Pubblicità

mercoledì 31 gennaio 2007

Eventi alla stazione Leopolda

fiera del vintage a firenze
ieri sera imbottigliata nel traffico della nuova circolazione di Viale Fratelli Rosselli (fantastica questa cosa di Firenze: per decenni hai guidato in un senso e di botto ti ritrovi all'incontrario) e vedo tante lucine rosse colorate alla Stazione Leopolda. Mi ricorda un po' Natale.. e mi viene in mente di aver letto di qualcosa legato al Vintage.. così oggi vado sul sito della stazione leopolda e leggo:

Vintage Selection alla Stazione Leopolda 9a edizione
dal 31 gennaio al 4 febbraio 2007
dalle 10.00 alle 20.00

Una fiera dedicata al Vintage: capi di abbigliamento, accessori e oggetti design per la gioia di collezionisti, cool hunter, designer e appassionati. Nella stazione Leopolda bancarelle che invitano il visitatore a curiosare, lasciandosi sorprendere dall’infinita varietà di oggetti esposti: abiti, scarpe, borse, denim, libri e vecchi vinili. Immagini, luci e suoni che trasformano lo shopping in un’esperienza multisensoriale. Tra le grandi firme ci saranno Chanel, Pierre Cardin, Emilio Pucci, Roberta di Camerino, Christian Dior, Balenciaga, Gucci.

All’interno della manifestazione sarà dedicato uno spazio speciale a Spumador, marchio italiano noto da quasi un secolo per la Spumador 1938, bevanda culto di intere generazioni. Con il suo sapore così vintage e riconoscibile, Spumador sarà infatti la bevanda ufficiale della manifestazione.

Nell’area relax, la zona gourmet a cura dello staff di Exmud accoglierà i visitatori per una colazione diversa, un pranzo colorato, una merenda a ritmo di musica, fino all’ora dell’aperitivo.
Ogni giorno è prevista una programmazione musicale no-stop e, a partire dalle 18.00, un dj set live sempre a firma Exmud animerà la scena con le sonorità più underground.

La manifestazione sarà aperta al pubblico con ingresso a 5,00 Euro.
Dal sito www.stazione-leopolda.com è possibile scaricare un coupon riduzione di 2,00 Euro sul costo del biglietto.

Espressioni in dialetto fiorentino

Dicono tutti che il fiorentino non è un dialetto.. che a Firenze si parla italiano. Poi ti capita di vedere una scritta come questa e dopo la risata.. capisci che anche a Firenze abbiamo espressioni dialettali che non sono comprensibili non dico in altre regioni, ma probabilmente nemmeno a Prato o a Siena..
oggi pubblico questa foto di Riccardo Innocenti, ero tentata di farlo senza spiegazione.. poi visti i miei adorati fan da tutto il mondo (esagerata!) metto anche la traduzione inglese scritta appunto da Riccardo.
io non commento la scritta.. è già divertente così, i fiorentini non possono non ridere!















e ora la .."traduzione"

nacchero = piccolo uomo sciancato

for non italians: nacchero = little wobbly man; l'ho a bollore = [my pussy] is boiling. Tipical florentine slang

in realtà a Firenze nacchero si usa quando ci si rivolge a un ragazzotto e lo si vuole prendere un po' in giro. qualcuno ritiene che sia un po' sinonimo di cicisbeo, altri invece di stupidotto..
comunque a Firenze capita di sentir dire "o' nacchero icchè si fa stasera? si va a i' cine?" oppure "senti nacchero e tu m'ha rotto con 'sta storia di.."
insomma come sempre fanno i fiorentini, è un'espressione usata un po' a presa di giro un po' con affetto.

martedì 30 gennaio 2007

San Valentino allo Yab

Anche se il nome Yab farà venire in mente a molti fiorentini una discoteca per 20enni.. stavolta è un'occasione diversa.
Che poi.. una cosa che non ho mai capito: come si deve dire?
una volta la discoteca aveva un nome più lungo, c'era scritto Yab Yum. e a Firenze c'era chi diceva andiamo al jab (pronunciato come si direbbe jolly, con la G in pratica) e altri che invece dicevano stasera si va allo Iab (pronunciato come si direbbe jogurt, con la I). chissà qual'è il nome che avevano in mente i proprietari quando lanciarono questa storica discoteca fiorentina vicino Palazzo Strozzi.
In ogni caso, saranno secoli che non ci vado, ricordo che si fumava ancora! (e da quel che so ci fumano tuttora..) era molto carina, solo un po'.. claustrofobica .. sottoterra.. alcuni amici pero' hanno ricominciato ad andarci il venerdì sera e mi hanno detto che non è male.

in ogni caso la serata di san valentino allo Yab è a fin di bene, visto che è organizzata dall'Ant (di cui ho già parlato qui e qui).

Il 14 febbraio, alla discoteca YAB di Firenze, si terrà l'annuale Cena del Cuore della Fondazione ANT: una serata con cena, musica, animazione per sostenere il servizio di assistenza domiciliare gratuita che l'ANT offre ai Sofferenti di tumore a Firenze, in Toscana e in tutta Italia. Chi prenderà i biglietti ci aiuterà a sostenere le spese legate all'assunzione di un nuovo medico e di un nuovo psicologo nell'èquipe fiorentina dell'ANT.
L'offerta per il biglietto è di 35 euro. Tel.055.5000210
Cena del Cuore Mercoledì 14 Febbraio 2007
presso la discoteca Yab - Via Sassetti, 5r Firenze.

La serata sarà presentata da Alessandra Maggio e Alessandro Masti.
Interverranno Andrea Muzzi, Gaetano Gennai e Gianfranco Monti.
L’intero ricavato sarà impiegato per sostenere il servizio di assistenza domiciliare gratuita
offerto dalla Fondazione ANT ai Sofferenti di Tumore

Aperitivo ore 20.30 Cena ore 21.00
Menù
Prosciutto toscano
Focaccina melanzana e provola
Cestino di pasta fillo
Risotto zucchine e salmone
Ravioli ricotta e spinaci con zabaione di parmigiano
Roast-beef all’inglese
Patate al forno
Bigné con crema al Cointreau su cioccolato

Nota sulla foto - girellando sul web ho trovato questa foto molto tenera dei 2 vecchietti fiorentini che passeggiano per il centro (mi pare vicino Via Verdi).. mi piacerebbe pensare che anch'io quando sarò una vecchietta avrò accanto qualcuno con cui passeggiare per il centro di Firenze, mano nella mano..

questa foto faceva parte di alcune foto molto carine fatte da un ragazzo americano (le potete vedere in questa pagina di Flickr). gli ho scritto per chiedergli il permesso e mi ha risposto così:

Buon giorno Elena.
Yes, you can use my photo of the 2 old people walking hand by hand.
Very nice blog you have. It motivates me to learn Italian fluently so I can read it. ;-) For the moment, I am at the mercy of the online translating machines. Very lucky of you to live in Firenze. It is one of our FAVORITE cities in the world. Already planning when we will return.

Greetings from Chicago. ;-)

J. / Sub'05

che dire.. grazie a te!!!!!!

qui ci sono altre iniziative per san valentino a Firenze

Cena medievale

Jacopo, che in passato ci aveva raccontato la sua esperienza con gli sbandieratori della signoria, mi ha mandato una mail segnalandomi questa cena medievale.

Ciao! Ti segnalo questa cena organizzata da un gruppo di scherma medievale in crescita. Saluti e grazie mille, Iacopo
"La Compagnia Storica "Il Lupo Rosso" organizza la prima cena medievale in Firenze dedicata ai "Sapori Dimenticati". Durante il lauto banchetto potrete assistere agli scontri e scaramucce all’arma bianca effettuate dalla Compagnia stessa, ai volteggi ed esercizi delle bandiere degli "Sbandieratori della Signoria", alle danze dell’associazione "Le Odaliske" e alle divertenti giullarate dei "Caracongioli".

Questo e altro vi attendono LUNEDI’ 12 FEBBRAIO alle 21 presso l’S.M.S. Andrea del Sarto (Via L. Manara, 12) al prezzo fisso di 25 euro (o danari).

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al numero 320.1625246 o 055.679297

Affrettatevi a prenotare e.. venite pure con il vostro costume medievale!

lunedì 29 gennaio 2007

Carnevale a Firenze e in Toscana

arriva il Carnevale.. sia quello "normale" che quello etnico..
il più famoso Carnevale in toscana è quello di Viareggio. Ogni domenica di Febbraio (4 – 11 –18 – 20 e 25 Febbraio dalle 15.00) sui viali a mare sfileranno 9 "carri" di prima categoria (più grandi, pesano circa quaranta tonnellate ciascuno), 4 "carri"di seconda categoria - altri complessi, carri rionali e gruppi mascherati vari.. Il prezzo base è 13 euro.
ci sono stata solo una volta ma fu veramente bello. Un sacco di gente, questi carri giganteschi.. tanto caos..
veniva voglia di salirci sopra su uno di quei carri e cantare e ballare..
qui a Firenze il carnevale mica si sente così tanto. a me dispiace..


allora della Festa al Grand Hotel ancora so poco, se ne sapro' qualcosa di più, lo scrivero'.In compenso ho saputo di una festa di carnevale alla Klab il 17 febbraio 2007. Il tema è "il favoloso mondo del cinema". La festa è aperta a tutti (non solo gli iscritti in palestra),si paga quello che si beve, si balla e la maschera piu bella vince un abbonamento di un anno (1200 euro). dalle 22:30 in poi. se posso non mi dispiacerebbe affatto andarci.

LA QUINTA EDIZIONE DEL CARNEVALE FIORENTINO NEL MONDO

Una rappresentazione di Stenterello alla Pergola, una festa all'ippodromo delle Mulina, una al Grand Hotel (il 17 febbraio alle 20.30) e il clou il 18 febbraio col corteo da piazza Ognissanti a piazza Signoria. All'edizione 2007 del Carnevale parteciperanno le comunità cinese, greca, svedese, filippina, finlandese, russa, australiana, rumena, albanese, colombiana, messicana, ungherese, ivoriana, norvegese, angolana, austriaca, tedesca, svizzera, giapponese, russa, danese, ecuadoregna, del Bangladesh, dello Sri Lanka, il Mese Mediceo, l'Istituto Gould e un gran numero di associazioni, oltre al Corteo della Repubblica Fiorentina. Anche quest'anno verrà allestito un palco in piazza Signoria dove le comunità potranno presentare i loro costumi e dove si esibirà il Coro del Melograno. informazioni: 0552768030

La Compagnia Patatrac per l'Ospedalino Mayer 'Grande spettacolo di Stenterello' - feste di Carnevale 17 e 18 febbraio
Teatro Le Laudi, via Leonardo da Vinci 2r
informazioni: 055572831

ORT - Concerto di Carnevale. Voci di Primavera - direttore Peter Guth, musiche di Offenbach, J. Strauss, E. Strauss, Lanner, Lehar, Fucik 17 febbraio al Teatro Verdi
informazioni: 055212320 - www.orchestradellatoscana.it
e al Teatro Comunale Garibaldi di Figline Valdarno
informazioni: 055951569 - www.comune.figline-valdarno.fi.it
22 febbraio al Teatro Excelsior
informazioni: 0571711122 – www.centrobusoni.org

Cena di Carnevale al Palazzo Borghese 6 febbraio 2007 ore 20
Il menu vario ed intrigante spazia dai cornetti alla bresaola ai saltimbocca alla romana. La cena è riservata ai correntisti Cassa di risparmio di Firenze.
Palazzo Borghese, Via Ghibellina 178 R

Fiera di carnevale 4, 11, 18 febbraio a San Mauro a Signa
e il 20 febbraio nel Centro storico di Signa
informazioni: 05587941 - www.comune.signa.fi.it

Festa di carnevale 11, 18 febbraio a Barberino Val d'Elsa
Tignano e palestra comunale di Barberino
informazioni: 0558052231

Carnevale mugellano dei ragazzi 4, 11, 18, 20 febbraio a Borgo san Lorenzo in Piazza Dante. Spazio ai colori e alla creatività: i vagoni dei trenini e le barchette sono stati dipinti da pittori e artisti locali, sarà inoltre organizzata una lotteria per premiare il carro o la maschera più bella e riproposto nelle scuole elementari e medie il concorso per la realizzazione del trofeo “carnevale”.
informazioni: 055849661 - www.comune.borgo-san-lorenzo.fi.it

Festa di carnevale 18 febbraio a Calenzano, Castello
informazioni: 0558833292 - www.comune.calenzano.fi.it

Carnevale Dicomanese 4, 11, 18, 20 febbraio a Dicomano, Centro storico
informazioni: 055838134

Eventi di Carnevale 11, 18, 20 febbraio a Montespertoli
informazioni: 05716001 - www.comune.montespertoli.fi.it

Festa di carnevale 25 febbraio a Ortimino
informazioni: 05716001 - www.comune.montespertoli.fi.it

Una piazza in festa. Carnevale a Pelago 11, 18 febbraio al Centro storico
informazioni: 0558326051 - www.acifirenze.it

Carnevale Rufinese
11, 18, 20 febbraio a Rufina, Centro cittadino
informazioni: 0558399014 - www.comune.rufina.fi.it

Carnevale sestese 3, 10, 17, 20 febbraio a Sesto Fiorentino
Piazza Vittorio Veneto
informazioni: 0554496357 - www.comune.sesto-fiorentino.fi.it

Carnevalino 17 febbraio a Vicchio
Piazza della Vittoria
informazioni: 055844003 - www.comune.vicchio.fi.it

Il carnevale dei bambini. Musica, balli e clownerie Teatrinsieme. 12ª Rassegna di teatro per l'infanzia, Compagnia Il Girasole. 20 febbraio ore 16 all'Auditorium Gianni Rodari
Via G. Lorca, 1 , La Villa , Campi Bisenzio , FI
informazioni: 055-8959318

Curzio Maltese.. maledetti fiorentini?

Oggi su Repubblica (cartacea) è comparso un lungo e alquanto pungente articolo di Curzio Maltese. Non posso riscriverlo tutto (anche perchè non so se si possa, pur citando la fonte) ma alcuni passaggi sono davvero esilaranti.. l'articolo se la prende un po' con tutti.. col sindaco, con la potentissima Unicoop, con Della Valle che vuole solo vendere le sue Tod's, con le banche toscane, le istituzioni... non mancheranno reazioni.
ma quello che mi è piaciuto dell'articolo è il tono ironico con cui descrive certe realtà fiorentine, note a tutti, ma non divulgabili. L'articolo punta il dito sulla mancanza di un "principe" forte che possa guidare Firenze, divisa fra tanti poteri in lotta fra di loro. Guarda con nostalgia i tempi di Lorenzo de Medici, facendone un confronto con Domenici..
non posso non riportare il suo pezzo che tutto sommato è scritto con affetto:
"metà Firenze lo considera "un gran ganzo" l'altra metà un rompiscatole con l'aria del Granduca. La sua stanza è una metafora perfetta. E' il più bell'ufficio d'Italia ma anche il meno adatto al lavoro di un sindaco, pure stakanovista. Inciampando fra tappeti, arazzi e veti incrociati. Domenici che non è erede della prestigiosa diplomazia fiorentina, prova ad ascoltare le cento fazioni, si stufa presto e finisce sempre col decidere da solo, a fondo e contro tutti. l'ultima volta è stata con la tramvia. a parole tutti d'accordo, destra e sinistra, costruttori e ambientalisti, turisti e residenti. Ma non si riusciva a partire, in una città dove lo spostamento di una panchina provoca l'immediata costituzione di un comitato di quartiere, presto destinato peraltro a scindersi in due fazioni rivali. (...) comunque sia un bel giorno il sindaco ha sguinzagliato a sorpresa, per i quattro angoli della città, i tecnici comunali, con tanto di rotella metrica e gesso per segnare "questo va via, quello si butta giù. qui passa il tram" Scene di panico alla Amici Miei.."
l'articolo prosegue parlando di vari aspetti di Firenze, vale veramente la lettura.
altri pezzi divertenti quando parla del calcio storico fiorentino:
"Nel giugno scorso il municipio ha provato a riesumare, a fini turistici, l'antico gioco nonno del football. Alla partita inaugurale, in mondovisione, i calcianti hanno dato via nemmeno mezz'ora a una trionfale rissa con botte da orbi, entusiasticamente allargata agli spalti. Fine del torneo."
ma si nota anche un tono dispiaciuto, addolorato, arrabbiato quando parla invece di una Firenze svuotata dai fiorentini.."Firenze si svuota anno dopo anno, cinquantamila abitanti persi negli ultimi dieci, da 410 a 360mila. (...) L'esercito del turismo globale che compra low cost su Internet sta compiendo l'impresa fallita nei secoli a tutti gli altri invasori: deportare i fiorentini. Un gruppo alla volta, dal centro storico dove è impossibile lavorare, verso le periferie senza storia, le "città dolenti" di Novoli e Le Piagge..."
.."Le grandi istituzioni culturali cominciano a somigliare a certi palazzi nobiliari, con le facciate sontuose e i pezzi d'intonaco che vengono giù all'interno. Il Maggio musicale è commissariato, agli Uffizi i lavori per la pensilina di Isozaki sono sempre in corso, i teatri e i cinema chiudono, le jeanserie sloggiano i vecchi librai, dei grandi editori, chiusi Le Monnier e Vallecchi, è rimasto solo Giunti: in più, rischia di chiudere la Biblioteca Nazionale e l'Università, con quarantamila studenti e pochi mezzi, subisce la competizione di Siena e Pisa".
e ancora "Dai quartieri storici, Santa Maria Novella, Santa Croce, San Giovanni, sono già spariti gli operai artigiani delle officine, gli studenti, i colletti bianchi, i bottegai. Presto si trasferirà anche il palazzo di giustizia e stringe il cuore pensando ai mille avvocati fiorentini, con i loro loden, i pacchetti di dolci del Rivoire col fiocco azzurro, la passeggiata a Ponte Vecchio, le belle segretarie, tutti presi e sbattuti in una specie di carcere di sicurezza nel nulla di Novoli. Mario Monicelli, memoria storica della fiorentinità, non la riconosce:'Nel cuore di Firenze non c'era mai stato, credo da secoli, tanto silenzio' .."

grazie signor Malaparte per aver detto - con così tanta arte - quello che molti pensano..

venerdì 26 gennaio 2007

Firenze: weekend a teatro

cantiere teatro florida via pisana firenzeStasera al Teatro Cantiere Florida (un teatro che ho scoperto da poco e adoro) c'è la commedia in vernacolo "Il Diavolo in Sagrestia". Lo spettacolo, messo in scena dalla compagnia toscana Quattro gatti e un canarino, è tratto da un divertente testo di Riccardo Melani. La trama gira intorno alle comiche vicende di un prete di campagna la cui canonica viene sconvolta da una sarabanda di curiosi personaggi. Nell’intervallo sarà offerto agli ospiti un rinfresco con la collaborazione dell’Istituto Alberghiero Aurelio Saffi e di: Pasticceria Paolo e Gianni, Pasticceria Rocca Tedalda,Caffè Meseta, Toscana Ristoro.
L’evento è organizzato dalla Fondazione ANT (che assiste i malati di tumore). I fondi raccolti con la serata serviranno a sostenere l’Hospice Domiciliare Oncologico (HOD-ANT) di Firenze, Prato, Pistoia.
Insomma si fa 2 risate e si fa pure un'opera a fin di bene!
Teatro Cantiere Florida, in Via Pisana 111 – Firenze
Per avere maggiori informazioni e prenotare i biglietti è possibile chiamare la sede ANT di Firenze allo 055.5000210

l'alternativa, che manco a malincuore, è al Teatro del Sale (forse ci va Filippo?): Venerdì 26 e Sabato 27 PALLE! di Alberto Severi. curiosità, segreti e tutto quello che finora non vi hanno detto sulla dinastia dei Medici con Alberto Severi.

Altro spettacolo nel weekend che non andrebbe perso: i Momix a Firenze.
26/27/28 gennaio al Teatro Verdi di Firenze, i grandissimi MOMIX in Sun Flower Moon. Moses Pendleton, creatore dei Momix, è il coreografo di “SUN FLOWER MOON”: 90 minuti di sognanti sequenze eseguite in luce nera, con risplendenti figure fluorescenti piuttosto che forme umane identificabili. Vestiti con tute attillate che permettono solo ad alcune parti del corpo di essere visibili, i 10 ballerini si trasformano da strani profili polipeschi in voluttuose amebe, sfidando la gravità e cogliendo lo spettatore di sorpresa. Pendleton offre un fluido, affascinante viaggio psichedelico nell’immaginazione, scenari elaborati dove non si sa cos’è cosa – e dove non lo si vorrebbe sapere. Lo scopo è quello di lasciarsi andare e tuffarsi nel suo spiegamento di forme e figure ondulanti e lievitanti, mentre queste vengono trasformate e manipolate.

Al Teatro Puccini invece c'è Anna Mazzamauro (dal 25 al 28 gennaio) con “Signorina Silvani...prego Signora” (chi non ricorda l'oggetto del desiderio del ragionier Ugo Fantozzi? sob..)

Al teatro Sms di Grassina stasera c'è il musical di Happy days di cui ho già parlato

Invece un'altra commedia in vernacolo..
Sabato 27 Gennaio Ore 21,15 e domenica 28 Gennaio Ore 16,30, Teatro della Rufina. La Compagnia teatrale Firenze Ridan-Ciana presenta: ARSENICO E ... VECCHI CORNETTI.
Commedia brillante in vernacolo fiorentino di Gabriele Verzucoli. Parafrasando il titolo dell’irresistibile storia che vede protagoniste le due arzille e simpatiche vecchiette (che per carità cristiana, mettono fine alla vita di persone sole e abbandonate), Il Gruppo Teatrale Ridanciana porta in scena questa commedia ricca di battute e gags tutte fiorentine.
Piccolo Teatro di Rufina Piazza umberto, 46 Tel 055 8396177

senza parlare dei teatri seri..
uno si dovrebbe tagliare in 4 per vederli tutti.

giovedì 25 gennaio 2007

aperitivi e altro

torniamo ad argomenti frivoli. senza niente togliere agli argomenti seri. la nostra vita in fondo è proprio un mix di lavoro e svago, di doveri e piaceri, di lacrime e risate.

quindi rieccomi a parlare di ristoranti e locali.

aperitivo a firenzeieri sera non volevo uscire perchè ero stanca (ultimamente ne sto facendo davvero troppe), poi mi ha chiamato la mia amica Sere del teatro.. dai.. un aperitivuccio.. tanto devi mangiare, no?
e così ho ceduto. sono andata al FLOR, ex OLIVE, di fronte alla Fortezza da Basso.
E' un locale minuscolo, con una parte anche fuori. Proprio sui viali. Sulla destra appena usciti dal sottopasso della Fortezza.
L'aperitivo è piuttosto modesto, ma l'ambiente è carino.
Ieri sera c'era la serata Sushi, in realtà giusto 3 nigiri e poco più (e nemmeno fatti da un giapponese), poi qualche pizzetta, i crostini con le salse, i tarallini, un farro freddo con molto aceto e i coccoli. quindi se uno vede l'aperitivo come un sostituto della cena, è bene non andare lì.
se al contrario l'aperitivo è un momento per fare 2 chiacchere tranquille con un'amica o un amico, prima di cena, secondo me il Flor può andare.
La cameriera era incredibilmente gentile, il locale era frequentato il giusto (nè troppo nè troppo poco), i prezzi contenuti (qualsiasi cocktail costava 6 euro). insomma non me la sento di bocciarlo anche se si mangia poco!
il sito molto essenziale è anche abbastanza posizionato su Google (2a pagina) infatti vedo che ha i title ed è ottimizzato un minimo per i Motori di Ricerca. peccato non ci sia neppure un'immagine..
scopro dal sito che fa anche colazione e pranzo e che inoltre:
Tutti i giorni aperitivo a buffet dalle 18,30 alle 22,30
Cocktails € 6,00 Vino Prosecco € 5,00 Succhi e Bibite € 4,50
Giovedì AperiDivino grandi bottiglie
Sabato Aperitivo indiano
FLOR - Cookin bar
Viale Strozzi 28A/B - Firenze - tel. 055.47.59.02
questo il sito: http://www.florbar.it/



trattoria tipica fiorentinaora invece voglio parlare di un posto nuovo in cui non sono mai stata ma mi incuriosisce.. nella zona di San Frediano.
è una trattoria tipica toscana, si fa chiamare da i' Conte Diladdarno, e fin dall'apertura ha iniziato a mandarmi comunicati, mail e altro per i vari eventi. Deve essere un ragazzo giovane a giudicare dallo stile e mi piace che abbia capito che Internet serve anche per questo..
mi sono ripromessa di andarlo a provare al più presto. magari proprio per il mio compleanno.l'ultima mail che mi ha mandato mi è sembrata particolarmente simpatica.. la riporto!

Carissimi
sono appena tornato dai miei splendidi quattro giorni di ferie e già non vedo l'ora di rivedervi tutti.
L'occasione di relax e di divertimento mi ha suggerito di organizzare ben tre appuntamenti immancabili:
  • il San Valentino (14 Febbraio), festa tradizionalmente pacata, dedicata alle coppie che vogliono passare una serata senza avere l'ossessione di dover fare bella figura. Al menù ci penso io, non dovrete ordinare, vi servirò un sacco di cosette sfiziose in un clima intimo, ma non troppo, per farvi anche divertire.
  • la Festa dei Single (15 Febbraio), forse più intrigante, almeno da un punto di vista organizzativo, aperto a tutti coloro che vogliono fare nuovi incontri. Prevedo un mega buffet (non posso certo imporre le coppie ai tavoli) con musica dal vivo, giochi (non idioti), e.... poi fate voi.
  • Festa della donna ( 8 Marzo), da uomo credo di sapere cosa vi piace: divertirvi fra amiche, magari sparlando delle proprie esperienze ma, velatamente o meno, confermando il fatto che nessuno di noi può fare a meno del sesso opposto. Non posso esimermi dal proporvi un menù sfizioso e leggero con una sorpresa di fine cena molto piccante. A voi donne tengo particolarmente; non vi deluderò.
Queste sono le mie proposte che presto saranno dettagliate sul sito compresi i prezzi che, come sempre, saranno contenuti. Esprimete le vostre riflessioni, datemi consigli e, se vi piacciono le idee.... non esitate a prenotare.
A presto
i' Conte

ecco i riferimenti:
da i' Conte Diladdarno
Firenze, via De' Serragli 108 rosso.
Circa a metà di via de' Serragli, fra via della Chiesa e via del Campuccio, sulla destra.
L'insegna a bandiera al neon verde con la scritta "TRATTORIA", si vede da lontano.
Telefono e fax: 055 225001
parcheggi limitrofi:
- Piazza Torquato Tasso - Piazza del Carmine - Porta Romana
La pulizia della strada è ogni venerdì che cade di giorno pari quindi, la sera del giovedì precedente, si parcheggia più o meno facilmente fino a mezzanotte e oltre.
Siamo aperti dal martedì alla domenica sia a pranzo che a cena. Giorno di riposo, quindi, il lunedì. La cucina è pronta per servirvi dalle 12.00 alle 14.30 e dalle 19.00 alle 22.30. Per le cene post teatro o cinema, per gruppi di 10 persone o più, posso organizzare la cucina per servirvi fino a mezzanotte ma solo su prenotazione.

questo il sito : http://www.contediladdarno.it/home.html

Giorno della memoria

Fra due giorni, il 27 gennaio è il giorno della memoria: una giornata istituita a livello internazionale per ricordare le vittime dei campi di concentramento. La data è stata scelta perchè proprio il 27 gennaio (del 1945) le truppe dell'armata rossa arrivarono ad Auschwitz e videro l'orrore.
anche l'Italia partecipa a questa ricorrenza, e Firenze non è da meno.
Le scuole sono state coinvolte in diverse iniziative (dibattiti, letture, film), così come l'Università di Firenze. ecco alcuni dei tanti eventi previsti. So che non è il massimo andare a uno di questi incontri, ma a volte forse dovremmo fare uno sforzo. Ricordo quando lessi "se questo è un uomo" di Levi. Mi colpì molto.
Non possiamo dimenticarci di ricordare..

dal 23 al 25 gennaio 2007 ore 21.00 - Teatro Puccini
'Occupazioni farsesche', rappresentazione teatrale dell'ARMIR (Armata Italiana in Russia) che racconta una delle pagine più tragiche della nostra storia.
Info: Teatro Puccini 055.362067

26 gennaio 2007 ore 10.00 - Palazzo Vecchio, Salone dei Cinquecento
Collegamento in video-conferenza con il Museo Yad Vashem di Gerusalemme - Luogo solenne di memoria. le testimonianze degli ex deportati di Firenze e di Gerusalemme. Partecipano i rappresentanti della Comunità Ebraica fiorentina.
Info: Comune di Firenze - Assessorato alla Pubblica Istruzione - Laura Giolli 0552625615

26 gennaio 2007 ore 10.00 - Istituto Francese, Piazza Ognissanti
Proiezione del film 'Je suis vivante et je vous aime', di Roger Kahane.
Info: Istituto Francese 055 27188 20, info@istitutofrancese.it

26 gennaio 2007 ore 20.30 - Teatro Goldoni
Concerto per il Giorno della Memoria in collaborazione con la Comunità Ebraica di Firenze, per ricordare tutti i perseguitati dalle leggi razziali. Musiche eseguite dagli strumentisti del Maggio Musicale Fiorentino.
Info: Teatro del Maggio Musicale Fiorentino - Francesco Giambrone 0552779350

26 gennaio 2007 - Comitato Provinciale Fiorentino Arcigay
Mostra fotografica 'Grune Rose - Sul set del film', di Steed Gamero e Roberto Malini, riflessione artistica e storica sull'Olocausto degli omosessuali.
27 gennaio 2007 ore 20.45 - Altana di Piazza Tasso
Prima internazionale del film 'Grune Rose', cortometraggio che racconta lo sterminio degli omosessuali nei lager, co-prodotto da Visions di Milano e 'Il Giglio Rosa' di Firenze.
Entrambe le iniziative sono completamente gratuite e aperte al pubblico.
Info: Arcigay Firenze 3408135204

27 e 28 gennaio 2007 ore 16.30 e 21.00 - Teatro di Cestello
'Canto ebraico' di Rosario Campisi e Luca Cartocci: spettacolo teatrale tratto da 'Il canto del popolo ebraico massacrato' di Yitzhak Katzenelson, testimone e vittima di Auschwitz che ripercorre in 15 canti le fasi dell'annientamento dell'ebraismo polacco.
Info: Il Cenacolo dei giovani presso il Teatro di Cestello - Marcello Ancillotti 055294609,

31 gennaio 2007 ore 17.30 - Teatro della Pergola
Presentazione dei libri 'Tagebuch - Il diario del ritorno dal lager' di Liana Millu; 'La scelta di Abramo', identità ebraiche e postmodernità di Wlodek Goldkorn; 'Campo di betulle' di Roberto Pettinaroli. Musiche eseguite dall'Orchestra Regionale Toscana.
Info: Comune di Firenze - Servizio Attività Culturali - Biblioteca Comunale Centrale 0552616512

venerdì 26 gennaio ore 11.00
Luigi Dei, docente di Chimica Fisica, del Dipartimento di Chimica, terrà una conferenza sul tema “Auschwitz: la chimica come via di salvezza. Una storia di Primo Levi”.
Aula Magna, Piazza San Marco, 4 - ore 11

24 e 25 gennaio 2007 ore 21.30 - Cinema La Perla
Proiezione del film 'Jona che visse nella balena' di Roberto Faenza.
Info: Comune di Empoli - Cinzia Niccolai 0571757879,

26 gennaio 2007 ore 10.00 - Teatro Il Vivaio
Nel Giorno della Memoria: testimonianza di Angiolino Terinazzi, dell'ANED di Firenze, reduce dai campi di sterminio e proiezione del film 'Train de vie' di Radu Mihaileanu.
Info: Comune di Incisa in Val d'Arno - Ufficio Pubblica Istruzione 0558333433,

27 gennaio 2007 ore 16.00 - Centro Culturale Le Corti
Mostra fotografica Memoriae: inaugurazione della mostra fotografica sui campi di concentramento, intervengono ex deportati dell'ANED.
Info: Comune di Montespertoli Ufficio cultura - Mauro Mangani 0571600228,

26 e 27 gennaio ore 21 - Teatro della Limonaia
Prima assoluta dello spettacolo teatrale 'Artigli', ispirato al romanzo di Laura Pariani 'Quando Dio ballava il tango', di e con Monica Bauco, alla fisarmonica Patrizia Angeloni.
Info: Teatro della Limonaia, Sesto Fiorentino 055 44 05 82

28 gennaio 2007 ore 10.30 - Scuola di Musica, Auditorium
Concerto a cura della Scuola di Musica di Sesto Fiorentino, musiche di Bach e Chopin. Elia Camiscioli violoncello, Tessa Marik pianoforte. Intervengono Vittoria Franco, Senatrice e il Sindaco Gianni Gianassi.
Info: Biblioteca Comunale Sesto Fiorentino - Mario Nesti 0554496333,

27 gennaio 2007 ore 18.00 - Municipio, sala del Consiglio Comunale
'Giorno della Memoria', concerto con i quartetti della scuola di musica e lettura di brani tratti da Primo Levi.
Info: Comune di Fiesole 0555961259

Musical a Firenze

ok a Firenze ci sono una miriade di spettacoli, concerti, musical.. parlare di tutti è impossibile. Molti amici sono andati a vedere La Boheme al Teatro Comunale in questi giorni, altri si sono fiondati al concerto di Elisa o di Tiziano Ferro. Ma credo che per questi grossi eventi fiorentini non serva che ne parli io.. sono facili da conoscere grazie al lavoro degli Uffici Stampa, dei gonfaloni appesi sui viali, della pubblicità sui giornali..
io voglio parlare di uno spettacolo "minore": Happy Days il Musical

Sì, proprio quello che riprende storia, musica e personaggi del telefilm che abbiamo visto tutti quanti fino allo sfinimento. La compagnia "Mai dire bis" riporta in scena Arthur Fonzarelli, detto Fonzie, Richie Cunningham, Howard e Marion, Ralph Malph e Warren 'Potsie' Weber in un musical tutto centrato sul revival anni ’50. Le comiche e romantiche avventure della famiglia Cunningham rivivono con musiche e balletti basati sulle intramontabili canzoni dell’epoca (Be My Baby, Mr. Blue, Barbara Ann, Smoke Gets In Your Eyes, Diana, Love Letters In The Sand, Stupid Cupid, The Great Pretender, Pipeline, Don't Be Cruel, Let's Twist Again, Lollipop, Rock Around The Clock, Wipe Out, Hit The Road Jack, My Way). Un “American Graffiti” in piena regola e tutto da godere.

Quella del “Mai dire bis!” è un compagnia teatrale di non-professionisti, nata a Firenze nel 2002 e diventata, successivamente, un’associazione culturale, con lo scopo di portare in giro per la Toscana il teatro amatoriale. Dopo il successo di “Grease” nel 2003, replicato in diversi teatri della provincia di Firenze (a partire dal Puccini), i “Mai dire bis!” ci riprovano adesso con “Happy Days”.

Ecco le tappe dello spettacolo:
- SMS DI GRASSINA venerdì 26/01/07 ORE 21
Piazza Umberto I 14 Bagno a Ripoli Telefono: 055.642639

- TEATRO PUCCINI sabato 3/02/07 ORE 21 e domenica 4/02/07 ORE 18
a partire dal 20/01/2007 pre-vendita presso il box-office del teatro stesso (tel. 055/362067)

Parte degli incassi del Puccini saranno devoluti al Ospedale Pediatrico Meyer.

Per informazioni su orari e prezzi:
Indirizzo email: maidirebis@tiscali.it;
infoline: 339.231.53.53 – 347.52.18.690

mercoledì 24 gennaio 2007

Ristorante a Firenze : Nanamuta

Rieccoci a parlare di ristoranti. ho notato che vi piacciono! nel post dell'altro giorno sui 2 ristoranti fiorentini provati da Baba ("la Fondue" e "Fuor d'acqua"), vi siete scatenati nei commenti parlando di "Eccoci" il tapas bar fiorentino (grazie Alessandro), dell'"Antico Ristoro del Cambi", di "Za-zà", del ristorante russo "Fontanka" (grazie Lucy), "da Sergio" a Dicomano (grazie simo), e molto altro..

mi sa che questo argomento piace :)
sono contenta che siamo tutti buongustai

e ora lascio la parola a Filippo che ha provato un ristorante vicino ai Lungarni, dietro il consolato americano: Nanamuta. Sapevo da mio fratello che a pranzo si mangia bene. sentiamo cosa ci dice il nostro amico sbandieratore..

Corso Italia è una bella via di Firenze vicino al Ponte alla Vittoria dove si trova peraltro il Teatro Comunale. Proprio al Teatro Comunale venerdi scorso 18 gennaio c’è stata la prima della “Boème”, era tanto tempo che non veniva rappresentata a Firenze. Opera di grande valore!
In Corso Italia al numero 35 c’è, da molto tempo ormai, un bel ristorante, il NANAMUTA, ristorante di cucina toscana.
Appena si entra nel locale si nota subito che non è qualcosa di semplice, l’ambiente è caldo, accogliente e si nota subito frontalmente la cucina con tutti indaffarati a sfornare pietanze.
La sala da pranzo è sulla sinistra, le mura sono di “un tempo” ricordano che li c’è storia e che gli arredi moderni ma classici, sobri ed eleganti con dettagli nei drappeggi sono stati preparati da mani esperte.
Accanto una sala rialzata, sullo stesso stile.
Il menu uno spettacolo di piatti ricercati ma della tradizione, cosa ho mangiato io? Bè non ho resistito, anche se erano le 23:30 dopo il teatro mi sono tolto la soddisfazione delle Pappardelle sulla NANA!! (tutti sanno che la nana è l’anatra immagino, o mi sbaglio?). Signore e Signori una delizia!! Il sapore, la maestria del cuoco e i profumi inebrianti del ginepro hanno completamente soddisfatto il mio palato. Molto più delicate le Tagliatelle verdi al ragù bianco di coniglio che la mia accompagnatrice ha voluto gustare, altrettanto buone con una giusta dose di rosmarino.
Non so se soltanto questi due piatti hanno profumi così mediterranei, non ho ancora assaggiato altre pietanze, ma vi assicuro che quei profumi ci stavano proprio bene nel piatto!
Non so se siete mai stati a New York, quella non è l’America è NY, i vari ristoranti importanti hanno prodotto una grandissima varietà di cartoline a tema sulla propria attività; bene, anche il Nanamuta le ha, carine e spiritose…da collezionisti!
Il conto? Aspettatevi di pagare il 15% di servizio, peraltro ottimo e competente anche sui vini al bicchiere (Chianti dei Colli Senesi di buona qualità).
Le pappardelle 10 € e il resto dei prezzi in proporzione.
La prossima volta prenoterò e tra le motivazioni per cui ci ritornerò sicuramente, ci sarà quella dell’impressione che mi ha lasciato l’ottima cucina e la particolarità aromatica…voglio assaggiare tutto!!!!
Filippo

che dire .. che fame!
comunque non tutti lo sanno che la nana è l'anatra, anche perchè credo che si chiami così in aretino e non fiorentino. jack tu che sei del valdarno confermi?
grazie Filippo per la tua splendida recensione. ecco i riferimenti.

Nanamuta
Corso Italia, 35
50123 Firenze
tel. 055-2675612

martedì 23 gennaio 2007

Traffico e multe

e dopo le smelenserie di San Valentino e della Fiera del Cioccolato veniamo a cose più serie e amare.. ovvero come disincentivare l'uso dell'auto a Firenze.
Allora iniziamo con questa notizia:

50 MILIONI DI EURO di multe previste nel bilancio 2007

Nel 2007 sono previsti 50 milioni di euro di multe in bilancio (nel 1999 eravamo a quota 17 milioni di euro).
Nel 1999, primo anno di amministrazione Domenici, i proventi derivanti dalle multe erano di 17 milioni di euro, nel 2000 sono passati a 24 milioni, nel 2001 a 26 milioni, nel 2002 a 28 milioni, nel 2003 a 30 milioni di euro, nel 2004 a 44 milioni di euro, nel 2005 a 45 milioni di euro, nel 2006 a 47 milioni e il bilancio previsionale 2007 parla di 50 milioni di euro. Dal 1999 al 2007 da 17 si è passati a 50 milioni di euro. Anche se i dati del 2006 pare invertano questa tendenza.
In questi 7 anni il numero dei mezzi circolanti non è aumentato, se non di poco. Circa 250mila mezzi privati tutti i giorni si muovono a Firenze, questo vuol dire, con la previsione di incassare 50 milioni, che ogni proprietario di un mezzo dovrebbe già mettere da parte circa 200 euro l'anno per le multe.

I dati delle multe fino al secondo quadrimestre 2006 ci dicono che anche sul telepass le contravvenzioni elevate complessivamente nel 2005 sono state 550.000. Quest'anno l'ipotesi parla di 410 mila contravvenzioni, oltre 140.000 in meno, con una media di circa 1.300 multe il giorno, un calo significativo su tutti i varchi di ingresso (tranne quello di Porta Romana) dovuto alla nuova segnaletica all'ingresso delle porte.

Bene, mentre metto da parte i miei 200 euro leggo questo comunicato:

TRAMVIA, NUOVI CANTIERI IN VIALE FRATELLI ROSSELLI. DA SABATO 27 GENNAIO SCATTANO LE MODIFICHE ALLA CIRCOLAZIONE

Continuano i lavori della prima linea della tramvia in viale Fratelli Rosselli. Lunedì 29 gennaio apriranno nuovi cantieri per lo spostamento dei sottoservizi e la predisposizione alla collocazione dei binari nel tratto compreso fra piazza Vittorio Veneto e Porta a Prato.
Fra i vari interventi..il più rilevante è lo spostamento di tutto il traffico di attraversamento, nei due sensi, sull'altra semicarreggiata di viale Fratelli Rosselli (lato Stazione Leopolda). Prevista anche la chiusura della svolta all'altezza della Torre della Serpe, quella che finora consentiva ai veicoli diretti verso Ponte alla Vittoria di tornare verso il centro città. Una chiusura definitiva che sarà in vigore anche a cantieri terminati.
Previsto infine il mantenimento di una corsia sulla semicarreggiata di viale Fratelli Rosselli (lato Jolly Hotel) destinato al traffico locale, ovvero ai mezzi che provengono da Lungarno Vespucci e diretti in via Il Prato.
In questa prima fase, che dovrebbe terminare in primavera, non sono previsti cambiamenti nell'organizzazione del trasporto pubblico.
Sabato 27 gennaio, a partire dalle 7.30, inizieranno gli ultimi lavori di preparazione della nuova viabilità: ovvero saranno collocati i news jersey a divisione della carreggiata nel tratto di viale Rosselli che diventerà a doppio senso, verrà chiusa la svolta all'altezza di Torre della Serpe e acceso il nuovo impianto semaforico. La nuova organizzazione della viabilità dovrebbe entrare in funzione in modo completo nel primo pomeriggio, intorno alle 14.30.
Rimanendo in tema di tramvia, il vicesindaco Matulli ha annunciato che sono iniziate le operazioni di smontaggio dell'antico porto mediceo situato in corrispondenza di piazza Paolo Uccello e rinvenuto nel corso degli scavi per la realizzazione del sottopasso veicolare.

a questo punto quasi quasi vendo la macchina

se ti interessano questi argomenti, leggi anche :
Firenze sta cambiando

san valentino a Firenze

Noi siamo qua che affrontiamo ogni giorno lavoro, amici, uscite serali, palestra, casa.. e intanto passano le varie ricorrenze. Ieri c'era il Natale, poi il Capodanno, ora ecco San Valentino.. eh
Mi è arrivata la notizia di una cena per san Valentino a Firenze, agli Uffizi Center. Carina, bel menu, bel posto.. la consiglio. La riporto per tutti quegli innamorati che ancora sentono questa festa. a me non interessa. a parte perchè il fidanzato non ce l'ho, ma anche se lo avessi.. non credo andrei a una cena speciale di San Valentino.

Ricordo quando stavo con il mio primo ragazzo a 18 anni. Aspettai questa data con impazienza.. mi sembrava così bello poter dire festeggio san valentino (dopo un'adolescenza a martellarmi..)! mi ricordo che andammo in un ristorante che si chiamava La Vie en Rose in piazzetta dei Ciompi (ora non c'è più) e ricordo che lui mi regalò un delizioso braccialettino d'oro con i cuori. L'ho portato per anni. Io, pragmatica come poche, gli regalai un libro sulla guerra (era un paracadutista..). Ero davvero emozionata! Fu una serata romantica e da batticuore.

Oggi.. questa festa non la sento granchè. Certo magari un saluto speciale, un piccolo gesto o pensiero lo apprezzo, ma come lo posso apprezzare negli altri 364 giorni.
ma andare a cena... mmh.. non so se lo farei. comunque quest'anno il problema non si pone proprio, anche perchè se tutto va come penso, il 14 febbraio sarò... al caldo!

In ogni caso rispetto chi è meno cinico di me, e anzi adora questo giorno. Quindi per chi ama la festa degli innamorati, riporto il menù (a proposito si scrive menù o menu?) :

ANTIPASTO: Insalata degli innamorati (con avogado e gamberetti) Cuoricini di polenta al gorgonzola Strudel di verdure
PRIMO: Linguine agli asparagi Penne "Come on baby, light my fire" (ai gamberoni)
SECONDO: Filetto di maiale di cinta senese lardellato, con patate in barchetta
DOLCE: Cheese cake al profumo di arancia
VINO: Prosecco
per info: Stefano Bosia +39 3474238636

lunedì 22 gennaio 2007

altri ristoranti di Firenze

Visto che ieri sera sono stata in una pizzeria piuttosto normale (si chiama SENZA NOME, sta in Via Doni, esattamente di fronte alla nuova casa dello studente, quel palazzone bianco tutto strano, che sembra una gabbia..la pizza è alta, ma buonina) oggi lascio la parola alla mitica Baba che mi parla di 2 ristoranti piuttosto diversi l'uno dall'altro.

La Fondue - Edel Kitsch Restaurant - Via della Fonderia 1R - tel. 055 2286006 Firenze (zona Ponte alla Vittoria)

Il locale, da fuori, non dà molto nell'occhio, se non si conosce non si nota. Appena entrati, si trova un’ambiente molto accogliente, carino e originale: arredato prevalentemente in legno offre un'atmosfera calda, con grandi cornici dorate e argentate alle pareti, oggetti di vetro soffiato e sedie d'epoca. Di vetro soffiato è la caramella colorata segnaposto, che ti puoi portare via per ricordo. Nel menù solo ed esclusivamente fondues secondo la tradizione svizzera e francese: di carne, di formaggi sciolti nel sidro di mele, e di pesce, accompagnate da salse, pane arrostito e cruditè. Per dessert: fondue di cioccolata da gustare con pezzi di frutta! Servizio impeccabile: aperitivo a base di lamponi offerto dalla casa e una consulenza discreta ma utile da parte dei giovani camerieri sulla composizione delle fondues e l’abbinamento dei vini.

Non è economicissimo: la fondue è per minimo due persone, e costa a testa dai 23 ai 35 euro. C’è da dire che le porzioni sono abbondanti.

Unico neo: con tutti questi pentolini di olio fritto, la sala e gli abiti dei suoi avventori si impregnano di uno sgradevole odore che ti porti a casa per ricordo, insieme alla caramella di vetro!! Il tutto compreso nel prezzo!

Nota mia - questo è il sito internet: www.lafondue.it una volta tanto, si vede un ristorante che ha fatto uno sforzo, le immagini sono curate e il sito è piuttosto completo (c'è pure il menù) peccato che tutto quel flash sia lentissimo da caricare e anti-google...




Fuor d’acqua - Via Pisana 37/r - tel. 055 222299 - Firenze (zona Porta San Frediano)

Al Fuor d’acqua si mangia dell’ottimo pesce e si beve dell’ottimo vino. L’ambiente è molto elegante e chic. La cameriera non ci presenta alcun menù, suggerisce lei le portate. Vabbè, penso, accade in certi ristoranti. Facciamoci consigliare. Tutti i piatti sono molto ben presentati, e il pesce è davvero buono e fresco. Il piatto forte è la catalana, un vassoio a base di crostacei adagiati su rucola e verdure crude. Difficile per me è stato usare l’attrezzo per rompere le chele! Avevo paura che mi partisse un pezzetto di guscio in testa a qualcuno! Adrian Mutu, attaccante della fiorentina, qualche tavolo più in là, in compagnia di amici devo dire po’ rumorosi, sembra essere un cliente affezionato. La sala è piena, ed è solo mercoledì! Accidenti deve essere un locale molto apprezzato! A fine cena la domanda che ci poniamo è la stessa: ma così senza menù, senza sapere quanto costano i piatti che quella simpatica e gioviale cameriera ci ha portato, quanto spenderemo? La risposta arriva sul piattino bianco: 75 euro a cranio. E, mi dicono poi altri amici, la cifra è sempre quella: 75 euro a cranio a forfait.

Tutto bene, tutto bello ma forse….. a averlo saputo prima………!!!


il sito non lo metto, tanto c'è solo una home page bianca con scritto "sito in costruzione".. il pesciolino giallo non c'entra nulla.. ma mi faceva tristezza non avere una immagine!


che dire.. grazie mille Baba per le tue ottime recensioni! sei un mito!

venerdì 19 gennaio 2007

Che buona la cioccolata



Oggi sono stata all'inaugurazione della Fiera del Cioccolato Artigianale..
premetto che non sono golosa di cioccolata, ma dopo aver assaggiato alcune di queste specialità devo confessare che mi sono un po' ricreduta.
allora: è vero 9 euro per 4 assaggi di cioccolata sono tanti (ok c'è pure il tè e il caffè..) ma la qualità è veramente notevole. capisco perchè ci tengono tanto a sottolineare che è cioccolato artigianale. è piuttosto diverso dal cioccolato industriale.


cioccolato fondente e cioccolato al latteho assaggiato una pralina di nocciola al tartufo, una scorza d'arancia ricoperta di cioccolato, una pallina di cioccolato e pistacchio, e due schegge di cioccolata con nocciole, scavate da un cupolone di 12 kg di cioccolato fondente e uno di 12 kg di cioccolato al latte... di solito la cioccolata fondente non mi piace, ma questa era la fine del mondo! l'ho preferita anche a quella al latte. ho fatto la foto alle due cupole di cioccolato, erano pazzesche!
melone ricoperto di cioccolatouna cosa buonissima era anche la scorza di melone, giuro MELONE AL CIOCCOLATO! anche a questa ho voluto fare la foto.. perchè non ci credevo che fosse melone.
era tutto buonissimo.
nella fiera ci sono anche altre cose carine: le foto, l'esposizione food design (geniale), i commenti dei visitatori, il cartone animato, i mimi travestiti, i quadri fatti di cioccolato (da annusare!).. ma temo che la gente verrà solo per assaggiare il cioccolato.
di Firenze ho riconosciuto soltanto Hemingway e boutique del Cioccolato (che avevano un bellissimo stand di pasta al cioccolato!).
buono anche il tè ananas e cocco e il caffè Mokarico.
So che ci sono 2 ristoranti a Firenze che propongono per la durata della fiera menù speciali a base di cioccolata: l'Angels e il Santo bevitore. Non so come funzioni la cosa, ma mi sembra un'ottima idea!

una nota personale: alla fiera del cioccolato ho finalmente conosciuto Marco di Digispace, uno dei ragazzi più in gamba del web fiorentino.. nonchè uno dei miei più fedeli fan (mi ha sostenuto fin dall'esordio). Come me cerca di far capire ai capoccioni che lavorano nei locali e nei ristoranti, quanto sia importante essere visibili su Internet.. e lo fa con passione!
E' stato un piacere conoscerti Marco!

giovedì sera a Firenze

ormai è assodato: la serata dei fiorentini è il giovedì.
ieri sera a mezzanotte sui viali sembrava di essere in pieno giorno. traffico e gente ovunque.
sarà l'avvicinarsi del weekend, sarà l'incredibile caldo (15 gradi a mezzanotte!)..
la cosa buffa è che i locali si riempiono per l'aperitivo, si svuotano verso le 21.30 e restano semivuoti fino alle 23 e poi all'improvviso non si sa da dove tornano tutti!!!
ieri sera sono arrivata un po' tardi all'aperitivo, erano quasi le nove. I miei amici erano al Check point "da Bobo", perchè al Kitsch c'era troppo caos. Si trova in Piazza Ferrucci, quasi sul ponte. Conosco il Check point da anni, da quando mi fermavo a mangiare le paste con la nutella alle 4 del mattino.. è un ritrovo storico dei fiorentini nottambuli (ci incontravi sempre qualcuno che conoscevi!) ti offriva paste calde buone e 2 chiacchere prima di andare a letto. L'aperitivo non è di quelli esagerati, ma la qualità è buona (ottime le verdure e la pappa al pomodoro). Ma la cosa che mi ha colpito è stata la gentilezza della cameriera (molto carina, forse straniera?) e del barman. Quando sono arrivata non c'era quasi più nulla da mangiare, le ho chiesto se portavano altro e lei mi ha detto che si informava, dopo poco hanno riportato un sacco di roba.
in più ho bevuto un ottimo caipiroska alla fragola, con dei pezzi di fragola enormi .. per 6 euro.
Poi ho fatto un salto al Boston T incredibilmente vuoto (ma per il discorso dell'orario, scommetto che dopo 1 ora era strapieno).

Infine sono andata in centro.. anche lì, appena arrivata niente, locali semideserti: il Colle Bereto faceva quasi tristezza.. noi siamo entrati allo Slowly, trovando facilmente posto a sedere.
Come per magia dopo le undici si è riempito (e anche al Colle Bereto c'era il mondo). Mah! ma tutta sta gente non lavora ??
com'era lo slowly? beh.. è carino, c'era il deejay che metteva la musica (cosa che non ho mai capito: in un locale dove non si balla, che senso ha mettere musica a tutto volume, con dj selection?), i camerieri particolari nel look (il nostro era asiatico ma con capelli rasta, con una cravatta portata a pelle, con brillantini...e look da cavallerizzo: stivali e pantaloni militari!) ma gentili. Alle ragazze regalavano pure una rosa rossa.
Peccato che la caipiroska alla fragola fosse imbevibile e me l'abbiano fatta pagare ben 9 euro!

comunque quando siamo usciti abbiamo visto un centro intasato dal traffico..
una fila di ragazzini griffati in coda davanti al Yab (l'unica discoteca che resiste in centro!)
l'autobus bloccato da una macchina parcheggiata male
gente ovunque
eh eh..

ma Firenze è anche questa, ed era bello sentir parlare fiorentino e non solo inglese, francese e giapponese..




giovedì 18 gennaio 2007

Fiera del cioccolato artigianale a Firenze

cioccolato a firenze
Domani comincia la Fiera del Cioccolato Artigianale a Firenze, al Saschall. E' il terzo anno che c'è questa manifestazione per i golosi: quest'anno è dal 19 gennaio al 28 gennaio.
Per i primi 100 visitatori l’ingresso è omaggio.
Verranno proiettati cortometraggi, documentari sulla lavorazione del cacao e un cartone animato sulla storia del cioccolato su un maxi schermo installato nello spazio del palco.

fiera del cioccolato a firenze“L’altro volto del Cioccolato”, un percorso - installazione: attraverso un paio di cuffie si viene proiettati in una sala da pranzo: 2 attori apriranno il loro banchetto ai visitatori, con un dibattito sul mondo del cioccolato. Ampio spazio anche alla fotografia, oltre che alla passione per il cioccolato: 3 workshop fotografici, due di ritrattistica (Lunedì 22 e Venerdì 26 ore 21.00-23.00) e uno di still life (Mercoledì 24 ore 21.00-23.00); inoltre un concorso fotografico FOTOGENIA AL CIOCCOLATO, che metterà a confronto le immagini, gli scatti, le angolazioni più interessanti realizzate da fotografi dilettanti. Una giuria di esperti selezionerà le immagini più creative che verranno abbinate ciascuna ad uno stand espositivo per tutta la durata della manifestazione. La partecipazione a tutte queste iniziative è gratuita.


Anche quest’anno Mokarico offrirà una tazzina di ottimo caffè ai visitatori e, dal lunedì al venerdì, offrirà la possibilità di assistere alla preparazione del Vero Cappuccino Italiano da parte di operatori esperti. Nell’arco dei 10 giorni la LIF – Lega Improvvisazione Firenze – offrirà divertenti ed imprevedibili performance di improvvisazione teatrale.
Gli amanti della musica non rimarranno certo delusi: Il Gruppo di ballo CaribeSwing del maestro Simone Passalacqua si esibirà in spettacoli di Salsa Portoricana e Boogie Woogie mentre Lady Radio, radio ufficiale della Fiera del Cioccolato Artigianale, riempirà di note l’aria del Saschall. Novità di questa terza edizione sono, inoltre, i TOTEM, posizionati in diversi punti della fiera, sui quali i visitatori potranno scrivere le loro emozioni, pensieri e sensazioni, come giganteschi guestbook.

Il biglietto comprende 6 degustazioni: 4 di cioccolato, 1 di caffè e 1 di tè.
Il costo del biglietto è 9 euro (intero) e 7 euro (ridotto). Le riduzioni (dal lunedì al venerdì) sono per i dipendenti Ataf o chi ha il biglietto obliterato, per chi ha il conto con la Banca CR Firenze, per i soci Coop, per i soci Touring Club, per chi ha il biglietto del treno o della Cap timbrato in giornata, per gli studenti, i bambini sotto i 10 anni e gli adulti sopra i 70.
Ingresso omaggio per gli operatori del settore.
L'orario di apertura: tutti i giorni apre alle 11.00, chiusura alle 24.00 tranne martedi 23 gennaio che chiude alle 20.00 e la domenica che chiude alle 21.00

mercoledì 17 gennaio 2007

Un teatro diverso a Firenze

A Firenze ci sono teatri "minori" veramente deliziosi. Non ero mai stata al Teatro Cantiere Florida in via Pisana, non è molto conosciuto, ma appena entrata mi ha conquistato. Ha delle componenti di architettura in metallo e le pareti in pietra a vista. Un mix di nuovo e vecchio, che fa molto laboratorio sperimentale (ricorda vagamente quello di Scandicci). Da fuori non diresti mai che c'è un tale gioiellino in Via Pisana (la zona è quella dietro a Viale Talenti, bisgona girare prima di arrivare al McDonald, andare in via Pisana, e si trova un po' prima del Polimoda)
Le poltrone sono molto comode, la vista buona (è molto inclinato) e pure l'acustica non è male.

cmq non è di questo che voglio parlare, ma della bellissima esperienza che ho passato ieri. Come detto nel post di ieri, ho partecipato con il mio gruppo "compagnia dei travaglianti" al concorso di corti. Appena arrivata lì mi sono ritrovata catapultata in un'atmosfera affascinante con tecnici delle luci e del suono, registi, attori, persone che provavano o accennavano passi di danza..
ho scoperto che i gruppi che partecipavano erano molto diversi l'uno dall'altro, non solo perchè 5 erano professionisti e 5 no, ma perchè portavano in scena pezzi molto vari: comico, drammatico, surreale, grottesco... quasi tutti erano composti da una massimo due persone, noi eravamo in 11!!!
Ricordo il primo gruppo, molto fisico, quasi senza battute, che puntava molto sul ballo e sul mimo con un pezzo dal nome indicativo DIKTAT. Ricordo una specie di comico torinese alla zelig, una commediola allegra, un monologo in napoletano, un pezzo durissimo su una ragazza in un manicomio..
Essere lì, in mezzo ad attori veri, a persone che girano l'Italia sperando di vincere qualche premio o farsi notare, o anche solo per divertimento e per passione era fantastico.
I camerini con le luci sopra lo specchio, la frenesia nei corridoi, tutti che dicono "merda merda merda"... sono tutte cose nuove per me!
Il teatro ti da sensazioni fortissime. puoi essere calmo finchè vuoi, ma quando sali su un palcoscenico e vedi buio davanti a te, la luce sparata negli occhi e senti gli occhi di tutti addosso.. ti senti una gran tremarella nelle gambe, il cuore che batte a 1000. e ti dici "non ricordero' mai le mie battute, aiuto!" e allora cominci a respirare e a calmarti, a pensare a tutte quelle tecniche di relax e gestione dell'ansia che ti hanno insegnato.. e al corso di 3 anni di improvvisazione teatrale che ti aiuterà sempre!!!
e alla fine ti diverti pure!

quando senti il pubblico ridere... capisci che la cosa funziona. e ieri ridevano. per questo anche se qualcuno ha scordato qualche battuta e anche se non abbiamo passato il turno, ne è valsa la pena. è stato molto emozionante. e stancante.

dopo il mio pezzo ho potuto guardare da spettatrice il secondo tempo dei corti e devo dire che alcuni erano belli e originali. Spettacoli come questo dovrebbero essere molto più visibili.. sono sicura che piacerebbero a molti, che anzichè starsene a casa, davanti alla tv, pagherebbero volentieri 7 euro per stupirsi ed emozionarsi come ho fatto io ieri sera.

Il 30 gennaio ci sarà la finale al teatro Puccini, spero di riuscire ad andare.

voglio ringraziare gli organizzatori gentilissimi e simpaticissimi (a cominciare dalla Daniela Morozzi, molto alla mano e fulminata, per niente montata dal successo televisivo, ma anche i 2 presentatori) ma soprattutto i miei compagni di recitazione, "raccattati" quasi per caso dal mio insegnante in qua e in là, capaci di metterci l'anima e sempre col sorriso sulle labbra! grazie a Matteo, Christian, Adelchi, Serena, Roberto, Lisa, Olivia, Nicola, Giovanni, Daniele, Sandra. E' stato bello recitare con voi!

ultima cosa. ho cercato invano il sito del concorso: inesistente su Google. mi sono ricordata di averlo sentito dire dal presentatore e l'ho trovato. carino, graficamente mi piace molto, anche se ha 2 difetti:
1) non è ottimizzato per i motori di ricerca (e quindi nessuno mai lo troverà),
2) non ha nemmeno una foto di uno spettacolo! che peccato... c'è solo un video.. sarebbe carino se mettessero un po' di foto delle serate.
visto che voglio dargli una mano (mi pare di aver capito che c'è anche un'iniziativa a fin di bene per i bambini del Congo) riporto l'indirizzo altrimenti introvabile: http://www.inbreve.org/

martedì 16 gennaio 2007

concorso di corti teatrali

Fino all'ultimo ero indecisa se parlarne o meno, visto che vi partecipero' come "attrice"..ma visto che queste iniziative hanno sempre bisogno di visibilità..
stasera c'è un'altra data di IN BREVE ..FESTIVAL DEI CORTI TEATRALI
un concorso di Corti teatrali ideato da Daniela Morozzi (la star fiorentina del serial televisivo 'Distretto di Polizia'), Fiamma Negri e Bruno Cortini. Un'occasione per scoprire nuovi talenti e godibilissimi 'corti' teatrali. Gli aspiranti attori si devono cimentare in 'piece' della durata massima 10 minuti.
Noi personalmente metteremo in scena un pezzo tratto da una commedia di Achille Campanile, su un funerale piuttosto bizzarro..

In breve…” è un Festival innovativo e curioso che riscuote successo sia da parte del pubblico che della critica. Nato a Firenze nella passata stagione, ha creato una “rete” di teatri che hanno dato a molti artisti la possibilità di rappresentare i propri progetti. E il concorso esce anche dai confini della Toscana, per approdare alle Marche e alla Liguria, grazie anche ai contributi delle Regioni.

Altra novità di quest’anno sono le due sezioni: professionisti e non professionisti: tutti comunque costretti ai 10 minuti di regolamento.

La serata finale sarà al Teatro Puccini di Firenze. Sarà una giuria di addetti ai lavori che nominerà i vincitori delle due categorie.

16 Gennaio_07 - ore 21,15
TEATRO CANTIERE FLORIDA
Via Pisana, 111 - Firenze
Tel. 055 7135357 costo del biglietto 7 euro.

19 Gennaio_07 - ore 21,15
TEATRO LA PERLA
Montegranaro (AP)
Info 3287756579 , 3807042301
Prenotazioni 0734 890554

23 Gennaio_07 - ore 21,15
TEATRO DEL CIRCOLO ARCI DI CALDINE
Via Faentina, 147 - Caldine (Fiesole)
Tel. 800 414240

30 Gennaio_07 - ore 21,15
TEATRO PUCCINI
Via della Cascine, 41 - Firenze
Info e prenotazioni:
Tel. 055 362067

LEGA ITALIANA IMPROVVISAZIONE TEATRALE - TEATRO PUCCINI - STAZIONE DI CONFINE

Con il Patrocino del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, del Comune di Firenze e dei Comuni di Porto S.Giorgio E Montegranaro (Ap), con la oollaborazione della V Commissione Cultura Del Comune Di Firenze, dei Quartiere 1 E 4 Di Firenze, del Comune di Scandicci – Scandicci Cultura, della Città Di Fiesole e del Comune di S.Casciano Val Di Pesa

Altri che amano Firenze





Mi ha scritto nel post di ieri un ragazzo che ha un curioso hobby.. fotografare le scritte sui muri di Firenze. Sono andata a vederle, alcune sono spassosissime, alcune sono romantiche frasi d'amore, altre ti fanno pensare, altre.. con la classica ironia toscana prendono per il hulo quello che succede a Firenze (la scritta sul ponte è un riferimento a Cecchi Gori?) e nel mondo.
Le ho trovate divertenti. Ho chiesto il permesso di ripubblicarle e questo ragazzo dalla parola mordace ma dall'animo fiorentino mi ha dato l'ok. ne metto qualcuna qui, purtroppo le più divertenti non le riporto.. lascio alla curiosità dei singoli, il piacere di scoprirle qui.
Fra l'altro ci sono anche altre foto di Firenze, una del Cestello di notte, vista dal Ponte Vecchio, con la luna, bellissima. Mi piacciono molto anche i 2 panorama di Firenze con la neve (quest'anno ce la sognamo!) e quelle del Polo di Sesto (mai visto, mi incuriosisce).
sempre grazie a kekule ho scoperto un blog su Firenze, dedicato a chi rischia la vita tutti i giorni.. in bici! Firenzeinbici è un blog che documenta, fotografa, riporta tutte le vicissitudini (per usare un eufemismo) che deve passare il ciclista che decide di girare Firenze sulle due ruote. Corsie e piste ciclabili bizzarre, interrotte, colorate e contrassegnate in diverso modo, tanto che lui (lei?) le ha ribattezzate leopardate. Il blog oltre a riportare ingiustizie varie, regolamenti, interruzioni, fa un lavoro certosino di misurazione, documentazione fotografica e ritocco per mostrare a tutti la situazione di tali percorsi.
solo per questo merita i complimenti!
io la bici la uso poco, ma la userei molto di più se fosse più semplice girare in bici per Firenze. Una volta sono stata a Ferrara.. quella sì che è una città a misura di bici.

lunedì 15 gennaio 2007

e dopo cena.. a ballare

Dopo cena siamo andati a spasso per il centro, invaso dagli stranieri. Molte le americane tenute a spalla, completamente ubriache, e tutte le strade erano piene di venditori abusivi con le borse finto Gucci o Louis Vitton.. in generale il clima era allegro. la città viva. complice una temperatura mite, era davvero piacevole passeggiare per il centro, se solo lo restituissero ai fiorentini!
Siamo andati in un locale rinnovato da un mesetto. Fa parte di quei locali che cambiano nome e gestione così tante volte che tutte le volte devi dire ex ex ex. In questo caso si tratta dell'ex Pongo, ex 055, ex XO'...ora si chiama TWICE. appena entrati ci prende un po' male: età media 20 anni. purtroppo è il male del sabato sera. trovare locali discoteca per 30enni è difficile, soprattutto in centro.
Peccato, perchè questo posto non era male: zona bar e zona discoteca, musica abbastanza carina.
pieno di straniere e italiani a caccia di. temperatura interna piuttosto elevata, ma ingresso free. perciò siamo rimasti per un'oretta a ballare finchè non ci siamo liquefatti. scherzi a parte siamo andati via perchè era troppo caldo e troppo...pieno di ragazzini.

la bistecca alla fiorentina finalmente!

Era davvero tanto che non mangiavo una bella bistecca e così sabato ho convinto un po' di amiche/amici.. e siamo andati da Marione, una trattoria tipica fiorentina in centro (a 2 passi da via Tornabuoni), famosa per la bistecca alla fiorentina.
allora.. si mangia bene, si spende poco (tranne la bistecca), ma armatevi di pazienza!
nonostante la prenotazione, abbiamo dovuto attendere un po' per il tavolo (fuori dal ristorante c'era un sacco di gente ad aspettare). il caos regnava sovrano, le cose da ordinare finivano, il servizio era altalenante, il tavolo piccolo, i bicchieri finiti... ma tutto nella massima simpatia! anche se sbagliavano a portare qualcosa o erano un po' lenti, trovavano il modo di farsi perdonare (per es. a noi hanno portato dei crostini in omaggio). e i camerieri napoletani (!) erano molto simpatici e alla mano.
noi abbiamo ordinato antipasto toscano e a seguire bistecca alla fiorentina, con contorno di patate e insalata.
eravamo in 9 e ci siamo divisi 3 kg di bistecca. una era al sangue e l'altra - stranamente - ben cotta. e io ancora più stranamente ho preso quella al sangue. era alta non so quanti cm, rossissima! con un osso enorme. confesso: ero emozionata! era davvero una vita che non la mangiavo.
buonissima. tenera. saporita al punto giusto da aggiungere solo uno spruzzo di limone.
ma il massimo del divertimento e del gusto l'hanno provato i 2 unici uomini al tavolo che si sono presi l'osso con le mani e hanno cominciato a sbranarlo !!! come dicono loro "la parte più buona è quella sull'osso!!!". (chiedo scusa per la qualità delle foto ma sono fatte col cellulare, grazie Baba!)
vinello rosso della casa (un chianti tranquillo), cenci, cantucci di prato con vinsanto, grappa, limoncello, caffè... insomma ci siamo alzati da tavola a mezzanotte!
il costo? 25 euro.
davvero poco, ma le porzioni non erano propriamente per 9..
e si dovevano far perdonare alcuni piccoli disservizi. quindi non so se si spende sempre così poco.
comunque tranne la bistecca i prezzi mi sembrano bassi. la qualità è buona, i piatti sono molto tipici. Hanno nel menù del giorno anche cose come il bollito, le pappardelle al cinghiale, il galletto arrosto con patate.. insomma una cucina rustica!

Marione
Via della Spada 27/r
50123 Firenze
tel: 055 214756
consiglio la prenotazione!!!!!!!!


ps: per i 2 protagonisti delle foto.. spero che non vi scocci esser stati immortalati mentre mangiate la bistecca. non vi si vede nemmeno più di tanto, chi non lo sa che siete voi, non vi riconosce. se però non volete.. le togliero', privando il pubblico femminile di questo blog di una piacevole visione (quante possono vantare per amici 2 bei ragazzi, atleti, biondi, occhi azzurri? eh eh eh)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...