Pubblicità

venerdì 31 luglio 2009

Come diventare sommelier in 50 minuti

Ho visto questo spettacolo lo scorso inverno e l'ho trovato molto divertente perchè prende un po' in giro il mondo dell'enologia e dei sommelier in generale (come il nostro caro Andrea "da Burde" Gori) e rivela doti da intrattenitore che ignoravo in Romanelli. In questo caso è pure gratuito... Domenica 2 agosto ore 21.30 al Parco fluviale di Pontassieve.
Si può cenare al Parco, con un menù degustazione: in occasione dello spettacolo “Come diventare sommelier in cinquanta minuti”, il ristorante Carpe Diem, in collaborazione con la trattoria Toscani da Sempre e la casa vinicola Ruffino, propone, presso il ristorante del Parco Fluviale di Pontassieve, una serata a tema di abbinamento cibo - vino.
Menu ’
Terrina di fagioli con salsa ai porcini + La Solatia Pinot Grigio 2008 7,00 euro
Raviolo di patate alle verdure con olio al basilico + Rosatello Ruffino 9,00 euro
Coscio di cinghiale o capriolo alla medicea + Riserva Ducale 2006 13,00 euro
Mousse di pesche di Rosano
Acqua e caffè
Menu completo: 25,00 euro
Per info e prenotazioni 366 53 35 281

Effetto Venezia a Livorno

Come anno scorso torna Effetto Venezia a Livorno con la notte bianca: negozi aperti, musei gratis, concerti, mercatini. giro dei fossi in battello... Palio dell'Antenna. Per info>>
Leggi il post di 3 anni fa su Effetto Venezia e la trattoria da 11...

31 luglio 2009

31 luglio 2009. E' proprio estate, ma ancora non sono in vacanza. Anzichè essere su una spiaggia assolata sono davanti al pc.
E voi? voi che mi leggete in questo momento immagino non siate in vacanza. State per partire? Dove andate?
Oppure non fate vacanze o le avete già fatte? o lavorate tutto agosto? se è l'ultima risposta, consolatevi, quest'anno pare siano in tanti a lavorare in Agosto...

giovedì 30 luglio 2009

L'orologio di Bologna

DOMENICA 2 AGOSTO ore 19 allo Spazio “Orazio Costa – Jacques Copeau” presso l’Eremo di Vincigliata (Via di Vincigliata, 12 Fiesole - Fiesole) Il “TEATRO DEL CIELO” presenta L’OROLOGIO DI BOLOGNA di MARGHERITA GUIDACCI.
Oratorio a più voci dedicato alle vittime della strage avvenuta il 2 Agosto 1980 alla Stazione di Bologna. Coordinatore PAOLO COCCHERI.
La mattina del 2 agosto 1980 un ignoto terrorista depositò una valigia piena di esplosivo in una angolo della sala di aspetto della stazione di Bologna. La stazione era molto affollata: si era nel periodo delle vacanze ed era il primo sabato di agosto. L’esplosione avvenne alle 10.25; su quell’ora si fermarono le lancette dell’orologio esterno della stazione la cui immagine, replicata infinite volte dai mezzi di informazione, divenne quasi un simbolo di quel terribile evento.
Il numero dei morti fu altissimo: di gran lunga il più alto che si fosse mai avuto per un attentato terroristico in Europa.
INGRESSO GRATUITO, PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI 338/74.33.014

mercoledì 29 luglio 2009

Serata Castelli Greve Pesa

Giovedì ultima serata per Castelli del Grevepesa Summer Festival: a partire dalle ore 20.00 presso Pieve di Sant'Angiolo Vicolabate - San Casciano Val di Pesa (FI) Il brivido della leggenda: Bill Smith
Nel panorama mozzafiato della piazzetta della Pieve di S. Angiolo Vicolabate, ultimo appuntamento con il Castelli del Grevepesa Summer Festival, la rassegna jazz che ogni giovedì sera, per tutto il mese di luglio, ha animato le notti chiantigiane con musica, vino e prodotti tipici.
E per il grande finale ritorna un ospite straordinario, Bill Smith, icona del jazz classico.
Conosciuto come uno dei principali pionieri dello sviluppo di nuove risorse sonore del clarinetto, William O. (Bill) Smith inizia le sue ricerche nel 1959, anno in cui il suo Five Pieces for Clarinet Alone divenne la prima composizione, mai registrata, con uso di suoni multipli per clarinetto. Nello stesso anno realizzò presso i Columbia-Princeton Electronic Music Studios di New York il primo lavoro che integra una esecuzione del clarinetto dal vivo con un nastro registrato composto da suoni dello stesso clarinetto trasformati. Alcuni anni dopo partecipò, con Paul Ketoff a Roma, allo sviluppo del primo sintetizzatore elettronico portatile e del primo microfono per clarinetto. Il suo catalogo di oltre 200 suoni multifonici per clarinetto è rimasto, da quando è stato completato nel 1960, uno dei più completi e più consultati documenti del genere.
Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti tra cui il Prix de Paris, il Rome Prize, due volte il Guggenheim Fellowship, oltre al National Endowment of the Arts e all'American Academy of Arts and Letters. Ha suonato in numerosi festivals e concerti in Europa, Stati Uniti, Giappone e URSS.
La sua discografia è straordinariamente ricca: tra gli album più importanti la serie con Dave Brubeck e gli album con Shelly Manne, Jim Hall, Paul Motian, John Eaton. A Bill Smith l'indimenticabile compositore Luigi Nono dedicò addirittura il suo concerto per clarinetto.
Promosso e ideato da Castelli del Grevepesa, la più grande azienda produttrice di Chianti Classico, il Summer Festival presenta una serie di proposte musicali di grande qualità in abbinamento alle eccellenze della tradizione enogastronomica del Chianti.
Ogni concerto è accompagnato da una cena a buffet ispirata ai piatti dell’antica cucina contadina chiantigiana ed ai suoi celebri vini. La scelta dei prodotti e del menù del buffet è a cura della Castelli del Grevepesa e dell'Associazione Culturale Amici del Vino Toscano.
La partecipazione ai concerti e al buffet ha un costo di 25 euro a persona.

William O. (Bill) Smith clarinetto
Francesco Fagiani chitarra
Massimo Ciolli chitarra
Amedeo Ronga contrabbasso
Carlo Fagiani batteria

COME RAGGIUNGERE S. ANGIOLO VICOLABATE
Da FI/Certosa seguire direzione Greve in Chianti per 18 km fino al Ponte di Gabbiano.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
info@castellidelgrevepesa.it
www.castellidelgrevepesa.it
Amici del Vino Toscano 333 3355962

Serata tango alle Pavoniere

Mercoledì 29 Luglio 2009 "Passion Tanguera": serata a ritmo di tango al Parco-piscina le Pavoniere. Ogni Mercoledì sera c'è la serata dedicata al tango argentino: dalle 21,30 tutti pronti a girare come nelle milongas di Buenos Aires nei passi di milonga, tango e vals criollo dietro la guida dei più valenti insegnanti di ballo toscani. Si può anche cenare presso il ristorante-pizzeria (piatti mediterranei a base di pesce fresco, verdure di stagione oppure pizza). Il ristorante è aperto anche in caso di pioggia.
Parco Piscina LE PAVONIERE Swimming pool - ShowAperitif - Dinner - Music - Drinks. AREA con copertura WI-FI
Aperto tutti giorni dalle 11 di mattina con punto bar e pranzo.
Ingresso LIBERO dalle 18 alle 2.00
INIZIO APERITIVO ORE 19 (5 euro con drink)
Via della Catena, 2 Parco delle Cascine Firenze
info prenotazioni cene: 333.1297725

Io non ci sarò... se riesco andrò a sentire Daniele Silvestri in Fortezza da Basso.

Azienda agricola biodinamica a Firenze

Mi è stata segnalata quest'azienda, che ben volentieri riporto sul blog:
A breve distanza dal museo del calcio di Coverciano, su un pendio della collina in cima alla quale sorge il borgo di Settignano, è presente un'azienda agricola il cui giovane titolare ha iniziato a sfruttare terreni che erano di proprietà della famiglia da diverse generazioni, ma che da tempo erano incolti ed abbandonati. Il titolare dell'attività, Antonio Banducci, è un giovane che da subito ha scelto di utlizzare esclusivamente tecniche colturali biodinamiche. La vendita dei prodotti, in un casale adiacente ai terreni coltivati, si effettua direttamente al consumatore: vendita diretta (martedì e giovedì pomeriggio, sabato mattina), gruppi d'acquisto solidali o mercatini "biologici" sono gli unici canali di distribuzione.
Indirizzo: La talea
via della torre, Firenze (FI)
latalea.fi@gmail.com
www.latalea.com

martedì 28 luglio 2009

Musica in Santo Spirito (per chi resta in città ad Agosto)

Oltre ai film dell'arena estiva alla Flog, ecco qualche altra idea per le calde serate di agosto. Purtroppo il coprifuoco è alle 22...
“ContemporaneaMente in Santo Spirito” Musica live e video dal palco di Piazza Santo Spirito, dalle ore 20 alle ore 22.
- venerdì 31 luglio ore 20 TheHalfOfMary. Claudio Tosi: voce; Andrea Allulli: tastiere; Maurizio “Pise” Sammicheli: chitarra; Gionni Dall’Orto: basso. L’altra metà di Mary è un mondo misterioso, inquietante e melodico. Un mondo che non ha nome, come il genere musicale che propone questo gruppo che travalica i confini del rock e del pop.
- mercoledì 5 agosto ore 20 COOKS NO PROFIT. Claudio Fabbrini: chitarra; Lucio Bosio: basso elettrico; Raffaele Di Gioia: batteria. Mischiano ingredienti diversi creando un sound originale, il cui sapore evoca il funk e il jazz, il rock e la bossa-nova.
- venerdì 7 agosto ore 20 FERITOIE DELLA NOTTE in “Omaggio a Fabrizio De André”. Fausto Billi: voce; Stefano Naldi: chitarra. Hanno debuttato il 18-2-2009 (giorno del compleanno di De André) e continuano a portare per l’Italia le loro riletture acustiche del repertorio del grande Faber.
- venerdì 21 agosto ore 20 THE MEETINGS MIND. Quartetto jazz sperimentale strumentale.
- mercoledì 26 agosto ore 20 CLEOPATRAS. Elisa Brigiolini: voce e cembalo; Marta Franceschi e Rossana Bonelli: chitarre e voce; Alice Guerrini: basso; Camilla Lastrucci: batteria e urlo. Pepatissima garage-surf band tutta al femminile.
- venerdi 28 agosto TOO MUCH BLOND. Edoardo Florio di Grazia: voce; Giulio Ammendola: chitarra & programming; Rocco Nencioni: chitarra; Francesco Giommi: basso e voci; Theo Taddei: batteria. Vincitori di vari concorsi e soprattutto del “Coca-Cola Soundwave Discovery Tour 2007”, che li ha portati a partecipare alla trasmissione “Operazione Soundwave” su MTV, ad aprire i concerti di Rimini e Bari del Coca-Colalive@MTV e a firmare un contratto con la SUGAR. Aprono la serata i VELVET.

lunedì 27 luglio 2009

Arena estiva Poggetto (Flog): programma agosto 2009

Ecco il programma di agosto all'arena estiva della Flog, al Poggetto.
ARENA ESTIVA POGGETTO "ESTERNO NOTTE" PROGRAMMA AGOSTO 2009. Inizio spettacolo ore 21.30. Biglietto 5 euro.

1 HARRY POTTER
2 HARRY POTTER
3 UNA NOTTE DA LEONI
4 IL DUBBIO
5 THE MILLIONAIRE
6 DIVERSO DA CHI ?
7 ITALIANS
8 ANGELI E DEMONI
9 GRAN TORINO
10 MATRIMONIO ALL' INGLESE
11 IO E MARLEY
12 MILK
13 DUE PARTITE
14 GIU' AL NORD
15 UOMINI CHE ODIANO LE DONNE
16 COCO AVANT CHANEL
17 SI PUO' FARE
18 THE READER
19 REVOLUTIONARY ROAD
20 L' OSPITE INATTESO
21 QUESTIONE DI CUORE
22 DIVERSO DA CHI ?
23 IL GIARDINO DI LIMONI
24 CHANGELING
25 HARRY POTTER
26 CURIOSO CASO DI BENJAMIN BUTTON
27 THE MILLIONAIRE
28 ANGELI E DEMONI
29 EX
30 RIUNIONE DI FAMIGLIA
31 UOMINI CHE ODIANO LE DONNE

Cercasi gruppo che suona e canta in spagnolo

A settembre si sposa mio fratello e mi ha chiesto di trovargli un gruppo (va bene anche un duo o un/una solista) che canti e suoni musica spagnola. Non cose stravaganti ma il repertorio tradizionale... Mi immagino accompagnati da una chitarra o poco più. Una cosa soft. Niente cose stile "Il ciclone".

Se qualcuno vuole farsi avanti autoproponendosi lasci la sua mail nei commenti e lo contattero'.
Non candidatevi se fate dj, musica dal vivo di altro tipo, animatori o altro! Non mi interessa piano bar con le canzoni italiane o dj che fanno serate per matrimoni. Cerco qualcuno che a livello professionale, magari madrelingua (ma non è obbligatorio) fa serate di musica spagnola (non portoghese! niente fado o bossanova).

Grazie :)

FlorenceIN e BarCamp

Stasera alle ore 19 presso la Casa della Creatività (in centro a Firenze - vicolo di Santa Maria Maggiore, 1 in una traversa di via Cerretani) soci e simpatizzanti FlorenceIN si incontreranno per partecipare all'incontro "Raccontateci il BarCamp" nel corso del quale coloro che hanno partecipato al BarCamp tenutosi nei giorni scorsi a Palazzo Vecchio, potranno raccontare la loro esperienza. Dopo l'incontro si svolgerà il consueto aperitivo, occasione di socialnetworking.

domenica 26 luglio 2009

Osteria Tornabuoni: cena 2 spaghi

Pubblico la recensione della cena all'Osteria Tornabuoni, inviatami da STK.

Martedì 21 luglio 2009 a cena in Osteria Tornabuoni.
Ristorante di recente (15 maggio) apertura, adiacente all' Obikà da cui è peraltro possibile accedere direttamente.
Il nostro è un tavolo di dieci commensali, tutti membri di http://www.2spaghi.it/ tra cui anche la nostra ospite Nelli; all'arrivo veniamo accolti da una piacevole bottiglia di “Villa Salvi” rosè metodo charmat, sorretta (per poco a dir il vero) da l'abile Andrea Gori, l'ambiente è ben disegnato e ben arredato, moderno ed accogliente, perfetto per piacere ai fiorentini.
Per arrivare in sala (circa 50 coperti) si passa dalla galleria del vino (foto), molto suggestiva, gestita dal succitato Andrea il quale si occuperà di noi per tutta la sera (prima di fuggire da Marco per “la cena dei palati”) a cominciare ovviamente dal vino che dopo il benvenuto già citato, diventa un rosè di Rocca di Montegrossi, buono, per poi evolversi in pinot nero un Fortuni, ed un Coldaia entrambi vendemmia 2006, veramente interessanti e particolarmente ben riusciti sopratutto per provenire dalla toscana, terra difficile per questo vitigno ma... veniamo alla cucina.
Assaggiamo praticamente tutto quello che la carta stagionale (giustamente non ampia) prevede: gamberi su insalata di cannellini freschi, Aspic di pollo e coniglio con julienne di verdure e menta, battuta di manzo (tartara), zuppa di zucchine e fiori, penne “Fabbri” sul coniglio, spaghetti alla trabaccolara (piatto tipico viareggino a base di pesce bianco), filetto, tagliata di tonno in crosta di sesamo, e il piatto forte del locale: le cosce di pollo del val d'arno al mattone.
Tutti i piatti, preparati da Giuseppe, lo chef, e la sua brigata, risultano molto buoni, ben presentati e con cotture perfette, in dosi che suggeriscono di fermarsi alle due portate.
Non ci fermiamo invece, e già le portate erano tre, e si assaggiano anche i dessert: torta al cioccolato e zuccotto, (altro? Non ricordo al momento dei dolci ero a zonzo per la cucina :-)) qua devo ammettere un leggero calo rispetto a tutto il resto, esecuzioni migliorabili.
Il momento del conto, 68, spiccioli euros, ovviamente a persona, fanno da antidigestivo provocando in alcuni strane contrazioni facciali, altri che hanno provato a chiamare Scott per attivare il teletrasporto... effettivamente ci attendevamo qualcosa meno ma ad incidere in modo importante è stato il vino: circa 180 € (bottiglia di benvenuto offerta).
La scelta del pinot nero è stata mia e perfezionata da Andrea, non avendo però in mano la carta dei vini e quindi sott' occhio il relativo prezzo, errore, lo ammetto, perché in un occasione del genere non avrei optato per bottiglie da 52 euro.
Se escludiamo quindi il vino la spesa si riduce a 50 €, forse qualcosa meno, a testa per antipasto, primo, secondo, dolce, caffè, il tutto perfettamente serviti in un piacevolissimo ambiente, giusto in via Tornabuoni.

Grazie Stk per la tua dettagliata e precisa recensione; da parte mia confermo la bontà del pollo al mattone e dell'antipasto (gamberi). Il dolce non l'ho assaggiato. Sì, il vino era buono, ma anch'io forse non avrei scelto una bottiglia da 52 euro.. ma capisco che quando si è in 10 diventa difficile tenere sotto controllo tutto. Per me è stata comunque una serata piacevolissima dove ho potuto conoscere persone interessanti e che hanno una passione per la buona tavola (non esclusivamente di alto livello). Un saluto a tutti gli spagofriends! Qui trovate tutte le recensioni della serata>>

Festa dell'unicorno

Mi scuso con Claudia se non ce l'ho fatta a postare prima l'evento che mi segnalava, rimedio ora, magari non tutti sono già al mare o sanno già cosa fare stasera...
A Vinci in questo weekend c'è la festa dell'Unicorno: mercato medievale, fumetti, concerti (la sera), cosplay, tornei d'arme, giochi di ruolo, fumetti (fra gli ospiti dell'area comics di quest'anno sono nientemeno che ANGELO STANO e MICHELE MEDDA, rispettivamente disegnatore e sceneggiatore del mitico DYLAN DOG) e molto altro (mi incuriosisce il "vicolo della paura"). Ingresso gratuito.
Per info: http://www.festaunicorno.com/

Riconferme

Venerdì sera sono stata al Flo', al piazzale Michelangelo, uno dei pochi locali sempre affollati a Firenze. Devo ammettere che sono stata bene: un vino decente per 6 euro, un buffet avvicinabile (certo non aspettatevi grandi cose, ma si lascia mangiare), una barista simpatica e carina... Insomma non male. E una marea di gente. Le ultime volte che c'ero stata non avevo apprezzato molto, invece venerdì, complice anche la splendida compagnia di Simona in gran forma, ho passato una piacevole serata.
Ieri invece dopo un pomeriggio a "baco" al Lago di Bilancino (al Bagno Maria) sono tornata da Anna Trend a Scarperia. I tortelli erano davvero buoni! Ho ripreso più o meno le cose dell'anno scorso (la differenza: ho preso sugo di carne anzichè i funghi).
E' bello avere smentite ma anche riconferme..

venerdì 24 luglio 2009

Domenica a Firenze

Durante la giornata sono previsti alcuni laboratori per bambini a Palazzo Strozzi in concomitanza della mostra di Galileo; niente in confronto alle attività del Museo dei Ragazzi (che resta aperto tutto Agosto) ma visto che per i bambini a Firenze non c'è mai nulla, lo segnalo volentieri.

La sera invece si festeggia Sant'anna, patrona della Repubblica fiorentina: sbandieratori in piazza Signoria (dalle 20.30), corteo storico in via Calzaiuoli (21) e benedizione dei Ceri.
Ecco il comunicato che mi è arrivato:
Il 26 Luglio 2009 dalle ore 20:30 iniziano a Firenze le celebrazioni della Festa di Sant’Anna, "Santa avvocata della libertà cittadina". I Bandierai degli Uffizi, sbandieratori Ufficiali di Firenze, ed il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina guideranno il Corteo delle Autorità Civili e Religiose alla Chiesa di Orsanmichele. Parteciperanno anche il nuovo Sindaco di Firenze Matteo Renzi e l’Arcivescovo di Firenze Monsignor Giuseppe Betori.
Sant’Anna fu per Firenze la “partigiana della causa della Repubblica”, il 26 di luglio si celebra la cacciata da Firenze di Gualtieri di Brienne, noto come Duca d’Atene. Tutto ebbe inizio con una sollevazione popolare il giorno di Sant’Anna, il 26 luglio 1343, che mise finalmente fine al tiranno dopo un anno di offese e di ingiustizie.
Le Arti fiorentine commemorarono in passato questa festa e produssero numerosi manufatti e altre testimonianze che attualmente confortano l’importanza di Sant’Anna per Firenze.
Uno dei più importanti è l’affresco di Mariotto di Nardo (fine del XIV secolo) in una vela dell’Oratorio di Orsanmichele, dove tutte le Arti, in segno di ossequio e commemorazione, si recarono a rendere omaggio alla Vergine e a sua madre Anna.
L’altare di Orsanmichele divenne quindi il luogo fondamentale della festa, dove tutt’ora ha culmine la ricorrenza che si celebra ai nostri tempi per la "Santa avvocata della libertà cittadina".

giovedì 23 luglio 2009

Omaggio a De Andrè

Stasera alla Limonaia di Villa Strozzi (via Pisana) alle ore 21.30 ci sarà il live di Andrea Sani che renderà omaggio a De Andrè. Costo 8 euro. Il posto è fresco e molto carino. Fateci un pensierino...

Balletto al Castello di Calenzano

Lorenzo Casta dj mi segnala questo evento gratuito:
Quando le paure segnano l'anima, quando la speranza va oltre l'immaginazione...In un mix di danza e teatro, due attrici e tre danzatrici trasformeranno il giardino del castello in un giardino d'oriente. Tra gelsomini e rose le donne si nascondono, si raccontano e danzano.
Siparidiparole e Tamra Henna presentano
"ORIZZONTI OLTRE QUESTO GIARDINO" Castello di Calenzano, ore 9.30. Guovedì 23 luglio 2009. Ingresso gratuito.
Con ILARIA DADDI e BIANCA PANANTI. Danzano EVA AGOSTINELLI , LAURA CIOMEI , LUCIA DERI. Allestimento Mariella Aiazzi e Rossana Regimonti. Tecnico luci e suono Lorenzo Castagnoli
Testo e regia ROSSANA REGIMONTI

mercoledì 22 luglio 2009

Concerto di Bollani e cena da Sabino's

Scrivo con 2 giorni di ritardo perchè ero troppo incasinata col lavoro per poterlo fare prima. Approfitto di un break per raccontarvi di lunedì sera, una serata che era nata storta e poi si è trasformata in una splendida sorpresa. Dopo una serie di problemi lavorativi vari le possibilità erano due: o a casa a letto lasciando il mondo fuori, oppure uscire e svagarsi (nonostante il malditesta devastante). Per fortuna ha prevalso la seconda.
Sabino mi ha invitato a cena a casa sua a fare da cavia a una nuova creazione: il riso al caffè. Gusto particolare, ma mi è piaciuto!
E dopo siamo andati all'anfiteatro di Fiesole a sentire il concerto di Stefano Bollani "Carioca" .
L'anfiteatro era strapieno, hanno dovuto stoppare le vendite, del resto per soli 14 euro valeva la pena: la location è sicuramente suggestiva e Bollani è una garanzia.
Che cos’è Carioca? È l’inedito viaggio che l’acclamato pianista, premiato nel 2007 con l’Hans Koller European Jazz Prize, ha intrapreso andando alla scoperta del mondo del samba e dello choro; le vere, autentiche colonne sonore di Rio de Janeiro. Il brodo primordiale da cui successivamente ha preso forma la Bossa Nova.
Scatenato, ironico, virtuosistico come suo solito, Bollani ha messo in piedi uno spettacolo animato e divertente con una band molto interessante. Ho trovato molto bravo il chitarrista Marcos Pereira e il percussionista Armando Marçal, noto come “Marçalinho", ma in generale ho notato un ottimo affiatamento fra tutti i componenti del gruppo. Fra le canzoni:
A voz do morro” di Zé Keti, “Samba e amor” di Chico Buarque o “Luz negra” di Nelson Cavaquinho, “Segura ele” del maestro Pixinguinha e “Tico Tico no Fubà” di Ziquinha de Abreu. E ancora “Na baixa do sapateiro” di Ary Barroso, “Outra coisa” di Moacir Santos e “Trem da onze” di Adoniran Barbosa, il famoso “inno di San Paolo” tradotto anche in Italia da Riccardo Del Turco come “Figlio unico” e che Bollani canta e reinventa ogni volta. Suona anche un suo pezzo, molto carino, dal titolo "il domatore di pulci".
Oltre due ore di concerto con un pubblico che ha apprezzato a tal punto da costringerlo a più di un bis.
leggi l'ottimo articolo di Andrea Scanzi sulla Stampa
leggi anche le registrazioni del Dottor Djembè

Domani sera (giovedì 23) invece vi consiglio il concerto della moglie, Petra Magoni: altrettanto brava e ironica. In Fortezza.

martedì 21 luglio 2009

Domani sera cosa fare? è dura...

Chiedo scusa ai lettori se latito un po' in questi giorni. Non sono in ferie (magari). Al contrario sono sommersa di lavoro (ma tutti il 21 di luglio si svegliano??). Appena posso postero' il concerto di Bollani di ieri sera e la cena on Sabino's roof a base di riso al caffè eh eh
Intanto vi do un paio di piccole segnalazioni per domani sera.
Mercoledì 22 Luglio dalle 21:30 Anfiteatro Blu Parco dell'Anconella - via di Villamagna 39d, Firenze - zona Gavinana. Ingresso libero. Serata all'insegna del cinema d'autore a cura dell'associazione Hulot:
"Anche libero va bene" di Kim Rossi Stuart, 2006
"Canicola" di Ulrich Seidl, 2001

A Villa Caruso Bellosguardo ultimo appuntamento con Caruso Summer Festival, uno spettacolo di Tango a cura di "Tango Rubio".

A Scandicci al Castello dell’Acciaiolo lo spettacolo “Articolo Femminile” piece di teatro e musica con Daniela Morozzi voce recitante, Stefano Cocco Cantini ai sassofoni e piano, Francesco Petreni alla percussioni e con la partecipazione straordinaria di Ares Tavolazzi al contrabbasso; mentre in Piazza Matteotti il concerto gospel dei PILGRIMS (bravissimi).

In Fortezza invece ci sono i Subsonica.

lunedì 20 luglio 2009

Caccia al tesoro mediceo

Ultimo appuntamento per il mese mediceo con la caccia al tesoro.
Una cartina. Qualche indizio. Molte trappole. Questi gli ingredienti della Grande Caccia al Tesoro. Ma non un normale Tesoro, bensì il patrimonio Mediceo, accumulato in più di 400 anni di collezionismo e di attenta parsimonia. Il pubblico, libero di giocare o anche solo di assistere, dovrà superare le divertentissime prove, proposte dei più grandi personaggi Medicei, per ottenere la risposta al difficile enigma.
UN EVENTO PER TUTTE LE ETA'
23 - 24 - 30 - 31 LUGLIO dalle ore 21 da un'idea di ALESSANDRO RICCIO. Nel cast il mio ex insegnante (Fulvio Ferrati ), un ragazzo che ho conosciuto di recente (Alberto Orlandi) e un ex collega della Pergola (Nicola Fornaciari). Sono molto curiosa di rivederli...

VILLA LE PIAZZOLE Via Silvani, 149/A- Firenze (vicino al Galluzzo)
INGRESSO
14 EURO (intero) 12 EURO (ridotto)
6 EURO (speciale bambini)
POCHE DECINE DI POSTI RIMASTI PER LE SERATE DEL 23 E 24!
30 E 31 ANCORA DISPONIBILI
Leggi il post sullo spettacolo del Riccio a Villa Peyron.

domenica 19 luglio 2009

Ristorante dal Cacini

Durante il weekend sono andata in trasferta in Maremma (già vedo i maligni fare allusioni sul barcarolo...).
Sabato sera mi hanno portato a cena a Suvereto, dal Cacini (che non è il mio amico Roberto, ma un ristorante che prende nome comunque da un attore!). Il ristorante è un po' in disparte rispetto alla strada principale, che ieri sera era invasa da una specie di festa medievale. Gli interni sono arredati con molta cura: piccoli oggetti sulla tavola, tovaglie, piatti e altri dettagli contribuiscono a creare un ambiente raffinato e accogliente. Direi da coppie (anche se noi eravamo in 5).
La particolarità di questo ristorante è che non esiste il menù, ma ti portano loro quello che vogliono, tutto a base di pesce (mi ricorda il vecchio Pane e Olio). Tanti assaggini che sommati alla fine diventano una cena abbondante.
Per chi è indeciso su cosa scegliere è una manna! L'unica scelta è sul vino.

Abbiamo iniziato con un'insalata di palamita con maionese fatta in casa, pomodorini (lasciati insaporire tutto il pomeriggio nell'olio, basilico e aglio) e capperi. Ottima.
Poi ci hanno portato un filetto di spigola al pesto, molto delicato. Poi un involtino di bottarga e fois grais, servito su una foglia tonda, che mi ha fatto impazzire e a seguire un crostino di stoccafisso, buono anche se piuttosto peposo.
Come primo assaggino di primo ci hanno portato il bulgur, che pare un riso, con gli asparagi. Non lo conoscevo: niente male, molto estivo. Il secondo assaggino di primo era composto da due "fiocchi di neve" (tipo gnocchi) con alici e leccia.
Il secondo era costituito da una triglia cotta in forno con indivia e pomodorini, molto scenografico (te lo portano incellophanato, da aprire). Purtroppo non era cottissimo e quindi l'abbiamo rimandato indietro e ce l'hanno ricotto.
Una nota positiva: la gentilezza dello staff e la simpatia di Marco, lo chef nonchè proprietario, che ogni tanto fa capolino al tavolo per portare e presentare un piatto, con alcune osservazioni davvero divertenti... e a volte un po' colorite. Se volete sorridere chiedetegli perchè non cucina il cacciucco!
Per finire la cena un piatto di dolci e frutta.

Il prezzo: 50 euro di cui 35 per il menù e il resto per il vino (abbiamo preso 2 bottiglie di vino bianco).
Ristorante Il Cacini
Via Del Crocifisso, 3
57028 Suvereto (LI)
0565 828313
http://www.ilcacini.it/

Un grazie speciale a Mimma che ha fatto le foto col suo cellulare visto che la sottoscritta si era scordata sia la macchina digitale che il telefono a casa!!!

giovedì 16 luglio 2009

In Fortezza

E' partita ieri la festa dell'Unit... ah no scusate, l'evento in Fortezza. Dal 15 luglio all'8 agosto 2009 alla Fortezza da Basso: concerti, bar, ristoranti etnici, stand e mercatino, ecc. Ingresso gratuito (tranne che ai concerti).
Interessante il programma dei concerti: Daniele Silvestri, Morgan, i Subsonica, Caparezza, Petra Magoni...
Segnalo gli spettacoli gratuiti che il Teatro di Rifredi farà in Fortezza (ogni sera alle 21.30 cabaret, scene comiche e laboratorio Zelig).
Orario: dalle 19.30 alle 1 di notte.

Trattoria da Rocco a Sant'Ambrogio

Qualche giorno fa ero in centro per lavoro e cercavo un posto per la pausa pranzo. Oltre a Pino in via Verdi e a Serafini, mi sono ricordata di un altro posto dove andavo anni fa: da Rocco all'interno del mercato di Sant'ambrogio.
E' un posto folkloristico! Si accede soltanto dall'esterno: sedendo ai tavoli. Internamente un corridoio è a disposizione del personale che va in sù e in giù schizzando fra le ordinazioni, sono tutti un po' pazzi.
Si mangiano cose toscane, buone. I prezzi da asporto sono interessanti (primi 2.50, secondi 3.00 euro) invece seduti costa un pochino di più (3.00 euro i primi, 4.00 i secondi, più 1 euro di coperto). Io ho mangiato un'ottima scaloppina con un contorno di pomodori al forno. Con acqua e pane ho speso 8.50 euro. Servizio rapido, informale, si dividono i tavoli con sconosciuti. Si aspetta un po' per sedersi, ma ne vale la pena.
Capitano scenette divertenti come quando uno dei camerieri ha chiesto a una turista giapponese che voleva pagare (e non parlava italiano) "cosa hai preso Kaori?"
Fantastico.

mercoledì 15 luglio 2009

Sciopero dei blog

Ieri 14 luglio c'era lo sciopero dei blog contro il ddl Alfano. In molti si aspettavano che io aderissi. Non l'ho fatto.
Per vari motivi. In parte condivido quello che dice Paolo Attivissimo sul suo blog disinformatico.
Non mi dispiace neppure quello che dice questo blogger.
Ma ci sono altri miliardi di motivi, non ultimo quello che mi pare stupido che ci vadano di mezzo i miei lettori abituali. Non è col silenzio che io li sensibilizzero' su questi temi.

martedì 14 luglio 2009

Porta un fiore a Veronica

Mi scrive Chiara per chiedermi di segnalare una fiaccolata in memoria di Veronica, la ragazza morta 1 anno fa al Forte Belvedere.

Firenze 15 luglio 2009 ore 21,30 "PORTA UN FIORE A VERONICA" fiaccolata ad un anno dalla scomparsa di Veronica Locatelli. Programma: Ore 21,00 - punto di ritrovo in Piazza Signoria (davanti a RIVOIRE) l'organizzazione distribuirà il materiale (fiaccole e striscioni), ore 21,25 - accensione delle fiaccole, ore 21,30 - partenza del corteo da Piazza Signoria attraverso via Vacchereccia, via Por S. Maria, Ponte Vecchio, via dei Bardi, Costa dei Magnoli, Costa S. Giorgio, Forte Belvedere (piazzale antistante il cancello). ore 22,00 circa - arrivo e deposizione delle fiaccole su una rastrelliera davanti alla foto di Veronica. Solo una precisazione dovuta: la fiaccolata è stata voluta ed organizzata dalla famiglia di Veronica. Noi, come Associazione delle Meraviglie, nata in sua memoria, diamo solo la nostra adesione. Grazie ed un saluto, chiara

Notti dell'archeologia

Visto il caldo devastante di queste giornate, temo già che di notte non sia umano restare in casa. Se volete, oltre a locali e aperitivi, ci sono le notti dell'archeologia: serate di aperture straordinarie di musei, cene a tema etrusco o romano, visite guidate, trekking archeologico, ecc. In tutta la Toscana.
Il programma è qui>>

La banda dell'ortica in concerto

Questa sera a Prato c'è il concerto della Banda dell'Ortica, cover band di Jannacci (e non solo). Il mio ex insegnante di teatro, Fulvio Ferrati, che ne fa parte, da bravo sciagurato non si è degnato di dirmi ne dov'è ne a che ora. Spero che il sito del Comune di Prato sia affidabile..

Weekend in maremma: dal barcamp alla barca...

Mi riduco a notte fonda a scrivere questo post perchè oggi fra il lavoro e il concerto degli aborigeni non ho trovato 5 minuti di tempo per farlo.
Lo scorso weekend subito dopo il barcamp, sono fuggita da Firenze in direzione bassa Toscana, destinazione Maremma: terra dal fascino selvaggio e ricca di contrasti (mare e montagne, modaiola e remota, cucina di pesce o cinghiale?) e molto diversa dalla celebre versilia, mi ha visto arrivare il sabato vestita in "tenuta da lavoro" (giacchettina, sandalino pissero, camicetta seria, gonna sotto il ginocchio, capello liscio, trucco, ecc.) e ripartire domenica sera insabbiata, con canotta, infradito e pantaloni sportivi e capello talmente riccio che si annodava solo a guardarlo.
Ah, un'altra differenza si è notata anche nel colore della pelle: da mozzarella ad abbrustolita!

Ma andiamo con ordine. Devo innanzitutto ringraziare il padrone di casa, persona d'animo nobile, che mi ha ospitato nella sua splendida dimora a Scarlino (maliziosi non pensate subito male, è un amico!), con vista panoramica sulla vallata e sul golfo di Follonica. Oltre ad avere camere di tutti i tipi (che regolarmente sono frequentate da amici e amiche) ha una mansarda attrezzata con ogni tipo di telecomando (da Sky alla wii fit) e pure il maxi schermo! e un superdivano comodissimo. Ok direte, uno va al mare per chiudersi in casa? no, pero' se all'ora di punta il sole scotta un po' troppo... una bella siesta sul divano non ci sta punto male.

La stessa adorabile personcina mi ha pure portato il sabato sera (verso le 20) a fare un giro in barca davanti a Cala Violina per un tuffo pre-aperitivo. E così finalmente scivolano via le tensioni della settimana...
La serata è proseguita con una cena a base di tortelli maremmani (ricotta e spinaci) da Balbo a Scarlino. Non male. Anche se mi dicono ci sia un posto ancora più buono per mangiarli. E dopo... a letto! si perchè ero talmente lessa che non me la sono sentita di andare per locali! E per certo il Montecucco ha aiutato alla palpebra ondeggiante (per la cronaca: sono comunque riuscita a vedermi Le Iene prima di crollare).
La domenica invece svaccamento totale sui lettini a Carbonifera dove l'acqua era incredibilmente limpida. Venticello e sole quel tanto che basta per bruciarsi bene bene (meno male che ho ascoltato i consigli della mamma e ho messo la superprotezione).
Unico inconveniente: il rientro. Oltre 3 ore di coda sulla Fi-Pi-Li. Che disastro..
Ma non lamentiamoci. Ho passato uno splendido fine settimana, in luoghi che non conoscevo. Devo dire che la Maremma a volte sa regalarti vere sorprese.
Concludo segnalandovi un posto da favola dove dormire in Maremma. Io non ci sono stata, ma me ne hanno parlato parecchio bene: Relais Vedetta.

lunedì 13 luglio 2009

Mercantia

Dal 15 luglio, fino al 19, torna Mercantia a Certaldo. Anno scorso non fui troppo buona con questa manifestazione e un po' me ne dispiace... Forse non era poi così terribile come scrissi!
22° FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL TEATRO DI STRADA CERTALDO, 15-19 LUGLIO 2009

Musica aborigena australiana

Oggi segnalo un evento decisamente unico a Firenze... io ci sarò sicuramente. Se non avete idea di cosa sia il Didjeridoo (e quindi non avete mai visto il mitico film Crocodile Dundee) potete guardare qui oppure qui>>
Il concerto in piazza Signoria è gratuito.

Grazie alla fortunata collaborazione con il Festival del Didjeridoo a Forlimpopoli - festival internazionale di arte, cultura e musica dal continente australiano, Australia for you, rappresentato a Firenze da Porta Romana Viaggi, è riuscito ad intercettare uno degli artisti più famosi del panorama musicale aborigeno - Djalu Gurruwiwi – che in occasione del suo tour europeo, il 13 luglio riserva una tappa d’eccezione alla città di Firenze, con una performance live in Piazza della Signoria con il patrocinio dell’Ambasciata Australiana in Italia (www.italy.embassy.gov.au).



Djalu Gurruwiwi, in Australia è uno dei membri più importanti del clan dei Galpu (considerati i principali custodi dello strumento), creatore e suonatore di Yidaki (didjeridoo). Conosciuto in tutto il mondo (celebre la sua esibizione per Nelson Mandela nel 2005 a Sydney) è considerato l'ultima figura di culto dell’Arnhem Land, la terra d’origine di questo antico strumento.
Tagliati dai grandi alberi di eucalipto scavati dalle termiti, gli strumenti di Djalu sono apprezzati per le loro qualità estremamente risonanti e per la loro bellezza. La sua capacità di selezionare il genere di albero a regola d'arte per ricavarne strumenti musicali di prim'ordine è leggendaria all'interno del suo clan e questo testimonia la sua indiscussa abilità e la sua conoscenza legata allo Yidaki.

Magia, mistero e grandi emozioni, tramandati dalla cultura aborigena, diventano per una sera protagonisti in Piazza della Signoria, testimone dell’incontro tra il Vecchio Continente e quella che viene chiamata la terra di Oz, meglio conosciuta come Australia. Australia for you dedicherà a Djalu Gurruwiwi una cena celebrativa (solo su invito), a cui interverranno alcune delle principali autorità australiane presenti in Italia, affiancate dalle rappresentanze del Tourism Australia (www.australia.com) e Australia’s Outback Northern Territory (www.australiasouthback.com). La cena si terrà nella meravigliosa cornice di Villa Bardini gentilmente concessa dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e sarà preparata da I Ragazzi di Sipario (www.iragazzidisipario.it), una cooperativa che si dedica ai ragazzi con handicap intellettivo o sensoriale, ormai famosi per il loro apprezzato ristorante dove, come dicono i ragazzi stessi ‘niente è scontato’. Alla cena interverrà Luca Faccenda, Direttore Artistico di National Gallery Firenze, che contribuirà a rafforzare il legame tra spettacolo, cultura e solidarietà presentando il libro ‘Sogni australiani – Dreamtime Stories’ che racconta il Tempo dei sogni dei Djabugay, popolo aborigeno che vive nell'estremo nord del Queensland. Il libro è illustrato da disegni dei bimbi Djabugay in 3 lingue (italiano inglese e Djabugay) e ha lo scopo di preservare la loro lingua e condividere le loro leggende con altre culture. Parte dei ricavati dalla vendita di questo libro saranno usati per sostenere l'educazione dei bambini Djabugay e parte andrà ai paesi terremotati dell’Abruzzo.

DJALU GURRUWIWI IN CONCERT
MUSICA ABORIGENA PROTAGONISTA A FIRENZE
Djalu Gurruwiwi Europe Tour 2009 13 luglio 2009 ore 19.00
Piazza della Signoria - Firenze
Per saperne di più 055-2298123 (ingresso gratuito al concerto, cena solo su invito)
Australia for you - Porta Romana Viaggi Firenze

Firenze contemporanea col BarCamp

Sabato 11 luglio si è tenuto nel Salone dei Cinquecento un Barcamp. E' pazzesca l'idea di avere un evento simile, nato per essere un momento di confronto spontaneo e non organizzato, tipico delle convention di programmatori, sviluppatori, ecc. in una location tanto ufficiale e istituzionale come Palazzo Vecchio a Firenze (sede del Comune).
Infatti ho notato fin da subito l'evidente smarrimento degli operatori "tradizionali" che vagavano in cerca di un desk informativo, di un programma, di un gruppo di hostess che dicesse loro come fare.
Invece la cosa era molto semplice: il Salone era diviso in 4 aree, con poltroncine e un tavolo (due avevano anche il monitor): per parlare ci si prenotava su una lavagna di carta (nei veri Barcamp si fa tramite post-it) indicando orario e titolo. Tempo a disposizione: 30 minuti.
Ho notato difficoltà anche a partire, hanno praticamente obbligato un restio Giuliano da Empoli a prendere parola e ringraziare gli intervenuti.
Poi per fortuna le varie aree si sono animate.
Io mi sono segnata per le 11 e ho parlato del Museo dei Ragazzi di Firenze: un esempio di come debba essere oggi un museo: non soltanto un luogo di archiviazione, tutela, conservazione, bensì un luogo da fruire con diletto; un luogo dove i visitatori possano fare esperienza, vivere il museo ed uscirne meglio di quando ne sono entrati.
Ho raccontato a un ignaro gruppetto di persone (tutte di Firenze!) che proprio lì dentro si tengono laboratori ed attività per bambini dai 3 agli 8 anni, in più lingue, dove con pupazzi, animazioni e favole si raccontano le piccole storie dentro la grande Storia. Come la favola della tartaruga con la vela che prima racconta ai bambini com'è nato il simbolo di Cosimo I de Medici (la tartaruga con la vela appunto) e poi li porta a giro per il Palazzo a cercare le tartarughe disseminate ovunque fra soffitti, pavimenti e affreschi... (fra l'altro ce n'era una proprio alle mie spalle mentre parlavo).
Ho parlato della necessità di riappropriarsi del tempo per godersi un museo (altro che 7 musei in 7 ore), della centralità del contatto umano, e della strategicità del supporto tecnologico, a partire dal web così prezioso per informare ma anche per rendere partecipativi.
La cosa che mi è piaciuta è che poi si è creata davvero una discussione fra le persone che ascoltavano. L'atmosfera era molto informale, le persone davano pareri, opinioni, idee.
La cosa che secondo me è mancata è stato il vero aspetto barcamp: i blogger che raccontavano in tempo reale quello che succedeva. Peccato infatti che gran parte degli interventi sia rimasto sospeso lì fra gli alti soffitti del Salone.
Ma complessivamente la cosa importante era il messaggio: Firenze sta cambiando, anche il modo in cui si parla di certe cose lo dimostra.

Leggi anche
Barcamp Firenze: Cinquecento per Duecento e Firenze Impressiona di Luca de Biase
Altre cose le trovate sul wiki se riesco ne parlero' ancora anche sull'altro mio blog.

sabato 11 luglio 2009

BarCamp a Firenze

Mi trovo nello splendido salone del Cinquecento, al Barcamp che Giuliano da Empoli ha organizzato. E' buffo vedere le persone disorientate da questa modalità di confronto... Gli interventi sono tanti, molto diversi l'uno dall'altro, in questo momento sto seguendo un intervento sull'arte contemporanea.
Dopo parlero' io. Di musei...
Che strana atmosfera, il caldo, gli affreschi sopra di me.. è tutto veramente strano. Ma mi piace.

venerdì 10 luglio 2009

Festa messicana al lago di Tavolese

Sabato 11 luglio ci sarà una festa messicana al Lago di Tavolese (sulla Firenze-Siena, uscita Tavarnelle, seguire per Marcialla e prendere la via Tavolese), dalle 19.00 fino alle 3 del mattino.
Da mangiare sia piatti della cucina messicana che le italianissime salsicce e lampredotto, musica dal vivo con diversi gruppi (La Bandaccia, ModReef, Repleva, tra gli altri e poi chiuderà la serata DJ Cecchino). La serata è stata organizzata in collaborazione con il comune di Barberino Val d'Elsa per sostenere progetti sociali in Messico seguiti da Padre Pepe. Altre info su kebuono>>

Nuove aperture a Firenze: ristoranti, pizzerie e locali

Qualche sera fa ero con amici in centro a Firenze e siamo andati a cena al Golden View (ottimi come sempre i bocconcini di rombo e gamberi con ginepro, alloro e birra). Sulla strada del ritorno verso piazza Ferrucci abbiamo notato ben 2 nuove aperture.
Il primo è Palazzo Tempi, un bar-ristorante-pizzeria degli stessi proprietari del Pit Stop. (Via de Bardi, telefono 055 2466949, niente sito internet sob) Un locale dall'arredamento curato che propone lo stesso menù della famosa pizzeria di Via Corridoni. Non ci ho cenato. Hanno aperto solo da 3 settimane. Ci dovro' andare!.
Poco più avanti un'altra new entry: il ristorante Lungarno 23.
Nota dolente della serata (che trova conferma anche nelle serate successive, come ieri sera): é mai possibile che a Firenze non si riesca a cenare o bere qualcosa dopo mezzanotte?
A me sembra pazzesco che dopo uno spettacolo teatrale o dopo una cena si debba andare a letto oppure ciondolare fra chioschini e i soliti 4 locali che chiudono un po' più tardi.
(meno male che il caffè degli artisti resiste... se volete provare ottimi cocktail come in pochi sanno fare una tappa è obbligatoria).

Aperitivo con Firenze Notte alla casa della creatività

Venerdì 10 LUGLIO APERITIVO FIRENZENOTTE presso la CASA DELLA CREATIVITA' Vicolo S. Maria Maggiore 1, Firenze. Aperitivo e DJ Set dalle 19.00 alle 22.00
DJ Set Deep House by Fabio Del Taglia. Aperitivo e buffet a 7 Euro
Il posto è veramente bello. Da fuori non si direbbe mai!

Spettacolo di Alessandro Riccio a villa Peyron

Ieri sera sono stata a vedere lo spettacolo del Riccio a Villa Peyron: Cristiana la colpa segreta.
Era la prima volta che vedevo uno spettacolo di Alessandro che non fosse comico e sono rimasta molto impressionata.
Lo spettacolo era itinerante: si svolgeva nel giardino della Villa (bellissimo). Gli spettatori erano divisi in 2 gruppi e camminavano fra i vialetti, lungo le scale e nei meandri del giardino, a lume di torcia. Molto suggestivo.
La storia drammatica e intensa si prestava alla location e gli attori li ho trovati tutti bravi. Ho anche rivisto con piacere William che avevo conosciuto come "puttano" in "Pochi Maledetti e subito" del mio amico Roberto Schoepflin.
Capisco perchè abbia fatto il tutto esaurito. Una rappresentazione molto di impatto.
Leggi anche i post sugli altri spettacoli di Alessandro:
- A tavola!
- Lorenzo il Magnifico
- Il cioccolato

ps un saluto speciale a Maurizio e Manuela i 2 lettori che mi hanno riconosciuta nonostante il cambio di look!!

giovedì 9 luglio 2009

Di ritorno dal concerto degli U2

Ci sono tante cose che devo scrivere sul blog (la cena di martedì al Golden, un paio di nuovi locali aperti a Firenze, alcune anteprime della settimana prossima) presto aggiornero' i post, ma in questo momento sono un po' indaffarata col lavoro. Vi chiedo scusa! Sono rimasta un giorno indietro perchè ieri sono andata a Milano a vedere il concerto degli U2.
Non avevo mai visto gli U2 dal vivo. Emozionanti.
Il palco era qualcosa di pazzesco, era gigantesco. Un'astronave. Un ragno un po' cartoonesco che pero' schiacciava tutti gli spettatori sul prato e occupava mezzo stadio di San Siro (che stadio! e io che mi ero emozioanta all'Olimpico!) Noi eravamo al secondo anello e ce l'avevamo più alto di noi! In un certo momento ho pensato potesse prendere il volo e andare via. I giochi di luce, posizione, schermi, riprese sono stati pazzeschi. Un tripudio di effetti speciali.
Loro.. beh gli U2 sono dei mostri da palcoscenico. Si vede che Bono non è più giovanissimo, la sua voce forse non arriva alta come un tempo, a causa delle sigarette (dice), ma in alcuni punti ci ha fatto veramente tremare... i suoi acuti ti toccano il cuore.
I vari componenti della band sapevano dove muoversi, come comunicare anche suonando, camminando sulle pedane girevoli.
Bono ha ovviamente parlato dell'Iran colorando di verde il Meazza, ha portato il pensiero a Aung San Suu Kyi con "Walk ok" e la sfilata delle maschere, ha persino reso omaggio a Michael Jackson intonando due strofe di Liberian girl. Ha trasmesso un video di Mandela con i sottotitoli (anche quando parlava lui c'erano i sottotitoli in tempo reale con la traduzione).

Gli U2 hanno alternato canzoni del nuovo album ai classici di sempre, capaci di farti venire i brividi alla pelle: With or Without U, Sunday Bloody Sunday, Where the streets have no name, I still haven't found what I am looking for... fino alla mia preferita... One, preceduta da un appello a Berlusconi (?!) e poi cantata con così tanta emozione che per un attimo mi sono persa e non capivo più dov'ero. La luna piena, l'astronave davanti a noi, lo stadio completamente partecipe... tutti che riprendevano con telefonini e digitali, io ho spento la camera e mi sono goduta la canzone.

Sono rientrata stamattina a un orario assurdo, distrutta nel fisico, ma ho negli occhi e nelle orecchie molte sensazioni..

mercoledì 8 luglio 2009

Musica in Santo Spirito

Musica live e video dal palco di Piazza Santo Spirito: ogni mercoledì e venerdì (con qualche straordinario) dalle ore 20 alle ore 22. Per l'estate a Firenze è stato installato un palco di legno lucido e di forma insolita, esagonale. "Non il solito pretesto per vendere alcool: solo musica di qualità ed eventi artistici non banali" dicono gli organizzatori.
Si comincia MERCOLEDÌ 8 LUGLIO 2009 ore 21.30 Mr. B. HAMMOND TRIO in concerto: una formazione costruita attorno al suono dell’organo hammond con un repertorio che spazia dal blues e dalle groove di Lou Donaldson al soul di Ray Charles passando attraverso il soul jazz di Lee Morgan, dei fratelli Adderley e di Horace Silver. Giovani e in ascesa, hanno già avviato un’intensa attività concertistica inn tutta la regione.
ingresso libero

Invece VENERDÌ 10 LUGLIO 2009 ore 21.30
The WHITE LEAVES in concerto: per due terzi al femminile il gruppo capitanato dalla poliedrica Simona Barbera (foto), che, nonostante il nome italianissimo, è cresciuta ad Oslo. Cantante, musicista, video artista, dj autrice di colonne sonore, ha realizzato lavori per il Play Festival (Arezzo), curato audio video progetti per gallerie d’arte ed eventi un po’ in tutta Europa. Come cantante e autrice ha pubblicato in Germania nel 2003 il CD Mirto, disco di canzoni a cappella e pianoforte, dedicato alla sicilia sua terra di origine. La affiancano l’altrettanto poliedrica e agguerrita Giorgia Angioli e Tommaso Bianchi (ovvero il gruppo di musica multisensoriale “Metùo”). ingresso libero

Martedì 14 luglio ore 20 SANDRÒ JOYEUX. One-man band (chitarra, voce, kamelengoni, ukulele), avvezzo a collaborare con gruppi di generi eclettici (reggae roots, tarantella, musica africana...), ha sviluppato attraverso i suoi viaggi una visione etnica e percussiva della chitarra tradizionale africana, imitando i suoni delle arpe africane (Kora, Kamalengoni). Canta pezzi in bambara, wolof, sousou, dialetti dell’Africa occidentale e scrive canzoni in francese, portando il tutto a Parigi, Lille, Bologna, Bamako... e ora a Firenze.

Mercoledì 15 luglio ore 20 STOOP. Diego Bertani: voce, chitarra; Simone Benassi: tromba, percussioni, cori; Carloenrico Pinna: chitarra acustica, synth, percussioni, cori; Marco Parmiggiani: chitarra, steel guitar; Marco Ponzi: basso; Faber: voce, batteria. Folk americano intrecciato alla musica popolare messicana. Vincitori nel 2005 dell’Heineken Contest e nel 2006 del Destinazione Neapolis e poi del concorso internazionale U-Music 2006 (scelti da una giuria composta da Ronnie Wood dei Rolling Stones e Ian McCulloch), hanno recentemente pubblicato Stoopid monkeys in the house.
http://www.myspace.com/stoopmusic

Giovedì 16 luglio ore 20 JAKE LEAR Trio. Già one-man-band dello storico Village di NY, a 32 anni Jake Lear è già diventato una leggenda nell’ambiente blues statunitense. Entrato nella REAL BLUES MAGAZINE’S TOP 100 del 2008 col suo debut album Love and charm, torna in Italia per promuovere il secondo lavoro Lost Time Blues, che ne esalta la profonda forza creativa come chitarrista e songwriter e l’abilità nel fondere il blues tradizionale, quello contemporaneo, il country e il folk in un sound personalissimo.

Venerdì 17 luglio ore 20 THE BOGART’S ACOUSTIC TRIO. Itinerario musicale attraverso le più belle canzoni degli ultimi 50 anni “rivestite” di originali arrangiamenti unplugged, un percorso che rivisita in chiave acustica il pop sofisticato di Donald Fagen e Phil Collins, il jazz di Gershwin e Ellington, passando per Sinatra, la black music di Stevie Wonder e il rock di Nirvana e Oasis, senza tralasciare i classici del repertorio italiano come Conte e Battisti.

martedì 7 luglio 2009

Barcamp Palazzo Vecchio

Sabato 11 luglio dalle 10 alle 18 ci sarà un Barcamp a Palazzo Vecchio organizzato dal neo assessore alla cultura Giuliano da Empoli. Il tema è l'arte e la cultura contemporanea. Come funziona? cos'è un barcamp?
E' un evento dove chiunque può partecipare e dire la sua. E' come una conferenza ma nella quale tutti i partecipanti possono prendere parola per un tempo limitato. In genere nei barcamp si scrive su un post-it su una lavagna il titolo dell'argomento e si parla massimo per 15 minuti.
Credo che in questo caso sarà un po' diverso. Ma l'idea è quella.
In ogni caso è ammirevole e decisamente innovativo usare questo strumento per parlare di contemporaneità per Firenze.
Il Salone dei Cinquecento per l'occasione sarà coperto da WI-FI per tutti.
Per iscriversi o saperne di più c'è questo wiki.

lunedì 6 luglio 2009

Saldi sotto le stelle: botteghe aperte in via Gioberti

Iniziano i saldi e via Gioberti, la via delle cento botteghe, ha deciso di organizzare una serata speciale con l'apertura straordinaria dei negozi fino a mezzanotte. Musica, aperitivi, (Serafini per l'occasione fa un aperitivo speciale) macchine d'epoca e la via pedonalizzata per offrire a tutti la possibilità di fare shopping notturno oppure semplicemente due passi al fresco.
Martedì 7 luglio 2009, dalle 19 a mezzanotte.

Vintage selection edizione estiva

Eccoci di nuovo alla Fiera Vintage, edizione estiva, alla Stazione Leopolda, da martedì 7 a sabato 11 luglio 2009. In concomitanza con Pitti Immagine Filati, Vintage Selection N.14, si propone di dettare le nuove linee della moda grazie alla massiccia presenza di cool-hunter e uffici stile che da sempre frequentano questo importante avvenimento.
I ragazzi dell'Officina Vintage saranno presenti con 100mq uomo-donna e una vasta selezione di occhiali vintage per affrontare al meglio il sole dell'estate che viene.
Costi:
€ 5: biglietto intero
€ 3: ridotto (scaricabile su stazione-leopolda.com)

Leggi il post su:
- Fiera Vintage 2009 (edizione invernale)
- Vintage Selection 2008
- Vintage Selection 2007.

Estate a Firenze

Stasera a Gavinana, nell'Arena di fronte alla Coop, concerto dei Roxanne, coverband dei Police.
Se non piove, a Fiesole alle ore 22.30 da non perdere i fuochi di San Romolo (chissà perchè ogni anno sbaglio la data). Meritano davvero.
In alternativa terza (e ultima) data delle improvvisazioni dell'Almaviva ai giardini di Campo di Marte.
Torna la musica anche all'Ippodromo delle Cascine: ogni sera dalle 19 con ingresso libero. Pizzeria, Birreria, Concerti e dj set (Rock - Reggae - Metal - Goth - 80’s - Drum & Bass – Electro). Per info: info@closerclub.com
A fine mese riparte anche la festa in Fortezza (l'ex Festa dell'Unità) che va avanti fino ai primi di agosto, con concerti, e le solite cose...
Una domanda però mi tormenta. Nonostante io stia postando dei vari locali e spazi estivi (Parterre, Piazza Santo spirito, Pavoniere, Terrazza Bardini, Certosa, Las Palmas, San salvi, loggetta dei Ciompi, Minerva giò, ecc. ecc.) non vi sembra che quest'estate fiorentina 2009 sia un po' moscetta?
Sì certo c'è l'Aida e Bolle al Giardino di Boboli, il mese mediceo (che spero di riuscire ad andare a vedere) e qualche cose in Santa Croce, ma l'impressione è che sia tutto piuttosto sottotono.
Magari mi sbaglio...

Foto di FLOODKOFF by Flickr

Open City - Scandicci Estate 2009

Inizia lunedì 6 luglio con “Notte Campana” (Uno spettacolo dell’attore Carlo Monni dedicato ai grandi versi di Dino Campana) di Carlo Monni il Festival “Voci Sonore”(6-23 luglio, ingresso 7-5 €). Si prosegue il 15 luglio con John De Leo, da molti considerato la voce più interessante del panorama musicale italiano dell’ultimo decennio.
Anche quest’anno Scandicci apre i propri spazi ai linguaggi dell'arte con un cartellone di appuntamenti culturali che vanno sotto il nome di Open City – Scandicci Estate 09, rassegna arrivata alla Sesta Edizione. Il programma è su www.scandiccicultura.it, e si svolge in diversi luoghi: il suggestivo Pomario del Castello dell’Acciaiolo, Piazza Matteotti, il Ginger Zone (nuovo punto d’aggregazione giovanile), il Parco di San Giusto, e la dimora storica di Villa di Vico, con un cartellone di eventi che spaziano dal rock, al jazz, dalla classica al pop, dalla musica antica al teatro musicale.
Il clou della programmazione musicale di Open City 06 - Scandicci Estate 2009 è “Voci Sonore”, Festival della voce parlata e cantata che si terrà dal 6 al 23 luglio nel Pomario del Castello dell’Acciaiolo (Via Pantin). Tra gli altri nomi della rassegna: “Benedetta Maledizione”, l’omaggio all’intellettuale Terzani fatto da Giovanni Fochi, Riccardo Tesi e la Banda Italiana (17.7); il concerto spettacolo “Articolo Femminile” con Daniela Morozzi e Ares Tavolozzi al contrabbasso (22.7); il gospel dei Pilgrims, 40 voci che si uniscono in morbide e calde modulazioni vocali (sempre il 22 in Piazza Matteotti), il jazz “T’Bones Two” del duo voce-percussioni Tiziana Ghiglioni - Tiziano Tononi con un repertorio variegato che incontra Steve Lacy, Ornette Coleman, Don Cherry, Andrew Cyrille, standard e brani originali (23.7). Gli spettacoli iniziano alle ore 21. Ingresso: 7 euro intero, 5 euro ridotto (bambini, senior e titolari ScanCulCard - Scandicci Cultura Card).

venerdì 3 luglio 2009

Il Corridoio Vasariano

Filippo, lo sbandieratore, mi ha mandato questo bel post che pubblico pari pari con grande invidia non essendoci mai stata! Ti ringrazio per la lezione di storia/architettura. Non sapevo tutte le cose che racconti!

Il Corridoio Vasariano
Grazie ad una associazione no profit, ho avuto il piacere di visitare il Corridoio Vasariano prima che a settembre 2009 chiuda per restauro per circa 3 anni e mezzo. Il Corridoio riaprirà all'interno del nuovo polo museale dei "Grandi Uffizi".
Così come tutta la Galleria degli Uffizi, il Corridoio Vasariano fu progettato e realizzato da Giorgio Vasari, aretino, personaggio "quasi" mitico della progettazione a Firenze e scrittore della biografia dei grandi artisti del tempo.
Si tratta di una sopraelevata, tutta costruita su strutture esistenti che fa da collegamento tra Palazzo Vecchio e Palazzo Pitti, passando per la Galleria degli Uffizi e sopra il Ponte Vecchio.
Il Corridoio Vasariano fu progettato e costruito in 5 mesi, proprio per dare un forte segnale ed una vera discriminazione di ceto dal Granduca Cosimo I de' Medici.
Il matrimonio tra il figlio del granduca, Francesco, con Giovanna d'Austria fu l'occasione per dare mandato al Vasari di progettare questo percorso.
Questioni di sicurezza e la situazione politica che si era venuta a creare a Firenze in quel periodo, l'abolizione dell'antica Repubblica fiorentina da parte del Duca Alessandro non era stata ancora ben digerita, fece nascere l'idea di un percorso alternativo alla normale via di comunicazione tra il luogo della politica cittadina (Palazzo Vecchio) e la residenza del Granduca (Palazzo Pitti), in questo modo la "corte" poteva muoversi liberamente.
Le botteghe dei "Beccai" (macellai dell'epoca) con le loro lavorazioni delle carni che si esercitavano principalmente sul Ponte Vecchio, furono trasferite a Sant'Ambrogio, si evitavano così i cattivi odori dovuti alle frollature, non degni di così grande levatura, al passaggio del granduca e del suo "contorno", al posto dei macellai vi si fecero trasferire le botteghe orafe che tutt'oggi hanno la massima espressione sul Ponte Vecchio.
Nella zona centrale sopra il Ponte Vecchio si aprono una serie grandi finestre panoramiche sull'Arno in direzione del Ponte Santa Trinita. Furono realizzate nel 1939 per ordine di Benito Mussolini, quando Adolf Hitler venne in visita ufficiale a Firenze. Una leggenda dice che la bellezza di questa veduta fu la possibile ragione che salvò il ponte dalla distruzione durante i bombardamenti, a differenza di tutti gli altri ponti cittadini che furono distrutti. La verità pare sia un'altra; il comandante delle truppe tedesche a Firenze volle lui stesso esplicitamente dare ordine che il Ponte Vecchio non fosse minato.
Nel film di Roberto Rossellini "Paisà", il Corridoio Vasariano fu l'unica via percorribile nel momento dei bombardamenti alla fine della Seconda Guerra Mondiale. I partigiani nel 1944 lo utilizzarono molto spesso per i loro trasferimenti da una parte all'altra dell'Arno.
Finito Ponte Vecchio, particolare attenzione alla Torre dei Mannelli, alla quale il Corridoio Vasariano gira intono. La Torre dei Mannelli è all'estremità di Ponte Vecchio di là d'Arno. La famiglia Mannelli si oppose strenuamente alla demolizione per far passare il Corridoio, opposizione che ebbe una particolare incisività, tanto da costringere il Vasari di progettarne un "detounement". La leggenda dice che finita la costruzione del passaggio, il Granduca non apprezzò di buon grado questo restringimento del corridoio, costrizione dovuta alla deviazione, e non si sa bene come quella famiglia dei Mannelli visse gli anni successivi nella propria torre, qualcuno dice che furono addirittura tutti uccisi.
La cosa particolarmente curiosa è che se da una parte la famiglia Mannelli non concesse il permesso di oltrepassare la propria torre, la famiglia proprietaria del palazzo successivo apri le proprie porte al passaggio dell'opera granducale inserendo dentro la propria abitazione il Corridoio Vasariano, si notano benissimo sulla parete di destra due porte dell'epoca chiuse da muratura.
Oltrepassato l'Arno il corridoio si affianca al loggiato della facciata della chiesa di Santa Felicita. Li si apre una porta e una grande finestra protetta da una grande griglia in ferro, che sporge con un balcone, molto riservato e protetto da sguardi indiscreti, direttamente dentro la chiesa, la famiglia granducale poteva così assistere alla messa senza scendere tra il popolo.
Il percorso prosegue verso Palazzo Pitti sino a raggiungere la grotta del Buontalenti, salendo però di un piano porta direttamente all'interno del palazzo, senza mai uscire all'aperto.
Il Corridoio Vasariano contiene, appesa alla pareti, la più vasta collezione di autoritratti del mondo e una parte di ritratti del seicento e del settecento, la maggior parte dei quali sono riferiti alla famiglia de' Medici; da notare i ritratti dei bambini della famiglia.
Nella prima parte del percorso si trovano opere di artisti anche molto conosciuti e dipinti dell'arte veneziana del rinascimento.
Gli autoritratti sono esposti in ordine cronologico, si comincia con quello ormai famoso del Vasari e l'ipotetico di Leonardo Da Vinci, per proseguire con Velasquez, sino a raggiungere l'età moderna; l'ultimo esposto è quello di Marc Chagall (Vitebsk, 7 luglio 1887 – Saint-Paul de Vence, 28 marzo 1985) (in verità ci sembrava impossibile, ma ci siamo dovuti ricredere, ha vissuto ben 98 anni) donato dal pittore stesso al Polo Museale Fiorentino.
Artisti contemporanei che hanno donato il proprio autoritratto, ma non esposto per mancanza di spazio, Folon e Botero.
Un'esperienza fantastica, degna del prezzo di "costo", intendendo senza scopo di lucro (45 euro compresa visita guidata agli Uffizi).
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...