiberti daranno le bici gratis per una biciclettata collettiva (ma non penso siano tante). Gli autobus avranno 42 mezzi in più, ma solo all'interno del centro per evitare che i bus rimangano bloccati agli accessi della ztl per via delle auto in coda (come successo in passato).
Domeniche ecologiche previste anche a Scandicci e Sesto Fiorentino.
Mentre a Signa arriva un mercatino di Natale austriaco.

Premio MaDonna Fiorentina

Oggi pomeriggio, all'interno della Festa della Toscana, verrà assegnato il premio Ma-Donna Fiorentina, mangiare donna per premiare l'eccellenza femminile nell'enogastronomia a livello internazionale. Questo premio viene dato dall'associazione cuochi fiorentini, il sodalizio delle Lady Chef di Firenze e la commissione permanente di Ma-donna Fiorentina.
Il premio 2008 verrà attribuito a Francisca Frias, originaria di Santo Domingo, proprietaria del ristorante etnico Paladar, specializzata anche in servizi di catering tailandese e africano. Il premio verrà consegnato giovedì 27 novembre nel Salone del Gonfalone c/o il Consiglio Regionale della Toscana in via Cavour, 2. Durante la giornata prevista una degustazione di prodotti tipici e un aperitivo alle Giubbe Rosse.
Le premiate della prima edizione sono state Patrizia Forlin, giornalista televisiva di Roma, Giuliana Le Noel, parigina, animatrice insieme al marito della casa editrice L'Ippocampo, che dedica una collana alle cucine etniche, Cecile Maslakian e Isabelle Rozembaum, parigine, rispettivamente giornalista e fotografa, autrici del volume 'Venti donne. Cento ricette dal mondo', e poi ancora Susanna Pollastri imprenditrice agricola di Bucine (Ar), Antonella Scatigna, cuoca e ristoratrice di Locorotondo (Ba) e Barbara Zattoni, nota ristoratrice fiorentina. Tutte hanno apposto la loro firma, con dedica, in un albo d'onore ed hanno ricevuto una coroncina ed una spilla, simboli del premio.

Inaugurazione negozio H&M a Firenze

Venerdì 28 novembre a Firenze c'è un'inaugurazione attesa da tempo dagli shopping addicted: l'apertura del primo negozio di H&M a Firenze.
Il mega store su 4 piani di H&M (che per chi non lo sapesse è un brand di origine svedese e sta per Hennes & Mauritz) è in pieno centro, accanto alla Loggia del Porcellino e Ponte Vecchio. Nello specifico: il Palazzo della Borsa Merci (dove prima c'era PromoFirenze), in via Por Santa Maria, di fronte alla Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio.
Come riportato dai vari giornali la gara pubblica per l'assegnazione in locazione del palazzo prevede un canone annuo di 2.400.001,70 €.

Immagino già le folle di donne che lo prenderanno d'assalto...

Serata Monty Python

monty pythonQuesta sera a Pontassieve ci sarà una serata dedicata ai Monty Python, il famoso gruppo "comico" inglese. Famosi per i loro sketch e film surreali, hanno creato un vero e proprio filone della comicità. a metà fra la satira e il paradosso.
La serata di stasera funzionerà così:
19.30 aperitivo cena
21.00 spettacolo teatrale con alcuni sketch sui Monty Python
22.00 proiezione del film Brian di Nazareth
Sarà il primo step di un piccolo ciclo di 4 incontri (uno al mese). La serata si svolgerà all'interno del Social Pub "La via di mezzo" a Pontassieve, località San Francesco (ma in pratica è Pontassieve. La serata è gratuita (ovviamente l'aperitivo no). Io penso di andarci mi sembra una serata carina..

www.laviadimezzo.it tel. 3332349120 info@laviadimezzo.it

mercoledì 26 novembre 2008

Pista di pattinaggio su ghiaccio a Firenze

pista di pattinaggio a firenzeAL PARTERRE DAL 29 NOVEMBRE ALL'11 GENNAIO TORNA LA PISTA DI PATTINAGGIO SUL GHIACCIO
Con l'avvicinarsi delle festività natalizie Firenze riscopre la magia della pista di pattinaggio sul ghiaccio. Dal 29 novembre all'11 gennaio torna al Parterre di piazza della Libertà, l'appuntamento ormai classico per la città, che dal 1995 a oggi ha visto la struttura prima in Santa Croce e poi nella sede attuale, con un' affluenza altissima di pattinatori. La temperatura viene mantenuta a meno 10 gradi da due grandi generatori di corrente.
La pista al Parterre ha le dimensioni di 20x30 metri ed è capace di ospitare 200 pattinatori per volta e viene refrigerata da un grande generatore in grado di mantenere la temperatura costante a -10°.
La pista di pattinaggio sul ghiaccio sarà fruibile noleggiando i pattini al costo di 6 euro (invariato dal 2000) a fascia oraria. Gli orari saranno i seguenti: 9/10 10,30/11 12/13; nel pomeriggio 14,30/15,30 16/17 17,30/18,30 18,30/19,30; sera 21/22 22,30/23,30; (venerdì, sabato e domenica 24/1).
Come sempre per gli studenti delle scuole elementari, medie inferiori e superiori sarà possibile accedere all'impianto dalle ore 8,30.
Il giorno di Natale sarà dedicato ai più piccoli che saranno accolti da Babbo Natale, mentre per l'Epifania arriverà la Befana. Come tutti gli anni nella notte di San Silvestro, la pista di pattinaggio sul ghiaccio, sarà punto naturale di ritrovo di molti fiorentini per brindare all'anno nuovo. Per informazioni contattare il tel. 055/0517447

martedì 25 novembre 2008

Florence Queer Festival e serata per sole donne

festival film a tematica gayFra pochi giorni parte la sesta edizione del Florence Queer Festival, ovvero il festival internazionale di cinema e arte a tematica gay, lesbica e transgender. Un ricco programma di film, raramente visionabili in altri contesti, che verranno proiettati all'Odeon a un prezzo speciale (qui trovate il programma), più una mostra di fotografie, alcuni incontri in libreria e altri eventi in città. Il festival inizia il 28 novembre e dura fino al 4 dicembre. Chiuderà l'evento uno spettacolo teatrale a Rifredi: UNDER MY SKIN di Massimo Bavastro e la premiazione del Concorso Videoqueer promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Firenze, l’unico concorso a tematica gay.

discoteca serata per lesbichePer l'occasione ci saranno alcuni eventi nei locali di Firenze. Tra i vari segnalo che venerdì 28 novembre nel privé della discoteca Central Park ci sarà “Golden Gaya”, una serata per sole donne sponsorizzata dall’importante portale lesbico www.gayaweb.it in collaborazione con Lipstick e Porque no? La serata inizierà alle 22.00 ed è l’unica serata lesbica attualmente presente tutta la Toscana. Vedi anche su MySpace Interessante i prezzi, più “accessibili” rispetto alla media:
Ingresso in lista (entro le 24): 5,00 € Ingresso intero: 6 €
Offerta speciale sui cocktail: 6,00 € anziché 7,00 €.

Osteria i Riffaioli contro Conte Diladdarno

osteria i riffaioli firenzeIeri sera ero stata invitata da Sabino a questa cena ma non ho potuto accettare, peccato perchè a giudicare lui mi sarebbe piaciuta!
Sono stato alla partita di ritorno della auto-proclamata sfida culinaria dell'anno, presso l'osteria i Riffaioli - lo chef di casa, detto Mangiafoco, contro lo chef ospite di' Conte Diladdarno - una serata a menù fisso, vini (interessanti) a volontà.
Il menù comprendeva un'abbondante scelta di crostini (salsiccia, parecchio agliata; cipolla; carciofi) per iniziare; a seguire due zuppe (funghi porcini e ceci; patate) di buon livello e due piatti di pasta (tagliatelle al piccione - molto bbone - e pasta e zucca - non amo la zucca, in generale, ma questa era buona).
A seguire, già abbastanza provati, un involtino di carne macinata (praticamente una polpetta) ben rivestita di verza con contorno di verza stufata ed un'ottimo brasato alla fiorentina con un delicato, saporito e molto burroso purè di patate.
Due dolci due per chiudere la serata: un tiramisù all'arancia (buono, molto interessante il contrasto dell'arancia con il mascarpone) ed un ottimo cheese cake, in abbinamento un moscato d'asti.
Serata divertente con Mangiafoco che si dilettava ad intornar stornelli fiorentini, mangiare molto abbondante, vini vari - di buon livello - a volontà (io mi sono afffezionato ad un ottimo Nobile di Montepulciano del 2000).
Altre serate a tema, in combutta con i' conte diladdarno si prevedono in futuro.
L'osteria i Riffaioli è aperta solo a pranzo, dal lunedì al sabato.
Grazie a Sabino (http://unamelalgiorno.wordpress.com/) per la recensione accompagnata da foto.
Osteria i Riffaioli
via del Ponte alle Riffe, 4/R
Firenze (zona Le Cure)
www.osteriairiffaioli.it

lunedì 24 novembre 2008

Ristorante giapponese e tailandese Niwa

Dopo le due ottime recensioni di Annika e Chiarina ho deciso di provare anche io il ristorante jap e thai NIWA.
Con alcuni amici e un recente amico giapponese (troppo simpatico) abbiamo prenotato uno di quei tavoli dove si mettono le gambe dentro il tavolo (in Giappone in realtà si entra scalzi.. ma siamo in Italia eh).
Grazie alla presenza e ai consigli di Takaaki abbiamo potuto osare ed assaggiare anche altre specialità giapponesi oltre al sushi e al sashimi. Da sola non avrei mai assaggiato una specie di alga di cui non ricordo il nome, niente male. O tanto meno il katsudon, una specie di cotoletta di maiale servita dentro un contenitore pieno di riso, molto popolare in Giappone. Nè avrei saputo il corretto ordine di una cena (si usa mangiare un piatto di sashimi come antipasto!) o le buone maniere nel versare la birra o il sake (mai versarsi da soli da bere!!).

Ovviamente abbiamo anche preso una barca di sushi e sashimi e un piatto di sashimi molto ben presentato (lo vedete nella foto, ha persino il cancello!).
Sono rimasta incredibilmente sorpresa dalla qualità del pesce: sia il salmone che il tonno erano freschissimi, molto delicati.



Degni di nota anche i dolci. Sia quello al cioccolato che la fantasia sushi (in realtà sono dei semifreddi ma gli hanno detto questo nome perchè la forma ricorda tanti pezzetti di sushi). Io ho preso un ottimo gelato al te' verde. Non male anche il tiramisu al te verde.
Come prezzo? mangiando abbastanza si spende sui 30 euro. E' chiaro che non si esce con la sensazione dell'abbuffata.. ma come ambiente, qualità e varietà del menù è un ottimo ristorante giapponese.
Non ho provato nessun piatto della parte tailandese. Rimediero'...

venerdì 21 novembre 2008

Mercatino di Natale al Saschall

mercatino di natale a firenzeIn attesa del mercato di Heildelberg in Santa Croce, questo weekend è possibile andare a vedere il mercatino di Natale della Croce Rossa Italiana, al Saschall. Oggi pomeriggio al teatro Saschall (Lungarno Aldo Moro) ha inaugurato il consueto mercato di Natale della Croce Rossa Italiana, organizzato dalle Volontarie del Comitato Femminile. L'evento contina nei giorni sabato 22 e domenica 23 dalle ore 10.30 alle ore 19.00. Ottimo per fare un regalo natalizio 'diverso' il cui ricavato sarà utilizzato per assistere le persone bisognose del territorio fiorentino.

A seguire: Florence Noel, mercato di natale a pagamento: dal 29 Novembre al 2 Dicembre '08 presso la Stazione Leopolda Firenze, esposizioni natalizie e idee regalo per il Natale. Attrazione principale: LA CASA DI BABBO NATALE. Ingresso 7 euro.

Altro evento del weekend: prosegue alla Fortezza da Basso TUTTO SPOSI per chi vuole organizzare il proprio matrimonio ed è in cerca di idee per il vestito, per il catering, per la villa, ecc. Forse interesserà quella persona che chiedeva come fare la proposta di matrimonio...

Spazi per i bambini e per gli artisti

Sabato 22 novembre dalle 15 alle 17 inaugura un nuovo spazio per i bambini presso i locali del Circolo “Spazio 86” in via Villamagna 150 a Firenze. Negli spazi messi a disposizione dal circolo “Spazio 86” i bambini avranno l’occasione per ritrovarsi, imparare giochi nuovi e divertirsi in compagnia, già con il primo appuntamento di sabato 22, che sarà riproposto periodicamente per dare sempre nuove possibilità di socializzazione. Per info (solo la mattina) tel. 055/6583566.

Sabato 22 novembre 2008, ore 19.00 "ORO" performance di Gabriele Mori, musicista, pittore, performer attivo a Firenze. Dove? in un nuovo spazio artistico (almeno per me) che ha inaugurato a maggio. Si chiama Artsenal63, via Santa Reparata 19 r. Ho curiosato sul blog leggendo che...
L’idea di aprire uno spazio all’interno del quale gli artisti potessero lavorare con libertà è nata quando avevo un piccolo laboratorio in via del Porcellana, a Firenze. Molti amici mi chiedevano una porzione di spazio, anche piccola, per fare i loro lavori senza dover spostare il tavolo della loro cucina o tirar sù il materasso alla parete. Tutto questo accadeva dieci anni fa.
(...) all’inizio di questo anno (2008) ho trovato un locale bellissimo, vicino all’Accademia di Belle Arti, una ex tipografia, con una superficie di quasi 400 mq, con un’ottima illuminazione naturale. Durante la ristrutturazione, ho pensato che la porzione iniziale che dall’ingresso porta ai laboratori, potesse essere utilizzata come spazio espositivo, aperto a chiunque.
Complimenti per l'iniziativa. Ce ne fossero di più a Firenze.

Pass teatri: 6 spettacoli a 48 euro

Torna l'abbonamento trasversale ideato dall'associazione Firenze dei Teatri, 6 spettacoli a soli 48 euro da scegliere in 17 teatri dell'area fiorentina e per la prima volta anche al Teatro Manzoni di Pistoia.Il ricco cartellone è stato presentato in Palazzo Vecchio e comprende spettacoli di teatro, danza, lirica, prosa e repertorio, musica classica e non.
Fra le 45 proposte di PASS TEATRI 2009: Iaia Forte al Cantiere Florida con "Molly B. - Tutti i miei sì" (ven 4/sab 5 aprile), al Cestello la Turandot nella versione di Oreste Pelagatti (da sabato 25 a domenica 3 aprile; sab 2 9/dom 3 10 maggio). Dal Fringe Festival di Edimburgo, (dom 19 aprile) al Teatro Everest "The Pluck Show", vincitore del Tap Water Award. Sospeso tra palco e pentagramma anche "Dove andremo a finire?", scritto e diretto da Enrico Vaime, al Teatro Le Laudi (sab 24/dom 25 gennaio). Ispirata alla favola africana de L'Asino d'oro di Apuleio lo spettacolo "Amore e psiche", al Teatro della Pergola (mar 14_dom 19 aprile) con Peppe Barra e Andrè De La Roche. Al Puccini (sab 21/dom 22 febbraio), "Aldo Moro - una tragedia italiana", di Corrado Augias e Vladimiro Polchi. Carlo Monni protagonista del "Falstaff" di Angelo Savelli, in prima nazionale, (sab 21 marzo) al Teatro di Rifredi. Altre prime, al Teatro Studio di Scandicci, per "Uno, nessuno, centomila", nell'adattamento di Giancarlo Cauteruccio e al Teatro della Limonaia di Sesto, "Nemici di sangue" di Arkas con Dimitri Milopulos e Michele Panella. Ed ancora, "Le Baccanti" di Euripide al Teatro Comunale di Antella (gio 5_dom 8 febbraio), per la regia di Riccardo Massai; l'ultima tranche della trilogia "La Gabbia" di Stefano Massini al Teatro Manzoni/Teatro delle Donne di Calenzano (gio 26_sab 28 febbraio) con Barbara Valmorin e Luisa Cattaneo; Giorgio Tirabassi in "Coatto unico... senza intervallo" (ven 6/sab 7 marzo) al Teatro Dante di Campi Bisenzio, "La variante di Lüneburg" con Milva e Walter Mramor (ven 30 gennaio) al Teatro Manzoni di Pistoia. Per la musica, il ritorno del pianista Uri Caine, a fianco dell'Orchestra Giovanile Toscana (gio 26 marzo) al Teatro Verdi - ORT, le cover d'autore di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti (ven 20 febbraio) al Teatro Corsini di Barberino di Mugello. Per questa quinta edizione, PASSTEATRI per la 5a edizione arricchisce l'offerta: Il Teatro le Laudi e il Teatro Manzoni di Pistoia vanno ad aggiungersi al Teatro cantiere Florida, il Teatro di Cestello, Teatro Everest, Teatro della Pergola, Teatro Puccini, Teatro di Rifredi, Teatro Verdi, Teatro Comunale di Antella, Teatro comunale Corsini di Barberino Mugello, Teatro Manzoni di Calenzano, Teatro Dante di campi, Teatro comunale Niccolini di San Casciano, Tetaro Studio di Scandicci e Teatro della Limonaia di Sesto. Con l'adesione del Teatro del maggio Musicale Fiorentino. Per info: 055.2779362) .

Vestizione di Kimono

indossare il kimono a FirenzeDomenica pomeriggio per chi lo desidera è possibile provare a indossare un kimono. Il che non vuol dire soltanto infilarselo e via, ma anche capire come ci muove, come ci si comporta e come scegliere quello più appropriato per ogni occasione.
Mi ha scritto Yoko per segnalarmi la possibilità per 5 ragazze di partecipare a questo evento.
Domenica 23 novembre 2008 fra le 14 e le 17 ci sarà la vestizione. E' necessario prenotarsi per telefono (320-8009423) o per posta elettronica. Per questa attività è richiesto un contributo comprendente l'iscrizione a IROHA fino al 31 marzo 2009 e la realizzazione di foto che ti saranno inviate per posta elettronica.

Seminario sul kimono
I segreti della moda tradizionale giapponese e la raffinatezza che la anima: alle 17 alle 18 la storia e la lavorazione del kimono, come scegliere il kimono adatto a seconda dell'occasione e della stagione; dalle 18 alle 18,30 come ci si comporta quando si indossa il kimono con la collaborazione delle cinque partecipanti in kimono!
L’angolo del kimono
Dalle 18,30: un'occasione per vedere kimono di vari tipi ed epoche e per acquistare accessori per kimono e yukata (kimono estivi in cotone).
IROHA, Associazione nazionale per lo scambio culturale fra Italia e Giappone Piazza Santo Spirito 13 50125 Firenze Tel./Fax: 055-213134
http://www.iroha.it
info@iroha.it

vedi la sezione dedicata al Giappone

giovedì 20 novembre 2008

Love Party

Mi ha scritto Sonia. In genere non amo promuovere serate in discoteche e simili, ma per questa faro' un'eccezione visto che sono in tanti a lamentarsi che non è facile conoscere persone.
(io consiglierei loro di aprire un blog.. funziona fin troppo).

party per singleLa festa si chiama "LOVE PARTY". Verrà fatta al privè del Costes, che ha un ingresso a parte rispetto alla discoteca. Il costes si trova in via Lucchese, 84 Sesto Fiorentino (all'Osmannoro proprio prima della rotonda grande).
Il giorno è sabato 22 novembre. Alle 21,00 aperitivo e speed date. Per iscriversi allo speed date c'è tempo fino a venerdi, costa 11 euro compreso l'aperitivo e la scheda di partecipazione al gioco. L'iscrizione è obbligatoria perchè il numero di uomini e donne deve essere pari.. per iscriversi tel o mandare una mail ad Arianna: realary@libero.it oppure 334 2510688, indicando Nome cognome e numero di telefono o indirizzo email (servirà per scambiarlo in caso positivo del gioco). L'ingresso all'aperitivo da diritto di restare tutta la sera senza pagare altro. L'invito per lo speed date e anche per il dopo aperitivo è rivolto ad un pubblico un po più grande rispetto al target che va a ballare il sabato sera.
Alle 23 inizia la festa vera e propria, lo speed date è finito, l'ingresso è 13 euro uomo e 11 euro donna con consumazione, ci saranno sorprese e gadget in regalo, e in palio per un ragazzo e una ragazza estratti a sorte durante la serata, una cena al ristorante Premiere per 2 a lume di candela. La GMG Mercedes metterà a disposizione per andare alla cena una mercedes per i vincitori da riconsegnare il giorno successivo.
Inoltre durante la serata ci sarà un noto parrucchiere di Firenze, con il suo staff, all'interno del locale a fare le acconciature per chi desidera cambiare il look.

3 giorni in viale Europa: eventi per i bambini

La manifestazione si chiama "artigiani in gioco" e si svolge in viale Europa e piazza Bartali.

Da venerdì a domenica eventi per bambini, musica e ovviamente degustazioni. Più in dettaglio: sbandieratori, laboratori di ceramica e di educazione ambientale, clown, basket, il ponte tibetano, lo slalom fra birilli e bandierine con l'associazione Fiorentina Roller Club, una carrozza da 10 posti trainata da due cavalli ed un risciò e la sera il concerto di musica swing.
Ogni giorno per i bambini dalle 15,00 alle 18,00 'Laboratorio di educazione ambientale: RICICL...abilità'. Giochi di fantasia ed oggettistica elaborati con materiali di riciclaggio.
Sabato e domenica dalle 9,00 alle 20,00 la seconda edizione della manifestazione 'Prim'Olio'. Nel viale Europa le aziende agricole dei comuni di Bagno a Ripoli, Rignano sull'Arno esporranno i propri prodotti.

Non è scritto da nessuna parte ma mi immagino chiudano il viale al traffico...

Da quei grulli

Dopo i pazzi arrivano i grulli.. e mai titolo è stato più appropriato visti i recenti commenti.

(ultimamente mi arriva tanto di quel veleno sul blog!! temo sia normale quando crescono i numeri, ma che fatica.. non hanno niente di meglio da fare che venire a lasciare commenti anonimi sul mio blog? potrebbero che so.. baloccarsi su Facebook! oppure fare del volontariato! vabbè).

Ecco un'altra recensione di Duccio (quello della pizzeria da Foffo e del messicano).
Volevo recensire la trattoria "Da que'grulli" a Capalle, ci ero gia' stato circa 3 anni fa. Ieri con 3 amici non sapendo dove andare abbiam pensato di tornarci. E' un locale molto carino dove oltre al cibo e al buon vino si puo' gustare un divertentissimo spettacolo, praticamente il gestore Luca durante la cena intrattiene i presenti con un bello spettacolo, canta, coinvolge i presenti con imitazioni e cover...ehm.. rivisitate di famose canzoni. Tutto cio' in un'atmosfera molto piacevole, goliardica e divertente. Il cibo e' ottimo, i prezzi sono contenuti soprattutto se contiamo di assistere anche ad un bello spettacolo. La cucina e' tipica toscana e le porzioni sono abbondanti e il cibo e' ottimo. Inoltre e' possibile per gruppi anche fare dei menu' fissi di vario tipo. Sul sito http://www.daquegrulli.it/home.html c'e' il menu e le indicazioni sul ristorante. Ovviamente e' un locale dove si va per passare una bella serata, divertente... se si cerca un posto solo per parlare con tranquillita' si va in altri posti.. Da que' grulli ci si deve andare con uno spirito goliardico, per il piacere di divertirsi e di farsi coinvolgere dalla serata. I camerieri sono veloci, alla mano e ti servono con grande cortesia e gentilezza, e Luca che e' il vero mattatore della serata e' un vero istrione, canta, balla, fa le imitazioni ed e' molto bravo nel coinvolgere le persone dai tavoli... E' aperto dal giovedi alla domenica. So che fanno anche serate a tema ed eventi particolari, la domenica sera fanno il karaoke, io sono uscito davvero contento della serata, del cibo e dello spettacolo!! 20 euri (comprensivi anche di mancia mai piu' meritata) spesi benissimo per antipasto, primo, dolce...a testa due litri di vino, acqua... in 4... Ottima serata, ottimo cibo, ottimo spettacolo, ottimo rapporto qualita'/prezzo...Lo consiglio a tutti!!!

Come fare proposta di matrimonio anello

Questa sera, mentre curiosavo nelle statistiche del blog, fra un "firenze migliore torta semolino e cioccolata" e un "mercato di natale firenze p.zza santa croce", passando da "tortelli di giorgione sagginale" mi sono imbattuta in questa query (=ricerca):
Come fare proposta di matrimonio anello
Che bello che esistano ancora queste persone...
Che sia lo stesso che tempo fa ci chiedeva dove fare la dichiarazione? (a proposito chissà poi com'è andata a finire..)

beh io non ne ho mai ricevute di proposte di matrimonio, e credo che ognuno debba sentirsi libero di farla secondo proprio gusto. Certo che un uomo che nel 2008 si prende la briga di trovare il posto giusto, e poi si inginocchia con l'anello in mano, ecc. ecc. ha tutto il mio rispetto! e penso che a molte ragazze farebbe piacere. Mi sembra così romantico...
Sentiamo la wedding planner che ne pensa..

ah.. qualcuno sa dirmi chi è "cristina piromalli"?

mercoledì 19 novembre 2008

Festa della Toscana

La Regione Toscana nel 2000 ha istituito la Festa della Toscana con una legge regionale per ricordare l'abolizione della pena di morte avvenuta il 30 novembre del 1786. La Toscana è stata il primo Stato al mondo in cui si abolì la pena di morte, grazie al Granduca di Toscana Pietro Leopoldo di Lorena. La Festa della Toscana vuole ribadire l'impegno per la promozione dei diritti umani, della pace e della giustizia.
Ogni anno c'è un tema. Quest'anno sarà il lavoro.
Nel ricco programma in realtà c'è davvero di tutto...(dal concerto della Bandabardo' alla Via Francigena, dai convegni sul precariato al Restauro del “david” di Donatello)
Gli eventi inizieranno sin da questa domenica (23 novembre) con l’inaugurazione ufficiale a Prato: la tradizionale parata dei gruppi di rievocazione storica, con 1500 figuranti da tutta la regione.
Lunedì 24 saranno a Firenze anche due ministri: Maurizio Sacconi interverrà al convegno “Il lavoratore protagonista dell’impresa che cambia” (ore 10.30 Auditorium del Consiglio regionale), mentre nel pomeriggio, sempre in Auditorium, si parlerà di “Conoscere l’handicap: una ricchezza per tutti”, con Mara Carfagna. La sera presso il Consiglio regionale Auditorium di Firenze ore 21,00 proiezione del film Tutta la vita davanti di Paolo Virzì (che consiglio vivamente)
Giovedì 27 l’Aula magna del Rettorato ospiterà il convegno “Fuga dei cervelli, analisi e proposte”,
La seduta solenne del Consiglio regionale si svolgerà come sempre il giorno 30 novembre (Istituto di scienze militari aeronautiche “G. Douhet”, Firenze), in ricordo dell’abolizione della pena di morte da parte del Granduca.
Sabato alla Fortezza c'è anche una mega festa gratuita con stand e ospiti vari.

Nel 2000 la prima edizione della Festa della Toscana fu contro la pena di morte "Dal diritto alla vita ai diritti di cittadinanza"
L'edizione del 2001 per "La libertà delle idee"
L'edizione del 2002 per i diritti delle donne "Io sono il pianeta"
L'edizione del 2003 per una società senza esclusi "Tutti diversi"
L'edizione del 2004 dedicata a la pace e la guerra "Nel nome dei bambini"
L'edizione del 2005 dedicata a "Europa Europae"
L'edizione del 2006 dedicata a "Volontariato, percorsi di libertà"
L'edizione del 2007 dedicata a "Giovani talenti, magnifiche eccellenze"

martedì 18 novembre 2008

Flussi di colore a Firenze

Mi è arrivata una mail di un piccolo evento culturale.
Giovedì prossimo, 20 novembre, agli Amici dei Musei Fiorentini, alle 17.30 in Sala IV Novembre, via degli Alfani 39, verrà proiettato il video "Flussi di Colore", la visione del mondo da parte di un'artista fiorentina (Daniela Corsini). Questo video è stato presentato in prima assoluta all'Università Tiradentes di Aracaju (Brasile) ed al Museo Antropologico della stessa città, dove si tenne anche un'apprezzata personale dell'artista. Sarà anche l'occasione per prendere visione dell'interessante programma di incontri e visite degli Amici dei Musei (www.amicideimusei.it)
Il video è suddiviso in 3 capitoli (Il Mondo, Firenze, Tesori dell'Arte). Attraverso zoomate, carrellate, particolari, se ne scopre a poco a poco una dimensione diversa.
Nell'apertura del video la scritta:
"Luce, colore, sogno... Una foto come punto di partenza per reinventare il mondo intorno. Luoghi e palazzi esplorano nuove geometrie, colori arditi annullano il grigiore. Questo video apre lo sguardo su una dimensione impalpabile ma presente".
Ho chiesto all'autrice perchè un video su Firenze. Ecco la sua risposta:
Ho scelto Firenze perche'... la amo, e' la mia citta', non manca mai di sorprendermi, come un vero innamorato dovrebbe fare...

Aperitivo.. dal parrucchiere!

Ieri sera dopo un pomeriggio intero alla BTO (Borsa del turismo online) a sentir parlare di user generated contents, web 2.0, social media marketing, revenue management e altri concetti legati al web e al turismo, avevo il cervello fuso. La calca dei partecipanti, superiore alle aspettative, il caldo e il dover comunque stare attenti, hanno fatto sì che sono uscita di lì con un discreto mal di testa.
Alle 18 avevo fissato da Jo per sistemare un po' i miei capelli, che avevano preso l'aspetto di un covo di rovi...
Non mi sarei aspettata fra un caffè e un massaggino alla poltrona shiatsu, di incontrare una timida lettrice del blog, studentessa fuori sede, molto carina che mi è venuta a salutare con molto garbo (e che spero smetterà di lurkare e lascerà un commento). Accanto a me invece sedeva una ballerina dell'Otel, una ragazza francese bionda, molto bella, ma davvero magra (quando sono sul palco sembrano "normali" ma a 2 metri da me sembrava anoressica!).
Ma la vera gradita sorpresa.. a una certa ora dal locale spagnolo Salamanca, che è a 5 metri dal parrucchiere, hanno portato un vassoio con Sangria, tacos e salsine. Beh.. vista l'ora ammetto che ho apprezzato.
Ho chiesto a Jo e mi ha detto che il lunedì visto l'orario tardo, ha preso l'abitudine di fare un piccolo aperitivo per le clienti. Sempre avanti...

Hairforce
Via ghibellina 74r
aperti dal lunedi al sabato (il lunedì apertura serale).
Parrucchiere per uomo e per donna.

lunedì 17 novembre 2008

Il mercato delle opportunità: arriva il pesce scontato

La notizia è di sabato ma la do oggi.
Dopo la frutta e la verdura arriva la svendita anche per il pesce. Il "mercato delle opportunità" di Novoli, che sta riscuotendo un certo successo (tanto da raddoppiare gli orari di apertura), ha deciso di allargare i prezzi convenienti anche al pesce.
La vendita a prezzo scontato di frutta e verdura riguarda prodotti di seconda categoria ma di qualità controllata e certificata che per la logica di mercato attuale, basata più sull'immagine che sulla sostanza, considera di minor valore soltanto perché più piccola, oppure una forma non regolare, di colore non omogeneo e via dicendo. Frutta e verdura di qualità, ma semplicemente più "bruttina". La vendita avviene solo per colli (ovvero cassette o sacchetti) e si svolge all'interno del mercato di Novoli con ingresso da via dell'Olmatello.
Da ora ci sarà anche il pesce azzurro: quindi alici, sarde, sgombri, palamite. Ma anche orate, dentici e branzini di allevamento, e ancora seppie e calamari, cozze e vongole.
Anche in questo caso è prevista una quantità minima di merce acquistata pari a 2 chilogrammi.
Ovviamente la tipologia e il prezzo del pesce in vendita dipenderà da quanto offre il mercato all'ingresso, ma sarà sicuramente più conveniente rispetto ai costi dei negozi.
Il pesce sarà venduto non pulito e squamato.
Identico l'orario di apertura: martedì e venerdì dalle 14 alle 18 con ingresso da via dell'Olmatello e parcheggio gratuito.
grazie a Labjus per la foto (vero nome: Giuseppe La Barbera).

Capodanno a Firenze: cosa fare per l'ultimo dell'anno

Attenzione questo post è del 2008, se cercate informazioni sull'ultimo dell'anno 2010, andate su questo link: capodanno a Firenze 2011>>

Cerchero' di aggiornare il blog con i cenoni, le feste, gli eventi nelle piazze (chissà se quest'anno si tornerà a un capodanno in piazza? ne dubito! e se ci sarà il banchino del baccalà fritto in piazza Ghiberti?), le iniziative culturali (come passare la notte del 31 a teatro e brindare tutti insieme a mezzanotte).
Intanto ecco alcune possibilità "tradizionali":
ristorante con cenone per capodanno1) la festa del Bosia. Quest'anno anzichè all'Uffizi Gallery è a Palazzo Gaddi che dalle foto mi pare davvero un bel posto (qui ne vedete una) Non male. Si parte con un super cenone a tante portate e dopo si balla. Costo 130 euro per chi arriva alle 20.30 e 60 € per chi viene dopocena alle 23 per brindare al 2009 e ballare (fino alle 4). Nel secondo caso si ha diritto a una bevuta oltre all'ingresso.
Per info: stefanobosia@stefanobosia.it
2) il cenone al Rifrullo. Un ristorante con un ambiente tranquillo, caldo, (e non solo per il camino!) per una cena con amici o parenti. Credo ci sia musica di sottofondo, forse qualcuno dal vivo, ma comunque niente di troppo rumoroso. Non si balla ma l'atmosfera è piacevole. E dopo si può curiosare nei vari locali della nightlife fiorentina. L'anno scorso fu un successone. Costo 75 €. Per info: info@ilrifrullo.com
3) una cena romantica, in un ristorante elegante, di livello. Magari per una coppia che vuole festeggiare un capodanno romantico a Firenze e per una volta desidera concedersi un piccolo lusso. Alle Murate, una cena con piatti ricercati, ma sempre con ricette della tradizione regionale, in un ambiente raffinato, nel centro di Firenze, fra gli "sguardi" di Dante (nel ristorante sono stati rinvenuti gli affreschi del '300 con il vero volto di Dante). per info 055-240618.
Per chi cerca qualcosa di meno impegnativo, postero' presto le feste di capodanno e le altre proposte.

Io cosa farò?
Può darsi che me ne torni in Trentino. Quest'anno ho sentito che ci sarà il Capodanno Imperiale in un castello asburgico (pare ci venisse anche la Principessa Sissi). Costa un botto ma a mezzanotte suonano anche il valzer!! Ma credo resterà un sogno. In fin dei conti è ancora presto.
Magari il 31 dicembre ho di nuovo la febbre e sto a casa!

sabato 15 novembre 2008

Sabato al Festival Giapponese

Non potevo non fare un salto anche quest'anno al Festival Giapponese e grazie a una bella giornata, ventosa ma soleggiata, e in una deliziosa location, trovo che quest'anno sia stata un'edizione molto riuscita.
Certo c'è sempre un margine di miglioramento (il tavolo del mangiare è stato preso d'assalto e non riuscivano a star dietro alle richieste) ma complessivamente l'ho trovato ben organizzato.
Fuori dalla Limonaia una tenda bianca con: un minuscolo mercatino di oggettini giapponesi (i più bellini andati a ruba subito!), un chiosco dell'agenzia Baiana specializzata in viaggi in Giappone (il volo per Tokyo per l'anno scorso l'ho preso da loro), uno stand di fumetti, dvd e gadgets di anime (Nana, Death Note) e uno spazio per i giochi con l'acqua (avete presente quando nei cartoni animati si vede qualcuno che prova a pescare oggetti o pesciolini con un retino di carta?) che ho provato a fare miseramente.

Dentro la limonaia:
- lo stand per degustare e acquistare il te' verde (ottimo il te' tostato Houjicha). Il ragazzo che fa la spiegazione è molto gentile e simpatico e ti fa veramente percepire l'accoglienza nel gesto del versarti il te'. Fatelo, è gratuito e permette di capire diverse cose sul te'.
- lo stand con il cibo. Ottimo il bento con gli yakitori (spiedini di pollo) e altre specialità giapponesi (con una polpettina favolosa i cui ingredienti ignoro). Non mi entusiasmava invece il te' in bottiglia. Non male il dolcetto di Doraemon con gli azuki (fagioli rossi). Non ho provato il sushi.
- lo stand con alcuni abiti maschili (?).
e poi origami, scrittura, calligrafia, e altre cose.
Belle le foto di Maraini (anche se poche) con interessanti didascalie e poi c'era il palco. Io ho assistito a uno spettacolo di una cantante molto brava che si esibiva di fronte a un pubblico incredibilmente interessato e silenzioso.
Sono rimasta poco perchè oggi avevo diverse cose da fare ma ho visto una folla avvicinarsi...
Mentre venivo via ho fatto un piacevole incontro: Takaaki Matsumoto, il ragazzo che mi aveva segnalato il concerto per sega di Hajime Sakita. La scena è stata buffa: vedo uno che distribuisce volantini, gli dico "ah si me lo hanno segnalato sul blog" e lui con un tono incredulo "ah tu sei ioamofirenze???" era tutto contento, e io più di lui. Una persona molto simpatica, che parla bene l'ialiano. Mi ha detto che il concerto di ieri sera al Teatro del sale è stato un successone. Spero che anche stasera vada bene a Santo Stefano in Pane.

Un ultimo saluto a Erii della Lailac che non sono riuscita a salutare. Complimenti per lo sforzo.

Se potete fateci un salto domani. Ci sarà forse confusione, ma se non avete altri programmi..

Seconda recensione di Niwa: ristorante giapponese e tailandese

Dopo la recensione di Chiarina, ecco la recensione di Annika (grazie!!!). A questo punto ci devo proprio andare anche io per dire la mia. Una curiosità: ho scoperto che il nome significa "giardino" e infatti nel logo dovrebbe esserci un giardino (zen?).

barca di sushi e sashimiL'ambiente è bello, semplice e lineare, con pavimento e rivestimento in travertino che lo rende intimo e accogliente, ha una sala più grande con tavoli di tipo tradizionale e una più piccola, quella che descriveva Chiara, con i tavoli che sembrano quelli tradizionali giapponesi, ma che in realtà hanno un vano per le gambe, e sono divisi da separè; anche noi abbiamo scelto questa saletta. Il menù è doppio: giapponese e thai, noi abbiamo provato entrambi, con grosso sacrificio! ;-) Dal menù giapponese abbiamo scelto una "barca", un vassoio (a forma di barca, come quello che usano da Aji Tei) con sushi, sashimi e maki. La qualità del pesce era molto buona, la presentazione non entusiasmante, il riso ben fatto con chicchi piccoli e lucidi; poi una tempura di gamberoni e verdure: ottima per aspetto, consistenza e sapore; antipasto tailandeseda quello thai un branzino al vapore con lime e peperoncino, molto molto buono e un antipasto misto che comprendeva due versioni di pollo, una salsa, una polpettina e un involtino, piatto un po' deludente. Il servizio molto gentile e veloce, non particolarmente attento: la tempura che avevamo ordinato era solo di pesce e hanno portato un'insalata al posto dell'antipasto poi immediatamente sostituita senza batter ciglio. I prezzi sono a mio avviso adeguati: barca per una persona € 20,00, tempura € 13,00, antipasto misto thai € 8,00, branzino € 15,00. Coperto € 2,00 a testa. Ci sono anche molti piatti giapponesi meno costosi del sushi, come vari tipi di ramen. Per chi ha bambini: il posto è tranquillo e trasmette calma, i camerieri sono bimbo friendly anche se non hanno matite colorate e simili; conviene portarle da casa! :-)
ciao, un bacione, Annika

Niwa
Via Ponte alle Mosse, 16/r
tel. 055 355736
www.ristoranteniwa.it
Il sito non è in funzione...

venerdì 14 novembre 2008

NIWA: nuovo ristorante thai e giapponese

Mi avete segnalato questo ristorante e neanche l'ho visto che già mi arriva la prima recensione. Siete dei fulmini. Annika è stata battuta sul tempo, ma aspetto anche da lei la recensione!
L'ho postata nel festival giapponese, sotto il concerto per sega (non fate battute) ma si merita un ripasso qui. Quindi lascio spazio a Chiarina

Ieri sera, con la Vale e la Mary, abbiamo deciso di provare questo nuovo ristorante giappo/thai. Si chiama NIWA ed è in via ponte alle mosse 16/r, praticamente a porta al Prato. Il locale ha un ambiente molto carino e curato, minimal style con delle luci molto calde e toni sul beige che rendono l'atmosfera molto rilassante ed accogliente. Non avevamo prenotato, ma quando siamo arrivate il locale era praticamente vuoto!! Inizialmente ci ha lasciato un pò perplesse, poi siamo entrate ed in realtà nella saletta sulla destra c'erano già tre tavoli occupati. Abbiamo quindi optato per sederci in questa sala, anche perché c'erano quei tavoli carini in cui si sta seduti dentro...non so come si chiamano!!
Io ho scelto il menu' giappo, che, oltre al classico sushi e sashimi, aveva anche una scelta di zuppe, riso e piatti alla piastra; le mie amiche invece, hanno scelto il thai. La nostra cena era composta da: zuppa di gamberi e funghi, insalata piccante di soya e gamberetti, Uramaki di tempura, Nigirizushi di salmone e tonno (in totale 12 pz) – salsa di soya Yamasa - pollo al curry e altro pollo speziato con una salsa di piselli e cocco. Due birre thai ed una Sapporo. Il mio sushi era molto buono, il pesce sembrava molto fresco e il sapore era squisito. Anche i piatti thai erano decisamente positivi. Presentazione dei piatti ben curata. Spesa totale 66€ in tre. Francamente, a noi è piaciuto tanto! Non mi è sembrato eccessivamente caro nel rapproto qualità/servizio/prezzo. Attendo i commenti dagli altri blogger! Un saluto, chiarina

Spunti per il weekend

Oltre al Festival Giapponese segnalo altri eventi a Firenze nel weekend:
- apertura nuovo negozio vintage in centro. I ragazzi dell'Officina Vintage inaugurano il secondo punto vendita in via del Giglio (dietro l'Hotel Baglioni) e se lo fanno col loro stile ci sarà da divertirsi, da brindare e da fare baldoria. Dalle 17 alle 21 un buffet di benvenuto.
- buffet toscano da Serafini: per l'occasione apertura prolungata per questo delizioso bar di via Gioberti. Sabato, dalle 18 fin oltre le 21, un super buffet toscano con affettati, ribollita, e tante altre cose. Se la qualità è la solita che li contraddistingue consiglio seriamente di non perderselo.
Sempre per chi è in cerca di dritte gastronomiche ricordo che in Piazza Ghiberti, nella parte sopra il parcheggio (la colata di cemento nota come Largo Annigoni) dal 13 al 16 nell’ambito della Biennale Enogastronomica c'è un evento dedicato al cibo di strada.
Non solo prelibatezze tipiche fiorentine, ma anche pecialità provenienti da altre regioni e dall’estero: dal lampredotto alla trippa passando per gli arancini della tradizione siciliana, le focacce genovesi, lo stinco di maiale altoatesino e tanto altro ancora. Non mancheranno i dolci: necci, brigidini e cannoli siciliani. Spazio inoltre alla birra artigianale italiana.

E nel resto della Toscana?
Ad Arezzo c'è Agrietour: il salone dedicato agli agriturismo.
A San Miniato (tra Pisa e Firenze) c'è il primo weekend dedicato alla XXXVIII Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di San Miniato.
L'altra importante Mostra mercato del Tartufo bianco è nelle crete senesi a S. Giovanni d'Asso.
A Certaldo (FI), in Piazza Boccaccio e Via 2 giugno: la Festa della cioccolata.
A Montespertoli (FI), al Parco Urbano del Castello di Sonnino 18esima edizione di Paneolio e decima Mostra del Tartufo Bianco.
Alla Rufina domenica 16 novembre a partire dalle ore 9 nel centro storico la Festa del patrono S. Martino. Diversi eventi: giochi in piazza, trofei sportivi, concerti delle bande, degustazione di castagnaccio bruciate e vino novello. Informazioni: tel.: 055 8396529

giovedì 13 novembre 2008

Festival Giapponese a Villa Strozzi

tori di miyajimaCome già detto questo weekend ci sarà il festival giapponese. Non sarà un evento fashion per seguire le mode filo nipponiche del momento, ma un vero tuffo nella cultura del Sol Levante. La Lailac è un'associazione di persone in parte giapponesi che cerca di promuovere la scrittura, l'arte, la cultura e tutto ciò che è Giappone. Antiche cerimonie, musiche, danze, arti marziali.
Il "Festival Giapponese" quest'anno torna alla Limonaia di Villa Strozzi (in via Pisana, 77) dal 14 al 16 novembre dalle 11,00 alle 20,00.
Quest'anno sarà allestita anche una tendostruttura esterna per ampliare lo spazio e accogliere tutti i visitatori. Numerosi i protagonisti: il Maestro Nanjou Chouse (crea le straordinarie maschere per il teatro noh), il Maestro Shouronin (realizza gli ideogrammi esprimendo le proprie sensazioni), il Maestro della Scuola di Te Enshuryu, Kochuan Soucho (illustrerà i segreti di questa antica arte un tempo riservata ai grandi uomini che hanno governato il Giappone), il "Gruppo Harmony" di suonatori di koto, la cedra giapponese (si esibiranno in un concerto di suoni armoniosi che uniscono tradizione e attualità), il Maestro Takeji Tomita della Scuola di aikido Aikishinmyou (mostrerà la sua arte che unisce il corpo ad un perfetto uso delle proprie energie), la Maestra Asahi (dopo anni di giardino zen a kyotostudi ed esperienze ha creato una danza di energia nata come ginnastica per riportare equilibrio e rafforzare le proprie capacità di auto guarigione), il cabarettista Sanyute Ryuraku (conosciuto in Giappone per la sua arte rakugo, proverà per la prima volta a trasmettere questa antica arte comica giapponese ad un pubblico italiano), l'artista Yasumichi Nakagawa (esprime la tecnica di tintura dei tessuti), l'azienda Bishubo (si occupa di moda e design maschile). Ci saranno stand per provare personalmente alcune arti come l'origami, la calligrafia, la pittura yuzen, spazi giochi tradizionali per i più piccoli, manga, anime e videogiochi giapponesi. Sarà anche allestita la mostra fotografica "Matsuri" del celebre autore/viaggiatore fiorentino Fosco Maraini.

Leggi il post del Festival giapponese 2007 e quello del festival giapponese 2006 (alla limonaia).

Questo il programma completo del "Festival Giapponese".
Venerdì 14 novembre.
12,30 Vestizione del Kimono;
14,30 Asahi Mai: danza ed energia;
15,30 Cerimonia del Te: l'arte dell'accoglienza;
16,30 Rakugo: arte comica tradizionale;
17,10 Shodo: dimostrazioni di calligrafia;
17,50 Nihon Buyo: danza tradizionale;
18,30 Aikido: dimostrazioni del maestro giapponese.
Sabato 15 novembre.
11,00 Vestizione del Kimono;
12,00 Asahi Mai: danza ed energia;
12,45 Cerimonia del Te: l'arte dell'accoglienza;
14,00 Koto: concerto di cedra giapponese;
14,30 Koto e canto;
15,00 Shodo: dimostrazioni di calligrafia;
15,30 Rakugo: arte comica tradizionale;
16,00 Nihon Buyo: danza tradizionale;
16,30 Coro&Kakyoku: canzoni giapponesi;
17,30 Judo, dimostrazioni;
18,00 Aikido, dimostrazioni;
18,30 Aikido: dimostrazioni del maestro giapponese.
Domenica 16 novembre.
11,00 Vestizione del Kimono;
12,00 Asahi Mai: danza ed energia;
13,00 Cerimonia del Te: l'arte dell'accoglienza;
14,30 Koto: concerto di cedra giapponese;
15,00 Koto e canto;
15,30 Shodo: dimostrazioni di calligrafia;
16,00 Nihon Buyo: danza tradizionale;
16,30 Coro&Kakyoku: canzoni giapponesi;
17,30 Kendo, dimostrazioni;
18,00 Spada giapponese;
18,30 Aikido: dimostrazioni del maestro giapponese.

Non c'è scritto ma gli anni passati c'era anche un piccolo mercatino per comprare kimono, carta per origami, teiere e tazze, oggettini vari.

Daje Night con Zoro

DAJE NIGHT, UNA SERATA CONTRO LA SINDROME DA PD MOSCIO
Anche se non si è impegnati politicamente, anche se non si è di sinistra, i video di Zoro, alias Diego Bianchi, sono molto divertenti.
Nato come videoblogger su vari argomenti (spassosissimi i suoi video sul Grande Fratello) ha raggiunto il successo con quelli politici “Tolleranza Zoro” di satira sul Pd, il punto di vista di un elettore semplice. Tanto da essere chiamato dalla Dandini alla trasmissione "parla con me".
Venerdì 14 novembre sbarca a Firenze la Daje Night: una serata di risate e riflessioni, con un personaggio capace di uscire da tutti gli schemi prefissati, e andare oltre tanti luoghi comuni.
Dalle 21.00 in poi all'associazione Vie Nuove (Viale Giannotti, 13 – Firenze), la 2a edizione dell’evento organizzato dalla Fondazione Daje (www.fondazionedaje.com) per guardare insieme i video. Presenti alla serata lo stesso Diego Bianchi alias Zoro, Antonio Sofi, Bobo “Artefatti” e a sorpresa altri “dajisti”.
Cos’è la Fondazione Daje? La Fondazione Daje nasce da un video di Zoro, girato sotto il palco a Piazza del Popolo a Roma, l’ultimo giorno della campagna elettorale del Pd è un gruppo di auto-aiuto politico in costante equilibrio tra cazzeggio e serietà. Pensato per democratici afflitti dalla sindrome da PD moscio, “Daje” è lo slogan mancato di una sinistra che poteva farcela, l’alternativa “popolare” al Yes We Can obamiano.

Discoteche e locali per ballare a Firenze

Ho ricevuto questa mail. Onestamente sono in difficoltà: posti per ballare carini per ragazze sui 35 anni a Firenze? non me ne vengono in mente. So che l'Otel è preso d'assalto, ma non è fra i miei preferiti... se qualcuno ha suggerimenti. Per esempio non ho idea di come sia il Macio, il nuovo locale in via Pisana.

Ciao Nelly!!!
prima di tutto devo farti tantissimi complimenti per il tuo blog, è diventato il mio appuntamento quotidiano, ci trovo molti consigli e novità sulla vita fiorentina.
Proprio a te voglio fare questa domanda: io e le mie amiche abbiamo tanta voglia di ballare e non sappiamo dove andare, cosa ci consigli? E' passato piu' di anno dall'ultima volta che ci siamo state e non siamo aggiornate sui locali, non amiamo la house e la tecno, preferiamo la musica commerciale o revival anni 70-80. Specifico che siamo "vecchiette" sui 35 anni!!!
Siamo nelle tue mani!!!!!!!!! grazie mille Sabrina

mercoledì 12 novembre 2008

Post riassuntivo

Visto che gli argomenti sono tanti, per non farvi scorrere la pagina:

- Firenze al secondo posto come città ciclabile? una Barzelletta.
- eventi (im)perdibili in settimana
- indovina il negozio di cioccolato misterioso..
- la discussione molto animata sul ristorante vegetariano (un dolce è tale anche senza zucchero, uova, latte?)
- festival giapponese a Villa Strozzi

le ultime recensioni di ristoranti a Firenze inviate anche da voi:
- Ristorante Mario alla Querciola
- la Decima musa
- Tomo Sushi
- O'cafè vicino al Golden View Open bar


E la discussione sulle scale mobili di San Niccolò e architettura moderna.

Ristorante la Decima Musa in via del Parione

Ho ricevuto un'altra recensione, che pubblico volentieri.

Ciao sono un ragazzo fiorentino di 29 anni, grande appassionato di enogastronomia.
ristorante a FirenzeE' già da un po' che seguo il tuo blog, che a mio avviso è ben fatto e organizzato altrettanto bene. Lo leggo praticamente tutti i giorni, trovo che sia diventato un interessantissimo punto di riferimento per i fiorentini. A volte ho fatto anche qualche commento, sempre in forma anonima.
Ti scrivo per segnalarti un ristorante che secondo me rappresenta a Firenze una delle rare, recenti novità che davvero vale la pena di provare. Si tratta del ristorante "La Decima Musa", situato in via del Parione 50r, aperto da un annetto e mezzo, se non mi sbaglio.
Io ci sono stato due volte nell'ultimo mese e ti confermo che il menù presente sul sito è aggiornato. Ho cominciato a frequentare questo ristorante l'anno scorso, poco dopo la sua apertura e devo dire che non ne sono mai uscito deluso.
Il ragazzo che lo gestisce, Daniele, è carinissimo e molto bravo e competente, gli piace "stare a chiacchierare" con i clienti (senza essere invadente) e sa sempre darti il suggerimento giusto. Ritengo che il menù sia davvero molto interessante e anche la carta dei vini è ricca e variegata, con alcune etichette davvero particolari: io di solito mi affido a lui ed è sempre stato in grado di presentare vini buoni se non ottimi.
Quando ti siedi ti viene offerto un prosecco accompagnato da un piccolo vassoio con un paio di stuzzichini. Dopodichè, a te la scelta: carne o pesce, sono ottimi entrambi.
Tra le cose da me provate, ti segnalo tra gli antipasti le polpettine di baccalà, lo sformato di carciofi, la sfogliatina croccante ripiena di caprino e caponata e una menzione particolare per le coscette di quaglia al vapore con insalatina di finocchi e pesto di olive: passami il termine, goduriosissime. Tra i primi: i fagottini neri d'astice e gli gnocchetti verdi. Tra i secondi: i bocconcini di coda di rospo con carciofi in pastella di birra (fritti benissimo), il filetto di rombo con porcini trifolati, il filetto di manzo lardellato con fois gras e patate al sale (le patate sono incredibili...), il petto d'anatra all'arancia.
Come avrai notato, io prediligo i secondi. E' raro che prenda un primo quando vado a cena fuori e primo e secondo insieme preferisco evitarli, la mia pancia dà già discreti segni di cedimento.
In ultimo, i dolci: ti segnalo il tortino al cuore fondente di cioccolato, il semifreddo alle nocciole con salsa di pistacchi e la spuma di coccolata bianca con passion fruit. Obbligatorio, per quanto mi riguarda, abbinare un vino dolce: anche su questo Daniele mi ha riservato piacevolissime sorprese. Per chi volesse concudere con qualcosa di forte, non male la selezione di whiskey, rum e grappe.
Veniamo ai prezzi: certamente non sono popolari, ma secondo me, visto lo standard fiorentino, sono accettabili. Per una cena di carne con 2 antipasti, 2 secondi, 2 dolci, 1 bottiglia di vino (diciamo intorno ai 25/30 euro) e 2 vini dolce il prezzo si aggira intorno ai 40 euro a persona. Mangiando pesce si sale a 50 euro circa.
Il locale è aperto anche a pranzo e, per quanto riguarda la cena, alterna serate deserte ad altre con più gente: pieno sinceramente non l'ho mai visto e le serate di deserto o semi-deserto sono senz'altro superiori a quelle (moderatamente) affollate.
Ti ringrazio tantissimo per la pazienza di essere arrivata fino in fondo a questa mail (ci sei arrivata, vero....?), ti faccio tanti complimenti per il blog e, se un giorno proverai La Decima Musa, spero che ne uscirai contenta tanto quanto me.
Ciao, mr.Vega

La Decima musa
Via del Parione 50r
tel. 055 294122

grazie Mr. Vega (ora ti firmerai nei commenti eh?) non conoscevo questo posto. me lo segno!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...