Pubblicità

giovedì 26 febbraio 2009

Cervelli in corto: domenica 1 marzo

Laura mi segnala un evento fuori Firenze, ma visto che è carino, faccio un'eccezione. Per chi non è già impegnato domenica 1 marzo (ricordo anche il pranzo messicano a 15 euro e la giornata dedicata al vino con ViniGiusti2009):

"Cervelli In Corto", 1° festival di cortometraggi della Città di Quarrata, organizzato dall'Associazione Culturale Cervelli In Tempesta, con il Patrocinio del Comune di Quarrata.
L'evento avrà luogo domenica 1 marzo 2009 alle ore 15,00 presso il Teatro Nazionale, via Montalbano 11, Quarrata (PT). Ingresso gratuito. Saranno proiettati 12 cortometraggi selezionati dal comitato dell'Associazione tra gli oltre 100 pervenuti.

* L'ultimo giorno di Roberto Russo
* La migliore amica di Daniele Santonicola
* L'opportunità di Samantha Casella
* Sotto le foglie di Stefano Chiodini
* Vietato fermarsi di Pierluigi Fernandini
* Za la mort di Massimo Mirani
* L'uomo nero (o come quando gli eroi andarono in vacanza) di Cristian Patanè
* Il passaggio di Marco Biagioni
* Schiaffi di Fausto Brizzi
* Il metodo Proitzer di Francesco Costantini
* Pattaya è il paradiso di Pasquale Perna
* Dietro le cose di Antonello Novellino

I temi trattati sono tutti diversi tra loro e di grande attualità. La qualità delle opere è di ottimo livello. Una giuria artistica composta da esponenti del panorama artistico toscano, tra cui Alessandro Riccio, Gabriella Ceccherini e Alessandro Calonaci, decreterà i vincitori dei tre premi: migliore realizzazione tecnica, migliore recitazione, soggetto più originale. In più, attraverso votazioni, il pubblico potrà scegliere il cortometraggio preferito, al quale andrà un premio offerto da INA Assitalia Agenzia di Quarrata. L'associazione ha previsto inoltre l'assegnazione di una menzione speciale in onore di Vivaldo Matteoni, Grande Ufficiale della Repubblica e noto attore quarratino recentemente scomparso. Altre info sul loro blog>>

Se fosse stato di sabato sarei venuta volentieri, ma domenica ho già dato adesione ad altri. Spero comunque qualcuno venga, mi sembra un'idea carina.

Seminari gratuiti per le aziende che vogliono capire di più Internet

Stamani ero alla Camera di Commercio di Firenze, per presentare un ciclo di 4 incontri formativi rivolti alle aziende per capire cosa sia questo web 2.0, a cosa serva e se è proprio necessario per il proprio business.
Lo segnalo anche qui, visto che siete tanti a leggere, se a qualcuno interessa, sono seminari gratuiti, durano un paio d'ore e sono divisi per settore (turismo, alimentari, artigianato, servizi alla persona).
Iniziano a marzo e finiscono a giugno.

I fiorentini e la vita culturale

IL TEMPO LIBERO COMINCIA DOPO LE 20 E L'ATTIVITÀ CULTURALE PREFERITA È IL CINEMA. ECCO COME RISPONDONO I FIORENTINI ALL'INDAGINE SULLA FRUIZIONE DELLA CULTURA IN CITTÀ
Ecco i risultati di un'indagine messa a punto dall'Ufficio statistica del Comune effettuata su un campione di 800 persone residenti a Firenze suddivise in quattro fasce di età: 18-30 anni; 31-45 anni; 46-60 anni; 61-75 anni. Il 47,8 % maschi, il 52,3 % femmine. Il questionario è stato effettuato telefonicamente ai primi di dicembre.

Il 24 % degli intervistati spende il proprio tempo libero nella fascia serale (dopo le 20) e sono soprattutto maschi, giovani e laureati; il 21 per cento solo nel fine settimana, il 16 per cento circa nella fascia dalle 18 alle 20. Chi spende più tempo libero nelle ore pomeridiane sono le donne e gli anziani.

Per quanto riguarda la partecipazione culturale:
- il 40,6 % degli intervistati ha partecipato ad attività culturali nell'ultimo mese.
- il 50 % ha preferito le sale cinematografiche, più che altro fra i 31 e i 45 anni.
- l'11,5 % è stato a visitare grandi mostre.
Bassa la percentuale di persone che ha scelto la musica libera. La percentuale più alta, 4,6 per cento è di età compresa fra i 46 e i 60.

Per quanto riguarda il tempo libero:
-
il 35,6 % trascorre il proprio tempo libero in casa propria o altrui
- il 28 % in attività all'aperto
- il 18,3 % in attività sportive.
- il 30,3 % trascorre il proprio tempo libero con i figli, soprattutto fra i 30 e i 60 anni.
- il 28% trascorre il proprio tempo libero con il partner e sono prevalentemente anziani
- il 27 % con gli amici e sono giovani;
- il 10% trascorre il proprio tempo libero per lo più da solo e sono per lo più femmine (12 per cento) e anziani (16,5 per cento).

La spesa mensile che gli intervistati hanno dichiarato di sostenere per fruire delle attività di carattere culturale, vede più della metà del campione dividersi equamente fra coloro che spendono da 25 a 50 euro (prevalenza femmine) e coloro che spendono fino a 25 euro (prevalenza maschi). Il rimanente 36 % si ripartisce fra chi sostiene una spesa compresa fra i 50 e i 100 euro e chi , invece, ha dichiarato di non sostenere alcun tipo di spesa e sono per lo più anziani e di bassa scolarizzazione.

mercoledì 25 febbraio 2009

ViniGiusti 2009 a Firenze

vini giusti 2009Domenica 1 marzo al Q.B. ci sarà la terza edizione di ViniGiusti 2009: percorsi e assaggi a cura di Guido Ricciarelli. Prestigiose etichette toscane e non, selezionate fra le menzioni di eccellenza e convenienza delle principali guide e pubblicazioni.
Dalle 12.30 alle 17.00 pranzo a buffet e banco di assaggi.
Alle 17.30 tavola rotonda.
Alle 18.30 degustazione tecnica (su invito).
Dalle 17 alle 21.30 banco assaggi e cena a buffet.
Alle 21.30 proclamazione ViniGiusti 2009.
Io ci sarò...

martedì 24 febbraio 2009

Milk e sushi

Tranquilli, non sono impazzita, non è l'ennesimo accostamento insolito... (rabbrividisco all'idea di bere latte con il sushi!).
Semplicemente ieri sera sono andata a vedere Milk, il film con cui Sean Penn ha vinto l'oscar, all'Odeon, in lingua originale (meno male che c'erano i sottotitoli perchè ha una pronuncia difficile da capire) con Sabino e una sua amica italo americana molto carina.
E dopo un ottimo sushi da Satosan con pesce a vista.

Del film che dire... ignoravo tutti i disordini e i casini in America degli anni '70 riguardo ai gay: le leggi per negargli il diritto al lavoro e all'insegnamento. Pensavo che discorsi del tipo "sono malati e degenerati" non venissero fatti ancora nel 1978 a San Francisco. Quanto ancora eravamo indietro. Forse lo siamo ancora? qualche giorno fa nei commenti di un post abbiamo parlato un po' di omosessualità e sbandieramento eccessivo e polemiche di comodo da parte di alcuni. Da un eccesso all'altro.
Comunque il film penso vada visto, non saprei se definirlo bello, nel senso tradizionale del termine, non è certo leggero (per i temi) ma la regia di Gus Vas Sant è valida e Sean Penn meritava l'oscar. Mi è piaciuto molto Emile Hirsch, quasi irriconoscibile, reso "famoso" da Intothewild girato guardacaso da Penn.

Martedì grasso

Oggi è l'ultimo di Carnevale, martedì grasso o mardi gras lo chiamano all'estero. A Firenze si festeggia poco, io ricordo un anno che con 2 amiche ci vestimmo da Banda Bassotti e ci divertimmo molto a girar per locali.
In un post precedente ho già detto di feste, cene e aperitivi per martedì di Carnevale.
Qui lascio la foto dei cenci, dei quali abbiamo già parlato: mangiateli oggi, perchè da domani è quaresima! (la foto è stata scattata da Serafini in via Gioberti, ottime anche le zeppole...).

lunedì 23 febbraio 2009

Domenica tranquilla

Domenica sono stata a casa di un'amica che mi ha vista un po' giù e mi ha invitata a conoscere il suo piccolo ometto di 1 mese e 10 giorni. Non avevo mai visto un bambino così piccolo ed ero un po' preoccupata (tutti sapete della mia allergia ai bambini), ma confesso che sono stata molto bene.
Vedere un esserino che ancora non conosce dolori, rabbia, ingiustizie, cattiverie e ti guarda con occhi incuriositi e innocenti... beh mi ha rasserenato. Mi ha fatto bene.
Voglio ringraziare la dolce Elaiza con la quale ho scoperto avere molte cose in comune: l'amore per Firenze, la voglia di dimostrare che noi fiorentini non siamo tutti chiusi e che a Firenze ancora ci sono cose belle da fare e vivere. Leggete il suo post sulla prima gita in centro in carrozzina.

La sera, ironia della sorte, sono andata a vedere il curioso caso di Benjamin Button: ovvero la storia di un bambino che nasce vecchio e crescendo ringiovanisce. Film strano, lungo, che apre molte domande. Alcune scene sono assurde, altre noiose, altre da tagliare. Ma in alcune mi sono soffermata a pensare. Oltre su quanto è bello Brad Pitt (nel momento in cui è giovane) anche sulla vita, sulle storie che passano, le cose che restano. Mi è piaciuta Cate Blanchett e Tilda Swinton e tutta la parte girata in barca. Non ho capito perchè ci abbiano voluto incastrare l'uragano katrina. Voglio leggermi il racconto di Francis Scott Fitzgerald da cui è tratto il film, ho la sensazione che sia molto diverso.

Sabato sera a cena da Melo

Sabato sera sono andata a cena da Melo, ristorante tosco - siciliano di cui ho parlato più volte nel blog, con tutta la mia famiglia.
Era una vita che non succedeva una riunione con tanto di zia venuta da fuori. Siamo stati bene, abbiamo mangiato di gusto cose sfiziose (si ho mangiucchiato pure io!) e abbiamo speso il giusto.
Io ho preso come antipasto "Il sole" ovvero un mix di assaggini composto da caponata, cannolo salato, olive cunzate e altro. E a seguire la cernia con salsa di cipolle e un'altra salsina piccante. Molto molto buona. Un ottimo vino bianco siciliano, del quale purtroppo non ricordo il nome e per finire un dessert con latte di mandorle. Una cena piacevole, con i proprietari che si confermano sempre gentili e premurosi anche con chi ha richieste particolari (mia zia non può mangiare il glutine).

Leggi la mia prima recensione Da Melo
Leggi la recensione Da Melo di Chiara
Leggi la recensione Da Melo di Sabino

domenica 22 febbraio 2009

Venerdì sera in via San Gallo

Venerdì sera per fare qualcosa di diverso dal solito ho deciso di andare con un'amica e un amico teatranti alla Libreria Liber Liberi di via San Gallo a vedere uno spettacolino. Come spesso capita in questi casi non si ha un'idea precisa di quello che si trova finchè non si arriva lì.
La libreria già è stata una sopresa, molto carina e con libri particolari, con una corte interna deliziosa con tanto di pratino verde (cosa non ci organizzerei d'estate!) e una stanza adibita a teatro (non certo bella come quello del '700, ma cavoli che sopresa!).
Prima c'è stata un'introduzione di un seminario freudiano sul disagio in famiglia e dopo uno spettacolo avente per tema gli oggetti. Sinceramente non ho colto il nesso fra i due, ma gli attori erano bravi (Delirattori) e alcune scenette divertenti. Alla fine hanno pure improvvisato alcuni oggetti sulla base delle indicazioni del pubblico. Bravi.
Eravamo meno di 30 ma tutto sommato mi è piaciuto esserci, certo se riuscissero a promuoverli meglio questi eventi...
Dopo lo spettacolo la mia amica ha detto "carino ma mi ci vuole un vodka lemon!" e così siamo andate dal Kitch2 sempre in via San Gallo, dove non ero mai stata. Siamo arrivati che stavano sbaraccando il buffet dell'aperitivo (8 euro) che ci è sembrato abbondante (ma non so se la qualità è quella del Kitch1...). Ho qualche esitazione sui posti dove prevale la quantità. In ogni caso il locale era pieno. Definirlo è difficile: una via di mezzo fra un pub e un locale di quelli di tendenza? Boh! C'era un pubblico eterogeneo: comitive di stranieri a festeggiare compleanni, gruppi di ragazze fiorentine in tiro sui 20 anni, coppie di diversa età. Dall'universitario all'over 35. E ovviamente l'arredamento tiene fede al nome: ciniglia, tovaglie leopardate, ecc...

Comunque io sono stata bene, soprattutto grazie ai due miei compagni di sventura, Paolo e Cristina, che non si conoscevano fra di loro, ma mi hanno tirato sù e coccolato in una serata un po' difficile. A volte le serate nate per caso sono le migliori. Grazie a entrambi.

venerdì 20 febbraio 2009

Danza in Fiera

Penso che lo sappiano tutti visto che mezza Firenze è tappezzata... in ogni caso: Danza in Fiera alla Fortezza da Basso. Dal 19 al 22 febbraio 2009.
Orari
Giovedì 15.00 - 21.00
Venerdì e Sabato 10.00 - 21.00
Domenica 10.00 - 20.00
BIGLIETTO INGRESSO 1 giorno 15 euro, 4 giorni 25 euro
C'è di tutto: stages di hip hop, esibizioni sulle note di Hannah Montana, incontri degli Amici della de Filippi, lezione di tangolates (tango + pilates sob...), incontro con la bella Rossella Brescia e con Juliana Moreira per Sloggy, i provini per l’IDA Ballet Academy di formazione per ballerini professionisti diretto da Steve La Chance, il concorso con la colonna sonora del film Camp Rock dei Jonas Brothers, balletti di danza classica e molto molto altro.

Feste di Carnevale nel weekend e per martedì grasso

Venerdì 20 febbraio all'ExBackdoors di Poggio a Caiano Special Carnival Party: per carnevale si balla con il concerto dei fiorentini PPP, acronimo per Pippo e i Suoi Pinguini Polari. Ingresso 5 € (agevolazioni per chi sfoggerà un travestimento adeguato), e a seguire dj set in tema. L'ensemble dei Pinguini si presenta bene: look curato ed elegante, da orchestra swing anni '40; in tutto sono 8 elementi, compresi due vocalist e tre ottoni. Propongono un concerto fresco e coinvolgente fatto di Ska aperto alle contaminazioni e di rivisitazioni dei grandi cantautori italiani del passato (da "Volare" di Modugno a "La ballata dell'amore cieco" di De Andrè).


CARNEVALE A FIRENZE, DOMANI IN PROGRAMMA VARIE INIZIATIVE.
Domani, sabato 21 febbraio, sono in programma alcune iniziative legate ai festeggiamenti di Carnevale che comporteranno provvedimenti di circolazione. Si inizia con il "Carnevale della Nave a Rovezzano": dalle 14 alle 18 nella zona di Gavinana sono previsti divieti di transito e di sosta (per la precisione in via di Villamagna nel tratto fra Nanchino e via delle Sentinelle). Dalle 15 alle 15.30 divieto di transito anche in Borgo Ognissanti per il "Carnevale di Borgognissanti". Per la sfilata del Carnevale, infine, prevista la chiusura momentanea anche nelle strade del Galluzzo.

Sabato 21 Febbraio 2009 il Circolo Vie Nuove, per la festa di carnevale, invita tutti i bambini allo spettacolo di animazione teatrale Alessandro e il Topolino Meccanico. Lo spettacolo, liberamente ispirato alla celebre favola di Lionni Leo è a cura del Teatro di Vie Nuove con la partecipazione di Silvia Baccianti e Lavinia Rosso. Inizio previsto per le ore 17.00, con a seguire una merenda per tutti i bambini gentilmente offerta. L’ingresso è gratuito per soci arci - Associazione Vie Nuove, v.le D. Giannotti, 13 tel 055.683388

Sabato 21 Febbraio 2009 dalle 23:00 Al MACIO "una maschera per tutti". Per i partecipano un giorno gratis in omaggio in uno degli splendidi centri KLAB dalle 22 inizio serata con buffet.

Sabato 21 FEBBRAIO ore 21,30 TEATRO STORICO di Osteria Nuova c/o circolo S.S.A.Resistente via Roma 448 Bagno a Ripoli - Firenze sud. Carnevale Mascherato. Festa in maschera 'a sorpresa' SPECIAL GUEST Sedicioredisonno + The E.A.T.S. IN CONCERTO a seguire DJ set fino a tarda notte con RUSPADIGGEI
INGRESSO 5 EURO se MASCHERATI - 8 EURO al NATURALE riservato soci ARCI
BEVUTE A PREZZI POPOLARI.

Domenica 22 Febbraio 2009 dalle 19:30 DOMENICA DI CARNEVALE AL RIFRULLO
MENU A TEMA (Cenci, schiacciata alla fiorentina), GADGET, MUSICA FESTOSA.

Martedì 24 febbraio 2009 ultimo di Carnevale
Al Rifrullo Carnival Party con 3 premi per la miglior maschera. Aperitivo cena a buffet dalle 19.30 non c'è obbligo di mascherarsi.

Sempre martedì presso il ristorante i Chiostri del Grand Hotel Minerva dalle 19.30 alle 20.30 aperitivo e dopo tutti a tavola per gustare il menù dedicato al Carnevale accompagnati da Musica dal vivo. A seguire danze e balli.
Menù carnevale
Frittelle di pasta con stracchino e prosciutto di Parma
Ravioli di patate colorati al ragù di anatra e coriandoli di verdure croccanti
Robespierre di manzo al rosmarino
Filetto di cinta senese ai pistilli di zafferano
Patate di Pulcinella
Arlecchino di verdure nel pomodoro scavato
Carnevalata di dolci
Costo 40 € di persona (bevande escluse)
Partecipare mascherati non è obbligatorio ma la maschera più bella vincerà un premio speciale: un soggiorno di una notte in camera matrimoniale presso l'Ambra Palace Hotel di Roma. Per info e prenotazioni info@grandhotelminerva.com oppure via tel 055 27230

Martedì 24 febbraio ultimo di carnevale con musica dal vivo al De profundis Cafè di Figline Valdarno, aperitivo dalle 20 e poi musica dal vivo con i bravi Pierpaolo e Simone per ballare (una volta spostati i tavoli). Bevuta 6 euro. Chi vuole può venire in maschera.

Guarda anche l'altro post sulle feste di Carnevale e sui carri che sfilano in Toscana.

giovedì 19 febbraio 2009

Il Momoyama ha cambiato gestione

Nelle varie discussioni sui ristoranti giapponesi che si sono avvicendate su questo blog, abbiamo sempre parlato poco del Momoyama, uno dei primi ristoranti giapponesi di Firenze che ahimè negli ultimi anni aveva assistito a un lento declino.
Per questo sono stata molto contenta di sapere che ha cambiato gestione, e i nuovi giovani proprietari (Duccio e Lorenzo) sono ambiziosi e hanno tutte le intenzioni di riportarlo a un alto livello. La parola d'ordine con cui vogliono posizionarsi nel panorama della cucina jap è: qualità. Non solo pesce freschissimo di ottima qualità, ma anche ottimo wasabi, ottimo zenzero, non la classica soia e una serie di piatti che vadano oltre il semplice piatto di sushi con pesce crudo sopra il riso. Anche per i tè verdi ne hanno scelti ben 7 dal miglior fornitore di Firenze.
Nei piatti compaiono presentazioni articolate, arricchite, diverse (il summer california roll?) per chi vuole provare qualcosa di diverso. Il pesce è tagliato al momento, davanti ai vostri occhi.
Certo non aspettatevi i prezzi del Sakura o del Wabisabi, ma la differenza è più che motivata.
Provate a chiedere a Duccio, uno dei due soci, perchè il cuoco sushi è californiano, oppure come mai il tris di tempura richieda diversi tempi di cottura... e scoprirete un vero appassionato del Giappone e della cucina giapponese.
Validi anche i dolci (si vantano di aver il miglior cheese cake di Firenze... Sabino mi sa che devi intervenire!).
Se qualcuno ci va, mi dica se sono riusciti a creare un posto davvero di livello per gli amanti della cucina nipponica. Per chi preferisce altro, fanno anche cucina "inventive".

Momoyama (vicino a Piazza del Carmine, zona San Frediano)
tel. 055 291840

per chi ama il sushi, ecco le recensioni dei vari ristoranti giapponesi a Firenze:
- Porfirio Rubirosa si mangia solo sushi. Crudo, semplice e con testa di pesce a vista (se vi da noia non ci andate). Niente orpelli: solo pesce (fresco) e riso. non è un ristorante, ma un locale dove però Satosan affetta il pesce come nessun altro.
- Wabisabi partito bene ora è un po' scaduto. il pesce è preparato prima e conservato sotto domopak, e servito quando serve. carino l'ambiente ma troppo caotico. e non più economico come all'inizio.
- Kome modaiolo: sotto si mangia il sushi al rullo che gira, sopra la carne alla piastra. non economico.
- Oh sushi ottimo per un pranzo: con 12.90 euro si mangiano 6 piattini diversi scelti dal rullo. non lo sceglierei per una cena, ma è simpatico. Dentro l'ipercoop di Sesto.
- Aji-tei una volta sola. Nella media.
- Niwa 3 volte e sempre peggio il servizio. il posto è bello, forse il migliore, ma caotico e le ordinazioni si perdono.
- Sushi take away di via Ghibellina. Non è un ristorante, è un take away. Se proprio prende la voglia di sushi!
- Sushi brunch del Gallery ottimo, senza limiti e ambiente fantastico. Certo per un pranzo può essere tanto ma li vale tutti.
Manca il Sakura, in cui sono andata una volta sola tanto tempo fa. Una coppia di recente me ne ha parlato molto bene, ci dovro' tornare.

Dibattito FlorenceIN

Lunedì 2 marzo ci sarà un nuovo dibattito di FlorenceIn su "I (nuovi) media locali" a The Glutton's Heaven dalle 19.00 seguito dalla degustazione enogastronomica curata da AIES Toscana.
Coordina Alberto Falossi e intervengono InToscana, The Florentine, Il Reporter, Elena del blog ioamofirenze, Cityoff e Limezine.
Il programma completo sul blog FlorenceIN.

vedi anche l'altro incontro di Florence IN al Glutton's Heaven

Nabucco wine bar

Stasera mi hanno portato in questo locale in centro. E' più un bar che un locale modaiolo ma mi è piaciuto perchè è comunque vivace, ben arredato, accogliente. Mi dicono che sia valido anche per le colazioni. Io ci ho preso un aperitivo. Non male le torte salate e alcuni stuzzichini. In alcune sere fanno anche degustazioni. Se siete vicini a San Marco e non sapete dove andare...
Nabucco Wine bar
Via 27 Aprile, 28R

Spunta il sole

E' passata la mezzanotte e sono tornata a casa da poco. Oggi è stata una giornata impegnativa. Sono a giro da stamani. Clienti, amici, impegni vari.
Ma quando uscendo ho visto il sole, nonostante il freddo, mi è venuto un po' di calore anche dentro.
A pranzo ero in compagnia di una persona veramente gradevole che mi ha detto parole care, oltre a regalarmi un pranzo interessante e brillante... e finalmente ho ricominciato a mangiare. Ho pure ordinato una razione di fiori di zucca fritti che sono una delle cose che più preferisco. Il cibo alla fine non era granchè ma il pranzo è stato davvero piacevole.
Ho camminato a lungo in centro, passando da una piazza Signoria deserta, con solo qualche giapponese tremante per il freddo e alzando gli occhi verso Palazzo Vecchio l'ho visto così bello che ho voluto fotografarlo. Mi fa molto strano avere questa diversa gestione del tempo..
Nel pomeriggio un appuntamento di lavoro che si è trasformato verso le 19.30 in un piacevole aperitivo e poi cena con persone nuove, di grande compagnia e nuovi orizzonti. E' bello rendersi conto che anche in una città così piccola ci siano ancora persone che valga la pena conoscere.
Tra l'altro mi hanno fatto scoprire un nuovo locale, che voglio recensire a parte.
Infine, la sera, altro impegno con nuovi incontri e vecchie conoscenze.
Sono stanca, ogni tanto provo qualche fitta al cuore (0 è lo stomaco che non era più abituato a mangiare?) ma spero che anche domani ci sia il sole.

martedì 17 febbraio 2009

Pochi maledetti e subito, il film

Oggi vi parlo di una proiezione speciale: un film indipendente girato fra la fine del 2005 e l'inizio del 2008 che ha per protagonista una Firenze sotterranea, notturna, nascosta. Il titolo è emblematico: Pochi, Maledetti e Subito.
Il film è a episodi, ognuno girato con una pellicola 16mm diversa, a colori.
Le storie abbastanza crude anche se talvolta dotate di spunti ironici, raccontano alcune storie di 30enni marchettari, "fedeli-alla-pera", ultras violenti e recidivi che si raccontano da soli, nella loro forma mentale, senza punteggiatura, senza maiuscole, senza fiato. Le storie si intersecano ma solo per brevi istanti restando comunque indipendenti tra di loro. Lo stile varia, il montaggio pure, l'unica costante è il carattere e i toni forti dei personaggi.

POCHI, MALEDETTI E SUBITO
(Il fondo, Lorenzino, Tale figlio, Il neoromantico, SS. Annunziata, Da casa mia a caterina)
Film in 6 episodi tratti dagli omonimi racconti di Matteo Cecchi

Il film è stato presentato a marzo 2006 come mediometraggio in work-in-progress, al 16mm film festival per la durata di 40 minuti. Verrà presentato in via definitiva e fuori concorso il 4 aprile 2009 al Teatro studio di Scandicci sempre in occasione del 16mm filmfestival curato da Staino. La colonna sonora è composta da brani dei gruppi B-Back, Eva nice trip e di vari autori italiani contemporanei anni '60.
E' stato girato e prodotto da Roberto Schoepflin e cooprodotto per le scenografie da Max Pruneti, quindi una produzione totalmente indipendente.

Potete vederlo mercoledì 4 marzo al Cinema di Castello alle 21.30. Durata 70 minuti.
Conosco Roberto da anni e so che la sua scelta di fare il regista indipendente è davvero controcorrente. Credo che al di là del genere e della storia, certe scelte siano sempre da incoraggiare, io spero davvero ci vadano più persone possibile.

La nuova libreria cafè Meykadeh

Giovedì 12 febbraio 2009 ha inaugurato un nuovo spazio a Firenze: una libreria cafè. Qualcuno la vede come antagonista alla Libreria La Citè. Io al contrario la vedo come un altro buon esempio di locale misto per bere qualcosa, ascoltare una performance o leggere un libro.
Il posto si trova in centro, in via de' Pepi, me l'ha segnalato Jo il mio parrucchiere (che sta lì accanto). L'ha fortemente voluto Reza Mirsepasi che gestisce il contiguo Darvish cafè. Il nome è iraniano e significa "ispirazione" ma anche "taverna". E da Meykadeh l'ultima domenica del mese a chi compra un libro viene offerto da bere, e in altre serate si può assistere a piccoli eventi, che sia la lettura di una poesia, l'inaugurazione di una mostra o l'incontro con un autore.
So che i ragazzi di Salotto Live hanno già in programma di farci qualcosa.
Io quando ci sono passata era chiuso per problemi tecnici, per questo non posso mettere nessuna foto, ma credo/spero sia già riaperto.
Ce ne fossero di più di posti del genere a Firenze...


Animatore per bambini

Mi scrive Katia segnalandomi l'attività di un suo collega/amico e visto che si parla di eventi per bambini ho pensato potesse essere carino dirlo anche a voi.
Credo di aver capito che crei personaggi (ad esempio GILDA il pagliaccio gigante ed ERNESTO lo struzzo cavalcabile) per animare le feste. Oltre a questo lotta con più di 200 cuscini, fa sculture con i palloncini, bolle di sapone giganti... Il sito è www.walterfeste.it

lunedì 16 febbraio 2009

Pranzo messicano

Almuerzo Messicano
Il Messico, per la varietà del suo territorio e per l'ampiezza della sua cultura che fonde elementi del “vecchio” e del “nuovo” mondo, ha una tradizione gastronomica ricchissima e molto variegata; spesso però la nostra conoscenza del cibo messicano si limita ai pochi piatti che possiamo trovare nei ristoranti “Tex-Mex”.
Domenica 1 Marzo alle ore 13.00, presso il club-ristorante “Il Barone” in via Romana 123 rosso a Firenze, ci sarà l'opportunità di degustare piatti della cucina tradizionale messicana, preparati con gli ingredienti e i metodi originali.

Il menù del pranzo a buffet prevede:
Quesadillas de flor de calabaza
tortillas di mais con ripieno di fiori di zucca
Quesadillas de papa y chorizo
tortillas di mais con ripieno di patate e salsiccia piccante
Quesadillas de rajas con crema
tortillas di mais con ripieno di chile e panna
Pozole rojo
Zuppa tradizionale di mais con carne e chile
Capirotada
Dolce con sciroppo di canna e frutta secca

Prima del pranzo ci sarà una breve introduzione relativa ai piatti proposti, si raccomanda pertanto la puntualità. (Foto di premshree by Flickr)
Prezzo: 15 € per persona
Il ricavato del pranzo sarà utilizzato per la realizzazione di KeBuono, network sociale sulla gastronomia.
Per informazioni e prenotazioni: flavitie@gmail.com , cell. 348.0704616

domenica 15 febbraio 2009

Anche i ristoranti fanno i saldi?

In un momento di crisi come questo i ristoranti se le inventano tutte... e così al Rifrullo, ristorante di San Niccolò, il martedì sera fanno i "saldi": ogni martedì sera uno sconto del 25% sulla cena a tutti i clienti che si scaricano dal sito internet il coupon.
Carina come idea.

Sagra della frittella a San Donnino

San Valentino diverso

Insomma alla fine il mio San Valentino è stata una giornata un po' strana, un po' triste, ma anche molto densa. Devo ringraziare il mio amico Roberto che conosco da 19 anni e mi ha - con infinita pazienza - sopportato e scorrazzato in lungo e largo per Firenze.
Dopo il te da Desiderio e la passeggiata fra Fiesole, Maiano e Settignano siamo andati in centro a piedi (non da lassù eh, ma via Gioberti!). Ci siamo fermati in piazza Signoria davanti alle maschere di Carnevale (non lo sapevo neppure io che sfilavano) e poi alla Libreria Edison a guardare le riviste di arredamento. Poi un caffè da Giacosa, ora Roberto Cavalli bar (c'era gente di tutti i tipi! ma il cappuccino era davvero notevole, costo al tavolo: 5 euro). E poi ancora a piedi per via Calzaiuoli, via del Corso, via Ghibellina...
La sera mi ha trascinato a vedere uno spettacolo al Teatro Studio di Scandicci. Il titolo è "Him" e consiste in una rappresentazione tanto semplice quanto talentuosa: un giovane attore, Marco Cavalcoli, recita tutte le parti del Mago di Oz (quello storico, del 1939) doppiando i vari personaggi in inglese, con le varie sfumature, le canzoni e persino i rumori, mentre alle sue spalle viene proiettato il film. Una sorta di dittatore-direttore d'orchestra che di volta in volta sceglie quali rumori e quali toni fare. Detto così sembra una cavolata, ma vi assicuro che mi è piaciuto tantissimo. E ho negli occhi Dorothy che con gli occhioni sognanti di una Judy Garland giovanissima, canta
Somewhere, over the rainbow, way up high.
There's a land that I heard of Once in a lullaby.
Somewhere, over the rainbow, skies are blue.
And the dreams that you dare to dream Really do come true.
Someday I'll wish upon a star and wake up where the clouds are far Behind me.
Where troubles melt like lemon drops, Away above the chimney tops.
That's where you'll find me.

Un saluto ad Alessandra, la blogger di sestosguardo, che fa la maschera al teatro.

Un te da Desiderio a Settignano

Sabato tanto per cambiare non avevo fame ma avevo voglia di uscire di casa e così grazie a un amico samaritano sono andata a fare una passeggiata dalle parti di Settignano. Prima però sono andata al Caffè Desiderio, un localino delizioso che è un po' bar, un po' bistrot, un po' wine bar.
Noi siamo entrati alle 14.30 e abbiamo chiesto un te e senza scomporsi la ragazza ci ha presentato la selezione dei te, uno meglio dell'altro, non i soliti Twinings, e una ciotolina con un paio di biscottini al burro e cantucci. Oltre a questo ci ha proposto un assaggio di Pardules (credo si chiamino così): i dolcetti sardi con ricotta, serviti caldi. Davvero buoni, sono riuscita a mangiarne ben 2! La gentilezza della coppia che serviva, la pace del posto e il calore dell'ambiente facevano davvero scaldare l'animo, nonostante le pareti fossero piene di cuori di San Valentino.
Dietro il bancone, sopra la macchina del caffè, una piccola finestra che mostrava un cipresso assolato.
Un vero attimo di pace.
Dopo un po' è entrata una coppia di mezza età di fuori Firenze, turisti direi, hanno ordinato da mangiare (credo un piatto di pasta e un bicchiere di vino) e a loro hanno portato da assaggiare un piatto di cinta senese, spiegandogli cosa fosse.
Insomma è un posto versatile, dove puoi pranzare ma anche bere qualcosa, con due gestori davvero gentili. Non so se sia sempre così o forse soltanto il sabato pomeriggio.
E' bello sapere che esistono piccoli paradisi come questo.
Ho visto che sono aperti anche la domenica. Come orario: 11,30-15,00/18,30-01,30.
http://www.caffedesiderio.net/

Il blog di Romanelli ha cambiato indirizzo

Se provate a cercare il vecchio indirizzo quintoquarto.san-lorenzo.com/ non troverete più il blog. Non ho capito cosa sia successo, ma per leggere il gradito blog di Leonardo Romanelli dovete digitare: http://quintoquarto.simplicissimus.it/

Trattoria Godo'

Dopo aver visto com'era la degustazione al BB Grand Tour (senza assaggiare nulla) sono andata a cena con le amiche da Godo', una trattoria che è un po' cafè, un po' brasserie alla francese ma anche osteria toscana. Gli interni in legno sono curati e nell'insieme il locale è molto carino. Anche il menù è sfizioso: soprattutto nei primi e nei secondi.
Peccato io non abbia praticamente toccato cibo.
Mi è molto dispiaciuto, ma nonostante l'aspetto invitante, e le attenzioni delle mie amiche, il mio stomaco era serrato.
Posso dire che il sapore delle linguine (o erano bavette?) al branzino e carciofi era ottimo, e così pure quelle al cavolo nero croccante e la creme brulèè. Ma non ho reso giustizia alla cucina. Peccato, ci dovro' sicuramente tornare. Le mie amiche comunque parevano soddisfatte. I prezzi accettabili: antipasto da dividere con coccoli e prosciutto, polentine e crostini, un primo, un dolce, vino (Rosso di Montalcino Castello di Banfi) e acqua abbiamo speso 24 euro a testa.
Il ristorante ha un bell'aspetto, intimo e raccolto, e il personale è molto cortese: troverete fra lo staff un viso noto se avete frequentato i ristoranti di San Niccolò.

Trattoria Godò
Piazza Edison 3/4 r Firenze
Telefono: +39.055-583881 - info@godofirenze.it
http://www.godofirenze.it/
Nota bene: accettano prenotazioni anche via mail. Mitici.

Degustazione a teatro

Venerdì sera c'era la degustazione nel teatrino del Bed and Breakfast Florence Grand Tour. Un luogo minuscolo (ecco perchè i posti a disposizione erano pochi) ma incantevole dove 30 fortunati hanno potuto assaggiare salumi, prosciutti, verdure, formaggi e degustare vini biologici grazie a Degustibus, e al contempo fare due chiacchere seduti "in platea".
Io ho fatto un salto veloce perchè a cena ero già impegnata, ma volevo vedere com'era. Mi è piaciuto il clima di calda accoglienza che si percepiva: una via di mezzo fra una cena casalinga fra amici e un locale culturale dove parlare di vari argomenti (arte, letteratura, cinema...). L'atmosfera pacata, ma allo stesso tempo invitante, ha fatto sì che chiunque arrivava si presentasse, come se fossimo davvero tutti in casa di amici. Mi ha sorpreso un po' ma mi ha fatto piacere. Io ho rivisto un compagno di università che non vedevo da anni, che non solo mi ha confessato di essere un lettore anonimo del blog, ma ho scoperto essere "vittima" di una clamorosa esclusione da Sanremo.
Non so se Cristina e Giuseppe faranno altri eventi, spero di sì perchè il posto è delizioso, magari abbinandoli a una lettura, un concertino jazz o a una piccola pieces teatrale, ma voglio intanto far loro i miei complimenti per aver organizzato una cosa così di qualità in una città che spesso annega nella banalità o nella ricerca delle mode.

Stenterello, lo spettacolo del Riccio

Chiedo scusa ai lettori, ma la devastazione interiore degli ultimi giorni mi ha impedito di essere "spumeggiante" come mio solito sul blog e ho finito per trascurarvi un po'. Proverò a ricominciare a essere quella di sempre, perdonatemi se ogni tanto avrò delle defaillances.

Giovedì sono andata a vedere lo spettacolo di Alessandro Riccio "C'è del buono in Stenterello" al Palagio di Parte Guelfa confidando nel suo talento comico per risollevarmi un po'. E in effetti ho riso. Lo spettacolo è articolato in varie scenette con gli attori che interpretano più personaggi. Tutti bravi, ma spero che nessuno si offenda se dico che Silvia Paoli ha una volta di più superato sè stessa. Istrionica, capace di interpretare una vecchia storpia, come una giovanne donna sexy o una ragazzina scemotta con la stessa disinvoltura e con 1000 sfumature diverse. La prostituta Virginea e l'attrice con la treccia bionda sono due dei personaggi più esilaranti e ben riusciti che io mai abbia visto. Brava!
Bravo ovviamente anche Alessandro che recita meravigliosamente con la maschera e si contorce buffamente rivelando un talento mimico non da poco. E bravo tutto il cast nei vari ruoli. Un po' li invidio, ma in questo caso li ringrazio per avermi fatto svagare un po'.

Prima dello spettacolo, che cominciava alle 21.15, io e Katia siamo andate a fare l'aperitivo da Chiaroscuro, in via del Corso. Il bar è molto carino, con i tavolini e le sedie di bambù e un buffet abbastanza rifornito e invitante (peccato che io non abbia apprezzato più di tanto, ma non dipende da loro). Il costo non è dei più accessibili ma ahimè in linea con Firenze: 9 euro (anche se a noi hanno chiesto 10 euro, forse perchè abbiamo preso un Nipozzano Riserva? bah...) Comunque ho letto che il giovedì fanno serata coccoli e la domenica, mi pare, serata paella.
Ho visto ora nella foto che c'era scritto nella lavagnetta. Certo che, poggio e buca...

Leggi gli altri post sugli spettacoli di Alessandro Riccio:
- Magnifico (Lorenzo)
- A tavola
- il cioccolato

sabato 14 febbraio 2009

Domenica ci sono le primarie

Lo so, su questo blog non si parla di politica. Ma visto che siamo in tanti a lamentarci delle cose che non vanno, che vorremmo diverse, beh se credete di voler dire la vostra, questo è il momento.

Se pensate che votare non serve a nulla, che tanto fanno schifo tutti, che i politici sono tutti buffoni, ok allora saltate il resto del post.
Se invece volete dire io ci ho provato, ho ascoltato e letto quello che hanno detto i candidati e ora voglio dare il mio sostegno a chi ha le idee e i programmi più vicini al mio modo di fare, questo è il momento.
Certo se siete di destra, potreste rispondermi che questa cosa delle Primarie non vi riguarda; ma io non lo credo: chi esce vincente da questo confronto se la vedrà poi a Giugno con il candidato dell'altro schieramento. E in caso non ce la faccia a vincere (come capita in genere a Firenze) allora la persona che vince le Primarie vi riguarderà. Perchè sarà il sindaco di Firenze.
Lo so che questo tira e molla ha sfinito tutti, che non se ne puo' più, ma per una volta mi sento di dirvi: dite la vostra. Dopo è facile lamentarsi...
Non vi diro' chi secondo me è il migliore/la migliore. Vi invito a leggere quello che scrivono e dicono per capire chi vi rappresenta di più. Spero che vi siate informati abbastanza da soli. Io fra l'altro non posso neppure votare perchè non risulto residente a Firenze.

Nel caso che tutto questo non v'importi, ok lo rispetto, ma voi rispettate il blog: evitate commenti offensivi e gratuiti verso uno o l'altro. Non tollerero' mancanze di rispetto.
Se sono arrivata a tanto è perchè amo Firenze e credo sia anche questo un modo per dimostrarlo.
Vi lascio col regolamento, perchè in tutto questo siparietto abbiamo un po' perso le indicazioni.

Quelle di domenica sono le primarie del centrosinistra, chi vince sarà il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra alle elezioni del prossimo 6/7 giugno.
Si vota domenica 15 febbraio 2009 dalle 8 alle 21. Per votare serve 1 euro. Possono votare tutti i residenti che abbiano compiuto 16 anni. Quindi oltre alle persone che hanno diritto di voto alle elezioni tradizionali possono votare i sedicenni e gli stranieri, comunitari (che hanno diritto di voto alle amministrative) e non comunitari.
I seggi (questo è molto importante) non sono quelli tradizionali delle elezioni, ma si trovano in sedi diverse, per sapere dove una persona vota può visitare questa pagina:
http://www.primariefirenze.it/index.php?option=com_content&task=view&id=18&Itemid=22

i candidati sono cinque, in ordine di lista:
Lapo Pistelli - www.lapopistelli.it
Michele Ventura - www.micheleventura.it
Matteo Renzi - www.renzi2009.it e www.avisoaperto.it
Daniela Lastri - www.danielalastri.it
Eros Cruccolini - www.lasinistrafirenze.org

Se nessuno raggiunge il 40% dei voti, domenica 22 si replica con i due candidati che hanno ottenuto più voti.

venerdì 13 febbraio 2009

Club Cavalli a Firenze

Ho ricevuto questa recensione da parte di Simona, la wedding planner. La pubblico volentieri.

Il locale di Cavalli sorge in un ex chiesa anglicana (e si nota) proprio di fianco alla più famosa Chiesa del Carmine a due passi dal Dolce Vita. Ingresso rigorosamente in lista, entrata dalle 19,30 alle 3 del mattino. Costo dell’aperitivo senza tavolo € 10,00 con tavolo €15,00 e naturalmente aggiungete € 5,00 se consegnate il cappotto al guardaroba.
Puff e divanetti animalier in puro stile Cavalli, grandi video dove lo stilista si autocelebra e pubblicizza le sue vodke che campeggiano ovunque, sul bancone bar e dietro di esso. Luci tutte sul lilla che danno un tocco molto caldo e molto glamour all’ambiente. In fondo alla sala c’é spazio per postazione dj (ottima selezione musicale) e per ospitare musica dal vivo.
Mi chiedevo dove si mangiasse. Poi il lampo. Il fondo alla sala c’é una scale che porta al piano superiore. Immaginatevi tre grandi pulpiti di acciaio che formano tre nicchie dove é posta la zona ristorante. Immaginatevi anche i prezzi. L’occhio, anzi i miei quattro occhi, si son posati sul menù in bella vista accanto alla cassa. Vi basti sapere che il pezzo più caro é un antipasto a € 30,00! Il resto tutto sui 25-27 Euro.
Due note. La prima, il personale. All’ingresso ci sono due ragazze dubbiamente vestite che sinceramente da Cavalli mi aspettavo qualcosa di più, nella sala principale, invece, due signorine questa volta in tailleur nero con tanto di auricolare stile body guard che sorvegliano cosa mangi, cosa bevi e sopratutto se il tavolo dove stai seduta é il tuo.
La seconda nota. Se volete andare a fare un aperitivo come lo si intende oramai, cioé come sostituitivo della cena non andate, rimarreste delusi, credo invece possa essere un posto valido per un dopocena, ma dovete prenotare un tavolo se non volete rimanere in piedi tutta la sera.
Ci chiediamo ancora se era necessario per Firenze avere un locale come questo? Mettiamola così: é un locale che farà il suo corso. Ieri sera era pieno di gente, ma non affollato. Io e la mia amica siamo uscite dopo un’oretta, giusto il tempo per rendermi conto dell’ambiente, poi via, verso una più semplice, ma pur sempre amatissima pizza!

giovedì 12 febbraio 2009

Corso di cucina etnica

Mi è arrivato questo corso, e visto che dura solo 3 lezioni, mi sembra un'idea carina da segnalare.
CORSO PRATICO DI CUCINA DEL MEDITERRANEO E VICINO ORIENTE: un viaggio alla scoperta dei sapori di queste Terre così vicine ma così sconosciute.
PALADAR, il Ristorante multietnico organizza un corso di cucina del Vicino Oriente e del Mediterraneo.
Il corso si svolgerà presso il Ristorante e sarà articolato in 3 lezioni, con inizio il giorno lunedì 9 marzo 2009, dalle ore 18,00; il corso proseguirà nei 2 lunedì successivi con lo stesso orario; a tutte le lezioni seguirà la cena nella quale si degusteranno i piatti preparati. Impareremo una grande varietà di preparazioni, dagli antipasti ai piatti unici e alle bevande. Il costo del corso, comprensivo delle 3 cene, è di € 75,00
Sconto del 10% per i Soci COOP

Per info telefonare allo 055 317228, oppure al 338 3737710
1° LEZIONE – Lunedì 9 marzo 2009
La Cucina mediorientale
2° LEZIONE – lunedì 16 marzo 2009
La Cucina greco-turca
3° LEZIONE – Lunedì 23 marzo 2009
La Cucina maghrebina

Foto di Kali.ma da Flickr

Cuccioli di cane cercano casa

Mi è arrivata questa mail, spero sia vera e non la classica bufala. Mi hanno intenerito questi cuccioli. Pubblico direttamente le sue parole:
Mi serve davvero una mano, sono in totale 37 cuccioli, di razze diverse: Silvia xxxxxxxx
Anche se non interessati, inoltrate per favore. Magari qualche vostro conoscente può volere qualcuna di queste piccole pallotte... sono davvero tanti, aiutateci per favore. Grazie GRAZIE
Aggiornamento: era una bufala. Per una volta non ho controllato (in genere lo faccio sempre, vado su Attivissimo e cerco lì) ma visto che me lo aveva mandato un'amica fidata... mi sono fidata. Lascio il post sia perchè il cane è veramente bellino, sia perchè così se altri ricevono la mail sanno che si tratta di una bufala e sia... perchè così mi ricordo di essere un po' meno credulona la prossima volta!!!
Beh dai diciamo che è Carnevale.... ogni scherzo vale. E a proposito di Carnevale stasera vado a vedere il Riccio al Palagio di Parte Guelfa, ho proprio voglia di ridere un po'.

mercoledì 11 febbraio 2009

Degustazione toscana in un teatro del '700

Venerdì 13 Febbraio 2009 c'è una degustazione speciale presso il BB Relais Grand Tour.
All'interno di questo Bed and Breakfast di Firenze è nascosto un luogo di altri tempi: un teatrino del '700. Da tempo Cristina e Giuseppe, i due gestori del BB, pensavano a come far conoscere anche ai fiorentini questo ambiente e così, con la complicità di De Gustibus, l'associazione dedicata alla scoperta dei gusti toscani (e non solo), hanno organizzato un aperitivo - degustazione con taglierini di salumi, affettati, formaggi, verdura e frutta.

- ritrovo alle 18:45 in via Santa Reparata, 21;
- degustazione e chiacchere fino alle 22 circa;
- costo: 15 euro per i soci, 18 per i "newcomers". Obbligatoria la prenotazione perchè la capienza è limitata.

Disponibili ancora pochi posti (credo meno di 10).
Per info: tommaso@de-gustibus.it

martedì 10 febbraio 2009

Grazie

Ho letto ogni singolo commento qui e su facebook. Grazie, mi avete dato tanto. Qualcuno è anche riuscito a farmi ridere. Molti non avevano mai scritto prima. Grazie di cuore. Siete stati veramente preziosi. Non posso dirvi quanto.
Ogni tanto qualcuno mi chiede: ma chi te lo fa fare di portare avanti questo blog? cosa te ne viene? beh, una pagina come quella di ieri vale tutte le ore e il tempo che io gli/vi ho dedicato.

Non sono riuscita ad andare via perchè il lavoro me lo impedisce. E forse è anche un bene chissà.
Oggi devo preparare una lezione di web marketing per i ragazzi dell'Istituto Tecnico del Turismo Marco Polo, per spiegare loro come fare a promuovere su internet una struttura ricettiva. Le lezioni scorse, poverini, li ho bombardati di parole incomprensibili come pagerank, link popularity, anchor text, pay per click... Credo proprio mi abbiano odiato! Ho anche provato a cambiare gli esempi: anzichè tour operator dai nomi insignificanti, ho provato a mostrar loro la strategia online del sito di Amici o di Uomini e Donne.
Ma temo che siano comunque morti di fronte alla mole di nozioni tecniche che gli ho riversato. E mi dispiace perchè vedo che alcuni di loro sono molto vispi, hanno potenzialità... ma trovarsi di fronte 16-18enni che hanno altri problemi nella vita è una bella sfida!

Domani cerchero' di parlargli del lato "ganzo" di Internet: quello dei Social Network. I blog, Facebook, Twitter e tutte le communities online di appassionati di qualcosa (come DueSpaghi per i ristoranti o Anobi per i libri). Li voglio far divertire con i video virali di Youtube che sono fatti da aziende con intenti commerciali (lo conoscete questo? e questo?).
Chissà se riusciro' a destare la loro attenzione.
E con loro mi terrò impegnata anche io.

domenica 8 febbraio 2009

Domani è il mio compleanno

Domani è il mio compleanno. Per me è una data importante, perchè in quella occasione faccio sempre bilanci. Guardo a che punto sono arrivata, cosa ho fatto e cosa voglio per il futuro. E mi piace circondarmi delle persone care per brindare.
Purtroppo, spesso, per ironia della sorte, ho avuto delle legnate proprio intorno al mio compleanno. Persone che mi hanno deluso o si sono comportate in modo da ferirmi. In parte è stata colpa mia che attorno a questa data ho sempre riversato troppa importanza. Ma quest'anno ero serena. Ero convinta che anche senza grandi festeggiamenti, sarebbe stata una giornata positiva.
E invece quest'anno la batosta ha superato ogni mia aspettativa.
Non si tratta del lavoro, che anzi in questo momento va a gonfie vele: nuove strade si stanno aprendo e sono molto entusiasta.
Il disastro è nella sfera affettiva. Non posso e non voglio tediarvi con i miei problemi personali, questo è un blog - è vero - ma ormai non è più il "diario personale" di Nelli, ma un qualcosa che a molti permette di trovare idee per passare le serate, un luogo di discussione di ristoranti, teatri, locali. E visto che ognuno ha i suoi problemi, rispetto chi giustamente non vuole leggere i miei.
Se volete farmi gli auguri domani, fatemeli pure, mi farà piacere. Io penso di prendermi un po' di tempo per me stessa. Magari mi regalero' quel viaggio che avrei voluto fare. O magari no.
Tornero' presto (spero).

sabato 7 febbraio 2009

Frozen MOB alla stazione di Firenze

Riprendo una segnalazione che mi ha fatto un lettore qui sul blog, per mettere in evidenza che oggi pomeriggio alla Stazione di Santa Maria Novella di Firenze ci sarà un Frozen Mob.
Nel 2008 c'era stato il 1 aprile un altro Frozen flash mob in Piazza Duomo e molto stupore aveva destato in chi passava di lì per caso.

La data e l'ora per il FROZEN Mob: 7 Febbraio 2009 alle ORE 17.00
Durata: 5 minuti
----------------------------------------------------------------------
Per l'inizio del FLASH bastera' tenere d'occhio il grande orologio che c'e' all'interno della stazione....Terremo quello come riferimento, e alle 17 in punto, tutti i partecipanti si dovranno "congelare" rimanendo fermi immobili per 5 minuti, per poi allo scadere del tempo, riprendere a muoversi disinvolti, come se nulla fosse...
Non c'e' altro da dire... SPARGETE LA VOCE E FATELA GIRARE IL PIU' POSSIBILE, CON SMS, MAIL FORUM ETC...Inutile dire che potete portare chiunque vogliate...amici,nemici, sorelle fratelli, Nonni...TUTTI, piu' siamo e piu divertente' sara'...
...ALLORA CI VEDIAMO IL 7 FEBBRAIO 2009 ALLE ORE 17:00 all'interno della Stazione di Santa Maria Novella...a presto e BUON DIVERTIMENTO!!!

per chi non conosce i Flash mob ecco qua qualche notizia in più e il video del Frozen Mob a Grand central a new York.

venerdì 6 febbraio 2009

Carnevale in Toscana

Oggi pubblico sul blog il mio articolo che è presente sull'InformaFirenze di questo mese, con qualche aggiunta e modifica.

A Carnevale ogni scherzo vale!
A Firenze non amiamo molto il Carnevale: sono per lo più i bambini che continuano a vestirsi in maschera per le festicciole a scuola o fra amichetti.
Diversa la situazione in altre città dove addirittura le aziende chiudono prima per il giovedì o il martedì grasso e in alcune Regioni c'è l'usanza di entrare qualche ora più tardi al lavoro il mercoledì delle Ceneri, dopo i bagordi del Martedì Grasso.
In realtà i fiorentini amano festeggiare il Carnevale andando a Viareggio per la sfilata dei carri: per il 2009 i carri sfilano nei giorni 8-15-22-24 febbraio e 1° marzo 2009. L'edizione di quest'anno rende omaggio a Burlamacco. Chissà con questa pioggia domenica come faranno...
E a Firenze? una volta, quando ero bambina, mi ricordo che si andava sui lungarni a tirare i coriandoli e a farsi vedere dagli altri bambini. Poi c'era sempre qualche festa in maschera presso la Chiesa o il circolo Arci. Per i "grandi" ecco cosa fare a Firenze:
In centro a Firenze, nello splendido Palagio di Parte Guelfa, sede del Calcio Storico, c'è lo spettacolo di Alessandro Riccio, talentuoso attore e regista del Mede Mediceo, che interpreta Stenterello, la maschera di Firenze. (dall'11 al 15 febbraio 2009).
Sabato 7 FEBBRAIO ore 16 nei locali del centro sociale anziani “ETA'LIBERA” in via del Leone 35 per salutare al meglio il carnevale L'ACCADEMIA ALFIERI e il centro socioculturale del FULIGNO hanno organizzato una serata all'insegna del divertimento e della rievocazione dell’antica usanza di cantar Carnevale. La 3° sagra della Canzonaccia, recital di poesie maliziose della tradizione letteraria italiana dal XIV secolo ai giorni nostri, accompagnato da musica e canzoni popolari, o per meglio dire “Canzonacce” (quali ad esempio La Rosina, Lo spazzacamino, Fanfulla da Lodi, Le osterie, La strapazzata). Questa manifestazione, nata tre anni fa dal desiderio di passare insieme una serata di Carnevale, con i vecchi canti d’osteria, farciti di doppi sensi più o meno espliciti e con l’allegria delle canzoni popolari, licenziose e provocatorie, ma autentiche e genuine. Le poesie scelte, in vero un po’ audaci e certamente adatte ad un pubblico di soli adulti, si rivelano assolutamente inoffensive.
Per chi ama festeggiare l'Ultimo di Carnevale ballando c'è la festa al Boston T e al Regina Margherita per Martedì Grasso (24 Febbraio 2009).
Sempre il 24 Febbraio, ultimo di Carnevale, al Rifrullo c'è la sfilata di Carnevale: alle maschere più belle in premio un massaggio, un Magnum o un brunch per 2.
Il 22 febbraio 2009 c'è anche il Carnevale fiorentino nel mondo col tradizionale corteo variopinto che prende il via da piazza Ognissanti per giungere in piazza Signoria dove si esibiscono sul palco le varie comunità con costumi e riti dei rispettivi Paesi. Al corteo partecipano 26 comunità straniere: Messico, Colombia, Costa d'Avorio, Danimarca, Perù, Sri Lanka, e tante altre...
Il 19 febbraio 2009 c'è anche il Carnevale al Meyer: Pupi di Stac presenta 'Stenterello nell'Isola dei Pirati' di e con Enrico Spinelli. Presso la Ludoteca dell'Ospedale Pediatrico Meyer ONLUS (Viale Pieraccini, 24 - 50139 Firenze per info Tel: 055 5662493 - Fax: 055 5662400).
E fuori Firenze?
A Dicomano si festeggia nei giorni 08, 15, 22 e 24 febbraio 2009.
A Calenzano il carnevale medievale: il 22 febbraio fra le mura del Castello ci saranno i vari gruppi storici per un corteggio e la disputa di giochi di origine antica per la conquista del palio della "Torre d'Oro".
A Borgo San Lorenzo dal 1 febbraio il Carnevale Mugellano con i carri che sfilano tutte le domeniche di febbraio e martedì 24.
Altri eventi di Carnevale e feste a Montespertoli, Pelago, San Mauro a Signa, Barberino val d'Elsa, alla Rufina, a Sesto Fiorentino, a Vicchio.

giovedì 5 febbraio 2009

Inaugurazione mostra street art al teatro Puccini

Da Giovedì 5 febbraio nel foyer del teatro Puccini di Firenze la street art approda al Teatro Puccini con la mostra "Nuvole di Passaggio", disegni di Diego Della Posta.
Inaugurazione ore 19 in presenza dell'artista. Nel corso di questa serata inaugurale ci sarà anche un filmato di immagini e musica curato dalla UAC ed un ricco buffet offerto dal ristorante l'Acqua Al Due. Visitabile tutti i giorni esclusa la domenica, dalle 15.30 alle 19, ingresso libero
Fumetti, balloons, nuvole: sono queste immagini inconsistenti, effimere e potenti allo stesso tempo, ad essere l'idea da cui prende forma la nuova proposta di Teatro Puccini Artexpo. Dopo la celebrazione del fumetto indipendente con la fortunata mostra Hobby Comics del collettivo dei Superamici, il Teatro propone un passo ulteriore nel mondo della arti che si muovono fuori da logiche più propriamente commerciali.
La street art in Italia e nel mondo non ha vita facile. Sopravvive ancora in un contesto di semiclandestinità nonostante non ci sia più alcun dubbio sulla dignità artistica delle opere, siano essi graffiti, tag, murales o fumetti. Esattamente 20 anni sono passati da quando Keith Haring ha decorato la parete esterna della Chiesa di Sant'Antonio Abate a Pisa.

martedì 3 febbraio 2009

Sapori d'Irpinia al Grand Hotel Minerva

grand hotel minervaGiovedì 5, Venerdì 6 e Sabato 7 Febbraio dalle 19.30 alle 22.30 Sapori d’Irpinia al Grand Hotel Minerva di Firenze. Presso il Ristorante I Chiostri sarà presente lo chef Giovanni Mariconda del Ristorante “Taberna Vulgi” di San Stefano del Sole (Avellino) che farà gustare agli amanti della buona tavola le specialità della cucina Irpina. 2 menù degustazione di terra e mare a 35 € o 40 €. Possibilità anche di cenare alla carta. Sconti per i soci slow Food.

Menù Degustazione I Sapori Dell’Irpinia:
Tortino di scarola con bottarga di tonno Minestra maritata Tagliatelle guanciale nocciole irpine e broccoletti. Faraona con lenticchie e tartufo irpino Assortimento di dolci Irpini Caffè, Acqua e vini Campani € 35,00 p.p.

Menù Degustazione Le delizie dell’Irpina
Gatto’ con provola e broccoli Pepaina imbottita con mosto cotto Lenticchie e castagne Fusillo di Gragnano con genovese Baccalà con idea di insalata di rinforzo Cappello del prete alla pizzaiola Assortimento di dolci Irpini Caffè, Acqua e vini Campani € 40,00 p.p.

Ecco alcuni “assaggi” dal menù: per cominciare Baccalà con idea di insalata di rinforzo, Tortino di Scarola ripiena con bottarga di tonno cetarese o Pepaina all’aceto (tipologia di peperone) imbottita con mosto cotto. Si prosegue con Minestra maritata, Lenticchie e castagne di Montella, Fusillo di Gragnano con la genovese o Tagliatelle con guanciale, nocciole irpine e broccoletti. Fra i secondi Cappello del prete alla pizzaiola, La Maialata di casa vulgi, Faraona con lenticchie e tartufo irpino o Baccalà alla pertecaregna con peperone crusco.
Dulcis in fundo: gli intramontabili Babà, le Zeppoline limone e crema ricotta ma anche il Mostacciolo Morbido e la Caprese con pere e ricotta.

Per informazioni e prenotazioni: Grand Hotel Minerva Piazza Santa Maria Novella Firenze 055 27230 info@grandhotelminerva.com
www.concertohotels.com

Al Ristorante del Minerva ci sono andata in un paio di occasioni e posso dire che quando fanno questo genere di cene sono davvero di livello. Visto l'approssimarsi del compleanno potrei anche pre-festeggiare con i sapori irpini...

lunedì 2 febbraio 2009

Prima della prima

Tornano in scena i corti teatrali di Prima della Prima del Teatro della Pergola, alla Libreria Edison.
Il teatro della Pergola rinnova, per il 4° anno consecutivo, l’appuntamento con gli ormai tradizionali trailer teatrali che tornano in scena martedì 3 febbraio, in occasione del debutto fiorentino di Facciamo l’amore, commedia musicale diretta e interpretata da Gianluca Guidi. Ad ingresso libero, nel pomeriggio, la Libreria Edison, presenta in maniera originale ed insolita i trailer degli spettacoli in procinto di debuttare al Teatro della Pergola. Un progetto pensato per far avvicinare un pubblico sempre più vasto al teatro ma anche per dare maggior visibilità alla qualità del lavoro artistico e di formazione svolto dalle scuole di recitazione fiorentine. Ciascun appuntamento dura circa due ore durante le quali le scene selezionate e adattate vengono ripetute più volte e in rapida successione. 4 le compagnie impegnate in questa edizione: Tedavi ’98 in Facciamo l’amore, Piccola compagnia dell’Arganti in Casa di Bambola, Teatro d’Almaviva in La signorina Giulia e Teatri d’imbarco per Rumori fuori scena. Piccoli assaggi di teatro da assaporare con un calice di Gallo Nero: anche quest’anno il Consorzio Vino Chianti Classico offre degustazioni di Gallo Nero nell’ambito dei pomeriggi teatrali alla Libreria Edison. Così il pubblico di Prima della Prima potrà seguire le performance degli attori dei trailers assaporando i vini delle aziende che anche quest’anno hanno aderito al “Canto del Gallo Nero”.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...